Arnold Ehret Italia

Questo forum è per postare le tue storie dei successi personali conseguiti con la Dieta Senza Muco. Ogni mi9glioramento che tu possa avere per quanto piccolo sia, puoi inserirlo qui.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By swami863
#61870
Stasera ho voglia di raccontarvi un pò come va dopo questi 2 intensissimi anni di transizione.
Non sono stati anni lineari, in discesa, ma d'altronde partivo da un fondo che neanche io immaginavo fosse tale.
Come ho già condiviso, ho sofferto di disturbi alimentari, anoressia/bulimia: ho girato talmente tanti medici nella mia vita che 2 anni fa quando mi sono affacciata a questo forum, l'ho fatto col marchio addossi di "malata".
Il mio approccio col cibo era SOLO mentale, nescun ascolto del corpo, nessun istinto, molta compulsione verso cibi"proibiti", molte ossessioni.
Per fortuna era anche rimasta dentro di me una parte sana, intoccabile, che nessun Ospedale era riuscito a zittire.
Quando lessi il libro e le vostre condivisioni, mi si accese una luce dentro: cominciai a sentire una gioia esplosiva, probabilmente in quel momento la mia anima stava facendo le capriole dentro di me, pazza di felicità, per aver ritrovato la strada!! :P
I primi mesi furono i più facili:si, ebbi qualche disturbo fisico, ma la lucidità, la leggerezza mentale che provavo mi rendevano tutto affrontabile.
E così spinsi troppo l'accelleratore: dopo 3 mesi facevo già pasti di sola frutta, magari solo datteri o frutta acida, che oggi ho capito essere potentissimi su di me.
Il mio corpo iniziò a dimagrire, scesi a 38 kg,, i capelli si diradarono, iniziai a entrare in confusione: emotivamente stavo bene, meglio di prima, ma non mi sentivo forte, ero in crisi col mio corpo, in crisi con gli altri che si interrogavano su cosa mi stesse succedendo.
Divenni divisa a metà: non volevo mollare del tutto (la mia FEDE in questo percorso era totale!), ma non avevo fiducia nella mia capacità di gestire questi passaggi.
Per un periodo contaminai Ehret con i vecchi cibi, il Forum con il mio medico dell'Ospedale....insomma fu difficile, che confusione...
Eppure, anche nei giorni più neri la mia giornata si concludeva con una capatina qui tra voi... :P

E sono andata avanti ...nonostante questa fase da gambero!!
E' stata preziosa, perchè mi ha rafforzata e mi ha permesso di guardare tante cose di me: la mia insicurezza, il mio dipendere dal giudizio altrui, la mia dipendenza dal cibo...ma anche la mia voglia di tornare sana.

Oggi ogni giorno di più mi sento....INTERA: è una sensazione difficile d da spiegare, sento che non cè più quella frattura dentro, mi sento leggera, libera!!
Cammino per la strada e mi sorprendo spesso a sorridere, felice di esserci, di sentirmi viva!!
Mi sento a contatto con me stessa, lucida!!
Sto trovando il mio passo, la mia transizione fatta di frutta, verdure, cereali integrali, semi, germogli...ho scoperto tanti cibi nuovi per me, cucino con calma cose che mi piacciono...ho rallentato tutta la mia vita e d è bellissimo!
Tengo spesso le finestre di casa aperte, ho voglia di aria pulita, cose semplici, persone spontanee intorno a me.
E soprattutto HO RIPRESO A RESPIRARE!!!
Il mio respiro corto, spesso in apnea, oggi è sostituito da un respiro più profondo, mi viene così....10 anni di yoga non c'erano riusciti :wink:

Scusate la lunghezza, ma è importante per me dirvi queste cose, perchè con emozione grazie a voi, al vostro sostegno e alle vostre esperienze ho recuperato la voglia di spendere bene la mia vita :P :D

Di cuore grazie.

Ale[/quote]
Avatar utente
By zuyra
#61891
GRANDE Ale!!!!!

veramente, so perfettamente di cosa parli... e so quanto sia difficile un buon controllo e soprattutto non eccedere sia in un senso che nell'altro.
io ho cominciato da solo un mese con lo stesso entusiasmo spero di sapermi regolare.
quindi ottimo per i tuoi risultati.
spero che tra 2 anni anche io possa dire le stesse cose.
una curiositàadesso quanto pesi?
Avatar utente
By mauropud
#61893
Complimenti Ale,
continua cosi': non strafare e fai un passetto alla volta.

Chi va piano va sano e va lontano. :D
Avatar utente
By swami863
#61895
..piccoli passi perseveranti, hai ragione Mauro :)

Non pensavo il cibo avesse un'influenza così grande sul nostro essere: come scrive Ehret nessuna cura spirituale o psicologica può funzionare in un corpo intossicato e malato.
Avevo fatto vari percorsi, provato agopuntura, tecniche new age,
bioenergetica...insomma mille storie con cui mi comprerei oggi la macchina nuova se avessi risparmiato quei soldi :cry:
Sembravo impermeabile a tutto!
E' semplicistico scrivere: ho trovato Ehret e Oplà! tutto risolto!
No, ho avuto ancora per mesi ricadute che però si sono diradate, voglie che si sono allontanate.
I desideri di cibo si sono prima spostati verso cibi più sani, magari che so, olive o pomodori secchi che mangiavo in quantità, poi sono scomparsi anche quelli.

Ci sono ancora giorni meno facili, in cui mangio di più e non è fame: ma un canto è mangiarmi più frutta del previsto, un altro è entrare in una focacceria senza pensare al dopo.
Ecco, oggi questo percorso mi sta regalando "la consapevolezza del dopo": penso a come mi sentirò stordita, dolorante, senza forze dopo queste ricadute (non so come chiamarle) e questo rinforza la mia volontà e la mia voglia di stare bene.
...in quei giorni vi leggo di più....anche voi mi aiutate tanto! :wink:

Ale

P.S. il mio peso oggi è 41 kg per 1,58. Sono minutissima, di famiglia, al massimo ho sfiorato i 42 kg. Ma mi rivedo carina, mi sento bene, lascio che il mio peso si assesti da solo, chissà.... :P
Avatar utente
By daleo
#61902
Si sente che sei sulla buona strada. Oggigiorno riuscire a rallentare, come dici tu, lo vedo come un grande risultato. Buon proseguimento e non perdiamoci di vista.
Avatar utente
By Cymba
#61974
Complimentissimi ale! :)

swami863 ha scritto:Cammino per la strada e mi sorprendo spesso a sorridere, felice di esserci, di sentirmi viva!!

Tengo spesso le finestre di casa aperte, ho voglia di aria pulita, cose semplici, persone spontanee intorno a me.


queste sono cose che capitano anche a me sai, dopo soli 9 mesi circa di transizione... magari non sempre sorrido e sono felice, ci sono i giorni di maggiore stress o di crisi eliminativa che mi fanno un po' disperare, ma sempre più spesso sento anch'io questa maggiore consapevolezza di me e delle necessità del mio corpo...
sopporto sempre meno le finestre chiuse, sia a casa che in ufficio, e cerco sempre di più l'aria aperta, le camminate, lo stare fuori nella natura e soffro della qualità indecente dell'aria che purtroppo al giorno d'oggi è la norma... non mi ero mai resa conto come ora, che forse sono più pulita "dentro", di come sia sporco anche il nostro "fuori"... vorrei vivere a 3000 metri per respirare sempre aria pulita :? non sopporto più veleni di qualsiasi tipo, e quando cammino per strada vicino al traffico, vorrei poter trattenere il respiro per non intossicarmi :evil: purtroppo non è possibile...

per il peso ho smesso anch'io di preoccuparmi, e come fai tu (ti prendo sempre a esempio...) magari rallento con la frutta e integro con più cose poco mucose, e con succhi di verdura fresca se proprio non riesco a masticarne molta...

ti volevo chiedere: hai ancora delle crisi, e di che tipo? per esempio hai delle emicranie, delle nausee, dei gonfiori intestinali, aerofagia, sfoghi cutanei o quant'altro? per capire dopo due anni come si è messi, anche se lo so che ognuno è diverso e ha un percorso a sè a seconda del grado e tipo di intossicazione da cui parte, questo è ovvio :wink:
Avatar utente
By swami863
#61991
Sai Cymba, i miei 2 anni hanno visto diversi inciampi soprattutto il primo anno: almeno ogni 3/4 settimane troppo rigide cadevo in vere abbuffate, magari solo un pasto che ancora oggi devo capire se era fame o il ricordo/abitudine verso i carboidrati.
E' chiaro che queste zoppicature hanno rallentato il mio percorso di guarigione.

Eppure i risultati li ho visti lo stesso, dentro e fuori, la transizione va avanti comunque, l'importante è non indugiarci troppo dentro: un pasto ogni tanto lo argini il giorno dopo con un bel digiuno, un clistere, una limonata calda...per quanto sia meglio non caderci :cry:

Oggi mi conosco di più, quando so di aver esagerato con la frutta rallento prima che arrivino certi sintomi, soprattutto il mal di testa, che in effetti non ho più avuto.
Tieni conto che però faccio molto più di rado pranzi a sola frutta, cerco di mangiare più verdure con una fettina di segale tostato, la transizione sarà più lunga ma io sto così bene! :P

Sarà più dura d'estate, perchè il richiamo della frutta è più forte, ma nel frattempo anche la nostra tolleranza è maggiore, anzi è il corpo che la cerca!!

Altri sintomi tipo perdita capelli, crampo al polpaccio, tutti risolti rallentando, anche l'emotività è più stabile: solo frutta e verdura posso farlo per un giorno, ma di più per ora sento che sarebbe forzato.

E poi nel mio caso non funziona mangiare troppo a ruota libera quando ho fame, mi porta un disordine e una fame che non sazio più.
Cerco di programmare pasti, orari senza essere inflessibile ma dandomi un minimo di regole: solo 2 pasti per ora è poco, non mangio tantissimo a pasto, quindi faccio spesso una colazione di frutta verso le 9.30/10 e della frutta essiccata vero le 18.00 quando esco dall'ufficio, una cadenza che sta funzionando per me.

Anch'io ti leggo sempre con piacere e stai andando alla grande!! :wink:
Avatar utente
By swami863
#61992
Sai Cymba, i miei 2 anni hanno visto diversi inciampi soprattutto il primo anno: almeno ogni 3/4 settimane troppo rigide cadevo in vere abbuffate, magari solo un pasto che ancora oggi devo capire se era fame o il ricordo/abitudine verso i carboidrati.
E' chiaro che queste zoppicature hanno rallentato il mio percorso di guarigione.

Eppure i risultati li ho visti lo stesso, dentro e fuori, la transizione va avanti comunque, l'importante è non indugiarci troppo dentro: un pasto ogni tanto lo argini il giorno dopo con un bel digiuno, un clistere, una limonata calda...per quanto sia meglio non caderci :cry:

Oggi mi conosco di più, quando so di aver esagerato con la frutta rallento prima che arrivino certi sintomi, soprattutto il mal di testa, che in effetti non ho più avuto.
Tieni conto che però faccio molto più di rado pranzi a sola frutta, cerco di mangiare più verdure con una fettina di segale tostato, la transizione sarà più lunga ma io sto così bene! :P

Sarà più dura d'estate, perchè il richiamo della frutta è più forte, ma nel frattempo anche la nostra tolleranza è maggiore, anzi è il corpo che la cerca!!

Altri sintomi tipo perdita capelli, crampo al polpaccio, tutti risolti rallentando, anche l'emotività è più stabile: solo frutta e verdura posso farlo per un giorno, ma di più per ora sento che sarebbe forzato.

E poi nel mio caso non funziona mangiare troppo a ruota libera quando ho fame, mi porta un disordine e una fame che non sazio più.
Cerco di programmare pasti, orari senza essere inflessibile ma dandomi un minimo di regole: solo 2 pasti per ora è poco, non mangio tantissimo a pasto, quindi faccio spesso una colazione di frutta verso le 9.30/10 e della frutta essiccata vero le 18.00 quando esco dall'ufficio, una cadenza che sta funzionando per me.

Anch'io ti leggo sempre con piacere e stai andando alla grande!! :wink:
Avatar utente
By Cymba
#61995
anch'io faccio 4 pasti come te, frutta a metà mattina, pranzo, frutta a merenda e cena... non faccio mai digiuni, a parte la non colazione... tu ne fai? se sì, di quanti giorni? noti che ti portano benefici? ho paura che per me siano troppo aggressivi...
tu l'idrocolon l'hai mai fatta? io non ancora, sto cercando un posto dove poterla fare, ho come l'impressione che sarebbe un salto di qualità, dopo nove mesi di clisteri andati comunque a buon fine...
scusa le mille domande :)
Avatar utente
By swami863
#61996
Digiuni ne ho fatti ma al massimio di 24 ore e soprattutto nel primo anno.

Ora ne sento meno il bisogno: vedi Cymba per me è fin troppo facile TOGLIERE il cibo che non nutrirmi con buon senso, quindi devo stare un pò attenta.
I primi tempi facevo pasti tutti molto lassativi, peccato mi sia ritrovata dopo mesi non dico denutrita, ma insomma avevo esagerato.

Oggi quindi cerco di lavorare più nella direzione dell'assimilazione, della mineralizzazione, sento di aver bisogno di questo :wink:

Se mangio la pizza, al massimo il pasto successivo lo salto o lo sostituisco con del succo o un frullato...di più per ora non faccio.
Ho trovato un ritmo che sta funzionando, me lo godo un pò prima di inserire ulteriori scalini :P
Avatar utente
By flib
#61997
I nostri percorsi sono come le montagne russe :)

Comunque, a prescindere dal percorso tortuoso, ci sono sempre dei miglioramenti e l'obiettivo della "salute superiore" diventa sempre più vicino.

Mi riconosco spesso in queste storie di alti e bassi, di abbuffate seguite da piccoli digiuni. Mi capita ancora adesso, dopo 3 anni di transizione.

Devo dire che trovo molto facile digiunare, piuttosto che mangiare poco.

Ho preso l'abitudine da qualche mese a questa parte a farmi un succo di frutta/verdura al mattino verso le 7.00. Questo mi permette di assumere il succo senza sconvolgere la mia "vita sociale" perchè cenare con il succo mi toglierebbe il momento della cena serale con mia moglie che non segue il percorso ehretista, purtroppo.

Con il succo al mattino (circa 1 litro) arrivo a pranzo senza fame, spesso quindi salto il pasto fino a cena verso le 20.00/20.30 quando mangio l'insalatona mista.
Questo ritmo dei due pasti giorno (uno solido ed uno liquido) a distanza di
12 ore lo reggo bene anche per qualche giorno di fila.

Poi però capita di mangiare della frutta durante il giorno e lì partono le abbuffate. Anche oggi mi era venuta voglia di fragole e alle 13.00 mi sono mangiato un chilo di fragole belle dolci e succose (ma non bio, purtroppo). Non mi sono bastate ed ho mangiato anche 7 banane (bio). Nonostante questo mangerei ancora,ma mi sono imposto uno stop e sto cercando di resistere. Ho pensato di scrivere perchè scrivendo mi convinco meglio :wink:

Comunque "freghiamocene", cerchiamo di stare bene anche psicologicamente perchè le rinunce alla voglia di cibo possono essere più deleterie del cibo stesso.

Il percorso lo conosciamo, sappiamo quali sono i cibi corretti, se impiegheremo un anno o dieci non importa.
Ho finito di leggere anche gli ultimi due libri di Ehret e mi sono rimaste impresse alcune sue affermazioni sul fatto di aver mangiato alimenti "non consoni" dopo due anni di alimentazione senza muco e digiuni.
Le tossine e il muco derivanti da sporadici pasti mucosi potranno essere sicuramente ben sopportati da un corpo pulito.

L'unico vincolo che mi sono imposto e di non mangiare parti di animali ed evitare derivati quali latticini e uova.

Per il resto, viva la Transizione :D
Avatar utente
By swami863
#62006
Sai Flib che sto anche mettendo a fuoco che molti che fanno i nostri percorsi, soprattutto i primi anni si concedevano di MANGIARE TANTO!!!
Cibi giusti, ma magari con meno "perfezione" dei 2 pasti al giorno e comunque davvero fino a sazietà, prevenendo così le voglie strane.

Per quanto mi riguarda a questo proposito, da salame quale sono, mi sento in colpa a mangiare tanto! :oops:
Non so se qualcun altro l'ha mai provato, ma è un senso di disagio che proviene da chissà quali condizionamenti...oltre che dalla paura di spendere troppo in un momento in cui devo stare non solo attenta, di più!! :wink:

Insomma quando mi capita di sentire che HO FAME ancora, che ho bisogno di mangiare ancora, sento crescere in contemporanea un disagio dentro...un sentire che non va bene...mi vergogno un pò ad ammetterlo, ma se non lo tiro fuori qui con chi ne parlo?

L'altra sera mangiavo un'insalatona con un'amica e lei mi fa notare che non sa come faccio a mangiare tutta quella verdura: tra me pensavo che a casa me la sarei fatta ben più grande...ma dall'altra ecco che la freccia mi aveva colpita: senso di stranezza rispetto agli altri, sempre lui, uff!

Vabbè ragazzi anche questo passaa e va già meglio di prima...i risultati mi daranno sempre più forza...e poi, prima o poi qui a Torino mi capiterà la gioia di mangiare con qualcuno di voi, no?
Due marziani insieme, dai! :P :P

Alessandra
Avatar utente
By mauropud
#62023
swami863 ha scritto:senso di stranezza rispetto agli altri, sempre lui, uff!


Non sei tu che sei diversa: sono gli altri che sono tutti uguali! :-D
(Pirandello credo)

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

La panoramica di Ienk

Mi dici prima che il canino con la formazione è il[…]

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Libri di Arnold Ehret