Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By scorpione
#57343
Ciao, oramai ritengo di avere un problema serio ma non me ne vogliate se mi rifiuto di andare da un medico allopatico e fare la solita trafila che si concluderebbe con un "Provi questa terapia" o "Non conosciamo la causa del suo problema" e che nel frattempo mi farebbe perdere soldi, tempo e salute.
Questo problema l'ho già avuto un'altra volta, dieci anni fa, e non ricordo esattamente come lo risolvetti.
Ricordo che per un periodo assunsi calcio e magnesio (o solo magnesio supremo, non ricordo) e (torno a dire che non sono sicuro se risolvetti con quelli) migliorai fino a stare come prima, per quanto "come prima" significava avere una costante sensazione di formicolio alle mani e problemi alle gambe dovuti anche al mio lavoro che mi costringe a stare in piedi tutto il giorno (ed alla mancanza di esercizio fisico, credo).
Ora, scrivo sul forum non perché sono certo di trovare un medico tra voi che miracolosamente troverà la soluzione al mio problema, ma perché essendomi ritornati i sintomi di allora, ed avendo deciso questa volta di provare con il digiuno (oltre al fatto che sento la necessità di parlarne con qualcuno), magari trarrò qualche vantaggio nel sentire le vostre esperienze, sopratutto se simili alle mie.
Intanto, anticipo che ho il forte dubbio si possa trattare di un probelma psicosomatico.
Comunque, questo problema si manifesta con una sensazione di stanchezza profonda alla gamba sinistra (mentre dieci anni fa credo fosse la destra) che non mi permette di cammminare normalmente ma quasi di strisciare la gamba, visto che fatico moltissimo a sollevarla di soli dieci centimetri (come se fosse anestetizzata insomma, in aggiunta ad una sensazione di anestesia in altre parti del corpo, pelle inclusa (a toccarla sento un grosso fastidio che diventa quasi dolore), sopratutto per quanto riguarda la metà sinistra del corpo e dalla schiena in giù (quindi comprendendo la vescica, i testicoli, ecc.), includendoci la mano sinistra che non riesco a sforzare a meno che non mi ci metta d'impegno.
Questa volta i sintomi sono incominciati due martedì fa, quando la mattina mi sono alzato con una sensazione di "circolazione sanguigna bloccata" tra il polpaccio ed il piede destro (anche se tutta la gamba in qualche modo ne era coinvolta). Dal giorno dopo, quindi, é iniziata la camminata faticosa e zoppicante alla gamba sinistra.
La mano sinistra credo di averla peggiorata domenica sera quando, deciso a fare qualcosa in proposito, mi sono immerso nella vasca da bagno in acqua calda con del bicarbonato di sodio disciolto. Credevo di poterci stare almeno un'ora, ma dopo dieci minuti mi sono dovuto alzare perché stavo decisamente peggio acquisendo anche il problema alla
mano che continuo ad avere e che non mi permette di lavorare (ma ci posso scrivere alla tastiera, per quanto con un po di fatica).
Quindi, questo martedi, ho deciso di fare il mio primo digiuno (che rimandavo da tempo) che ho ritenuto quale unico rimedio contro questa condizione che definisco una sorta di semi-paralisi sopratutto della parte sinistra del mio corpo. Insomma, col digiugno si dovrebbe risolvere ogni cosa, o no?
Oggi sono al mio terzo giorno di digiuno e a parte la fame in certi momenti (vedasi ieri sera sopratutto) e un po di debolezza non vedo alcun miglioramento di sorta. Addirittura non emetto neanche cattivi odori dalla pelle (così come ho letto nei testi che trattano il digiuno).
Probabilmente bisognerà passare ancora qualche giorno prima di vedere qualche risultato (e sempreché il risultato arrivi), ma non intendevo digiunare oltre domenica o lunedì, intenzionato a rientrare al lavoro martedì prossimo.
Ora sono indeciso se assumere pasticche e integratori in polvere (vitamine, calcio, magnesio, ecc.) quali rimedi naturali per i nervi o se proseguire col digiuno e solo con quello.
Per favore, fatemi avere le vostre esperienze o pareri di chi ritiene di potermene dare.
Grazie fin da ora.

Tony
Avatar utente
By dodo
#57346
ciao Scorpione,
mi spiace per la tua situazione, non ho consigli da darti in merito, ma sto leggendo un libro sul miracolo del ph alcalino, editato dal prof, Robert Young e sua moglie, che conferma un po gli insegnamenti di Ehret, si distingue solo per la frutta zuccherina, che secondo loro inacidisce l'organismo, loro puntano sul controllo del ph alcalino che deve essere a 7,3 da una scala che da 0 a 14, se stai appena sotto la soglia del sette sei in acidosi, ora non so dirti come possa aiutarti nel tuo problema, ma una cosa e certa perche riscontrato altrove, il ph e fondamentale per il benessere e la salute, io fossi in te proverei a vedere come sei messo al livelo di PH con le cartine tornasole che vendono in farmacia, probabilmente sei in forte acidosi, che dipende sempre da cosa mangi, nel tuo post non racconti la tua alimentazione, il magnesio che prendevi 10 anni fa e un forte alcalinizzatore, attenzione a non sottovalutare questa acidita, perche il corpo per neutralizzarla porta via calcio dalle ossa peggiorando di molto la situazione a tua insaputa, rivedi la tua alimentazione, perche se ti ritornata cosi forte dopo anni, ce qualcosa che non va bene, se sei in transizione allora puo essere che il tuo corpo si sta liberando in maniera massiccia di tossine, fai attenzione anche al PH dell'acqua che bevi deve essere sempre sopra il 7.3 se poi ai la fortuna di poter comperare un ionizzatore alcalino meglio ancora, se non frutta a go go Auguroni...
Avatar utente
By sibillina
#57350
Ciao Scorpione, ricorda bene che la natura opera moolto lentamente.
La cura con il cibo è la piu' lunga ma alla fine anche la piu' efficace.
Non puoi quindi aspettarti dei miglioramenti dopo soli 3 giorni!!
Ci vuole PAZIENZA!!

Comunque io ti consiglierei di andare avanti con digiuno o poco cibo (come ti senti di fare) e provare localmente (comincia magari dalla mano) a mettere l'argilla. Io la uso da anni, forse 15 o giu' di li', per tante cose e mi ha sempre dato benefici dato che attira l'infiammazione.

Comprala in farmacia, qualla da impacchi, aggiungi acqua pura naturale e fai una crema, mettila sulla mano e avvolgi nelle bende oppure guanto di cotone(la sera quando torni a casa e se riesci mettila anche la notte)

provare non costa nulla!!!

auguri!!!


p.s.(è da tanto che non vengo sul forum ma continuo con l'alimentazione ehretista, ormai è uno stile di vita e sto moooltooo meglio!!! GRAZIE LUCIANO!!!!!!!)
Avatar utente
By mauropud
#57354
Molti anni fa mi accorsi che avevo una ciste nel coccige, e che la zona intorno ad essa si stava gonfiando e infiammando.

Dopo un paio di giorni questo mi causo' una semi-paralisi alle gambe: per esempio dopo un po' che stavo seduto facevo fatica ad alzarmi come se dovessi sollevare un quintale.

Dopo un paio di giorni quella specie di "bubbone" che si era formato scoppio' praticamente da solo e da li' usci' fuori un bel po' di materiale simile a sangue pesto misto a pus, che faceva una puzza immonda.
Istantaneamente le gambe ricominciarono a funzionare come nuove! :D

Ora non so se questo sia il tuo caso, ma forse un controllo potrebbe essere utile: potresti avere qualche ciste in uno specifico punto che interferisce con la trasmissione dei segnali dal cervello al resto del corpo.

Nel frattempo anche il digiuno insieme a clisteri o idorcolon potrebbe aiutare.
Avatar utente
By scorpione
#57357
Per il momento grazie per le risposte. Voglio quindi aggiungere qualche dato in più su di me.
Chi leggerà si renderà conto della differenza che vi é nel prendermi cura del mio corpo da dieci anni a questa parte.
Ho smesso di fumare quattro anni or sono, dopo 22 anni initerrotti che lo facevo.
Da un anno a questa parte faccio, quasi tutti i giorni, uso del BIOFLUFF, un attrezzo per idrcolonterapia di tipo "casalingo" il quale, benché nasca per la pulizia dell'ultimo tratto intestinale, in verità riesco ad adoperare per riempire tutto, o quasi, l'intestino. Ho fatto da poco una colonscopia la quale, per quanto non sia riuscito a fare fino alla valvola ileocecale, quei 40 cm di visione mi hanno permesso di verificare una situazione di assoluta pulizia e salute del mio intestino, specialmente nel tratto che dovrebbe essere più intasato.
Seguo la dieta di transizione da mesi per quanto non sia così fermo e stabile nel farlo. Cioè, ho inserito molte verdure e ortaggi vari, crudi e cotti, la maggior parte dei quali produco da me in modo biologico. Ho eliminato la carne e quasi del tutto il pesce (mi capita di assaggiare una fettina di salmone affumicato di tanto in tanto), la pasta non la mangio che di rado, sto cominciando ad inserire quella di farro così come il pane che quando abbiamo tempo facciamo in casa (sempre con la farina di farro) ma adoro il pane guttiau, sardo, di semola di grano duro e una/due volte la settimana mangio al bar panino con verdure e succo di pomodoro condito di sale, limone e tabasco. Frutta ne consumo quasi ogni giorno ma non in grandi quantità. Mi piacciono i pistacchi salati e spesso mangio del cioccolato dopo cena.
No ho ancora abbandonato capuccino con latte di soia (e pochissimo caffè) accompaganto da una pasta con marmellata che consumo normalmente tre volte al giorno, questo sia per profondo gusto personale sia per placare, specialmente dopo pranzo, una sorta di fame nervosa che ho dopo ogni pranzo. A cena mangio di più che a pranzo, affetto da molta fame, ma comunque prediligendo verdure e ortaggi sopratutto cotti senza condimenti particolari.
Insomma, fino all'anno scorso mangiavo quasi esclusivamente pasta, carne e pesce e pochissima frutta e verdura.
Quindi, la mia alimentazione é migliorata parecchio da un anno a questa parte, per quanto fino a quando era principalmente acida facessi uso di integratori vitaminici e non solo.
Ora, pur in preda a forti perplessità, mi viene da chiedermi se la mia condizione fisica sia una questione meccanica, dovuta ai nervi della schiena per via di una postura scorretta ed assenza di attività fisica, oppure una questione di acidosi che col tempo é peggiorata a prescindere dai mei progressi in campo alimentare, oppure una questione psicosomatica dovuta al mio modo di affrontare la vita e le sue meccaniche che, guarda caso, proprio ultimamente mi ha visto "combattere" contro cose che non riuscivo a portare a termine e che magari mi potrebbero aver scatenato chissà quali restimolazioni mentali che si sono quindi scaricate sul piano fisico.
Una cosa che ho dimenticato di dire é che qualche giorno prima di avere questi sintomi le mie gambe, la sera sul divano, erano come affette da una forma di "isteria", che credo sia deinibile come "sindrome da gambe senza riposo" o simile.
Grazie ancora.
Avatar utente
By jennifer
#57358
Se pensi possa essere una derivazione psicologica,prova a dare un occhio qui : www.terapiaverbale.it !!!!
Avatar utente
By sibillina
#57360
Forse la pasta con la marmellata (specialmente se industriale) è da evitare...

dimenticavo!!!
mangia mirtilli:


1-Alterazioni circolatorie del sistema venoso, come pesantezza delle gambe, varici, flebiti, ulcere varicose ed emorroidi. Le antocianine del mirtillo agiscono proteggendo e rinforzando la parete dei vasi capillari e venosi: impediscono così la fuoriuscita di proteine e di liquido nei tessuti e favoriscono la riduzione di edema e di congestione; inoltre i mirtilli agiscono sul cuore, aumentando la resistenza del muscolo cardiaco (miocardio).



x Mauro: anche a me veniva quel bubbone tanti anni fa ed era un bene perchè cosi' il corpo radunava in un punto le tossine per espellerle!!!
Vabbè adesso le tossine è meglio non ingerirle....
Avatar utente
By mauropud
#57365
x Scorpione:
probabilmente la tua alimentazione e' leggermente migliorata, ma sembra di capire che ancora introduci quotidianamente prodotti "mucosi", per cui ho paura che la tua intossicazione possa essere semplicemente aumentata piu' lentamente di prima piuttosto che diminuire.

x Sibillina:
Il seguito della storia (che ho scritto gia' in altre sezioni) e' che dopo un paio d'anni di dieta di transizione la ciste nel coccige e' scomparsa! :D
Avatar utente
By davide32
#57366
Ora, scrivo sul forum non perché sono certo di trovare un medico tra voi che miracolosamente troverà la soluzione al mio problema, ma perché essendomi ritornati i sintomi di allora, ed avendo deciso questa volta di provare con il digiuno (oltre al fatto che sento la necessità di parlarne con qualcuno), magari trarrò qualche vantaggio nel sentire le vostre esperienze, sopratutto se simili alle mie.
un medico se non erro cera ed era di bologna!!non ricordo il nome dovrei fare una ricerca ma ora devo scappare...comunque sia hai provato col digiuno a vedere come reagivi?sai ricordati sempre che tutto e' collegato ad una circolazione sanguigna sporca secondo me ma sentiamo il parere di luciano; esegui i clisteri ogni tanto?hai provato qualche seduta di idrocolon?solo allora si potrebbe parlare di qualcos'altro; ho letto veloce il tuo post lungo ma a sensazione mi sono venute in mente questi consigli che faranno sicuramente solo del bene .
dai stai carico tutto si risolve basta non abbattersi!!sai quante volde si cade e ci si rialza? :D :D :D
Avatar utente
By swami863
#57565
...tutta la parte sinistra del corpo, curioso!
E' quella collegta all'emisfero destro che presiede l'affettività, l'emotività: tu stessa dici che potrebbero esserci ANCHE cause psicosomatiche.

In questi 2 anni, nei brevi periodi in cui sono stata senza lavoro, la gamba sinistra sembrava non reggermi, era senza forze, cedeva facilmente.
Appena tornavo a sentirmi più forte, anche la gamba si riprendeva.

...un controllino però non guasterebbe :wink:

A.
Per Jennifer: la "terapia verbale" della Mereu ha letteralmente trasformato una mia amica, tra l'altro c'è una conferenza sua qui a Torino proprio Lunedì sera :P
Avatar utente
By jennifer
#57566
swami863 ha scritto:Per Jennifer: la "terapia verbale" della Mereu ha letteralmente trasformato una mia amica, tra l'altro c'è una conferenza sua qui a Torino proprio Lunedì sera :P


swami...anche a me ha portato giovamento :-P,ho avuto una seduta privata con lei...mi ha massacrato,ma mi ha messo sulla retta via :lol:
...qui da me,nei paraggi,ci sarà il 30/10 in conferenza con M.Pamio e non me li perderò :wink: !!!!!!!

X quanto riguarda i fastidi alla parte sinistra...io proporrei un occhio al "solito" sito www.occlusionegravita.it una volta appurato che nn c'è altro.

Ciao a tuttiiiiiiiiiiii!!!!!!!!
Avatar utente
By scorpione
#57567
Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno risposto ed ai quali vorrei dare qualche aggiornamento sul mio stato.
Intanto, ben siano venute le informazioni inerenti la Mereu e simili: ho già acquistato qualche libro e presto lo leggerò.
Ma nel frattempo le mie condizioni sono migliorate. Come? Con lo shiatzu.
Già dalla prima seduta ho avuto un bel miglioramento ed ora sono alla terza.
Non zoppico più e la mano, che era quella parte che mi impediva di lavorare, ora non mi crea grossi problemi e ad ogni seduta c'é un miglioramento.
Costo? 30 euro a seduta.
Qualcuno mi ha scritto "un controllino dal medico" (?) Ma neanche a parlarne! Avrei speso MOOOLTO di più, perso MOOOLTO più tempo ed alla fine chissà che non avessi ottenuto effetti collaterali da farmaci.
Poi c'é qualcuno che ha fatto riferimento alla parte dx del cervello e quindi ad una questione connessa che si riconduce all' "emotività". Io credo che ci sia qualcosa vi vero in ciò e senz'altro il nervosismo che mi porto appresso in questo periodo potrebbe giocare un ruolo importante. Ma anche qua ricondurrei (anche) alla dieta e perciò a sintomi di disintossicazione, quindi a maggior ragione non potrei astenermi dal proseguire - almeno fino ad un certo punto (in termini temporali, intendo) - così come stò facendo (mantenendo quindi le colazioni come sono).
Grazie ancora.

Tony
#80744
Ho letto che i sintomi sono migliorati con lo shiatsu. Però ho pure letto che cercavi la "causa".

scorpione ha scritto:Ciao, oramai ritengo di avere un problema serio ma non me ne vogliate se mi rifiuto di andare da un medico allopatico e fare la solita trafila che si concluderebbe con un "Provi questa terapia" o "Non conosciamo la causa del suo problema"...

Comunque, questo problema si manifesta con una sensazione di stanchezza profonda alla gamba sinistra (mentre dieci anni fa credo fosse la destra) che non mi permette di cammminare normalmente ma quasi di strisciare la gamba, visto che fatico moltissimo a sollevarla di soli dieci centimetri (come se fosse anestetizzata insomma, in aggiunta ad una sensazione di anestesia in altre parti del corpo, pelle inclusa (a toccarla sento un grosso fastidio che diventa quasi dolore), sopratutto per quanto riguarda la metà sinistra del corpo e dalla schiena in giù (quindi comprendendo la vescica, i testicoli, ecc.), includendoci la mano sinistra che non riesco a sforzare a meno che non mi ci metta d'impegno.

...questa condizione che definisco una sorta di semi-paralisi sopratutto della parte sinistra del mio corpo. Insomma, col digiugno si dovrebbe risolvere ogni cosa, o no?


Solo un suggerimento sulla "causa". Possiamo vedere cosa c'è sul sito del dente del giudizio inferiore?
Hai una panoramica dentale, anche di dieci o venti anni fa?
C'è forse un dente del giudizio?
http://webs.uvigo.es/xuliofh/entrega3/Adler_llibre.doc

Oppure un'estrazione fatta male (video Carpenter) ?

Andamento del meridiano corrispondente al dente del giudizio inferiore sinistro
Immagine
Avatar utente
By scorpione
#80796
Carissimo Lorenzo, intanto grazie per aver risposto. Ti rispondo io con un po di ritardo perché cercavo di organizzarmi con la panoramica che ancora non sono riuscito a procurare (mea culpa!).
Intanto avrei da fare una dovuta precisazione: quel problema mi é passato anni or sono. Purtroppo, però, lo stesso si é ripresentato l'estate scorsa (2013) e quindi ora é già più di un'anno che ho il problema motorio non solo alla gamba ma a tutta la parte sx del corpo che sento indebolita. Diciamo che "vivo lo stesso", cioè questo problema non mi impedisce di lavorare, camminare (anche se zoppicando), ecc. ma i problemi nascono qualora dovessi correre poiché la gamba mi rimane "irrigidita" problema che potrebbe portarmi, caso mai l'avessi sforzata (magari dopo una lunga camminata) ad inciampare scendendo una scala (la gamba rischierebbe di non piegarsi). Ho riprovato con lo shiatzu senza però risultati questa volta. Ho fatto alcune sedute di agopuntura, preso il magnesio carbonato, ma nulla. Anzi, essendo che oramai da un anno la mia alimentazione é passata da un regime transitorio ad uno quasi esclusivamente crudista (con eccezioni e sgarri di tanto in tanto), le mie condizioni fisiche sono decisamente peggiorate volendo attribuire a questo stato una condizione di eliminazione persistente dato anche dall'aver deciso di saltare ogni cibo solido durante la mattina (una sorta di semi-digiuno permanente, insomma). Vorrei si capisse che questa condizione di degrado fisico/energetico l'ho vissuto sempre andando a peggiorare con l'avanzare degli anni e quindi con la mancanza di moto; questo, nonostante avessi degli avvertimenti fisici che "mi chiedevano di muovermi" (voglia di usare le gambe che invece stagnavano col mio lavoro di parrucchiere). Insomma, a quando la sciatica (che ho attenuato tantissimo semplicemente bevendo più acqua!), a quando un ginocchio o l'altro che di tanto in tanto mi faceva male, a quando la "sindrome delle gambe senza riposo", mi rendo conto che durante gli anni le cose sono andate deteriorandosi sempre più. Ora ho 44 anni ma se mi guardo indietro a solo sei anni fa, le mie gambe erano l'esempio dell'elasticità e della volontà di muoverle (nasco facendo pattinaggio a rotelle, passo alla mountain bike, poi al full contact, ecc).
Parlando di denti ti dirò che ai molari del giudizio non ho mai avuto problemi neanche quando mi sono venuti fuori, fatti che sono avvenuti nel giro di alcuni anni senza manco accorgermene. Ho però alcune radici da togliere (qualcuna da anni!) ed ora vorrei trovare riparo ad un sorriso di cui ho perso la naturalezza perché qualche mese fa mi é saltato un lavoro fatto, ancora, sei anni or sono.
Intanto, quindi, vorrei conoscere un buon dentista nella zona di Cagliari che sappia fare il suo lavoro di estrazione ed al quale potermi rivolgere anche per eventuali impianti o soluzione ideale al mio caso.
Attendo tue.
Un abbraccio.

Tony
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret