Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

Avatar utente
By pappavera
#61686
Primo giorno 21:09

Alle ore 00:00 di oggi e’ cominciato un nuovo periodo. Il periodo di digiuno. L’intenzione e’ di farlo durare almeno una settimana o dieci giorni ma non mi pongo nessun particolare paletto.
Stamane tarda sveglia alle 12, tv, saluti e baci alla morosa, un abbraccio alla nonna e sono partito per una residenza isolata in una localita’ marina del sud Italia gentilmente offertami da una amica.
Riaccesi e riattivati contatori luce e acqua poi un giretto a piedi in “centro” per rifornirmi di acqua, un salto in spiaggia… il deserto, sovrastato da nuvole grigie che durante la giornata non hanno fatto altro che brevi spruzzate. Il tempo e’ praticamente autunnale, i venti freschini ma non freddi. Proprio esattamente quello che mi serviva e quello che volevo da tempo.
MI aspetta un periodo di totale rilassamento in cui neanche gli organi interni dovranno lavorare, eccezion fatta per quelli vitali.
Potro leggere, guardare la tv ma senza mai sforzare ne’ occhi ne concentrazione.
Vista l’ora ormai e’ quasi un giorno di digiuno.
Fame “zero assoluto”. Sento una sensazione ormai conosciuta nel colon. Un pizzicorino nella parte parallela al diaframma.
Sono gia un paio di giorni che non evacuo. Visto il periodo di svuotamento totale a cui mi sottoporro’ faro’ un clistere al piu’ presto per eliminare in fretta scorie nocive di cui non ho bisogno.
La lingua e’ bianchiccia.
Sento allentarmisi la tensione nel collo e nel cervello come se qualcosa smettesse di “tenere duro”. Percepisco un lievissimo mal di testa, per il resto tutto nella norma.

Secondo giorno 23:01

Ieri mi saro’ addormentato verso le 23 e stamattina ho aperto gli occhi alle 12:30. Un bel po’ di sonno.
Comunque, oggi ho da segnalare un aumentato senso di leggerezza del corpo in generale.
Nel primo pomeriggio ho fatto 3 clisteri di sola acqua da 2 litri completi. L’acqua alla fine e’ rimasta comunque sporca anche se penso di aver eliminato il grosso delle feci.
Il tempo e’ un po’ migliorato rispetto a ieri. La luce del sole che a tratti riusciva a passare le nuvole alte piu’ diradate mi ha permesso di godere del suo calore per una mezzoretta in terrazza. Non so se per il tempo o per il digiuno ho sensazioni di cose passate come se tornassi, in alcuni momenti, diversi anni addietro. Percepisco odori immaginari provenienti dal passato, per esempio la carne di cavallo con il sughettino che mi cucinava la nonna.
In mattinata ho pensato spesso al cibo, ricordo di averlo anche sognato, ma in verita’ non ho nessunissimo appetito.
Nel pomeriggio sono andato a piedi a vedere la partita dell’inter al bar in centro, arrivato li’ i polpacci accennavano a qualche tremolio.
Ho ordinato un the verde senza zucchero. Dopo un’oretta di partita ho avuto una sensazione di pesantezza al cuore ed in effetti “ho svarionato” un pochino e mi sono un pochetto spaventato. Il ritorno a casa e’ stato senza problemi anzi, ho percepito una bella senzaione di leggerezza, di allentamento delle tensioni.


Terzo giorno 23:23

Terzo giorno. Sono decisamente piu’ debole. Polmoni “incollati”. Intestino “incollato”. Un leggero mal di schiena. Svarioni quando mi alzo in piedi; devo farlo lentamente.
Oggi il clima e’ ancora migliorato, e’ stata una giornata di sole velato, bastato a riscaldare un po’ l’aria.
In breve oggi non ho fatto niente di niente. E’ vero che mi sento piu’ debole, ma non cosi’ debole da non fare alcuna attivita’ di movimento. Ho letto, acoltato musica, guardato la tv, preso un po’ di sole in terrazza, fatto un clistere in cui erano presenti pezzettini di feci e acqua sporca, tutto questo praticamente da steso. Direi che non va’ bene. Mi salva una passeggiatina di 40 minuti terminata poco fa’. Domani, tempo permettendo, sarebbe bello andare al mare e nuotare un po’.
L’alito era diventato cattivo gia’ dal primo giorno ma oggi, in certi momenti, mi ha dato l’impressione di odorare di medicine e corsia di ospedale.


Quinto giorno 21:07

Partiamo da ieri, il quarto giorno. Mi sono svegliato sempre un po rintronato e deboluccio per rispondere alla chiamata di mio cugino (inconsapevole del mio periodo di digiuno) che mi avvertiva del suo imminente arrivo. Un paio d’ore dopo si presenta con un bel sacchetto pieno di squisitezze fatte in casa dalla zia. Chiacchieriamo un po’ poi lui se ne va’ per occuparsi di alcuni affari ed io mi cambio per mettermi il costume ed andare al mare. Vedo la busta sul tavolo e come se non fissi io a farlo mangio un bigne’. Mentre lo mastico sento le papille gustative esplodere, poi lo sputo e mi sciacquo la bocca per non ingoiare niente. Sento comunque che il mio stomaco era pronto per ricevere la pappa ed i miei intestini riattivati si muovono un po’.
Poi vado al mare in bici, piuttosto debole, quando arrivo i muscoli delle gambe accennano qualche crampo leggero. Prendo un po di sole poi mi faccio un bagno ed una nuotata e quando esco dall’acqua mi sembra di avere il doppio delle energie, infatti la sera vado al cinema ed ho anche la forza di incazzarmi e litigare con un automobilista poco attento che per poco non mi investiva.
La sera mi addormento con fatica. Fisicamente sento la mia energia aumentare rispetto la mattina, una maggiore lucidita’ mentale, mal di schiena, pulsazioni di sangue nell’intestino, alito cattivo e lingua impastata.

Oggi giornata fotocopia di ieri, ma senza cinema e incazzature. Quindi mare, sole e riposo. Sento le mie energie aumentare ed i polmoni respirare un po’ piu’ apertamente ma comunque rimango in uno stato di debolezza. Oggi un clistere che ha portato via diversi pezzettini di escrementi. Finche’ l’acqua non uscira’ pulita continuero’ a farne uno al di’.
Ho letto molto. Nella mattinata mi sono svegliato a mezzogiorno quindi direi che ho fatto 9-10 ore di sonno. Un’altra oretta di sonno tra le 19 e le 20 questa sera.
Continuo a non evere nessunissima fame anche se ogni tanto qualche pubblicita’ in tv o qualche ricordo mi stimolano un appetito direi piu’ mentale che reale.
Ho sempre un po’ di mal di schiena ed i soliti sintomi dei giorni precedenti.
Questi giorno dovrebbe rimanere bello e soleggiato e le temperature si alzeranno sui 25- 27 gradi di massima quindi, un clima fantastico.


Sesto giorno 22:58

Un altro giorno finisce, il sesto, e ho l’impressione di stare entrando in una fase nuova. Questa sera mi sento semi febbricitante, l’alito ha assunto un nuovo sapore, un amarognolo marcato che sa di medicina, la lingua e’ sempre bianca.
LA giornata e’ passata senza problemi, solita debolezza e mal di schiena. Niente mare, ma un paio d’ore spese in terrazza al sole ed al vento. Tanto riposo, tante letture e un po’ di tv. La musica mi infastidisce, ho bisogno di silenzio.
In terrazza nel pomeriggio e in serata prima di uscire a vedere la partita ho fatto un paio di “saluti al sole” che mi hanno aiutato tantissimo con la schiena e mi hanno “staccato” quella rigidita’ che tante ore a letto mi lascia.
Verso le 16:30 ho fatto un paio di clisteri che hanno portato via piccoli pezzetti di feci e “medusette di muco semi-durello”. Mi chiedo quante feci usciranno ancora visto che sono sei giorni che non tocco cibo.
In serata al bar durante la partita ho visto che c’erano cannoli e cassatine ma al di la’ di un pensiero di abitudine non mi ha nenche sfiorato l’idea di mangiarli. Nessuna voglia, nessuna reazione salivare nonostante io ne vada matto.
Col polso siamo sui 50-60 battiti. Il fisico e’ rilassato, l’intestino migliora anche se lo sento sempre un po irritato e continua a produrre piccole quantita’ di gas.
Questa sera , forse per il vento freschino, sento i polmoni un po’ infiammati. Fin’ora non avevano dato nessuna reazione particolare al digiuno. Mah, vedremo domani…

Settimo giorno

Il settimo giorno non ha portato sostanziali variazioni. Ho passato il tempo alla solita maniera, leggendo, tv, sole in terrazza e quant’altro. Ho percepito una diminuzione ulteriore del mal di schiena, che ritengo sia dovuto agli esercizi che faccio.
Curiose sono state le espulsioni post-clistere-giornaliero . Gli escrementi ormai sono piuttosto ridotti, si tratta di pezzettini piccoli come lenticchie o fagioli e sono di colore molto scuro, quasi neri. D’altro canto pero’, sono aumentate sensibilmente le presenze di muco duro come il contenuto di una ostrica viva e di colore molto scuro, direi marrone nervato di bianco.
Continua la sensazione di stanchezza, il cattivo alito, la lingua bianca e impastata, qualche gas nello stomaco ecc. ma sento aumentare la vitalita’.


Ottavo giorno 23:18
Oggi giornata fotocopia rispetto ad ieri. Segnalo che aumentano i muchi del dopo clistere e diminuiscono le feci.
Dopo il clistere pero’ e’ accaduto qualcosa di stupendo. Mi sono buttato a letto ed ho percepito una sensazione di rilassamento fisico e contentezza spontanea che non provavo da tanto tempo. Stavo provando a leggere ma una serie di pensieri positivi su di me e sul mio futuro mi hanno fatto poggiare il libro e chiudere gli occhi. Ho percepito come delle vibrazioni di “vita rilassante”, quasi pulsazioni, che partivano prima dalla radice del naso per poi prendere volto e tempie fino alle mascelle. Mi e’ venuta voglia di ascoltare musica e poi di andare in terrazza a respirare aria fresca e prendere il sole.
Per me ha voluto dire molto. E’ come uno scalino che mi da la forza di proseguire anche se, a dire la verita’, digiunare non mi crea nessun fastidio visto che non ho nessuna fame.
Continuo a dormire circa una decina di ore al giorno.


Nono giorno

Sto sempre meglio. Mi alzo dal letto e gli svarioni non sono piu’ “svenenti” come nei primi giorni. Oggi sono andato al mare, ho fatto il bagno e mi sono goduto il sole. Ho regalato ad un ragazzo la pizza che mi ha portato passando un amico questa mattina.
Ce’ una nuova novita’ nella mia “alimentazione”: il succo di limone.
Dopo aver riletto Ehret ieri, ho deciso di includerlo e cosi’ questa mattina mentre andavo al mare mi sono trovato di fronte un carrettino della frutta con un cartello gigante, “LIMONI”. Ne ho presi sei.
Tornato a casa ho bevuto il succo di un limone con una tazza d’acqua e nel clistere e’ stato poi aggiunto il succo di un altro limone. Gli effetti sono stati forti.
Ehret afferma che la frutta (specialmente quella acida) aiuta a staccare le sostanze di rifiuto che si stanno “allentando” grazie ad un digiuno. E cosi’, dopo il clistere, quando ormai l’acqua era uscita tutta portado con se i soliti pezzetti nerastri con le “meduselle” di muco in quantita’, ho avuto ancora uno stimolo, questa volta pero non si trattava di acqua sporca ma di una diarrea di muco appiccicosa e “consistente” di colore nero marrone.
Ma mi chiedo io, ormai sono 9 giorni che non tocco cibo, come e’ possibile che ogni giorno io butti fuori cosi tanta merda? Chissa’ da quanto tempo era li e quanta ancora ce ne sara’?
Intanto i soliti sintomi si alleviano. La lingua rimane comunque bianca e l’alito forte ma ora con un tocco di limone. Da ieri sto bevendo piu’ acqua, cosa che i primi giorni non accadeva. Le urine sono spesso chiare, diciamo normali, a volte trasparenti ma l’odore rimane forte e chimico, diciamo come quello che ho in bocca. Negli ultimi due o tre giorni non sono piu cosi schiumose come in precedenza.
Il sonno rimane costante sulle dieci ore giornaliere.

Decimo giorno 01:24

Oggi mi sono un po’ spaventato. La giornata e’ iniziata come al solito. Verso le due sono andato al mare come sempre in bicicletta. Poco prima di arrivare in spiaggia ho sentito una grande fatica. I muscoli del sedere e i polpacci sembravano non farcela, in piu’ non riuscivo bene a respirare pienamente come se i polmoni fossero mezzo chiusi ed il cuore spingeva con fatica. Ho pensato che sarei svenuto.
In qualche modo sono arrivato a stendemi in spiaggia per prendere un po’ di sole. Dopo un paio d’ore sono tornato a casa anche se con fatica, soprattutto muscolare, per meditare sul da farsi, anche una eventuale sospensione del digiuno. Secondo Shelton, a grandi linee, episodi del genere sono solo momenti di disintossicazione naturali dovuti alla eliminazione delle tossine. Cosi’ ho bevuto un succo di un limone in una tazza d’acqua e mi sono schiaffato a letto.
Una cosa curiosa riguarda la lingua. Sulla punta e’ diventata o meglio, ritornata, del colore naturale rosa vivo (non bianca) in vere e proprie chiazze.
La pipi’ continua ad avere un odore quasi chimico anche se chiara.
Il clistere di oggi, fatto con mezzo limone, ha prodotto i soliti risultati: bottoni e pezzetti di feci neri e duri con le “meduselle” di muco chiaro e scuro.
Da questa mattina ho avuto una sete pazzesca ed un senso di “seccume” in bocca esagerato rispetto agli altri giorni. Ho bevuto circa 2 litri contro l’abituale mezzo litro o poco piu’.
Vediamo come mi sentiro’ domani e poi si valutera’.


Undiciesimo giorno 23:56

In questo momento direi che ho fame. E’ passata un’altra giornata e visto la debolezza che mi ha colpito ieri, oggi, l’unico sforzo fatto e’ stato quello di andare sulla terrazza a prendere il sole, oltre i soliti esercizi di stretching.
Per il resto tutto come al solito se no che questa sera mi e’ venuta fame.
La lingua e’ “ripulita” dalla patina bianca solo sulla punta ed un po ai lati, direi al 20%. L’alito sta decisamente migliorando ma rimane ancora forte. Le urine continuano ad odorare di chimico e sono schiumose. Insomma, sembro ancora decisamente in fase di pulizia eppure ho una certa fame.
Aspettero’ domani mattina per vedere se si tratta di uno stimolo passeggero, in caso contrario domani interrompero’ il digiuno.
Da un punto di vista di risultati oggi ho notato che tutto il mio corpo e’ decisamente rilassato. Anche la testa che troppo spesso viene sommersa dai pensieri di questi tempi sembra piu’ leggera e focalizzata dandomi quindi piu’ serenita’.
Per quanto riguarda la sete esagerata di ieri ho capito che si trattava del sale sciolto in corpo che veniva liberato infatti la lingua mi dava la sensazione si quando si mangia sale puro o si tiene troppo in bocca l’asqua di mare. Questa sensazione prosegue anche oggi, anche se in maniera minore, infatti ho bevuto circa un litro e mezzo di acqua pur non facendo nessun tipo di sforzo.

Dodiciesimo giorno

Dalle stelle alle stalle o dalle stalle alle stelle?
Difficile descrivere quello che sto vivendo quindi provero’ semplicemente ad andare in ordine.
La nottata di ieri e’ stata la prova che sto facendo ha un fondamento. Mentre ero a letto semi-addormentato sentivo le pulsazioni sanguigne invadermi la base del naso creandomi strane sensazioni e “tiraggi” nello scheletro del craneo. I turbinati si stavano ripulendo. Allo stesso modo sentivo pulsazioni liberatorie nei polmoni e una capacita’ di respirare piu profonda, rilassata e meno forzata. Da questa mattina infatti non sento piu’ mal di schiena e il mio corpo sembra piu leggero. Certo rimane la debolezza del digiuno, ma la vitalita’ sta sicuramente aumentando. I raggi del sole mi danno piacere senza disturbare lo sguardo che, piu’ vivo che mai, spalanca le palpebre al mondo.



Sono passati alcuni giorni dall’ultimo aggiornamento e ne e’ passata di acqua sotto i ponti.
Prima di tutto il digiuno e’ finito. L’ho interrotto due giorni fa’ dopo quattordici giorni e mezzo con una mela Golden verso mezzogiorno. Non avevo nessuna fame ma mi era sembrato gia abbastanza come primo digiuno lungo. Quindi la mela, mandata giu’ a fatica con un po di disgusto poi un’altra mela dopo due ore. Dopo altre due ore un paio di mandarini, e cosi’, ho ripreso sensibilita’ allo stomaco che sembrava stapparsi e ristapparsi ad ogni boccone che percepivo muoversi lungo il tratto digestivo.
Il giorno successivo colazione leggera di frutta, a pranzo verdure abbondanti crude e cena di frutta. Stessa routinne anche oggi.
Nel primo pasto con le verdure ho provato una splendida sensazione di pulizia nel colon, mio punto solitamente dolente, sensazione che migliora fino ad oggi.
Infatti mi sento molto meglio. La mia colite e l’irritazione intestinale sono molto, molto migliorati anche se continuo a percepire un punto piu’ sensibile vicino al plesso (forse un’ulcera).
Man mano sto riprendendo energie e grazie al tempo favorevole riesco a fare bagni di sole rigeneranti. Penso molto, troppo, al mio futuro che ora vedo con piu chiarezza e positivita’ e riesco a focalizzare decisamente meglio tutti i miei pensieri. Mi sento fisicamente piu’ leggero (non so quanti kg ho perso) e mi muovo con piu’ leggiadria, almeno mi pare.
Il respiro non e’ piu difficoltoso come prima del digiuno, cosa che mi provocava veri e propri attacchi di panico. La schiena e’ piu’ dritta e il collo piu’ rilassato.
La lingua e’ rosa e viva per il 40%, l’altra meta’ resta biancastra quindi so’ che il mio corpo ha ancora tanto da smaltire.
Il miglioramento piu’ significativo pero’ e’ stato nel sonno e negli stati cerebrali, infatti gia’ dagli ultimi giorni ho cominciato a sentire pulsazioni sanguigne, quasi mal di testa, in tutto il craneo e a partire da quel momento i miei sonni, ma soprattutto i miei sogni sono diventati piu’ profondi e sorprendenti. Erano anni che non facevo sogni cosi’ vividi per poi al mattino svegliarmi rigenerato.
Insomma spero bene per il futuro e mi dico, per quando mi rileggero’ , di non mollare con la dieta della salute!









Questo era il diario del mio digiuno.
Impresa effettuata soprattutto per rimettermi dopo una lunga infezione intestinale tramutatasi poi in colite che i medici si divertirebbero a classificare in qualche modo.
Oggi a distanza di tempo devo dire che e’ stato determinante per il mio recupero ed importante come ispirazione di vita.
Superare quelli che sono i proprio complessi e limiti mentali attraverso una azione fisica volontaria mi ha trasmesso tanta forza ed ha aumentato la fiducia in me stesso oltre a darmi la conferma che il movimento igenistico e con lui il nostro caro maestro Ehret non si sbagliano nelle loro idee.
Con questo spero di contribuire anche io nel mio piccolo questo glorioso forum ed aiutare attraverso la mia esperienza quelli che ne hanno bisogno e cercano una via alternativa ad anni di terapie mediche inconcludenti.
Grazie a tutti voi.
Avatar utente
By poveraccio
#61695
Grazie tante per la condivisione di questa tua esperienza :D
Veramente interessante.
Tieni duro; vedrai che arriverà anche per te (per noi) l'esperienza di provare la vera salute. :wink:
Avatar utente
By sorvolando
#61696
complimenti, sei stato davvero abile
e grazie a te per aver condiviso la tua esperienza,
lo ritengo un aiuto prezioso :D
Avatar utente
By celestia
#61698
Scusami, se permetti un consiglio, posso dirTi di prendere in considerazione un'idrocolonterapia? Appena Ti senti pronta potresti farla: accellera sensibilmente la pulizia senza portare sofferenza Te lo dico perchè ne ho fatte 3 e in quanto a feci nere................................!? Ti dico solo che ho tirato fuori "Carbone" per 5 mesi e 1/2....Meglio non dare troppi particolari antipatici
L'idrocolon aiuta anche a disintossicare a livello profondo e consente al fisico di esprimersi: gli consente di eliminare le zavorre che affaticano e Ti "Dice" chiaramente in quale direzione andare, senza dover fare indovinelli e senza inganni della zozzeria, che può dare sintomi contradditori
Certo, hai risultati di tutto rispetto, ma potresti consolidarli, il che non è male, visto che ripulendo a fondo, anche i tessuti ne beneficiano, e siccome parli di medicinali, quelli sono micidiali, Ti si attaccano in profondità e devi metterci molto tempo per liberartene....Ne so qualcosa...
Pensaci: non c'è contraddizione tra digiuno e idrocolon, agiscono in sinergia, uno aiuta l'altra, è come un'orchestra affiatata, e secondo me, al prossimo digiuno non soffri e hai più risultati stabili, con l'inquinamento che abbiamo sono 2 mezzi potenti, usati insieme poi sono ancora meglio
Auguroni di Buon Proseguimento
Un sorriso :D
Avatar utente
By pappavera
#61761
Grazie Celestia del consiglio!
In effetti l'IdroColon terapia mi ha sempre incuriosito.
Magari la vedo bene a seguito di un breve digiuno o di una
settimana solo frutta in modo da non interrompere l'atmosfera,
diciamo anche un po' spirituale, che si crea durante un lungo
digiuno.
In che senso hai tirato fuori carbone per 5 mesi e mezzo?
Ti capitava di eliminare feci nere anche dopo la Idro?

A proposito di feci nere. Una volta ne ho presa una con i guanti
in lattice e l'ho spezzata per capire che diavolo era.
L'odore non ha lasciato dubbi. Patatine fritte oliose calcificate! Bleah...

Ricopiando il diario mi e' venuto in mente che verso la fine
del digiuno a volte mi capitava di non respirare per lunghi
momenti, cosi', senza ossigenarmi ne nessuna preparazione una
sera ho guardato sull'orologio quanto potevo rimanere in apnea.
Beh, quando ho ripreso a respirare erano passati 2min e 20 secondi,
quando normalmente non riesco a passare il minuto!
Questo per dire in che stato di rilassamento ero.
Avatar utente
By celestia
#61816
Guarda, non voglio fare venire lo schifo a chi magari non ama certi dettagli, ma posso dirTi solo 2 cose: avevo un terrore enorme dell'idrocolon, siccome sono odinofobica avevo paura di soffrire, ma come sono arrivata mi sono rilassata subito per l'ambiente tranquillo e la sana atmosfera che ha creato quella che poi è diventata una carissima amica (purtroppo è morta troppo presto...) Detto questo: durante la 1° idrocolon è uscito un poker: muco, colla, olio e bile pura AIUTO!!!! Solo vedere quella porcheria stavo per sentirmi male, ma non per i temuti dolori, anzi, semmai per lo schifo, un ammasso di robaccia color ocra scuro dove galleggiava di tutto Mamma mia!!!! Il lunedì dopo ho scoperto di aver preso 1 Kg di peso netto: non credevo ai miei occhi
Faccio la 2°: all'inizio poca roba e in bagno muco puro, catarro color feci come quello descritto da Ehret, ma poca roba Io tranquilla pensavo fosse finita: ma dè che? Arrivo a casa: feci liquide nero pece!!! ARGH! Un mare scuro, sembrava che avevo mangiato carbone! Pensa che ogni mattina andavo in bagno normalmente, poi iniziavo a tirar fuori robaccia nera e di sera i residui "Normali" dell'attività giornaliera dell'intestino
Faccio la 3° idro: e sembrava tutto OK: poche feci normali e un pò di muco La sorpresa arriva dopo 3 mesi esatti dopo: bolle rosse e sintomi da intossicazione da radiazioni, un inverno da incubo, perchè oltre alle 2 intossicazioni da farmaci tiravo fuori anche odore di tabacco vecchio e di fumo di sigaretta, Ti puoi immaginare come mi sentivo, da cani!
Adesso sto combattendo la tiroide, perchè sto imbiancando, sono senza cucina e sto mangiando male, in fretta, a volte fuori casa a seconda degli amici Mi manca la verdura, che senza lavandino, in bagno non è il massimo da lavare, vista l'igiene, molto scarsa, quindi immagina in che condizioni sono: mi sogno un clistere di notte, a me un clistereeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!! Pietà!
Adesso dovrò di nuovo rifare la DSM, e magari almeno un digiuno liquido perchè sto male davvero, anche se non mi lamento perchè ho avuto una botta di ...Fortuna, diciamo così, però è dura fisicamente perchè sono sballata e sto male anche dentro
Tu però informati chi fa l'idro nella Tua zona, magari vedi su Google chi trovi, e continua tranquillo nel Tuo percorso, perchè anche se soffri comunque posso dirTi per esperienza che ne vale la pena, non è un dolore inutile, a parte che l'idro non è assolutamente dolorosa, anzi, semmai lo è il clistere, che devi trattenere l'acqua, mentre nell'idro la devi espellere come quando vai di corpo, quindi i muscoli sono rilassati e non tesi, come fai a soffrire?
Auguroni di Buon Proseguimento e di tanta salute
Ciao
Avatar utente
By pappavera
#62041
Il tuo racconto della Idro mi ha fatto incuriosire ancora di piu' verso
questa terapia. L'unico dubbio che ho riguarda la flora batterica. Non
si rischia di traumatizzarla? Infatti avevo sentito che bisogna prendere
lactobacillus e compagnia per un periodo, prima e dopo! Sbaglio?

Accidenti mi spiace che non hai una cucina su cui appoggiarti!
Comunque tranquilla che se segui ehret e l'igenismo avrai sempre
poca necessita di fornelli e pentole! PEr pulirle basta una bacinella
e un rubinetto d'acqua!!!
Si e' vero che quando uno prova i benefici della disintossicazione e
di una dieta igenistica e poi le vicissitudini spingono a ritornare al
vecchio "piatto di pasta" e la dieta cosiddetta mediterranea capisce
quanto meglio ci si senta mangiando correttamente!
Quindi cerca di non farti mancare frutta e verdura anche a casa dei tuoi
amici!!! Forza Celestia!


X POveraccio e Sorvolando: sono contento che la mia esperienza vi sia
risultata utile! Grazie per il messaggio!
Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Perchè no? Il Menu del giorno

Rilancio questo topic un po' vecchiotto. Oggi a p[…]

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Libri di Arnold Ehret