Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By Laura84
#58548
Un caloroso saluto a tutti, sono Laura, ho 27 anni...lombarda ma appena trasferita in abruzzo.
Mi sono imbattuta nel prof. Ehret lo scorso venerdì mentre navigavo in cerca di rimedi naturali per il mio intestino infiammato...e da quel momento giorno per giorno sto maturando la convinzione di voler approfondire questa conoscenza...
Già da 4 anni ho escluso dalla mia alimentazione i latticini, dapprima per intolleranza, poi dopo esser venuta a conoscenza della pericolosità di latte&co.
In seguito sono stata vegana per 2 anni mentre nell'ultimo anno ho reintrodotto una volta a settimana carne bianca (pollo e pesce) o uova.
Purtroppo da tempo mi trovo in grande crisi per quanto riguarda l'alimentazione poichè passo da un eccesso alla disintossicazione, per poi ricadere nell'eccesso... insomma un altalena di euforie alimentari e pentimenti di cui ancora non riesco a farmi una ragione.
Diciamo che, nelle occasioni, non so trattenermi e non so pormi un limite, capisco che è una questione psicologica o nervosa, ma vorrei provare da sola a darmi una regolata come solitamente so fare nei pranzi e cene settimanali in cui mi trovo sola a consumare i miei pasti.
Chiedo scusa se sto divagando, ma volevo porre qualche domandina se me lo consentite dato che non ho ancora letto il libro, ma che sto per ordinare!
Prima di postare qualcosa ho cercato di leggere il più possibile nel forum però alcune cosine, riguardanti più che altro alcuni alimenti, non mi sono ancora chiare. (Se posso porvi queste domande ditemi pure se lo posso fare qui o devo aprire un altro topic)
Se sto contravvenendo al regolamento porgo le mie profonde scuse :oops: e cancellate pure il mio post...con la promessa che riscriverò in questo splendido forum non appena avrò ben studiato il libro!
By Pedro
#58549
Da quello che ho notato (sono 2 anni) ci vuole forza di volontà, il cibo è una droga...specialmente le tossine che ci sono nei cibi adulterati dall'uomo a scopo di lucro.
Avatar utente
By luciano
#58568
Pedro ha scritto:Da quello che ho notato (sono 2 anni) ci vuole forza di volontà, il cibo è una droga...specialmente le tossine che ci sono nei cibi adulterati dall'uomo a scopo di lucro.
Non è il lucro la causa, ma la stupidità, la malafede e il non amare gli esseri umani.

Se qualcuno lucrasse dandomi cibi naturali perfetti e soluzioni per la salute davvero efficaci senza farmaci, gli auguro non di diventare milionario, ma miliardario! :D
Avatar utente
By mauri60
#58579
Ciao Laura e benvenuta! :D
Avatar utente
By virtu
#58612
benvenuta
Avatar utente
By Cymba
#58689
ciao Laura, benvenuta! :D
è bello vedere tante ragazze iscriversi 8)

trattenersi e porsi un limite nelle occasioni diciamo così "mondane" è sempre un problema, anche per me... ma secondo me non è tanto importante, nel senso che in transizione la cosa è quasi normale, anzi ogni tanto qualcosa di mucoso ci sta, per non avere appunto poi quelle crisi eccessive che anche tu dici di avere...
se durante la settimana riesci a restare abbastanza in riga diciamo così, rispettando associazioni e mangiando prevalentemente frutta e verdura, poi lo sgarro della domenica io non lo vivrei con tutti sti sensi di colpa... almeno io mi comporto così e vivo bene... :wink:
certo che tu essendo vegana da due anni in teoria dovresti già essere più avvantaggiata... ma tu perchè eri diventata vegana? sempre in conseguenza dei tuoi problemi con l'intestino infiammato? e adesso quand'è che ti si infiamma ancora, cosa mangi di così tremendo da farlo addirittura infiammare?
Io ti dico quello che secondo me serve per avere una chance di riuscire: una forte motivazione. Se c'è quella, possono esserci alti e bassi e qualche momento di crisi, ma leggendo spesso il libro della dieta e rendendosi conto che tutti i nostri problemi derivano dal cattivo cibo e dal nostro intasamento cronico, allora è più facile rinunciare a questo e quello... io ho appena buttato direttamente nella pattumiera un panettone farcito alla panna, senza nessun rimpianto, anzi con un senso di liberazione... se poi penso che ci sono altre cose molto più buone di quello, che mi piacciono molto di più e che oltretutto mi fanno stare bene, il dubbio non si pone nemmeno... :D
Avatar utente
By EnricoPro
#58698
Ciao Laura84


ti do la benvenuta in questo Forum.

Leggi il libro e già troverai le risposte di cui cerchi.

Poi sperimenta e osserva cosa succede e troverai le conferme alle risposte.


Continuando con la Dieta di Transizione troverai le risposte alle altre domande che eventualmente ti porrai.


Comunque sia in questo Forum troverai il supporto necessario per essere una vincente e proseguire nel tuo percorso della Dieta Senza Muco.

Ciao a presto!!
Avatar utente
By jennifer
#58703
Benvenutaaaaaa :D
Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Perchè no? Il Menu del giorno

Rilancio questo topic un po' vecchiotto. Oggi a p[…]

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Libri di Arnold Ehret