Arnold Ehret Italia

Orgone e orgonite (aiutatemi a trovare una descrizione migliore...)

Moderatore: luciano

#61873
Nei tutorial su youtube vedo che tutti usano le resine con fin troppa disinvoltura e spavalderia: sono vapori tossici e polveri sottili che annullano l'effetto benefico che dovrebbe avere l'uso dell'orgonite e vanificano tutto il lavoro di buona salute che facciamo attraverso una sana alimentazione.

Sono al terzo lavoro con la realizzazione dell'orgonite e credo che fra tutti è assolutamente necessario un post per la tutela della nostra salute. Trattiamo prodotti chimici altamente tossici in fase di lavorazione e polveri sottili facilmente respirabili ed introducibili nel nostro corpo.
E' vero che fare orgonite è una operazione semplice, tuttavia nel corredo c'e' da mettere dentro:
1) Maschera per vernici e vapori organici. Io ho preso quella della 3M usa-tante-volte-e-getta (31 euri) e non passa un atomo di odore di nulla
2) Mascherina trasparente antischizzo negli occhi (ci stanno comodamente dentro gli occhiali da vista)
3) Guanti in lattice ma non quelli ipersottili
4) una tutina usa e getta integrale (costa tipo 1.5 euro)
5) Parascarpe
6) Una cuffietta per i capelli, vanno bene quelle usa e getta da doccia
7) Un rotolone all'occorrenza
8 ) Un sacchetto abbastanza ermetico (da "regalare" all'amico farmacista per smaltirlo come rifiuti tossici pericolosi)
9) Dopo aver ripulito e riposto tutto, fare una bella doccia.

- A lavoro ultimato e orgoniti ben secche useremo una carta abrasiva bagnabile per evitare il pulviscolo sottile che si sparge per l'aria e che resta nella carta abrasiva volando dappertutto.

- Lasciare 48 ore all'aperto le orgoniti di uso domestico e personale

Queste sono le norme di sicurezza che mi sono data. Ve le ho scritte per chi vuole condividerle/ampliarle.
#61874
Aleth ha scritto:Nei tutorial su youtube vedo che tutti usano le resine con fin troppa disinvoltura e spavalderia: sono vapori tossici e polveri sottili che annullano l'effetto benefico che dovrebbe avere l'uso dell'orgonite e vanificano tutto il lavoro di buona salute che facciamo attraverso una sana alimentazione.

- Lasciare 48 ore all'aperto le orgoniti di uso domestico e personale

Queste sono le norme di sicurezza che mi sono data. Ve le ho scritte per chi vuole condividerle/ampliarle.


ottima lista di consigli, ho usato mascherina con 2 filtri in carta per irrorazione pesticidi, occhiali e guanti leggeri da giardinaggio...
concordo sulle 48 ore...
mentre le piccole e medie TB dopo 12 ore al sole sono già totalmente prive di odore, i coni invece rilasciano ancora un lievissimo sentore... avendoli fatti stamane, per stanotte e domani li lascio sul davanzale, che tanto lavorano uguale... :wink:
Avatar utente
By Aleth
#61908
Forse è meglio aspettare anche 4, 5 giorni. Le mie ancora emanano un odore tossico. Debole ma c'e'.
Domando a chi ne sa di più, se è meglio tenere i TB al sole, all'ombra, in acqua... ?
Avatar utente
By aran
#61911
Mi pare una buona idea dare delle dritte sulla fabbricazione dell'orgonite.

Personalmente, l'ho sempre fatta all'aperto, in un luogo ventilato, ed ho sempre usato una mascherina e dei guanti, senza preoccuparmi troppo delle scarpe del resto, ma semplicemente facendo attenzione.

Purtroppo, la resina non catalizzata è tossica, quindi la protezione è importante.

Al contrario, quando la resina è ben catalizzata, l'orgonite non emana odori e, soprattutto, non è tossica in nessun modo, specialmente al contatto. Io maneggio abitualmente un TB vecchio di sei anni e posso dire di non aver avuto mai alcun fastidio dopo averlo toccato, né ho mai letto questa cosa.

Maneggio orgonite da anni e ne ho ben donde per affermare ciò.

Aleth, se l'orgonite puzza ancora un po' dopo averla fatta significa che la catalizzazione non è terminata. Basta mettere l'orgonite all'aperto e, dopo che tutta la reazione sarà ultimata, l'odore sparisce per sempre.

Proprio ieri ho fatto un disco, ma non sono stato molto attento a girare la resina bene prima di versare, quindi ho notato che, nonostante il disco sia venuto via dallo stampo, sapeva ancora un po' di resina. L'ho lasciato al sole e dopo qualche ora la resina era perfettamente cristallizzata e dell'odore non vi era più traccia.

La catalizzazione è un processo che serve a far cristallizzare la resina. A volte però il catalizzatore che mettiamo non è sufficiente o, magari, come è accaduto a me, non giriamo a dovere, per questo bisogna aspettare un po' affinché la resina si cristallizzi, anche se è venuta già via dallo stampo.

Penso sia importante dare le informazioni corrette, soprattutto se basate sull'esperienza.
Avatar utente
By Aleth
#61914
infatti hai dalla tua l'esperienza e ti sono grata per la condivisione che fai :-)
Quindi io credo che avrei dovuto mettere un pelino più catalizzatore.
Avatar utente
By ricky66
#62056
stasera facendo la mia seconda infornata di orgoniti , 1,5 kg di resina + trucioli a saturare, per 3 coni, 9 muffins, e 25 minimuffins...
ebbene, al posto degli occhiali protettivi trasparenti, che lasciano comunque passare i vapori negli occhi irritandoli, ho usato la...maschera da sub! :lol:

fantastica, sigilla alla perfezione e si vede meglio, senza distorsioni.

certo che , maschera sub+ maschera a filtri sulla bocca,...ero davvero carino!! :lol: :lol:

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret