Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Foca
#59439
Carissimi amici del forum, vi scrivo per conto di mio marito, il Signor Renzo, che è seduto quì accanto a me.

Da alcuni anni, periodicamente gli si gonfia la zona della mascella inferiore destra, zona sotto l'orecchio.

In alcuni episodi ha avuto l'impressione di una fuoriuscita di saliva, dal gusto diverso, amaro, in bocca.

Negli anni il medico di famiglia non ha mai trovato una risposta.


LO indirizzò dal dentista che gli estrasse un dente, avvisandolo però che sicuramente non era quello.

Adesso è accaduto di nuovo.

Mio marito, che NON segue Ehret, è tornato nuovamente dal medico di famiglia, che ha prescritto una serie di medicinali, ed una serie di esami, sospettando che ci sia cresciuta una ciste nel canale salivare.

Questa ciste gonfierebbe e ostruirebbe il flusso della saliva.

Mio marito, che NON vuole ascoltare i miei suggerimenti, chiede se gentilmente qualcuno dal forum vuole mandargli dei consigli, dei pareri.

Grazie molte, da me e da mio marito. :wink:
Ultima modifica di Foca il 9 gennaio 2012, 21:56, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By jennifer
#59442
Perchè i mariti ascoltano i consigli di tutti tranne quelli delle mogliiiii 8O 8O 8O

Mi spiace,non ho consigli,se non quello di ascoltare la mogliettina :wink:
Avatar utente
By lino
#59451
Sono daccordissimo con jennifer ascolta i consigli di tua moglie nessuno può aiutarti meglio di Lei!
E leggi attentamente i libri di Ehret.
Avatar utente
By Foca
#59452
Grazie per il vostro tempo, jennifer e lino, il fatto è che in questi anni ho parlato sempre molto a mio marito, del sistema, ha anche iniziato a leggere il libro, ma non lo ha finito.

Lui crede che vada tutto bene, come prevenzione, ma quando "la malattia" c'è allora non c'è nulla fare.

Purtroppo non ha ancora capito che la malattia è un episodio di disintossicazione del corpo, e lui corre subito "alle medicine", alla chimica, che interromperà l'episodio di disintossicazione rimandando il problema nel futuro.



:roll:
Avatar utente
By mauropud
#59453
Foca ha scritto:Lui crede che vada tutto bene, come prevenzione, ma quando "la malattia" c'è allora non c'è nulla fare.

Purtroppo non ha ancora capito che la malattia è un episodio di disintossicazione del corpo, e lui corre subito "alle medicine", alla chimica, che interromperà l'episodio di disintossicazione rimandando il problema nel futuro.


Marito di Patrizia, devi ragionare e capire un paio di cose molto semplici:

1) Le "medicine" sono prodotte dalle ditte farmaceutiche

2) Le ditte farmaceutiche sono industrie, e in quanto tali hanno una e una sola missione: fare profitti che nel sistema capitalistico DEVONO essere sempre crescenti, ad OGNI COSTO

3) Dato il punto (2) le ditte farmaceutiche non hanno nessun interesse a salvaguardare la salute dei loro clienti (pazienti) ma hanno invece TUTTO l'interesse a FARLA DETERIORARE in modo da vendergli piu' prodotti possibile!

4) Ogni industria per aumentare i profitti deve o aumentare i prezzi o aumentare le vendite e/o il numero dei clienti: se le "medicine" guarissero le malattie la maggior parte delle ditte farmaceutiche chiuderebbe perche' il numero di clienti diminuirebbe drasticamente.

5) Come tanti esempi dimostrano, l'industria farmaceutica si guarda bene dal cercare di eliminare le cause di una malattia. E' molto piu' remunerativo per loro cercare di tenerne sotto (relativo) controllo i sintomi, dicendo al cliente "non c'e' cura ma te la teniamo sotto controllo tutta la vita". Il diabete e' un esempio classico di questa tecnica.

Oggi la industria farmaceutica e' una delle poche che non conosce crisi, guerre o carestie. Il suo profitto continua a crescere ogni anno senza sosta, mentre nel frattempo il numero dei malati invece che diminuire SI MOLTIPLICA, assieme al numero delle cosiddette "malattie", la maggior parte delle quali sono invenzioni della industria medico/farmaceutica stessa.

Dato questo scenario, sfido chiunque ad elencarmi in modo convincente almeno UN MOTIVO per cui l'industria farmaceutica dovrebbe trasformarsi in una organizzazione di beneficienza e curare malattie invece di causarle per lucrarci sopra come ha sempre fatto dalla sua nascita! :D
Avatar utente
By braveheart
#59464
mauropud ha scritto:Marito di Patrizia, devi ragionare e capire un paio di cose molto semplici:

1) Le "medicine" sono prodotte dalle ditte farmaceutiche

2) Le ditte farmaceutiche sono industrie, e in quanto tali hanno una e una sola missione: fare profitti che nel sistema capitalistico DEVONO essere sempre crescenti, ad OGNI COSTO

3) Dato il punto (2) le ditte farmaceutiche non hanno nessun interesse a salvaguardare la salute dei loro clienti (pazienti) ma hanno invece TUTTO l'interesse a FARLA DETERIORARE in modo da vendergli piu' prodotti possibile!

4) Ogni industria per aumentare i profitti deve o aumentare i prezzi o aumentare le vendite e/o il numero dei clienti: se le "medicine" guarissero le malattie la maggior parte delle ditte farmaceutiche chiuderebbe perche' il numero di clienti diminuirebbe drasticamente.

5) Come tanti esempi dimostrano, l'industria farmaceutica si guarda bene dal cercare di eliminare le cause di una malattia. E' molto piu' remunerativo per loro cercare di tenerne sotto (relativo) controllo i sintomi, dicendo al cliente "non c'e' cura ma te la teniamo sotto controllo tutta la vita". Il diabete e' un esempio classico di questa tecnica.

Oggi la industria farmaceutica e' una delle poche che non conosce crisi, guerre o carestie. Il suo profitto continua a crescere ogni anno senza sosta, mentre nel frattempo il numero dei malati invece che diminuire SI MOLTIPLICA, assieme al numero delle cosiddette "malattie", la maggior parte delle quali sono invenzioni della industria medico/farmaceutica stessa.

Dato questo scenario, sfido chiunque ad elencarmi in modo convincente almeno UN MOTIVO per cui l'industria farmaceutica dovrebbe trasformarsi in una organizzazione di beneficienza e curare malattie invece di causarle per lucrarci sopra come ha sempre fatto dalla sua nascita! :D

Straquoto :!:
Avatar utente
By luciano
#59479
Ciao Renzo! Eh le mogli.... sante donne! :D
Non so se il caso, ma le ghiandole salivari appartengono al sistema linfatico, semplicemente è un'ostruzione, un periodo di digiuno e succhi di verdura potrebbero migliorare la situazione, se non risolverla, se persisti.
Avatar utente
By poveraccio
#59494
Caro Renzo, ci sono tante testimonianze dei benefici che porta una dieta di questo tipo e non penso che una in più possa far cambiare la tua idea.
Piuttosto ti dico questo:

Nella mia esperienza di vita, in tutti i suoi aspetti e non solo quello della salute, ho visto che le mie difficoltà a 'vedere', capire certe cose erano e sono semplicemente le mie paure: paura di prendermi responsabilità, paura di fare qualcosa di male per gli altri o per me stesso, paura di restare solo, paura di non essere amato, capito, paura di affrontare le mie mancanze, paura di ammettere il mio torto ecc.
Tutte queste paure, molto spesso inconsce, ci fanno fare (o non fare) e credere cose che sotto una nuova luce sembrano assurde.

Tanti anni fa ho capito che non c'era niente di cui dovessi vergognarmi e che la ricerca della verità in ogni cosa piccola o grande era ciò che dava più senso alla mia vita. Questo mi ha fatto e mi fa superare il dolore che porta ogni cambiamento in me e mi ha dato grande coraggio, a me che mi consideravo un vile.

Un abbraccio a tutti e due.
#59497
Carissimo Renzo, ci sono qui nel forum testimonianze di chi ha eliminato cisti con i metodi qui proposti.

So che qui trattasi di ciste "nascosta" e se ho capito bene una diagnosi comunque in attesa di conferma.

Perchè non provi per un mese un po' di dieta? Cos'è un mese?
Se ne riceverai dei benefici potresti ricevere il beneficio piu' grande: cambiare stile di vita.

noi tutti qui l'abbiamo fatto e ne siamo contenti.

Comincinado ad eliminare tutti i prodotti industriali, quelli piu' dannosi in assoluto...

pensaci :wink:
Avatar utente
By Cymba
#59510
Foca ha scritto:Purtroppo non ha ancora capito che la malattia è un episodio di disintossicazione del corpo, e lui corre subito "alle medicine", alla chimica, che interromperà l'episodio di disintossicazione rimandando il problema nel futuro.

il mio compagno è la fotocopia di tuo marito!! :?

ha un crampo muscolare? bustina di polase un giorno e poi niente più

bronchite o qualsiasi altra infezione? antibiotico per due giorni(!!!) fino a che passa la crisi, e poi più nulla...

mal di gola? vuole caramelle, sciroppo o qualsiasi altra porcheria, e se non gliela "procuro" io, va dal suo pusher di fiducia: sua mamma :wink:

mal di testa? cosa posso prendere? ma cosa avrò, non avrò mangiato abbastanza, o avrò un tumore al cervello? mamma mia... :?

e via di questo passo... te lo giuro, non sto esagerando...:roll:
Avatar utente
By mauropud
#59522
Cymba ha scritto:il mio compagno è la fotocopia di tuo marito!! :?


Allora consiglierei di vedere questi documentari.

Purtroppo sono in inglese, ma trovi anche le versioni sottotitolate in italiano da scaricare. :wink:
Avatar utente
By Foca
#59821
Vi ringrazio tutti per i vostri interventi, finalmente il signor Renzo :lol: sembra deciso a provare davvero.

Per iniziare questa sera ha ri-cominciato a leggere il libro, da domani due giorni a settimana mangerà solo vegetali e domenica inizierà a fare un giorno di digiuno alla settimana, con succhi, come suggerito da Luciano.

Io ovviamente farò da supporto..... :wink:

e forse un giorno avremo un nuovo utente che risponderà al nome di Renzo :lol:
Avatar utente
By jennifer
#59826
Buona fortuna allora :wink:
Avatar utente
By mauropud
#59836
Ottimo! :D
Avatar utente
By Foca
#79573
Siamo ancora alle prese con questo problema, Renzo NON ha ancora letto Ehret (non ha ancora determinato).

Oggi sappiamo che si tratta di un CALCOLO (materiale calcareo) che si è formato dentro la ghiandola salivare.

Il medico ospedaliero aveva prescritto una TAC con mezzi di contrasto in previsione di "bombardare" con il laser questo "calcolo".

Ieri si doveva effettuare la TAC ma una serie di "ostacoli" hanno impedito l'esecuzione.

Adesso Renzo sembra intenzionato a vedere se si può trovare un'altra soluzione (per evitare le pratiche della medicina ufficiale) abbiamo parlato anche di applicazioni di Argilla verde ventilata ma Renzo pensa che l'argilla non possa sciogliere questa formazione calcarea.

Abbiamo pensato che forse il limone potrebbe scioglierlo, ma come arrivarci? Bisognerebbe introdurre il limone dentro il canale salivare.

Cosa potete suggerirci?

Grazie in anticipo per il vostro tempo che vorrete dedicarci. :D

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret