Arnold Ehret Italia

Un forum necessario in linea con il sistema di guarigione della dieta senza muco.

Moderatori: luciano, O.P.T

Regole del forum: Questo Forum serve per apprendere dati sulla bonifica dentale al fine di sapere poi cosa si vuole che il dentista faccia nella nostra bocca.
Non siamo un call center o un'agenzia che procura clienti ai dentisti.
La prima cosa da fare è leggere questo post, le regole del forum. E' obbligatorio leggerlo per non contravvenire le regole del forum, qualora venissero violate i tuoi post e infine il tuo account potrebbero venire cancellati. Il primo post che devi leggere è questo: Regolamento
#63784
Salve sono un dentista totalmente ateo e sono a conoscenza del vs punto di vista solo da....IERI!!! ma la cosa mi sembra molto interessante...

Avete già risposto ad alcuni miei dubbi, circa il RIPRISTINO dei denti estratti (Impianti, Valplast o Deflex: che ripristino dentale fare dopo l'estrazione?) quindi con protesi rimovibili in resina (che non contengano inquinanti cromatici metallici) e con impianti in zirconia (non titanio) perni in zirconia ed ovviamente corone in tutta zirconia o zirconia e ceramica.

La domanda è la seguente:
togliete il dente devitalizzato, rimuovete il periodonto (facile...io mi occupo prevalentemente di chirurgia)...poi si "gratta" un millimetro di osso attorno all'alveolo per i motivi che sapete.....

a questo punto residua un BUCO enorme che deve guarire, e si spera che guarisca con osso vitale, e che non si debba procedere dopo 6-12 mesi ad un reintervento chirurgico......va bene...

MA...

noi odontoiatri usiamo inserire dopo le estrazioni osso artificiale o osso animale (bovino equino, suino....deantigenato e sterilizzato) o osso umano di banca, per "pilotare" la guarigione e trovarsi a guarigione avvenuta, cioè almeno dopo 6 mesi con una zona con "abbastanza" osso per mettere un'impianto.....

Voi che atteggiamento avete verso questo materiali da innesto osseo??? grazie mille per le preziose informazioni!!
#63802
Ciao Dentista.. mi sono fatto togliere un dente devitalizzato con la procedura corretta, quindi raschiamento dell'osso e rimozione periodonto.. no uso vasocostrittori, procaina post-estrazione, il dentista giustamente voleva mettermi dei punti, visto la voragine.. non ho acconsentito..

l'estrazione è stata alle 17, la sera prima di andare a letto non c'era più traccia di sangue, il giorno dopo stavo benissimo, nessuna infezione, nessun fastidio, insomma guarigione velocissima. Idem per un dente del giudizio che è stata un estrazione lunga e difficile, visto la posizione del dente, sotto gengiva, separato dall'osso mandibolare da una sottile lamina ossea... il segreto è l'alimentazione ed il digiuno che hanno permesso al corpo guarigione al di fuori del comune, per chi non praticasse la giusta alimentazione potrebbero esserci sicuramente delle difficoltà maggiori per quel che riguarda la guarigione..
#63807
Grazie per la risposta.....ma i "punti" hanno qualcosa che non va???

Per quel che riguarda la "guarigione", io non intendo la cicatrizzazione della ferita con maggiore o minore velocità o dolore o altro.....ma COME guarisce una ferita....in qs caso la quantità ossea.

Una cavità ossea per fisiologici meccanismi guarisce con osso nuovo e sano, ma CONTRATTO, ed a volte (spessissimo) di dimensioni inadeguate per mettere anche impianti molto sottili.....nota bene: gli impianti in zirconia più sottili sono di diametro 4 mm (che è un diametro piuttosto grosso......in titanio arrivano anche a 2,2 mm...)

QUINDI

l'osso artificiale/animale/di banca NON si mette per far guarire meglio-più velocemente-con meno dolore-con minor sanguinamente e tutto quel che vi viene in mente....ma solo ed asclusivamente PER NON PERDERE VOLUME OSSEO.....che ci servirà quando dovremo mettere l'impianto.

Questo ovviamente nella odontoiatria meccanicistica......ma dibito che in quella olistica se residua un osso da 3 mm di spessore si possa mettere un impianto di 4 mm di spessore..... 8O
#63829
Grazie Luciano per la risposta, ma il problema è un'altro.

Voi come pazienti vi preoccupate IN PRIMIS e SOSTANZIALMENTE di eliminare i focolai nocivi, necrosi....ed ho capito il vs punto di vista e lo rispetto.
Esistono tecniche a voi gradite per la rimozione dentale ed anche qs lo accetto col massimo rispetto....

MA ammesso e non concesso che il paziente dopo l'estrazione del dente (dopo 1 mese, 6 mesi, 6 anni ....non importa..) DESIDERI RIMETTERE I DENTI FISSI e non rimanere con PROTESI in resina rimovibili, esistono solo due possibilità:
a) si fa UN PONTE in zirconio (se ci sono le condizioni)....ma qs evenienza la escluderei perchè bisognerebe limare due denti magari sani, col pericolo che poi si debba devitalizzarli!!!

b) si fa uno o più impianti in zirconia che sostengono denti in zirconia.
MA C'E' ABBASTANZA OSSO PER L'IMPIANTO?
PER METTERE (NELL'OSSO) QUALSIASI TIPO DI IMPIANTO CI VUOLE UN'ADEGUATO SPESSORE DI OSSO RESIDUO DOPO LA RIFORMAZIONE DEL NUOVO OSSO CHE HA RIEMPITO IL BUCO LASCIATO DALLA ESTRAZIONE!

Ora, quando si toglie un dente (che si tolga o meno il periodonto) c'è SEMPRE una guarigione in difetto!

Mi spiego.... il buco lasciato dal dente estratto si riempie di nuovo osso, ma il volume finale è sempre almeno il 50% in meno rispetto alla situazione PRIMA della estrazione....e questo è stato dimostrato almeno da 60 anni di studi sull'animale e sull'uomo...

Quindi gli sforzi dei chirurghi sono nella direzione di mettere "qualcosa" nel buco osseo post-estrazione per RIDURRE questa contrazione di volume.

ORA:

visto che io di mestiere faccio il dentista...
visto che potrei trovarmi un giorno di fronte ad un paziente che mi chiede una estrazione "come si deve"...
visto che detto paziente potrebbe poi richiedermi un impianto....

vorrei conoscere il vostro atteggiamente sulle procedure di CONSERVAZIONE O DI AUMENTO OSSEO PRE IMPLANTARE.

E visto che gnrl si usano o prodotti artificiali o osso di derivazione umana o animale, NON SO qual'è la vostra posizione.

Grazie e scusate la prolissità! :oops:
Avatar utente
By luciano
#63832
Ho capito.

Non scusarti, non è prolissità, ma spiegazione con chiarezza e particolari, cosa ben diversa.

Il fatto è che non c'è alcuna posizione riguardo a come rimpinguare l'osso, cerchiamo tutti la soluzione ottimale.

Lo scopo di questa sezione è quello di informare che non è ok farsi riempire la bocca di metalli pesanti e non, vili e preziosi, plastiche con coloranti metallici ecc, farsi devitalizzare i denti e farli durare ad oltranza anche quando sono ormai generatori di microrganismi che rilasciano tossine velenosissime nei vari sistemi del corpo ecc.

Ovviamente c'è la possibilità che vi siano degli errori o delle lacune nelle proposte, ma gradualmente, post dopo post, ho fiducia che arriveremo a trovare la soluzione migliore, incluso le varianti specifiche per il singolo individuo.

Direi che, considerando che ci sono ancora persone con amalgami al mercurio in bocca e non sanno nulla a riguardo, qualche passo verso la differenziazione fra ciò che è razionale e corretto e ciò che invece sarebbe da considerare assurdo lo abbiamo fatto.

Ma non è intenzione prendere una posizione fissa e irremovibile che non lascerebbe spazio a eventuali dovuti ripensamenti.

In sostanza io non sono per i ponti limando i due denti vicini, mi pare troppo distruttiva come soluzione, ma per un perno in zirconia.
Ovviamente se il buco lasciato dalla rimozione del dente e del periodonto e dal curettaggio (curettatura?) va riempito, cercherei la soluzione ottimale.

Non sono al corrente di quale sia la soluzione migliore, quindi ben vengano i consigli da parte di chi lavora nel settore con un punto di vista come il tuo, person oriented! :D

Il mio ultimo dentista, ortodosso, mi diceva: "Hai osso da vendere, possiamo mettere tranquillamente qualsiasi impianto", poi non so se tutti dicono così....
#63845
sulla questione che la zona estrattiva guarisce con un'osso residuo sufficiente per posizionare un'impianto ci sono degli studi.

La cosa "non funziona....così....a caso o a fortuna..." si può prevedere, e si può prevedere che una zona dove c'è già osso in quantità esigua guarisca con una grave carenza....mentre altre zone (generalmente le zona molari posteriori superiori ed inferiori) in genere guariscono discretamente bene senza aggiungere nulla.

Altra eventualità se non volete materiale eterologo (cioè animale, che peraltro gode di oltre 25 anni di studi e di istologie positive....)...potete farvi innestare il vostro stesso osso preso da un'altro sito donatore.....anche questo facile, ideale....ma comporta oltre alla estrazione un'altro intervento in un'altra parte della bocca lo stesso giorno della estrazione.

Si prende osso dove non serve (gnrl all'angolo mandibolare) per metterlo dove serve!!

Io mi farei mettere osso bovino o collagene equino.....è quello con cui ho ottenuto i risultati migliori ed i costi minori.

Besos
Avatar utente
By lunasio
#63854
Dentista, gli studi che menzioni sulla ricrescita ossea riguardano le estrazioni semplici o dove viene tolto periodonto e successiva raschiatura?
#63856
lunasio ha scritto:Dentista, gli studi che menzioni sulla ricrescita ossea riguardano le estrazioni semplici o dove viene tolto periodonto e successiva raschiatura?


Riguardano le estrazioni con rimozione parodonto (e non perIodonto) e curettaggio alveolare, ma NON con fresa a rosetta per 1 mm in tutte le dimensioni alveolari.

In questo caso si rimuove ulteriormente osso (per voi fondamentale...) ma si crea una cavità ossea maggiore con una inevitabile guarigione ancor più contratta.

Ovviamente.....
Avatar utente
By lunasio
#63859
periodonto[pe-ri-o-dòn-to] s.m.
• anat. Tessuto che avvolge le radici del dente e le unisce alla parete dell'alveolo; è detto anche parodonto
• a. 1931

io la sapevo così.. cmq bando alle ciance. Magari limando 1mm vanno a rimuovere eventuali contaminazioni da batteri ed assorbimento da metalli negli anni, vedi mercurio. L'osso non dovrebbe funzionare tipo modello spugna e quindi assorbire?
By dentista
#63863
lunasio ha scritto:periodonto[pe-ri-o-dòn-to] s.m.
• anat. Tessuto che avvolge le radici del dente e le unisce alla parete dell'alveolo; è detto anche parodonto
• a. 1931

io la sapevo così.. cmq bando alle ciance. Magari limando 1mm vanno a rimuovere eventuali contaminazioni da batteri ed assorbimento da metalli negli anni, vedi mercurio. L'osso non dovrebbe funzionare tipo modello spugna e quindi assorbire?


Scusate....io non mi preoccupo di quel che assorbe l'osso.....quello è un'aspetto importante del vostro percorso di guarigione.......se mi viene chiesto (ovviamente stò esagerando per farmi capire...) io posso togliere un dente....oppure un dente con 1-2 mm di osso intorno.....oppure anche mezza mandibola!!

Il problema non è (PER ME) cosa e quanto togliere......ma COSA FARE PER NON FAR GUARIRE QUELLA PERSONA CON UN DIFETTO OSSEO!

la zona guarirà comunque, ma "sotto" la gengiva ci sarà poco o pochissimo osso!

Non volete rimettervi il dente? benissimo......zero problemi.
Volete rimettervi il dente o i denti con una protesi mobile in resina o plastica......bene o benino.....perchè è sempre meglio avere una buona ed estesa "base" gengivale sotto la protesi per darle stabilità.
Volete rimettervi il dente FISSO con un'impianto in zirconio? Malino male o malissimo....perchè non ci potrebbe più essere osso sufficiente per mettere l'impianto.

Voi studiate e vi impegnate per un percorso di guarigione e purificazione, io studio e mi impegno per fornire ai miei pazienti un percorso di riabilitazione senza "se" e "ma" e "poi vedremo"....

A MENO CHE..... il vostro percorso alimentare-di purificazione-di guarigione.....non vi faccia "guarire" diversamente dalle persone cosiddette "normali", magari con più osso che prima della estrazione.

Potrebbe anche succedere.....
Avatar utente
By luciano
#63866
dentista ha scritto:Voi studiate e vi impegnate per un percorso di guarigione e purificazione, io studio e mi impegno per fornire ai miei pazienti un percorso di riabilitazione senza "se" e "ma" e "poi vedremo"....

A MENO CHE..... il vostro percorso alimentare-di purificazione-di guarigione.....non vi faccia "guarire" diversamente dalle persone cosiddette "normali", magari con più osso che prima della estrazione.

Potrebbe anche succedere.....
Io (e questo può valere anche per altri di "Noi") ci impegnano in un percorso di guarigione e purificazione e in più vogliamo mettere impianti atossici come zirconia, (o ipotossici se l'atossicità è un assoluto irraggiungibile) dove ci sono denti mancanti, in maniera razionale.

Ovvero se è necessario intervenire per aumentare la massa ossea, insomma riempire il buco, intendiamo farlo nel modo migliore, migliore dal punto di vista della salute e della funzionalità.

Voglio dire che guarigione e purificazione non esclude intervenire per far ricrescere l'osso, dato che non abbiamo più da milioni di anni la capacità di ricrescita come quella delle lucertole per la loro coda (se non è un mito anche questo).

Alcuni insistono nel voler rimanere "naturali", ma non si rendono conto che siamo in un mondo ipercontaminato e che non possono più contare completamente sulle risorse di autorigenerarsi di corpi che non esistono più da millenni.

Tipo "Voglio vivere di sola frutta!" magari quella del supermercato, alla quale di frutta è rimasto solo il nome.

Tutto questo per dire che se per mettere perni e capsule di zirconia occorre intervenire con degli accorgimenti per la ricrescita dell'osso, è ovvio che va fatto, altrimenti si deve optare per la dentiera del nonno. :D
Avatar utente
By luciano
#63876
flib ha scritto:L'importante è fissare il proprio obiettivo...
Se in accordo tra anima e ragione mi vedo con i denti devitalizzati che cadono da soli ed al loro posto ricrescono quelli nuovi, sicuramente accadrà :D :D :D
E' vero, dipende da quanta intenzione uno ha e quanto è vero per lui o lei quello che intende ottenere. Al momento questo è al di là della mia portata.
Parlo solo per me. :D
#63918
dentista ha scritto:Grazie per la risposta.....ma i "punti" han qualcosa che non va???

Per quel che riguarda la "guarigione", io non intendo "guarire", cioè la cicatrizzazione della ferita con maggiore o minore velocità o dolore o altro.....ma COME guarisce una ferita....in qs caso ossea.



I punti ho preferito non farmeli mettere per la consapevolezza che la ferita sarebbe guarita in breve tempo e quindi sarebbero stati inutili.. La rigenerazione dei tessuti, facendo questo genere di alimentazione, avviene mo,to più velocemente e mi auguro che l'osso ricresca con una velocità maggiore del solito ed una buona consistenza.. Apprezzo ci siano professionisti come te che si informano, ne viene anche a ns. vantaggio..
#63928
Intervistato da Acerra99 ---- "Paolo, sono il moderatore del forum arnold ehret sulle questioni dei denti focali, acerra99, autore di Denti Tossici (1999). Ovviamente non è detto che tu abbia tempo per rispondere alle mie domande. Ma io ci provo. Provar non nuoce."

dentista, chirurgo orale a modena ha scritto:Hai ragione.....sono sempre incasinato....ma ci provo! :-)


Intervistatore: "Ti volevo chiedere un piccolo resoconto di quello che pensi sugli strumenti piezoelettrici, quando li usi, perché sono essenziali, i vantaggi che si possono loro attribuire."

dentista, chirurgo orale a modena ha scritto:Ho smesso con la Piezochirurgia ed ora sono al livello successivo, la chirurgia sonica...in pratica la cosa è similare, ma la capacità di lavoro degli strumenti è maggiore ( tagliano/incidono meglio e più velocemente..), inoltre l'apparecchiatura è molto contenuta e trasportabile anche in altri ambulatori, al contrario del macchinario della ch. piezoelettrica....inoltre le punte (che costano un botto!) sono molto più resistenti.
I vantaggi reali che vedo sono sostanzialmente limitati....hanno un taglio più delicato e meno aggressivo degli strumenti rotanti, ma sono anche disastrosamente "lenti"...anche quelli sonici.....diciamo che hanno impieghi limitati PER ME, altri chirurghi li usano sempre....



Intervistatore: "Oggi rileggevo questo post e ho pensato di provare ad interpellarti più spesso, e se sei specializzato in chirurgo orale (non capisco bene dal tuo CV), servirà leggerti anche a chi si sfoglia il Forum."

dentista, chirurgo orale a modena ha scritto:Avessi tempo....faccio fatica anche a rispondere alle mail ed a scrivere sul forum dei dentisti.....



Intervistatore: "E se non fossero abbastanza queste domande, ci aggiungo se mi potresti COMMENTARE questo video:
[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=eJRsnmT-tAg[/youtube]
[align=justify]M'interessa il discorso del DEBRIDEMENT (post-estrazione) con punta OP3 dell'alveolo.
O se vuoi puoi commentare questo video, che riguarda le varie punte usate: https://www.youtube.com/watch?v=Ly3PN85by_I
Do per scontato che usi strumenti piezoelettrici, da quanto tempo? (e do per scontato che stai a casa e non sai come occupare il tempo.. ...
)".

dentista, chirurgo orale a modena ha scritto:Ti ho risposto sopra....si parla un sacco di tutti gli aspetti positivi degli strumenti sonici/subsonici/piezoelettrici, ma la realtà è che non sostituiscono la tradizionale azione detergente o come piace a voi di "pulizia ossea" dopo estrazione degli strumenti tradizionali, manuali o rotanti per intenderci..., sono usati prevalentemente per chirurgie raffinate, non solo per le estrazioni, dove la maggior parte dei pazienti li giudica lenti e noiosi...però le case produttrici, devono venderli, e quindi le provano tutte...



Intervistatore: "E' la prima volta che faccio questo tentativo di approcciare un bravo chirurgo orale. Se va a buca con te, sicuramente lo ripeterò con qualcun altro. Sapendo bene che uno deve accettare i medici allopatici se poi vuole cominciare a parlarci e fargli fare dei lavori.
Ho trovato il tuo Cv qui: http://www.guazzipaolo.it/staff.php

Chiaro, c'è l'eterno dilemma tra conservazione osso alveolare e infezione dentale cronica a carico dell'osso, qui entrano in gioco gli strumenti piezoelettrici, solo che noi li vorremmo mettere in mano ad uno che vede e rispetta il punto di vista della
bonifica".
[/i]
http://www.cortellinidavide.com/uploads ... 154665.pdf
    [font=Trebuchet]Il dott. Carlo Clauser ha affrontato il tema della conservazione dell’osso alveolare, ricorrendo a un’ampia carrellata di casi clinici emblematici. Poiché l’osso si rigenera a patto di conservare le sue pareti, si rende auspicabile da parte del chirurgo la minima invasività in ambito estrattivo,
    [..] Inoltre, il chirurgo deve sempre rammentare che nel caso il sito presenti infezione purulenta l’osso reagisce semplicemente ritirandosi, senza mai più riformarsi. Pertanto in tali frangenti è da privilegiarsi un approccio eminentemente chirurgico, mediante drenaggio e scrupolosa disinfezione strumentale, diffidando dell’azione degli antibiotici, che s’impiegano comunque ed efficacemente, ma come copertura delle manovre chirurgiche, non certo per risolvere d’emblée un’infezione in atto[/font]
    .

dentista, chirurgo orale a modena ha scritto:Cortellini e soprattutto Clauser sono ottimi operatori....non confondere però quello che scrivono per i pazienti e quello che "vorreste sentirvi dire" come rispettosi di Ehret....sono cose diverse....il mondo odontoiatrico "standard" non accetta qs. punto di vista.....non sarebbe nemmeno conveniente per il clinico, visto che il 99% dei trattamenti con pazienti non ehret segue altre vie.....meglio per voi sarebbe trovare odontoiatri maggiormente fidelizzati......

Ritengo che il problema per Voi non sia farvi togliere un dente......ma rimetterlo....anche perchè in odontoiatria, sempre di metallo si parla.....o perlomeno per quanto riguarda gli impianti!
Come scrissi nel 2012 dopo una estrazione dentale, nel sito chirurgico si mette collagene/osso naturale di cadavere/osso sintetico/osso di animale...ovviamente tutti deantigenati e sterili, e correttamente denunciati a S.S.N ed approvati per l'uso di rigenerazione ossea....ci si mette un sacco "di roba" per avere la migliore guarigione ossea possibile e poi fare un impianto.

Se il paziente-Ehret ["vuole super-curettaggi", Ndell'intervistatore], non vuole biomateriali, suture, e nient'altro che la sola estrazione....padronissimo di scegliere, ma la guarigione sarà da verificare nel tempo....avverrà di sicuro, ma quanto osso rimane? e dove lo metto l'impianto anche se di zirconia??

Un chirurgo potrebbe anche metterti un impianto in zirconia, ma se va male??? dovresti pagarlo lo stesso, ed il "circolo vizioso" non avrebbe fine.....a mia conoscenza nessuno a tutt'oggi garantisce gli impianti in zirconia.....non sono nemmeno più manco sperimentali.....sono "spariti" e basta! ( segno inequivocabile che qualcosa non funzionava come doveva....)
Nb: quando una cosa "sparisce" vuol dire che non la usa più nessuno, ma magari è ancora in commercio.....

Altra possibilità ( da non trascurare..) è che facendo IO parte della Odontoiatria e Chirurgia tradizionale, MAGARI non sono a conoscenza di un "universo parallelo" di medici che operano in accordo con voi....ma in questo non ti posso aiutare....e d'altronde se mi poni queste domande ritengo che neanche tu ne abbia trovati...mi spiace...
.

[/align]
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret