Arnold Ehret Italia

Questo forum è sugli attrezzi da cucina.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By ursamajor
#57207
Dal momento che la parte più delicata e nodale di tutto l'estrattore Angel mi sembra il doppio filtro doppio conico in acciaio con tutte le gradazioni di forellini sino a quelli microscopici ho deciso di perdere parecchio tempo ogni volta per pulirli come si deve ed evitare inevitabili chiusure dei forellini.
Le varie spazzole in dotazione puliscono fino ad un certo punto.
Ho trovato un ottimo sistema per sturari i forellini più piccoli..l'idrogetto per la pulizia dei denti sottile abbastanza per penetrare infondo al filtro e caricato con acqua distillata o con acqua distillata ed acido citrico per le incrostazioni più ostinate.. ritorna come nuovo!
..certo bisogna avere un idrogetto per i denti..comunque in mancanza di questo io penso che se l'ultimo risciaquo del filtro lo si fa comunque con l'acqua distillata si minimizzano al massimo future incrostazioni calcaree.
Ultima modifica di ursamajor il 29 settembre 2011, 8:45, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By braveheart
#57337
ursamajor ha scritto:..comunque in mancanza di questo io penso che se l'ultimo risciaquo del filtro lo si fa comunque con l'acqua distillata si minimizzano al massimo future incrostazioni calcaree.

Perchè con l'acqua distillata :?:
..quindi dovrei versargliela sopra e lasciarlo asciugare ?
Avatar utente
By ursamajor
#57340
Esatto,..esperienze di pulizia di apparati delicati, strumenti ottici ad esempio dove il minimo alone dovuto a residui minerali (calcarei in primis) si percepisce subito, lavandoli con acqua distillata rimangono perfettamente puliti senza il minimo residuo.
Vendono ai magazzini (coop ad esempio) bottiglioni da 5 litri ad 80 centesimi, è un acqua distillata che serve per i ferri da stiro o le batterie dell'auto ed è perfetta per il nostro scopo.
Tra le altre cose ne compro sempre grandi quantità anche per il lavaggio intestinale, visto che lo faccio di frequente evito residui anche nell'intestino. :roll:
L'acido citrico è un in più che uno puo' fare una volta tanto per togliere eventuali residui organici più ostinati. Penso che in questo modo potremmo fare durare il nostro filtro molto di più ed in perfetta efficienza.
Avatar utente
By flib
#57341
Si può usare anche questo:
Angel Juicer - Optional Accessories :)

D'accordo su tutto, anche sull'utilizzo dell'acqua distillata/demineralizzata, ma io non voglio certo perdere la mia vita dietro alla Angel :D

Diciamo che sono fortunato visto che a casa mia la durezza dell'acqua è circa 15° Francesi, quindi non lascia molte incrostazioni.

Uso la Angel oramai da 8 mesi quasi tutti i giorni. Dopo l'utilizzo lavo bene tutto con acqua calda e spazzolo energicamente il doppio filtro conico internamente ed esternamente mantenendolo sotto il getto d'acqua.

Il mese scorso ho notato che i vari pezzi e vaschette di raccolta avevano preso un po' di colore, erano scuri, verdastri/marroncini.
Ho riempito la vaschetta del lavandino di acqua e ipoclorito di sodio (candeggina) ed ho messo tutto a bagno. Dopo una ventina di minuti di ammollo tutti i pezzi erano di nuovo belli lucenti e le vaschette sono tornate del loro colore azzurrino originale. :)

In caso di calcare un ammollo con acido citrico oppure acido solfammico (viacal) può rimuovere le incrostazioni. Essendo i vari pezzi in acciaio chirurgico non c'è alcun rischio di rovinarli e una volta lavati e ben sciacquati non rimarrebbe alcun residuo.
Avatar utente
By ursamajor
#57344
Ottimo flib! 8)
Avatar utente
By braveheart
#57389
E' possibile trovare l'acido citrico in commercio :?:
Avatar utente
By ursamajor
#57399
Certo,
io l'ho trovato dall'Argania mi pare ad una decina di euro al kg..

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret