Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

Avatar utente
By Francesco
#8
Certo che le lezioni di Ehret sono incredibilmente vere, semplici e precise come lui dice!
Mi sono messo per un paio di giorni" sul letto operatorio della Natura senza bisturi" mangiando soltanto frutta e verdura, ed ho avuto immediatamente delle risposte: il primo giorno sono stato più o meno bene ma affamato 8O il secondo giorno c'è stata la risposta con afte boccali, bruciori di stomaco e fastidi al pancreas, vertigini momentanee, tachicardia, etc ed un alito che sapeva di bruciato :?:
Faccio presente che non faccio uso di farmaci da almeno 7 anni, sono quasi vegetariano, mangio molta frutta soprattutto la mattina ma senza evitare assolutamente i cereali, gli amidi etc.
Insomma sono agli inizi, devo rileggere il libro ancora e sto preparandomi alla dieta di Transizione avendo già eliminato la pasta.. Un passo per volta..Ma vedo già dei cambiamenti positivi sulla mia salute.
Evviva Ehret, evviva Luciano, Grazie .
Ciao
Avatar utente
By luciano
#15
Sono felice dei risultati che stai avendo.
Io prima di usare gli strumenti che Ehret ci ha messo a disposizione, ero convinto in maniera presuntuosa di sapere tutto sull'alimentazione e che stessi bene.
Era vero che stavo bene, ma quando ho iniziato ad usare lo specchio magico, ho potuto scoprire le malattie latenti che sarebbero senza alcun dubbio comparse più avanti nel tempo.
Una volta ho sentito un sapore di benzina, e mi è venuto in mente che quando ero ragazzo non usavo alcuna precauzione a trafficare con il motorino e un po' di benzina evidentemente ne ho assorbita e il corpo l'ha messa da qualche parte in attesa di trovare il momento in cui gli avrei permesso di eliminarla con un piccolo digiuno.
Lo stesso per vecchi farmaci presi in passato.
Avatar utente
By FANNY22
#127
Nella lezione che riguarda la diagnosi mi è sembrato importate quello che dice Ehret che si dovrebbe determinare:

Citazione:
1. La gravità relativa dell'ostruzione nell'organismo.
2. se è maggiore la presenza di muco o di tossine.
3. se è presente del pus nell'organismo, che quantità e tipo di farmaci sono stati assunti.
4. se un tessuto o organo interno è in fase di decomposizione.
5. di quanto è diminuita la vitalità.

Praticamente essendo un'auto guarigione dovremmo essere noi stessi a fare la diagnosi, e per fare ciò dovremmo credo innanzitutto basarci sullo specchio magico come dice lui ma anche sono molto importanti (sempre secondo Ehret) alcuni dati:

1. Da quanto tempo sei malato
2. che nome ha la malattia
3. che cura ti hanno dato
4. che tipo di farmaci hai preso e quantità
5. sei mai stato operato per quella malattia
6. quali altre cure hai ricevuto per quella malattia
inoltre l'età, se la malattia è ereditaria, ecc..

Ora io ho provato ha fare la diagnosi su me stessa ma non è molto facile.
Durante i due giorni di digiuno ho avuto delle vertigini (ma non forti mal di testa) quindi dovrei essere molto intasata di muco e tossine (ma come faccio a stabilire se è maggiore la quantità di uno o dell'altro :?: ed a cosa mi serve esattamente saperlo :?:
Non ho avuto palpitazioni cardiache, significa che non ho pus :?: e i farmaci che ho preso anni prima (e ne ho presi fin da bambina) non sono andati in circolazione xchè :?: xchè non ci sono più o non sono riuscita a smuoverli xchè sono ancora troppo intasata di muco :?: o nolloso :!:
Le malattie che ho sono diverse una è ereditaria l'asma (anche se non risulto allergica a nulla) e c'e l'ho da molto piccola, prima prendevo il cortisone che mi ha portato altri problemi ma sapere questo a cosa mi serve esattamente :?:

La cosa più importante è la dieta che stai seguendo e il desiderio per certi cibi e le abitudini sbagliate, se soffri di stitichezza e da quanto ecc..
E' necessario definire i cambiamenti nella dieta e per migliorarla sono accettabili solo LIEVI CAMBIAMENTI.


Cosa intende esattamente con sono accettabili solo lievi cambiamenti :?:
Sono molto confusa anche perchè poi nello specchio magico dice:
una volta terminato il digiuno è consigliabile ridurre l'abituale quantitativo di cibo e mangiare solo cibi naturali che puliscono, privi di muco come frutta e vegetali a foglia verde

Scusate tutte queste domande ma ho ancora molti dubbi, il libro l'ho riletto e sono sicura che rileggendo ancora e ancora avrò sicuramente le idee più chiare ma intanto approfitto di chi ha più esperienza di me.
Grazie a tutti a presto.
Avatar utente
By luciano
#129
Da quello che dici, suppongo che i farmaci sono l'argomento centrale. Quindi come dice Ehret, una lunga dieta di transizione è il primo passo.

Reazioni ne hai avute, quindi lo specchio magico ha parlato.

Stamattina mi sono alzata alle 6.45 dovevo andare in bagno ancora prima di arrivarci mi sono sentita malissimo e seduta nel WC stavo quasi per svenire anche se non mi sono alzata di colpo xchè mi sono ricordata il consiglio di Luciano (almeno mi sembra che fosse di Luciano) però non ricordo dove l'ho letto. E' stata un'esperienza bruttissima ho poggiato la schiena nella vaschetta e sono rimasta in questo stato per parecchi minuti quando mi sono sentita un po meglio mi sono ritrovata bagnata fracida e stavo morendo dal freddo.
Fino a poco prima di scrivere questo messaggio circa le 10.45 stavo ancora parecchio male ora mi sento un pò meglio però ho ancora giramenti di testa - debolezza (ad es. stamattina dopo essermi fatta la doccia ho notato che non riuscivo a sollevare il fon per più di pochi secondi sopra la testa pechè mi mancava la forza) - malessere generale (tipo quando sta per venire un influenza) qualche dolorino alle gambe - senzo di vomito - un pò di nausea in compenzo mi è un po aumentata la fame ma non troppo.

La dieta di transizione è quindi il passo giusto, della prima settimana ad oltranza fino a quando senti che sei stabilizzata.
Osservare durante la dieta cosa esce fuori quando si va in bagno puo' essere illuminante.
Non possiamo rimediare in un paio di giorni al danno arrecato in anni di malnutrizione, assunzione di farmaci, ecc.
Buona giornata, e avanti. Questa è un'avventura paragonabile ad un viaggio in Amazzonia! :lol:
Avatar utente
By cinzia_71
#3173
ho iniziato da poco tempo la dieta di transizione.
Vengo da un'alimentazione abituale prevalentemente costituita da carboidrati e verdure, con un consumo di carne molto ridotto.
Ho fatto il test dello specchio magico due volte passando a una dieta fruttariana per uno-due giornie ripetendo il test dopo una settimana di dieta di transizione:
la prima volta la lingua si è ricoperta di una spessa patina bianca (come la farina?)
la seconda volta la lingua era completamente diversa: nessuna traccia della patina bianca, solo una colorazione un po' grigiastra della lingua.
C'è qualche modo per interpretare lo specchio magico?
Come interpretare il colore della patina? la sua presenza o assenza? c'è qualcuno che mi può aiutare?
grazie
Cinzia
Avatar utente
By luciano
#3178
cinzia_71 ha scritto:la prima volta la lingua si è ricoperta di una spessa patina bianca (come la farina?)
la seconda volta la lingua era completamente diversa: nessuna traccia della patina bianca, solo una colorazione un po' grigiastra della lingua.

La prima volta c'erano più tossine, la seconda volta di meno e quindi più sottile, quasi inesistente come spessore, rilevabile solo per un colore diverso da quello che dovrebbe normalmente avere. Il colore dipende da cosa si sta eliminando, ma non saprei cosa associare a un determinato colore, ma ai fini della dieta senza muco è irrilevante. Ciò che è rilevante è che c'è "materiale" da eliminare.
Quando non si sta eliminando la lingua ritorna a riprendere il suo colore naturale, un rosa più o meno scuro, più o meno chiaro, a seconda della costituzione dell'individuo.
By orso
#3181
Ho fatto anch'io la prova dello specchio magico: tre giorni di sola acqua, primo digiuno della mia vita.
E' stata molto dura, con giramenti di testa e debolezza generale. Alla fine ce l'ho fatta, però la mia lingua, che generalmente è bella pulita, aveva solo un leggero strato di patina bianca, sparito in fretta non appena ho cominciato a rialimentarmi.
Visto che sono sempre stato onnivoro e che prendo pillole per il diabete da 10 anni, pensavo che avrei avuto un risultato molto più vistoso, cioè una lingua molto più sporca. Invece no e la cosa un po' mi preoccupa. Non vorrei essere talmente intasato che neanche reagisco più.
Avatar utente
By luciano
#3188
orso ha scritto:Non vorrei essere talmente intasato che neanche reagisco più.

Non esiste questa possibilità. A volte, per esempio è possibile che uno faccia un digiuno senza che la lingua diventi bianca prima di 6 o 7 giorni.
Facendo una dieta di transizione si prepara il corpo a rimettere in funzione i suoi processi di disintossicazione.

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret