Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Bruschino
#4645
Qualcuno potrebbe aiutarmi nel capire meglio se l'epilessia nei bambini possa esser causata da un danno alimentare, come una grave intolleranza ai cibi veleno somministrati inconsapevolmente dai genitori e quali speranze potrebbe avere una bambina di nome (metto un nome di fantasia) Cristina di tre anni, affetta da epilessia?

Ultimamente gli attacchi epilettici si verificano più spesso del solito. La bimba, va praticamente in catalessi senza che si evidenzino dunque i classici sintomi di un attacco epilettico.
Purtroppo non ricordo bene il nome del farmaco micidiale che la povera bimba sta assumendo per "curare" l'epilessia, oltre il Valium (avete capito bene, Valium che i medici criminali arrivano a prescrivere a queste povere creature).
In America sono state proposte già da moltissimo tempo, la dieta chetogenica e la dieta Atkins, con una significativa riduzione degli attacchi se non addirittura la scomparsa degli stessi, in alcune forme di epilessia, attraverso un'altissima percentuale di assunzione nella dieta, di grassi polinsaturi.

La dieta di Ehret potrebbe risolvere questo gravissimo disturbo?
Avatar utente
By arca
#4657
Nella maggior parte dei casi l'epilessia ritengo sia una conseguenza della condizione e dello stile di vita del genitore sin da prima del concepimento.
Veleni e specialmente METALLI TOSSICI (per questo si suggerisce terapia chetonica) accumulati nel corpo della madre, vengono scaricati nel feto ed in genere, a causa di un forte turbamento emozionale vissuto dal bambino, si manifesta il sintomo la prima volta e poi via così più o meno frequentemente.
Per maggiore informazione e per chiarirti le idee, puoi meglio leggere:

>>> LA SALUTE ATTRAVERSO L'ELIMINAZIONE DELLE SCORIE <<<

E' una classica malattia da avvelenamento (in passato ho letto di molti punti di vista anche scientifici su ciò) che va seguita con molta scrupolosità ed attenzione da parte di persone competenti; non si scherza con le manifestazioni cerebrali dove c'è anche perdita di coscienza, almeno questo è il mio punto di vista.
L'uso di quei prodotti tipo il valium è certamente terribile; sono d'accordo con te :evil:
Avatar utente
By Bruschino
#4658
A dire il vero la madre mi ha riferito che anche il figlio primogenito in passato ha sofferto di epilesia ma che tuttavia negli ultimi anni (ormai ne ha 14 anni) non ne ha più sofferto. E' possibile che questo disturbo possa anche scomparire con l'arrivo della pubertà?

Grazie per la risposta e dei suggerimenti.
Avatar utente
By arca
#4659
Tutto è possibile.
Avatar utente
By luciano
#4667
Con epilessia si da nome a dei sintomi, in particolare di spasmi nervosi che sono il risultato di una eccessiva tossiemia e denutrizione del sistema nervoso. Molte volte è causato dalla presenza di vermi nel colon.

Con l'idrocolonterapia, dopo molte sedute intraprese da "soggetti epilettici" sono uscite masse di vermi e batteri.

Succhi centrifugati di carote e spinaci aiutano.

Il problema è che questi vermi di solito prendono sede nell'intestino cieco, all'inizio del colon, ed è difficile stanarli, ma non impossibile.

Persone a cui è stata rimossa l'appendice possono avere vermi annidati nel cieco, anche se non necessariamente devono avere crisi epilettiche per confermarlo.
Avatar utente
By Bruschino
#4669
Oltre a restare ammutolito dinnanzi a queste sconvolgenti notizie, mi sorge la solita inutile domanda di rito: perchè motivo i medici non prendono in considerazione questi fatti? La scienza è cieca proprio come l'intestino cieco.

In merito a questo discorso (ora l'epilessia non c'entra nulla), lavorando a contatto col pubblico, mi capita spesso di scoprire che l'alito di molte persone è cattivo e quello di altre no. Questo ha a che fare ovviamente con le loro condizioni del loro intestino (putrefazione, batteri, feci ecc..)?

Mi sono accorto anche che i bambini spesso hanno un alito cattivo. E' l'alitosi un segnale della loro pessima condizione intestinale causata da cattive abitudini alimetari (le mense scolastiche non sono meno peggio di quello che spesso mangiano a casa)?

Mi domando anche, quando tra la gente si potrà finalmente rendere pratica comune, come lavarsi i denti e farsi le solite pulizie corporee generali, anche la pulizia o il lavaggio intestinale, visto che di cambiare abitudini alimentari è un'utopia?

Guardate che, quello del lavaggio intestinale, seppur resta a noi un discorso facilmente comprensibile, tuttavia rimane pur sempre sconvolgente, vista la sua vitale importanza ma, più sconvolgente e scioccante ancora, resta il fatto che nessuno (noi esclusi) abbia mai preso coscienza di questo fatto.
Ci si lava fuori, perchè ci si prende cura di ciò che si vede tutti i giorni davanti allo specchio e di ciò che i nostri occhi ci permettono di vedere, ma non ci si preoccupa della pulizia interiore poichè, come dice il detto: occhio non vede, cuore non duole.
Avatar utente
By luciano
#4671
Bruschino ha scritto:Oltre a restare ammutolito dinnanzi a queste sconvolgenti notizie, mi sorge la solita inutile domanda di rito: perchè motivo i medici non prendono in considerazione questi fatti? La scienza è cieca proprio come l'intestino cieco.

Perché il sistema medico è connesso con le case farmaceutiche e inteso a fare dei prescrittori di farmaci, non delle persone consapevoli.

Bruschino ha scritto:In merito a questo discorso (ora l'epilessia non c'entra nulla), lavorando a contatto col pubblico, mi capita spesso di scoprire che l'alito di molte persone è cattivo e quello di altre no. Questo ha a che fare ovviamente con le loro condizioni del loro intestino (putrefazione, batteri, feci ecc..)?


Si è così. L'altra possibilità e che uno stia facendo un digiuno molto stretto e il suo alito può essere pestilenziale. Se non è così, si tratta della prima possibilità.

Bruschino ha scritto:Mi sono accorto anche che i bambini spesso hanno un alito cattivo. E' l'alitosi un segnale della loro pessima condizione intestinale causata da cattive abitudini alimetari (le mense scolastiche non sono meno peggio di quello che spesso mangiano a casa)?


E' esatto, i bambini sono vittime della cattiva alimentazione impostata dalla cultura onnivora, aggravata dal junk food (macdonald's, ecc).

Bruschino ha scritto:Mi domando anche, quando tra la gente si potrà finalmente rendere pratica comune, come lavarsi i denti e farsi le solite pulizie corporee generali, anche la pulizia o il lavaggio intestinale, visto che di cambiare abitudini alimentari è un'utopia?

Guardate che, quello del lavaggio intestinale, seppur resta a noi un discorso facilmente comprensibile, tuttavia rimane pur sempre sconvolgente, vista la sua vitale importanza ma, più sconvolgente e scioccante ancora, resta il fatto che nessuno (noi esclusi) abbia mai preso coscienza di questo fatto.


Una volta il clistere era un rimedio in voga e le madri quando vedevano un bambino un po smorto e pallido in viso tiravano fuori subito la peretta e risolvevano subito la faccenda.

I produttori di lassativi hanno inviato i loro propagandisti (chiamati informatori farmaceutici, per indottrinare i medici che il clistere era una pratica obsoleta e assuefacente e invitandoli a promuovere i lassativi, con premi di varia natura.

La cultura del tutto pronto e facile e pulito ha distaccato sempre più le persone da "certe pratiche" sgradevoli. Inoltre essendo l'ano vicino agli organi genitali, in questa era equivoca, ha reso un tabù imbarazzante infilarci qualcosa, che sia una peretta o una supposta, anche se per pratiche salutistiche, suscitando dei sorrisini allusori verso chi ne parla.

Tutto questo ha fatto decadere l'uso del clistere.

Se questa cultura non viene riportata a un livello più elevato della stupidità goliardica e triviale, la pulizia intestinale come pratica comune resterà un'utopia.
Avatar utente
By luciano
#4673
luciano ha scritto:Con epilessia si da nome a dei sintomi, in particolare di spasmi nervosi che sono il risultato di una eccessiva tossiemia e denutrizione del sistema nervoso. Molte volte è causato dalla presenza di vermi nel colon.
Dimenticavo di dire che il mercurio e altri metalli pesanti, sia ereditati dalla madre che quelli "freschi" della prima vaccinazione possono causare l'epilessia, oltre a danni permanenti.

Vedi questa strage promossa dall'unicef:
http://www.promiseland.it/view.php?id=499

e questo articolo:

Bambino rovinato dai vaccini Scarica documento PDF stampabile
Avatar utente
By Bruschino
#4674
Tempo fa mi vaccinai anche io contro il virus dell'epatite B ("..essendo diabetico - mi dissero - conviene vaccinarti..") ma il risultato fu che il vaccino non attechì.

Che tristezza e che orrore vedere quelle immagini di quel povero bimbo.. che vita passerà, come si sentirà lui adesso, dopo che gli hanno portato via la gioia di vivere, somministrandogli un veleno micidiale che lo ha condannato per sempre ad un tremendo atroce destino? Chi riparerà anche solo in parte quello che gli hanno fatto?

Da poco è uscito il vaccino contro quel fastidioso disturbo chiamato iperidrosi, sudorazione eccessiva. Molto probabilmente presto dovremmo aspettarci persino l'invenzione di un vaccino contro lo starnuto e chissà quali altri ancora.

Per tornare al caso della bimba affetta da epilessia, penso che parlare alla madre di tutto questo e convincerla, sarà un impresa ardua. Tra breve la piccola sarà portata in una clinica specialistica per bambini affetti da epilessia. Che Dio l'aiuti.
Avatar utente
By luciano
#4678
Bruschino ha scritto:Da poco è uscito il vaccino contro quel fastidioso disturbo chiamato iperidrosi, sudorazione eccessiva. Molto probabilmente presto dovremmo aspettarci persino l'invenzione di un vaccino contro lo starnuto e chissà quali altri ancora.

Dato che la medicina sostiene la teoria dei germi, in pratica sostiene che dove c'è una malattia ci sono virus e batteri che la causano.

Forti di questo presupposto, le cause farmaceutiche stanno facendo vaccini per ogni tipo di virus che viene imputato di causare una determinata malattia.

Quindi stanno producendo vaccini per ogni malattia e disturbo, incluso quelle inesistenti.
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret