Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

By conigliobianco
#4164
Sei messo meglio di me:

ho regalato a mia madre il libro di Eheret per farle capire cosa stavo facendo: lei ha letto solo la parte della dieta di transizione (prima settimana e seguenti) e, dopo due settimane, nonostante si sentisse molto meglio, ha smesso in quanto non stava perdendo peso!!!
Inutile dire che ha accantonato il libro e non lo ha più degnato di uno sguardo.....

che dire? probabilmente per lei non è il momento di buttare la sua forma mentis! In effetti, e ragionandoci con calma, noi tutti - con molte probabilità - siamo arrivati a questo sito già coscienti che molto di quello che ci raccontano da quando eravamo bambini sono solo panzane dettate dal profitto, mentre coloro che ancora credono nel sistema e nei luoghi comuni non sono pronti a vedersi squarciare il rassicurante velo che hanno rimirato per 40-50 anni!

Ho concluso che posso solo pazientare e comprendere che ognuno ha i suoi tempi ed i suoi limiti, l'unica cosa sulla quale non transigo è il rispetto delle mie scelte e delle mie idee e, credimi, già questa è una conquista!!

Ti auguro che i tuoi abbiano voglia di intraprendere il percorso che porta a buttare i paraocchi per potere vedere anche loro riconquistare la salute perfetta!!

un abbraccio,
Barbara
Avatar utente
By Tyler
#4165
Allora vi racconto la mia,
mia madre è sata operata di cancro e mio padre è stato operato due volte di ernia discale, una volta alle ginocchia per artriti e soffre di diabete, ipertensione e di cuore.
Un paio di mesi fa mi sono portato il libro a casa loro, glielo ho letto tutto in un giorno e si sono convinti a fare cio' che io e il libro consigliavamo.
Prendo la macchina e con mia madre andiamo a fare scorte di cibo per iniziare con la dieta di transizione. (da premettere che prima gli ho svuotato le dispense di cibo ufficiale e ho buttato via tutto).
Inoltre mi sono fatto carico di comprare tutto a mie spese (visto che l'idea era mia e in futuro non avrei voluto che mi si fossero rinfacciate le spese, anche se credo non lo avrebbero fatto).
Ebbene, misuro il peso di entrambi, spiego come preparare qualcosa e vado via a fine serata esausto e senza un filo di voce.
Loro iniziano, seguono la dieta e tutto sembra andare bene per i primi quattro, cinque giorni. Poi il sesto giorno comincio a sentirmi dire al telefono da mia madre frasi del tipo: "ah non lo so sta dieta", "ah tuo padre ha fame", " stiamo dimagrendo troppo" (entrambi 30 chili sovrappeso prima dell'inizio della dieta), "non stiamo concludendo niente" ecc. ecc.
E' inutile dire che la settimana dopo sono andati all'ipermercato a fare grandi spese e rinpinguare la dispensa di cio' che io avevo buttato via.
La chicca è che a mio padre per fargli diminuire i mal di schiena gli hanno impiantato un apparecchietto che manda impulsi elettrici tramite una sonda che gli hanno messo dentro la schiena attraverso un buco. Il tutto deve tenerselo a vita attaccato li. A mia madre invece è stata consigliata una pillola da prendere a vita per evitare che il tumore si ripresenti. Ovviamente lei la prendera'.
Allora, a che livelli pensate che arrivi la mia frustrazione?

Saluti...Fabio.
By conigliobianco
#4167
pensa chei giorni scorsi mi chiedevo giusto se tuo padre faceva progressi con la dieta.....

che dire Fabio, posso solo riportarti una frase che ho letto anni fa in un libro e che mi torna sempre in mente in casi del genere: "non puoi cambiare le persone che ami, puoi solo amarle così come sono".

Certo, le ferite che ci provocano facendosi del male quando noi abbiamo ben chiara in mente la soluzione non bruciano di meno per questo...

Io spero soltanto che - con il tempo - l'evidenza del fatto che io sto fantasticamente faccia sì che si pongano delle domande... e sarò lì per dare le mie risposte!
ti auguro tanto che possa valere anche per i tuoi.

Ti abbraccio,
Barbara
By acquariano
#4191
Penso sia l'evoluzione spirituale delle generazioni che vengono al mondo una dopo l'altra. I bambini di oggi sono molto più geniali di noi trentenni anche se tartassati in ogni modo (non a caso) dagli occulti padroni della terra.

La forza di intraprendere questa dieta e cambiare vita proviene da una naturale predisposizione al cambiamento, due anni di intensa ricerca interiore e 9 mesi di controinformazione in internet. Possono i miei averla in una settimana essendo stati ingannati per tutta la vita?

Caro Fabio, mescola alla tua frustazione la pace per aver fatto comunque una cosa in cui credi (aver letto il libro ai tuoi e svuotato il frigo), è stato un bel gesto secondo me che in un modo o nell'altro ti ha reso più forte di prima.
Avatar utente
By luciano
#4201
Fabio, sei una persona in gamba, e un buon figlio, e l'entusiasmo con cui hai cercato di aiutare i tuoi genitori ti fa onore.
Anch'io ho fatto la stessa cosa con i miei, molti anni prima di conoscere Ehret, quando ero semplicemente vegetariano, con lo stesso risultato finale a cui hai assistito, che hanno fatto la fuga dal macellaio!
L'errore che ho fatto è che ho tolto tutto quello che non andava bene e si sono sentiti come messi a stecchetto. La cosa giusta sarebbe stata quella di togliere solo un tipo di alimento e dopo molto tempo un'altro, e così via.

Ma oltre a questo c'è la vera intenzione dell'essere di voler ricuperare la salute, e se un individuo non si trova a un livello spirituale in cui comprende che lo scopo della vita è quello di realizzare la vera natura spirituale, non può comprendere la verità. Se è malato prenderà un farmaco, perché è quello che gli hanno insegnato.

E ogni sintomo di disintossicazione verrà considerato un disturbo o male causato dalla dieta, e quindi non va bene.

Ho notato che se non è acceso il desiderio di migliorare anche spiritualmente le soluzioni che molte persone adottano per la propria salute sono quelle che le danneggeranno ulteriormente.

Di solito si dice "non sono pronti" e sembra che sia vero. Nonostante per me le cose fossero perfettamente razionali, l'applicazione di dati dessero ottimi risultati, e sarebbe stato stupido non approfittare dell'opportunità di ottenere una salute perfetta, quando le ho proposte a persone che erano convinte di essere dei meri corpi di carne, mi sono sentito rispondere:"Si ma...".

All'inizio mi dispiacevo quando qualcuno abbandonava la dieta, oggi so che succederà sempre che qualcuno inizi e poi abbandoni.

A questo proposito riporto quanto Ehret dice a proposito.

Arnold Ehret ha scritto:Le testimonianze dei molti che sono guariti non convinceranno molte persone. Potrei fornire un autotreno pieno di tali testimonianze, tuttavia la maggior parte dei pazienti rimarranno prigionieri delle loro abitudini radicate. Alcuni mangeranno la frutta per una settimana e si sentiranno deboli e miserabili, e ritorneranno alle loro precedenti abitudini alimentari e condanneranno i miei insegnamenti basandosi sulla loro esperienza di una settimana.

Ma ci saranno alcuni che capiranno il vero significato dei miei insegnamenti nella sua essenza e faranno appello all'energia e alla disciplina necessaria per vivere alla maniera di Ehret. Queste persone non rimarranno deluse. Godranno dei risultati della mia promessa. Passeranno attraverso la trasformazione da persona ammalata verso una genuina, vitale, eternamente "PERSONA IN BUONA SALUTE".


Qui trovi l'intero articolo:

http://www.arnoldehret.it/Il_pensiero_di_Ehret.htm
Avatar utente
By bernarasta
#4206
comprendo la frustrazione, e suppongo, sia un aspetto comune a coloro che tentano di spiegare la teoria di ehret a chi è infarcito di conoscenze faziose e funzionali all' "antiscienitificità". nel mio caso deriva (la frustrazione) dal rapporto in merito con la fidanzata, che ha da poco perduto il padre per cause connesse a una dieta sbagliata, e anche lei è spesso soggetta a malanni di vario genere. pur non avendo letto il libro, lei, dalle mie parole sembra rimanere per niente indifferente, e questo mi fa ben sperare in vista di quando tornerò in italia e le porterò il libro. con i miei invece le cose vanno meglio in quanto loro sono da molti anni "salutisti", purtroppo non erehtisti, ma hanno ridotto al minimo il consumo di carni, prediligono prodotti di stagione, e sono abbastanza frugali nel loro rapporto con l'alimentazione. cosa anche questa che mi fa ben sperare. concordo con luciano sul fatto di togliere poco a poco un alimento per volta, e a proposito vorrei spendere due parole sull'aspetto del "passaggio". io sono convinto che il tempo così come noi lo intendiamo non esista, sia il frutto di determinate percezioni distorte, quindi anche l'evoluzione spirituale dovrebbe essere "slegata" dal fattore tempo. però il cambiamento avviene in passaggi, che sono supportati anche nella parte "esperienza", da un chiamiamolo "divenire". io stesso, pur essendo vegano da una anno e mezzo, e essendo sempre stato aperto a cose differenti, se avessi letto il libro di ehret due anni fa, probabilmente non avrei capito il messaggio per intero, e non lo avrei quindi messo in pratica. è solo un esempio, ma se prima non avessi letto materiale sui danni del cibo onnivoro, non mi sarei avvicinato ad una alimentazione naturale, se poi non avessi letto tutto il sito mednat.org non avrei saputo l'importanza di cose come avere un intestino pulito, e di alcuni processi biologici. se infine non avessi letto le schede di medicinenon, avrei avuto conoscenze in meno per cercare di capire il messaggio ehret. insomma, tutto d'un botto non avrei capito. penso che anche con i vostri familiari possa essere simile. in bocca al lupo quindi, un abbraccio
Avatar utente
By agape
#4211
ciao a tutti, vedo che siamo tutti nella stessa barca eh? io sono una zitellina che vive ancora con la mamma e deve combattere ogni giorno per le stesse ragioni. però in questi giorni ho avuto un piccolo successo. con l'arrivo del caldo mi sono ributtata sui frullati e le spremute e...non ci credevo ma in questo fine settimana che io non c'ero lei si è fatta dei pasti di sola frutta frullata! ha voluto che facessi scorta di tutta la frutta possibile e ieri quando sono tornata dal lavoro l'ho trovata che sfogliava il libro sulle spremute e i frullati. davvero non ci credevo. secondo me è stata convinta dai deliziosi succhi frizzanti che le ho fatto assaggiare. forse questo è un buon metodo per tenere buoni i genitori diffidenti, fargli assaggiare le cose buone che anche noi mangiamo. questo magari non gli farà cambiare totalmente la dieta ma almeno si calmeranno e qualche variazione la faranno anche loro. mia mamma non ha modificato molto la sua alimentazione, la carne non la mangia quasi più perché io non la mangio, però tiene latticini e pane, ma anche ogni tanto delle insalatone o dei frullati di frutta sono una conquista (ha un bel po' di chili da buttare giù). beh, non mi faccio illusioni, però ora sa che quello che mangio è davvero buono ed è meno paranoica. un augurio a tutti per le vostre famiglie, sono sicura che anche se non sembra gli stiamo trasmettendo davvero molto!
ciao
Elena
Avatar utente
By stepha
#4222
....secondo me è stata convinta dai deliziosi succhi frizzanti che le ho fatto assaggiare. ........

Hai qualche frullato particolarmente delizioso da segnalare ?
(Nella sezione "ricette" ehm...Luciano :wink:)
grazie

stefano
Avatar utente
By agape
#4235
si, lo posto nella sezione giusta :)
titolo: spremute frizzanti e altro
ciao

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret