Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By Stefano975
#61897
Come detto qualche giorno fa, mi è arrivato primo libro di Ehret, sto facendo il digiuno diagnostico, ed a parte un po' di male alle ginocchia sicuramente dovute alla 12 ore in piedi tutto bene.

Volevo pero iniziare altro discorso, i bambini!
Ho un figlio di 4 anni che fortunatamente è intollerante al latte vaccino, ed a altri cibi piu o meno importanti, ma non alla frutta di cui va ghiotto. È in atto una diatriba continua tra me e mamma, per lei è sfortunato a non poter mangiare certe cose per me è fortunato, immaginate un po' voi scontrarsi continuamente per le abitudini alimentari. Di nuovo FORTUNATAMENTE il bimbo mi ascolta, non si sente differente mentre gli altri si strafogato di ciò che lui non puo mangiare, anzi ha capito che è un privilegio, mangia molta frutta, ( qualche mese fa siamo stati all'ospedale, con dei dolori al basso ventre, alla fine era un intasamento di feci dure, la mamma un po' ha capito che certi cibi li deve evitare ) da qui anche lui ha capito che si deve riguardare e fare attenzione a ciò che mangia. L'ho credo edcato bene, ( non perché sia mio figlio ma vedo in lui alcune cose che gli altri bimbi non hanno ) ma i pericoli sono sempre in agguato, figuratevi che in nostra assenza i suoceri gli hanno grattato grana nel piatto contro il suo volere, per paura di farlo sentire differente!!! A parte che lui non si sente differente c.....i che nn siete altro se questa è la vostra paura per un giorno saltate il formaggio!!! Questa frase è identica a ciò che ho detto con i suoceri, un investimento inestimabile, da allora non mi parlano piu.

Tutto questo per chiedervi come fate con i bambini?

L'alimentazione di mio figlio riveste un ruolo importante per me, quindi come fare, il resto del mondo a partire dai nonni sono pronti a giudicarti per come li nutri, a sentenziare, e non puoi ne convincer tutti ne lottare con tutti.
Dobbiamo lasciare che si avvelenino per poi insegnare a disintossicarsi da grandi.

Insomma come avrete capito è un argomento che mi tocca molto, piu della mia stessa salute, vorrei i vostri pareri, come la pensate, cosa effettivamente fate con i bambini.

Grazie

Stefano
By kurotaisen
#61899
avessi della discendenza lo tratterei esattamente come stai facendo tu... intolleranze o meno, per i miei pargoli vorrei donare come prima eredità un'alimentazione scevra di preconcetti maturati da anni di suicidio conviviale..
^__^
Avatar utente
By zuyra
#61985
Capisco la lotta continua......
ma in fin dei conti il figlio è tuo e sei quello che lo frequenta di più (per sua fortuna)
quindi al di là di quello che possono dire gli altri continua cosi e soprattutto guida tuo figlio verso la direzione che desideri sempre attraverso la comunicazione e facendo si che in primo luogo abbia la comprensione di quello che deve fare e il perchè,solo cosi avrai sicuramente successo con lui e nessuno, in futuro, potrà mai sopprimere abbastansa ciò in cui lui stesso crede e fa, se lui ne è convinto di suo,e niente gli è stato imposto,sarai a cavallo.
Vincerete voi e gli altri o si adeguano o.......decidi un pò tu!

Quello che ti suggerisco comunque è di non cercare di contrastare o lottare contro o spiegare troppo agli altri.
ma fai il più serenamente possibile quello che vuoi per te e tuo figlio senza doverti mai giustificare.
Fallo e basta.
Non serve a niente cercare di CONVINCERE, se vogliono lo capiranno da soli e se realmente sono in grado di capire le tue intensioni saranno loro a richiedere informazioni più dettagliate,solo allora puoi SPIEGARE qualcosa,e soprirai allora che possono ascoltare senza invalidare tutto per partito preso.

Tuo figlio si è scelto un buon padre,fai si che continui ad ascoltarti.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret