Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By luciano
#74934
AntoIndy ha scritto:...deve andarci piano con l'olio di ricino perché l'effetto è dirompente... :?
Occorre andarci piano con tutto.

Molti non hanno idea di quello che stanno facendo, non considerano che i danni causati da anni di alimentazione onnivora non si risolvono in breve tempo.

Inoltre perché l'olio di ricino?
Avatar utente
By AntoIndy
#74964
luciano ha scritto:Inoltre perché l'olio di ricino?


Perché fa parte della procedura così come descritta da Salvatore nel primo post del topic.

Cmq, in generale, mi ritengo soddisfatto di questo protocollo di pulizia del fegato, non ho avuto nessuno strascico, il giorno dopo stavo benissimo, ed ho subito ripreso a consumare olio... :wink:
#74966
Buonasera a tutti.

Io ho consigliato l'olio di ricino , perchè è un purgante/lubrificante, ma si può prendere qualunque purgante che faccia effetto non troppo irritante o agressivo.

A me fa effetto con 2 cucchiai, ad altri può bastare 1 cucchiaio, o di più.

Bisogna conoscere noi stessi, la propria sensibilità del nostro intestino.

Io pratico questa pulizia della colicisti, 2/3 volte l'anno, perchè il fegato lavora meglio e la bile che si versa nell'intestino, (1,5 litri al giorno), è più scorrevole ed aiuta la digestione.

Le palline di diverse dimensioni sono colesterolo, che il nostro fegato si libera durante la sua pulizia.

Quando queste palline diventano grosse e compatte, non riescono più ad uscire dal dotto biliare, e quindi si passa alla chirurgia per togliere la coliciste.

Il mio medico mi ha detto che, non esiste nessuna medicina per pulire la coliciste.

Difatti mi ha chiesto come ho fatto per far uscire questi calcoli, ed ha voluto la ricetta.

Le palline (calcoli), il mio medico li ha fatte analizzare e mi ha detto che sono colesterolo.

Saluti, salvo.
Avatar utente
By SuonoVuoto
#84234
Ho provato questa pratica, interrompendo il digiuno alla sera del 4° giorno.
Ho mangiato un po di frutta dolce, e un pò di dolce fatto da mammà, il mio preferito, forse per l'ultima volta.
Ore 23 100g olio EVO e 60g limone mixerati.
Al mattino 25g olio di ricino
Scariche alle ore 12, 13 e 14
Ho pranzato alle 12 che ha stimolato la prima scarica.
Si sono susseguite molte scariche.
Anche il secondo giorno le feci sono di consistenza liquidosa, e diverse scarichette.
Il che è un pò scocciante.

Non ho ottenuto i risultati sperati.
Nessun chicco verde di colesterolo.
Solo del muco (precedentemente disciolto) nelle prime scariche assieme a quello mangiato la sera prima.
Poi tutte espulsioni mucose di nuova produzione.

Mi viene da pensare che non sia stata sufficiente la cena.
La cistifellea non sarà stata stimolata a sufficienza?!
Se mai riproverò questa prassi, la proverò prima di un digiuno.

Domani avendo tempo e se sento che è il momento giusto, andrò di clisteri di acqua prima e con limone poi.

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret