Arnold Ehret Italia

Qui si possono proporre ricette della Dieta Senza Muco e di Transizione

Moderatore: luciano

Avatar utente
By agape
#4352
ciao, non so se sia la sezione giusta ma visto che si tratta di cibo mi sembrava che la sezione "ricette" fosse quella giusta. ho trovato al bio dove vado di solito un pane integrale di segale che potrebbe andare per la dieta di transizione. non so se si trova ovunque ma (credo si possa) vi elenco ingredienti e marca se a qualcuno potesse interessare:
la marca è della Rapunzel (credo sia tedesca).
ingredienti: segale integrale 53% (parziale di pasta acida), acqua, sale marino, lievito fresco.
dice: per questo prodotto utilizziamo esclusivamente segale macinato fresco. la lievitazione avviene a mezzo di pasta acida e lievito fresco senza altri mezzi ausiliari. il prodotto si mantiene a lungo grazie allo speciale confezionamento e ad una delicata pastorizzazione.

secondo voi significa che è solo pastorizzato o cotto e pastorizzato (non mi sembra che abbia molto senso)? perchè a guardarlo si vedono i pezzi interi dei semi.
che dite è un buon prodotto?
grazie
Elena
Avatar utente
By luciano
#4354
Sì, quel pane andrebbe bene, poco e tostato come dice Ehret.

La pastorizzazione è un processo che le industrie usano per uccidere i "germi" e quindi fanno fuori tutti gli enzimi.

Bisognerebbe chiedere alla Rapunzel cosa intendono per "delicata pastorizzazione", perchè la fanno e come la fanno.
Avatar utente
By agape
#4355
ah ok. e si sarebbe meglio specificare; sul mio vocabolario si dice che la pastorizzazzione si fa tra i 50 e i 70°. quindi dici che anche a questa temperatura se ne vanno tutti gli enzimi? può essere che comunque essendo una temperatura piuttosto bassa qualcosa si perde ma non tutto? :? scusa se la domanda sembra sciocca ma, oltre i 40 gradi se ne va tutto però mi chiedevo se è un processo lento che dipende anche dal tempo di cottura. cioè 10 minuti a 70° e 2h a 70° cambia qualcosa?
comunque dici che va bene! meglio del pane pane, no!?
grazie
Elena
Avatar utente
By luciano
#4357
agape ha scritto:ah ok. e si sarebbe meglio specificare; sul mio vocabolario si dice che la pastorizzazzione si fa tra i 50 e i 70°. quindi dici che anche a questa temperatura se ne vanno tutti gli enzimi? ... oltre i 40 gradi se ne va tutto però mi chiedevo se è un processo lento che dipende anche dal tempo di cottura. cioè 10 minuti a 70° e 2h a 70° cambia qualcosa?
comunque dici che va bene! meglio del pane pane, no!?
grazie
Elena

Per un pezzo di legno, fra 10 minuti a 70° e 2h a 70° non cambia niente, non so per gli enzimi, ma credo che quando viene raggiunto il loro limite non ci voglia molto per farli secchi.

In ogni caso è un buon pane per la dieta di transizione.
Avatar utente
By agape
#4364
grazie :)

oggi ne ho mangiata una fetta tipo bruschetta con salsa di olive, pomodori e origano. niente male
ciao
Avatar utente
By Dolce
#5054
Io invece ho trovato questo:
Pane di segale bio della Schnitzer - Bio & Vollwert
Ingredienti: segale integrale tritata fresca*, acqua, pasta madre di segale*, sale marino.
*Provenienti da Agricoltura Biologica.

Mi sapete dire se va bene per la dieta di transizione?

Grazie :D
Avatar utente
By luciano
#5245
Direi che va benissimo,
soprattutto se tostato e non si esagera. Dalla tua descrizione mi sembra un buon pane, fatto con la pasta acida e quindi ben diverso dai "pani" industriali.
Avatar utente
By Dolce
#5249
Grazie Mille, Luciano! :D

Ne sto consumando solo una fetta al giorno.
Avatar utente
By marbe
#7317
Ho provato più di una volta a preparare il pane come è scritto nel libro, ma non so in cosa sbaglio.
Preparo un impasto con farina di segale e pari quantità di carote, lo faccio cuocere in forno a 180° per cira un'ora, ma rimane sempre crudo all'interno. dopo qualche giorno comincia ad ammuffire. :(
Nel libro c'è scritto di cuocerlo a lungo, ma quanto a lungo e quale temperatura?
C'è scritto che sarebbe meglio mangiarlo dopo qualche giorno ..... ma a me comincia ad ammiffire. dove sbaglio?
Ciao
Marbe
Avatar utente
By luisa
#7390
marbe ha scritto:dopo qualche giorno ..... ma a me comincia ad ammiffire. dove sbaglio?


Perchè non lo surgeli a fette pronte per l'uso? prova a cuocerlo per un tempo più lungo, prima ad una temperatura un poco più alta, poi a 180°.


P.S. Come faccio per inserire le quote?
Avatar utente
By marbe
#7842
Grazie Luisa, proverò a cuocerlo come dici tu.
Avevo fatto questo pane con farina di farro e si era cotto molto bene, era ottimo, ma con la farina integrale di segale proprio non mi riesce.
Ciao
Marbe
Avatar utente
By miriam73
#12011
Sto seguendo la dieta di transizione :D e mangio pane di segale solo a colazione (una tazza di orzo o tè verde + pane di segale).
Quanti grammi dovrei mangiarne? :?: :?: :?:

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret