Arnold Ehret Italia

Vuoi iniziare un diario dove raccogliere i tuoi successi, gli ostacoli incontrati durante il tuo percorso? Questa sezione è quella giusta!

Moderatore: luciano

Avatar utente
By valina
#61820
Ciao ragazzi!
Grazie innanzitutto a Luciano per la diffusione di quest'opera illuminante e per il suo sito favoloso!

Finalmente trovo un pò di tempo per riassumere la mia storia. Sto vivendo un'avventura unica e ho bisogno di condividerla con voi che siete i migliori alleati nella lotta contro il muco!!! Ho trovato sul forum le vostre storie di successo che mi sono servite e spero che anche la mia sia di aiuto ad altri! Vi posto la mia storia in parti separate divise per "argomento", spero di rendere più scorrevole la lettura.

Chi sono:
Ho 33 anni, sono alta 1.60, pesavo 42kg prima della gravidanza, 45kg dopo la gravidanza (2010), 42kg prima di iniziare la transizione, dopo 3 mesi di transizione 40 (39.8 a esser precisi). Premetto che ho sempre mangiato di tutto e senza limiti, sono di "costituzione" magra quindi non ho mai avuto problemi di linea.
Ho eliminato tutti i latticini un anno fa, per una serie di coincidenze, e come per magia mi è sparita la dermatite che avevo sulla fronte.... me la trascinavo da 20 anni....di lì mi è suonato il campanello d'allarme e ho iniziato ad approfondire la "questione" alimentare.
Ho fatto l'esame del capello meno di un anno fa : è stata confermata intolleranza ai latticini ed è uscita l' intolleranza a uova, pomodori, pere, patate. Ho eliminato le uova.
Per "istinto" ho eliminato tutti i derivati animali. Di fatto son diventata vegana. La dermatite si è ridotta ancora (mi son rimaste due chiazze sul corpo e un pò sulle orecchie ma una sciocchezza rispetto a prima!).
A dicembre 2011 vi ho scovati. Acquistato i libri, a gennaio ho iniziato la transizione.

La Transizione.
Ho iniziato eliminando la colazione. Per me è stata dura la prima settimana ma ho resistito e in poco tempo mi son scoperta "libera" da questa inutile pratica. Prima per me era sacra : brioche e te o tazzone di musli con latte di riso verso le 6.30 e poi caffe alle 8, mandorle o biscottini a metà mattinata....roba da dimenticare. Ho realizzato che il mio corpo ha per una vita smaltito roba inutile. Ragazzi che fregatura...ci son rimasta male all'inizio! Ma per fortuna mi avete aperto gli occhi. Ora la mia colazione è... niente. Un AlcaTe verso le 10 con un cucchiaino di miele.
Comunque per tornare alla storia... ho eliminato il pranzo classico (da vegana era un piatto di cereali con verdure e/o insalata). Son passata a frutta (monofrutta, c.ca 3 mele O 5 kiwi O 3 banane). Il passo più duro è stato spiegare ai colleghi la mia mancata presenza al microonde per il riscaldamento del rancio. Bhe il primo giorno ho detto che avevo dimenticato il pranzo, il secondo che avevo solo frutta a casa, il terzo che trovavo cosi comodo non cucinare per il pranzo e che avevo preso l'abitudine di mangiare cena molto presto! Tutto vero in realtá. Ad oggi son felice di non aver imbastito con loro il discorso del muco perchè nel frattempo ho capito che non son pronti a recepirlo. Comunque x info ad oggi anche gli altri hanno aumentato il consumo di frutta e praticamente eliminato i biscotti. Forse perchè mi vedono rifiorita ;)
Cena : ecco questo rimane il mio "tallone d'Achille" : verso le 5 faccio "l'aperitivo" con frutta o spremuta, verso le 7 (non più tardi) inizio cena con un'insalata (di solito) e poi verdure cotte e poi "riempio" il restante pasto con muco: 2-3 fette di pane (bio cotto a legna) o grissini spalmate con olio, pate vari, e poi un dolcino di solito una torta fatta in casa o biscottini leggeri con marmellata...

Circa un mese fa ho letto del magnesio supremo, acquistato e lo sto prendendo ma con moderazione perchè riscontro un effetto lassativo quindi la mia dose è mezzo cucchiaino. Ho riscontrato un miglioramento notevole nel mio temperamento nervosissimo, soprattutto dopo la gravidanza, una grande irritabilità, proprio come se i nervi fossero ipersensibilizzati...non so se mi spiego. Nel frattempo ho anche prenotato a Milano dal Dott. Ronchi per eliminare le 2 amalgame "installate" circa 20 anni fa...vi dirò come va ho appuntamento il 19 maggio.
Ah recentemente ho anche integrato l'alimentazione con la B12 (marca Solgar).
Da circa tre settimane leggendo del caffè sul sito di Luciano l'ho eliminato (quasi) del tutto. Restano rare occasioni in cui non ho saputo resistere.
Altro da segnalare.....ah si ho fatto due volte enteroclismi una volta con sola acqua calda, l'altra volta con sale. Effettivamente mi son sentita "ripulita". Vorrei farne di più ma non trovo mai il tempo....
Ho fatto un solo digiuno di 24 ore all'inizio della transizione, poi non ho più trovato un momento di tranquillità. Penso sia una pratica importante ma da fare prendendosi cura di se: abbinandola a sole, lavori di giardinaggio, vagni e massaggi, insomma sia un qualcosa in più al prendersi cura di sè....non so come dire. Abbinato alla vita di routine e al lavoro per me si trasformerebbe in uno stress.....voi che dite al riguardo?

Problemi di salute che ho risolto con la transizione (e in parte con la dieta vegana dell'anno scorso):
Vi riassumo brevemente, in ordine di gravità, i problemi che son riuscita a risolvere:
- Dermatite lungo l' attaccatura dei capelli e 2 chiazze grandi sul corpo
- Forfora tanta (ho capito che era una questione di quantità di cibo metabolizzato che prima della transizione era di molto superiore allo smaltibile)
- Nervosismo e ansia (era il muco "incastrato" in testa)
- Stanchezza "cronica"....soprattutto svegliarsi la mattina (ancora muco nella testa)
- Allergia ai pollini e alla polvere (ho iniziato solo da gennaio la transizione quindi non so valutare la guarigione ma gli scorsi anni a marzo avevo già il raffreddore da fieno)
-un dolore all'addome sotto il costato lato sinistro che si presentava occasionalmente quando camminavo....iniziavo a pensare di avere calcoli o qualcosa di simile...insomma sentivo qualcosa di duro che mi dava fastidio. Ora è sparito.
- Mal di testa occasionale spesso in periodo mestruale
- Perdite "mucose" tipo candida
- Gengive sanguinanti
- Punti neri e pustoline varie sulle spalle e decoltè
- Se mi taglio non perdo più sangue come prima...insomma cicatrizzo molto velocemente

Cosa mi è successo da quando ho iniziato la transizione:
Forse la mia transizione è stata un pò rapida ma ho capito che la strada intrapresa era quella giusta allora non ho indugiato...ho sofferto all'inizio per la mancanza di cibo ma ora non sento più bisogno di mangiare nulla sino alle 12.
All'inizio ogni mattina verso le 11 iniziavo a sentire il muco "fluire" nell'esofago e ho capito che il mio muco era "incastrato" in testa...e infatti ho iniziato a liberare il cervello, a sentirmi la testa più leggera e ad avere le idee più chiare. Non so come spiegarvi ma prima mi sentivo sempre insicura, confusa, alla ricerca di qualcosa che non trovavo...adesso questa sensazione non c'è più....o comunque molto meno.
Ho perso il gran bisogno di dormire e mi capita di svegliarmi di notte verso le 4 per la mancanza di sonno e allora medito, penso, organizzo la giornata successiva e la mattina non ho sonno.
Mi è capitato una volta di tagliarmi con un seghetto da legna (che ho usato maldestramente) e "miracolosamente" non sentivo bruciore o dolore e vedevo le due "fette" di pelle ben separate con il taglio profondo in mezzo ma il sangue non usciva a fiotti, solo una goccia....come se il sangue si fosse inspessito.
Una cosa strana.
Altra cosa strana che mi è successa recentemente di cui vorrei un vostro commento: sulla tibia della gamba destra ho iniziato ad avere una sensazione di bruciore alla pelle, come se mi fossi scottata con il sole, in un'area circolare di diciamo 5 cm di diametro, questo bruciore è rimasto per due giorni e pian pianino questa macchia si "spostava" verso l'alto iniziando a prudere, dopo circa due giorni, spostandosi verso l'alto si è leggermente gonfiata come se fosse piena di acqua, dopo altri due giorni si è ritirata ed è sparita. Non ho dato molto peso alla cosa dando la colpa all'esposizione forse troppo ravvicinata ad una stufetta di quelle a irraggiamento, pensavo di essermi "scottata".
Dopo circa una settimana la stessa cosa mi è successa all'inguine lato destro; stessa cosa arrossamento, prurito con la macchia che va verso l'alto, gonfiore, sparito. Dopo qualche giorno dietro la coscia iniziato con bruciore ai muscoli tipo acido lattico, poi dietro al ginocchio stessa cosa. E' come se uscisse dell'infiammazione da ossa o muscoli, non so! Voi che dite?? E' successa a qualcuno la stessa cosa? Da una settimana questo processo si è fermato, anche perchè per una trasferta dagli suoceri la transizione è stata parzialmente interrotta con mucate frequenti a base di cereali raffinati e dolci (rimasta dieta vegana che è stata accettata dalla suocera, ma sulla pizza, sul pane e i dolci ho ceduto!!).
Per il resto in generale ho riscontrato un nuovo modo di percepire il mio corpo, le relazioni con gli altri, e il modo di vedere il mondo. Una nuova consapevolezza insomma.

Problemi nuovi.
Dopo questa premessa sui miracolosi riscontri della dieta senza il muco ecco la sezione dedicata a quello che non ho ancora risolto e alle nuove problematiche riscontrate.
Innanzi tutto dopo aver riscontrato tanti benefici sono partita in quarta con entusiasmo a cercare di coinvolgere altri in questo approccio alimentare. In particolare mio marito che aveva in precedenza provato diete con scarsi risultati e con la dieta senza muco ha effettivamente perso 7 kg in 7 settimane ed ha eliminato il suo problema di stitichezza che riteneva cronica ma....il richiamo verso il muco è troppo forte per lui e pur avendo capito che effettivamente il muco esiste, non ce la fa: ritiene che una vita senza muco sia da folli, sia esagerata, insomma non ammette l'evidenza. Non solo. Abbiamo avuto una discussione accesa in cui mi ha rinfacciato di fargli vivere un'esistenza da "non normale" quando in realtà il mio era solo entusiasmo e mi era sembrato di non costringerlo a fare niente, se non cercare di tenere per quanto possibile il muco, lontano dalla nostra casa.
Poi c'è stata questa trasferta di una settimana dagli suoceri, con varie cene a casa di parenti e amici....e mi son resa conto che il bombardamento da muco è effettivamente una lotta difficilissima, soprattutto se cerchi di spiegare a tua suocera di non dare la focaccia unta alle 8 del mattino a tua figlia di due anni. Quindi il problema sociale che si viene a creare con un tale approccio alla vita è innegabile. Anche se cerchi di spiegare che hai letto un libro, che hai avuto benefici (la mia dermatite era nota a tutti, visto che ce l'avevo "tatuata" sulla fronte)...la gente non è interessata, è PERICOLOSO quello che sto facendo e basta. Nessuno vuole approfondire, vuole leggere il libro che gli fai vedere. Da questo sono giunta alla conclusione che non è un problema mio, che continuerò a vedere gente ammalarsi, forse morire, senza cercare una risposta ma solo "il rimedio".
E da questo nasce questo diario, dalla voglia di "regalare" questa storia a chi ha già intrapreso la strada per vivere la vita vera approfondendo le questioni alimentari con la propria testa, sull'esperienza vera e non sulle boiate che si sentono in giro, studiando, elevandosi a una nuova esistenza!!!!!
Dai adesso basta con questa lagna, concludo chiedendovi qualche vostro consiglio su come migliorare la mia situazione!!! Le mie aspettative per i prossimi mesi (anni?) sono di diventare più calma e ponderata, trovare il perfetto equilibrio alimentare che mi dia la tranquillità di ingerire o non ingerire la cosa giusta al momento giusto, migliorare i miei rapporti interpersonali e... costruirmi un gruppo di amici geniali. Chiedo troppo? ;) Ciao a tutti e grazieeeeeeeee!!!!!!
Avatar utente
By dodo
#61822
Una cosa strana.
Altra cosa strana che mi è successa recentemente di cui vorrei un vostro commento: sulla tibia della gamba destra ho iniziato ad avere una sensazione di bruciore alla pelle, come se mi fossi scottata con il sole, in un'area circolare di diciamo 5 cm di diametro, questo bruciore è rimasto per due giorni e pian pianino questa macchia si "spostava" verso l'alto iniziando a prudere, dopo circa due giorni, spostandosi verso l'alto si è leggermente gonfiata come se fosse piena di acqua, dopo altri due giorni si è ritirata ed è sparita. Non ho dato molto peso alla cosa dando la colpa all'esposizione forse troppo ravvicinata ad una stufetta di quelle a irraggiamento, pensavo di essermi "scottata".

Ciao Valina,
senti ho notato nel tuo racconto di questo arrossamento che si sposta nel tuo corpo, non trascurarlo, approfondisci quando si ripresenta, perche ho visto un documentario alla tele che parlava di batteri, gli stessi sintomi si presentavano ad una signora a distanza di qualche giorno ma poi per mesi niente, alla fine aveva un ospite che si spostava nel corpo e ogni tanto una parte del corpo si arrossava e manifestava la sua presenza, il suo spostamento aveva direzione cuore, partendo dai piedi si avvicinava man mano, finche l'anno beccato era un parassita preso in campagna, non vorrei allarmarti ma e meglio controllare, ciao
Avatar utente
By valina
#61825
.....aveva un ospite che si spostava nel corpo e ogni tanto una parte del corpo si arrossava e manifestava la sua presenza, il suo spostamento aveva direzione cuore, partendo dai piedi si avvicinava man mano, finche l'anno beccato era un parassita preso in campagna, non vorrei allarmarti ma e meglio controllare, ciao[/quote]

Ommamma mia! Starò attenta e vi aggiornerò! Ma che cosa faceva sto battere? A parte l'arrossamento c'erano dei problemi collegati? Vi farò sapere!
Avatar utente
By tistructor
#61826
Ciao Valina,

Il mio consiglio é di affinare il piú possibile la dieta senza muco, quanto piú riesci.
Introduci se ne hai la volontá anche una attivitá fisica.

E in ultimo ma piú importante preparati ad una riscoperta di te stessa, chiamala consapevolezza, risveglio, percorso spirituale fai te.

Il nostro essere é rimasto intrappolato per troppo tempo da un corpo e da una ragione intossicata ed é affamato e incazzato oltre ogni limite. :D

Complimenti per il sentiero che hai intrapreso


Fabio
Avatar utente
By valina
#61834
Anche il mio ciclo mestruale è in transizione: si è progressivamente "diradato" e attualmente lo sto aspettando dal 19 marzo. Ho letto di questo nel libro di Ehret ma sono in transizione solo da gennaio...possibile? Bhe se mi fossi anche sbarazzata della scocciatura ciclo (mantenendo la fertilità) non sarebbe male! Voi che dite? La mia transizione è stata un pò brusca ma non così drastica: le pizzette occasionali, un pò di muco serale c'è sempre!
Avatar utente
By valina
#62095
Ancora in attesa del ciclo ormai sono circa 50 giorni...mi manca quasi in pò :lol:
Aggiornamento sugli arrossamenti:sono un pò "evoluti" nel senso che si sono prrsentati nell'ultima settimana 3 volte ma molto piùpiccoli, diamero 3 cm, il dolore non parte piu dalla profondità del muscolo per poi "venir fuori" e spostarsi ma è molto superficiale a "sta fermo. Non si gonfia più di acqua ma rimane lì x un giorno poi scompare. Mi si è presentato questo arrossamento sul torace in cima alla cassa toracica, poi sopra il bicipite destro, poi vicino all'ultima costola a destra. Oggi mi pare nulla. Vi aggiornerò. Sono come mini infiammazioni localizzate. Vi terrò aggiornati ciaooo!
Avatar utente
By valina
#62124
Stamattina e' arrivato il ciclo! Iniziavo a preoccuparmi....bene quindi confermo che il ciclo è in transizione. Per riassumere...ho sempre avuto un ciclo regolare di 28gg ma dopo la gravidanza il ciclo è ricomparso più breve: 21 gg per un anno intero. Da gennaio ho iniziato la dieta di transizione è l'andamento è stato:
- ritorno a 4 settimane a febbraio
- ciclo a circa 6 settimane a marzo/aprile
- ciclo a 7 settimane a maggio

Per il resto ho qualche giorno in cui per una serie di coincidenze sono sola a casa quindi posso gestirmi i pasti come mi pare e finalmente non devo conciliare le esigenze di tutta la famiglia...che lusso!
Riesco quindi a "osservarmi" con più lucidità e a valutare meglio cosa il mio corpo richiede, come rispondo e quali "voglie" mi vengono.
Per esempio la mia giornata di ieri:
- sveglia alle 5.45
- caffè ristretto alle 8.00 (ogni tanto me lo concedo)
- 6 nespole alle 11.30
- gelato piccolo alla fragola preso alla gelateria Grom...forse chi è di Torino conosce...buonissimo (il mio primo gelato di stagione). Altra eccezione alla dieta perchè contiene lo zucchero...
- 3 kiwi alle 15.30
....alle 4 mi è venuta la voglia di banana ma ero in ufficio....mi son tenuta la voglia matta fino alle 18 quando son riuscita ad andare a ritirarle al mio negozio di fiducia bio la frutta che avevo ordinato. Grande delusione : erano abbastanza acerbe. Non ho resistito...ne ho mangiate 4 così. Non ho neanche avuto la pazienza di metterle in forno a riscaldare per "simulare" la maturazione. Devo ammetterlo: per le banane mi è venuta proprio la dipendenza. Mi prendono i raptus come all'inizio della transizione mi prendeva per il pane e la focaccia.
- avevo del brodo di erbette e degli zucchini piccolini da far andare. Allora ho fatto la mucata del giorno: 250 g di grano saraceno fatto andare tipo risotto condito con olio di oliva e spezie fresche tritate (rosmarino, salvia, una foglia di malva). L'ho mangiato tutto.
Per chiudere 2 taralli pugliesi (queste sono le tentazioni che vorrei totalmente bandire ma per il momento me le concedo ancora).
- Ore 23.00 ultima banana acerbina (dannazione!!)

Conclusione:
Mi rendo conto che devo migliorare nel rapporto con il cibo: l'attaccamento è ancora molto psicologico più che fisico.
Ribadisco la sparizione completa del mio senso di stanchezza cronico avuto prima della transizione. E' un risultato davvero miracoloso. Non avrei mai immaginato di potere tenere dei ritmi così (5.45 - 23.00) e senza sforzo!!! E sento che il percorso è all'inizio. Grazie Ehret e grazie a voi!!!
Avatar utente
By valina
#62157
Riassunto giornata di ieri
: sveglia alle 5.45, caffè d'orzo alle 8,
3 kiwi alle 12,
3 nespole e 2 kiwi alle 16,
una banana e 2 cucchiai di composta di lamponi alle 18.
Cena : 250 gr di fragole e 3 banane passate nel forno. 3 taralli x chiudere...forse 4... Tutto mi sembrava procedere x il meglio...poi è arrivata mia zia a portarmi una torta da assaggiare...ne ho mangiate 2 fette un pò x non essere scortese un pò perchè era buona! :D Morale: ieri sera sono andata a dormire con una pancia gonfia come un pallone e sta:mattina mi son svegliata con sete, gola secca perchè il naso era tappato e ho respirato con la bocca e avevo il muchetto in gola...
Vabbe la lezione è servita! :wink:
Avatar utente
By flib
#62158
valina ha scritto:Riassunto giornata di ieri
: sveglia alle 5.45, caffè d'orzo alle 8,
3 kiwi alle 12,
3 nespole e 2 kiwi alle 16,
una banana e 2 cucchiai di composta di lamponi alle 18.
Cena : 250 gr di fragole e 3 banane passate nel forno. 3 taralli x chiudere...forse 4... Tutto mi sembrava procedere x il meglio...poi è arrivata mia zia a portarmi una torta da assaggiare...ne ho mangiate 2 fette un pò x non essere scortese un pò perchè era buona! :D Morale: ieri sera sono andata a dormire con una pancia gonfia come un pallone e sta:mattina mi son svegliata con sete, gola secca perchè il naso era tappato e ho respirato con la bocca e avevo il muchetto in gola...
Vabbe la lezione è servita! :wink:


Non voglio deluderti, ma la lezione potrebbe non essere servita. :D
Sulla torta sono caduto parecchie volte in questi tre anni di transizione. Anche perchè in passato i dolci, insieme agli amidi in generale (pasta, pane, riso), erano la mia passione.
Alcune volte ho passato la notte senza dormire a causa dei crampi allo stomaco e all'acidità pazzesca. Ho anche capito che il problema non è la torta in se, ma il fatto che la si mangia a fine pasto, dopo aver riempito lo stomaco con altre cose. In pratica anche gli alimenti "nocivi" possono essere gestiti dal nostro organismo se mangiati con parsimonia e non mischiati.

Mi è capitato di mangiare una fetta di torta a merenda, con una tazza di te, a distanza di almeno 3 ore dall'ultimo pasto e non ho avuto problemi di digestione, ma solo i fastidi dovuti alla sete ed al muco come hai descritto tu :)

Dimenticavo:
Complimenti per il percorso! Mi sembra che stai procedendo bene :)
Avatar utente
By tistructor
#62165
il mio consiglio é di introdurre nella dieta la verdura tipo insalatone e ortaggi in genere anche qualcosa di cotto tipo cavolfiori, barbabietole rosse, carote al vapore. Fai a tuo piacimento.

Questo detto é per rendere la transizione meno repentina a causa del cibarsi quasi esclusivamente di frutta che provoca una veloce disintossicazione e anche un eccessivo desiderio per i cibi mucosi che potrebbero causare delle crisi eliminative a cui non si é ancora preparati e che possono far pensare che il metodo sia dannoso.

Comunque la scelta é solo tua, se ti senti convinta nell'intimo fai pure una transizione veloce ma tieniti pronta a tener duro!

:D Ciao
Avatar utente
By valina
#62348
Ciao ragazzi!
@flib : hai ragione non sarà l'ultima torta!! :lol: Però almeno sto imparando a scegliere "il meno peggio" : mi son resa conto che i lieviti e quindi tutti i dolci con lo lievito per me sono dannosi. Penso che siano in parte collegati con la mia allergia ai pollini e ieri parlando con un amico ho scoperto che tutti i prodotti lievitati, il vino, la birra e i latticini contengono stamina....la sostanza che si combatte con gli antistaminici!!! :lol: E il bello è che chi me l'ha detto (che è del settore alimentare)...è allergico! Ma preferisce prendere i farmaci piuttosto che rinunciare alla birra...no comment. 8O
Come avevo accennato nel primo post la mia allergia ai pollini mi sembrava scomparsa, e ad oggi che siamo in pieno maggio CONFERMO!! Sparita la rinite, sparito il fastidio in gola, sparito il prurito agli occhi, insomma una svolta epocale. E considerate che vivo in campagna e sono sempre nell'orto (sinergico :lol: il mio nuovo amore...ma questa è un'altra storia!).

@ tistructor : si effettivamente la mia cena di solito è "verdurosa" ma per qualche giorno ho voluto "spingere l'acceleratore" della purificazione approfittando di un pò di pace a casa e un pò di tempo da dedicarmi :lol: .

Veniamo alla rimozione 2 amalgame gentilmente impiantatemi bel 20 anni or sono!
Stamattina sono andata dal Dr. Ronchi di Milano...avevo un pò strizza! Ho passeggiato fuori dallo studio un bel pò prima di decidermi a entrare.
E invece....una sciocchezza!!! Ci siamo presentati, gli ho raccontato della mia transizione e dei risultati raggiunti, gli ho spiegato che le mie gengive da sanguinolente e gonfie sin dall'infanzia ora sono migliorate tantissimo in parte con la dieta vegana e ancora di più con la transizione.
Abbiamo dato insieme uno sguardo alla mia bocca e mi ha confermato che le gengive ora sono sane. E' già una soddisfazione! Abbiamo guardato le amalgame : una più "superficiale", l'altra più profonda e che coinvolgeva due lati del dente.
Insomma è partito con quella più difficile. Mi chiede "Anestesia?". E io..."Ma no, proviamo senza!!". Sapevo che ci sarebbe stata questa opzione e mi ero già preparata la risposta :lol: . Grande Ronchi!!! E' stato di una delicatezza infinita e a parte un pò di fastidio tutto è andato benissimo. Sul secondo dente è stato tutto ancora più facile, non ho sentito veramente nulla! Evvivaaaaaa!!!!! :wink: Penso che sia 99% merito di Ronchi e della sua mano fatata, ma magari l'1% di merito per il controllo della paura e del dolore me lo prendo....voi che dite? E' un altro risultato del percorso che sto costruendo :wink:

Concludo con l'alimentazione di oggi:
spremuta di 3 arance alle 9.30.
circa 1 kg di ciliegie alle 16.00 (le prime del nostro albero finalmente!)...per festeggiare la rimozione! (pisolino 16.30-19.30 era da una vita che me lo volevo concedere! :wink: )
tazzone di brodo di erbette alle 21 e....ora vado a concludere la cena!

Ciao!!
Avatar utente
By swami863
#62350
Valina, non per prenderla troppo alla leggera, ma non mi preoccuperei eccessivamente della gamba.
Dopo un anno di transizione, l'estate scorsa un'amica seduta vicino a me una sera ha sgranato gli occhi guardandomi il polpaccio e mi ha detto terrorizzata "Ma Ale cosa ti è successo?".
Abbasso gli occhi e...un rigonfiamento sporgente come una nespola al polpaccio sinistro. Sono entrata nel panico, mai avuto prima.
Qualche notte dopo sono stata svegliata da un crampo bestiale nello stesso punto, ma allucinante!! Nei mesi successivi è tornato ancora, sempre lì, meno forte, mentre il gonfiore piano piano è scomparso.
Ho cercato di CAPIRE dandomi tante spiegazioni, come ho cercato di CAPIRE cosa ha causato una macchia viola quadrata sulla pancia, tipo piccolo televisore al secondo mese di transizione.

Ad oggi non ho risposte, se non il fatto che se ne sono andati tutti con naturalezza, senza particolari interventi, se non sulla mia alimentazione: a volte rallentavo la frutta, oppure introducevo frutta meno "pesante" (vd. banane o datteri, che mi sembrava mi dessero più problemi), sostituendola con frutta più succosa/liquida, tipo uva, meloni...gambe più leggere, migliore circolazione.

In transizione certe paure sono la storia di molti, poi si impara a conoscere di più il nostro corpo e ad aiutarlo...dai, stiamo imparando! :P
Avatar utente
By luciano
#62356
swami863 ha scritto:.... come ho cercato di CAPIRE cosa ha causato una macchia viola quadrata sulla pancia, tipo piccolo televisore al secondo mese di transizione.
Io l'ho avuta sul petto, poi ho capito cosa aveva provocato quella chiazza rossastra: la fuoriuscita di radiazioni delle radiografie. Era posizionata esattamente dove mi era stata appoggiata la cornice del macchinario per fare le radiografie. :D
Avatar utente
By valina
#62568
Grazie swami!
Si non mi preoccupo per le gambe...infatti non mi sono più usciti rigonfiamenti e tutto è passato :lol:
Gli arrossamenti invece quando "accelero" con la dieta ricompaiono. Nell'ultima settimana ho avuto un "bollo" di arrossamento (diam. 2 cm) in centro sterno, è rimasto un giorno, il giorno successivo prudeva un pò, poi si è spostato un pò a sinistra sotto il seno poi è sparito. Il giorno dopo un bollino dolorante in superficie della pelle ma senza arrossamento a destra dell'ombelico. Un giorno ed è sparito. Forse sto espellendo le ecografie della gravidanza? Non sono certo queste sciocchezze che mi preoccupano :wink:
PS Finalmente sono maturate le ciliegie che scorpacciate!!! Mi sento benissimoooooo!!
Avatar utente
By swami863
#62577
La tua pelle si colora di rosso, la mia in questi giorni....di giallo :P :P
Te lo riporto, perchè condividerlo è un confronto che ci fa capire come i nostri corpi funzionino in maniera non poi così diversa: comunque i nostri organi lavorano coinvolgendo la nostra pelle.
Sai cos'ho notato? che le volte in cui la pelle, soprattutto dei palmi delle mani, è più gialla, coincidono con le giornate in cui l'intestino funziona meno bene, come se le tossine non trovando altri canali si manifestino così.

Se ho scritto una scemenza...scusatemi!
:wink:
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 13

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret