Arnold Ehret Italia

Un forum necessario in linea con il sistema di guarigione della dieta senza muco.

Moderatori: luciano, O.P.T

Regole del forum: Questo Forum serve per apprendere dati sulla bonifica dentale al fine di sapere poi cosa si vuole che il dentista faccia nella nostra bocca.
Non siamo un call center o un'agenzia che procura clienti ai dentisti.
La prima cosa da fare è leggere questo post, le regole del forum. E' obbligatorio leggerlo per non contravvenire le regole del forum, qualora venissero violate i tuoi post e infine il tuo account potrebbero venire cancellati. Il primo post che devi leggere è questo: Regolamento
#62408
Immagine

ARGOMENTO : "Cone Beam" (è una tomografia 3D con dose di raggi di circa 2-2,5 ortopanoramiche digitali 2D)

La novità assoluta viene dalla tomografia 3D dei denti ("Cone beam"). Da' un'esposizione ai raggi circa 100 volte inferiore a quella di una TAC.
Mediamente il costo dell'esame è di circa 140 euro per la singola arcata e di 220-240 euro per entrambe le arcate.

È necessaria una prescrizione del medico.

Il volume dell'osso scansito viene gestito con un programma CAD. Mentre invece la TAC arrivava stampata su pellicola, oppure arrivavano i singoli fotogrammi sotto forma di immagini archiviate su un CD. Non c'era la possibilità di valutare zona per zona a piacimento da ogni possibile angolazione.

Svantaggi? Il fatto che queste radiografie 3D ... contengono una massa di informazioni che ci vuole un può di tempo per andare ad individuare, possibilmente da parte di una persona che sa cosa sta cercando.
Probabilmente il decollo lento nell'uso di questa nuova tecnologia dipende da un minimo di curva di apprendimento che sarà necessaria all'odontoiatra per acquisire familiarità con il software CAD e quindi potersi andare a cercare le informazioni volute navigando nello spazio 3D rappresentato.
Altro svantaggio: non sono rilevabili le cosiddette "cavitazioni", ovvero zone anomale in cui a causa di stress precedenti ricresce osso molle.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine


fonti:
http://www.theendoblog.com/2011/09/cone-beam-cbct-to-use-or-not-to-use.html

http://odontoscan.com.br/eng/downloads/artigos/endodontic_aplications.pdf

http://www.dentaltwins.com/dentalchat/viewforum.php?f=5&start=75

Il Dr. Federico Ronchi (Milano) scrive:

Dentalscan é un programma che permette di prendere i dati acquisiti da una TAC cranica tradizionale (fette in senso longitudinale, come si usa per vedere il cervello) e ricostruire virtualmente le sezioni dei mascellari (che sono in senso verticale e seguono la forma dell'arcata.

La Cone Beam é una tecnica di acquisizione che "fotografa" ad ogni scatto una zona contenuta nella proiezione conica del raggio di acquisizione. Il volume viene ricostruito non a strati lineari bensì per interpolazione delle diverse proiezioni.
La grossa differenza di esposizione é anche dovuta al fatto che non vengono acquisiti tutti i voxel (pixel 3D).

Sui singoli modelli di Cone Beam a confronto vedi qua, ci sono 21 modelli:

http://www.conebeam.com/cbctchart

Conta che stiamo parlando di una tecnologia che esiste da 7-8 anni, in continua evoluzione ma mediamente già top performer per la sensibilità dei sensori.

QUI UN ALTRO ELENCO AGGIORNATO:

http://3dorthodontist.com/CBCT_Machines.html[/align]
Ultima modifica di acerra99 il 14 novembre 2013, 11:47, modificato 4 volte in totale.
#63787
Personalmente sono alle prese con un nuovo apparecchio sempre cone beam volumetrica (tomografo volumetrico cone beam VGI) che permette di indagare anche un solo sito, come la CBCT.....ma siamo agli inizi delle valutazioni e vi sapro' dire.....

A proposito di Cone bean o CBCT ho preso info dalla letteratura medica e sembra dimostrato che "almeno" 1/3 dei denti che in una ottima radiografia periapicale (già molto più precisa di una ortopanoramica ) non dimostrano infezione (noi la chiamiamo lesione apicale.....i pazienti generalmente "granuloma"...)....bhè, malmeno 1/3 di questi denti che appaiono "perfettamente devitalizzati" all'esame 3D con la CBCT risultano presentare lesioni.

Addirittura Carlos Estrela nel 2008 (J Endod 2008;34:273–279) su 1508 denti devitalizzati esaminati ha rilevato percentuali ancora superiori di denti che "sembravano perfettamente davitalizzati" nelle rx 2D e che si sono dimostrati invece con infezione nell'esame 3D.

La "cone beam" o CBCT più utilizzata in italia è la Kodak 9000 che peraltro è in uso in pochi studi dentistici, in quanto molto costosa.

SE l'operatore sa usare correttamante qs apparecchiatura si ottengono immagini 3d veramente eccellenti che permettono di indagare anche un solo dente....cosa che farebbe assolutamente al caso vostro, per quel che riguarda le lesioni periferiche sui denti devitalizzati, "invisibili" all' OPT ed alle rx endoorali anche di ottima qualità....

Per le "cavitazioni" che non ho ancora "capito bene", ma direi che potendo variare i valori Hunsfield di visualizzazione dell'esame si dovrebbe poter agevolmente vedere dove c'è osso iper o ipo denso nelle zone di vs interesse in modo da localizzare con maggior facilità la zona di Cavitazione.

Saluti.
#63789
dentista ha scritto:...per le "cavitazioni" che non ho ancora "capito bene"...


[YouTube]https://www.youtube.com/watch?v=CDqZj1npJ1I[/Youtube]

[align=left]Gli autori che ti possiamo consigliare di cercare sono i seguenti.
Thoma [1934], oro-patologo particolarmente famoso e fondatore della American Academy of Oral Pathology, fu uno dei primi a correlare l’osteonecrosi maxillo-facciale con vecchi siti di estrazioni dentali.

A partire dagli anni Novanta numerosi autori hanno affrontato questi temi, Bouquot e Daunderer in prima fila. Scrive Shankland [2002]: “Sebbene per decenni l’insegnamento universitario sia stato quello di raschiare bene l’alveolo dopo che è stata effettuata un’estrazione dentale, la pratica comune è tutta l’opposto. I dentisti così facendo lasciano cavitazioni nel 95% dei casi di estrazioni di denti infetti”.

Quella della degenerazione dell’osso adiacente ai denti (che coincide con il progredire dell’insufficienza vascolare dovuta a fenomeni infiammatori, tossici o infettivi), è una importante tappa verso la malattia e le intolleranze alimentari, in quanto diventa fortezza per temibili organismi anaerobici [Bouquot 1995].

E arriva inesorabile perché, anche senza scomodare i “progressi” ultimi dell’odontoiatria (l’uso del mercurio, la metodica delle devitalizzazioni, le estrazioni di denti infetti fatte male), uno stressore molto importante in questo discorso della degenerazione della salute dell’osso è quello dell’alimentazione sbagliata”.


L'intero articolo:
http://www.medicinenon.it/sui-denti[/align]
#74239
come si legge una Cone beam, qualcuno qui lo sa fare?
l'ho fatta la settimana scorsa, mi hanno rilasciato il cd e un referto... è molto affascinante, si entra nel programma e ci si può muovere all'interno della nostra bocca, ci sono le varie posizioni per le viste (sagittale, coronale, assiale) , che poi si possono anche salvare ed esportare, ma ho qualche difficoltà a destreggiarmi... mi piacerebbe molto poterla interpretare per analizzare a fondo la mia situazione..
il referto dice laconicamente che c'è "una rarefazione dell'osso in corrispondenza di granuloma sul VI superiore sinistro... niente altro da segnalare"... mi piacerebbe saperne di più, visto che ho altri devitalizzati e ponti sia sopra che sotto e anche due impianti sotto..

La mia Cone Beam è della Planmeca Promax 3D, il software è il Planmeca Romexis, sembrerebbe anche facile da usare, ma io non so bene dove posizionarmi per avere delle viste utili da stampare.
#74242
Cymba ha scritto:come si legge una Cone beam, qualcuno qui lo sa fare?

[font=Lucida Console]Perche' uso la 3D? Effetti focali di lesioni dentali. 45 Esempi.[/font]
[Youtube]https://www.youtube.com/watch?v=AS__1pQfA00[/Youtube]

[align=left]Ci sono tanti Software diversi. Quasi per ogni marca c'e' un Software diverso. Diversi sono i Software, ma simili. Con un po' di Fantasia e tanta voglia, ognuno puo' iniziare a capirci qualcosa, soprattutto dopo che ha visto questo Video.

Per chi sta in Piemonte, gli consiglio di andarsi a fare la 3D Cone Beam allo Studio Barile, cosi' poi si ha una descrizione particolareggiata delle possibili problematiche. Allo stesso modo, Ronchi ti fa anche degli screenshot e te li manda a casa via Email quando vai da lui a fare la 3D Cone Beam. Ha dedicato veramente molto tempo alla sua nuova apparecchiatura.[/align]
#74304
Sono riuscita a salvare qualcosa! è abbastanza divertente... :D

sono le immagini relative al famigerato VI superiore con granuloma... poi ho salvato anche qualcosa del lato destro, dove ci sono i due impianti dell'arcata inferiore

posizionarsi è abbastanza facile, il problema è interpretare quello che si vede...

qualcuno mi sa dire qualcosa?

http://imageshack.com/a/img9/7716/3iku.jpg
http://imageshack.com/a/img440/7792/yld5.png
http://imageshack.com/a/img30/1138/40a0.png
http://imageshack.com/a/img13/7308/8qcc.png
http://imageshack.com/a/img30/8782/44u7.png
http://imageshack.com/a/img96/1507/9sy4.png
http://imageshack.com/a/img32/6013/6uks.png

grazie in anticipo a tutti :)
#74305
non ho grossa esperienza sulla cone beam, ma posso dire che si intravedono lesioni apicali su tutte le immagini postate dei devitali , inclusio il giudizio 38 in una posizione sul ramo ascendente alquanto "malsana" e per giunta devitalizzato... quello è a buon vedere il primo a dover essere bonificato.
#74351
terribile... devo dire che il dentista mi ha dato pochissima soddisfazione, mi ha pure rimproverato di aver fatto la cone beam, perchè "di sicuro mi ha intossicato inutilmente", mi ha fatto una radiografia del dente in questione dicendomi che anche da lì si vede il granuloma , anche se secondo lui non grave, e che non serviva fare altro... la cone beam me l'ha guardata pochissimo, gli ho chiesto esplicitamente se ci vedeva altro e lui mi ha detto di no, ma non le ha dedicato venti secondi, vi assicuro... mi sono abbastanza demoralizzata... a dir la verità ho preso appuntamento per togliere il dente perchè voglio sbarazzarmene al più presto, lui mi ha assicurato che pulisce bene tutto sotto il dente e che di solito non prescrive antibiotici per una normale estrazione, e che se non voglio l'anestesia con l'adrenalina lui me la fa senza, non ci sono problemi... però insomma a tutte le mie richieste di delucidazione sul metodo di estrazione mi pareva abbastanza scettico ed ironico alle mie parole. Adesso devo decidere se cambiare dentista... ovviamente per quanto riguarda i denti del giudizio, alla mia domanda su cosa ne pensava mi ha detto che se non danno fastidi lui è per lasciarli e non estrarli... insomma, una debacle su tutta la linea :?
#82782
colgo l'occasione per chiarire un pò il discorso cone-beam o tac 3d che dir si voglia.

Il modo migliore per guardare una 3d è utilizzare a computer il programma che in genere è sviluppato dalla stessa ditta che produce il macchinario per la tac.
Questo vuol dire che ci sono tanti programmi diversi a seconda del produttore.
L'elaborazione dell'immagine 3d è fatta mettendo insieme una serie di 'viste' (lastre singole) che il macchinario memorizza.
Quindi dipende dall'accuratezza del software il risultato visivo e un software che faccia bene questo mestiere costa e anche parecchio.
Chi analizza la 3d estrae degli screenshot (fotografie di schermate) delle parti interessate che vengono anche memorizzate su cd o chiavetta usb e sono visibili con qualsiasi programma che visualizzi immagini.
E qui sta la difficoltà: facendo una 3d in un laboratorio, verrà stilato un referto e verranno estratti gli screenshot che colui che esegue l'operazione ritiene importanti. Ma chi ci può garantire che abbia analizzato e controllato tutto l'arco dentale?
Una delle mie esperienze con Barile è proprio questa: gli ho chiesto io di andare a verificare una certa zona in una 3d e abbiamo trovato una cavitazione 8O proprio lì vicino e a quel punto mi ha fatto gli screenshot della parte interessata.
Questo grazie al software che lui utilizza (che costa molto più dell'apparecchio per fare la tac), mettendosi lì con pazienza a guardare per bene, e avendo "l'occhio" per vedere questi particolari.
Quindi il consiglio che posso darvi se intendete fare la bonifica da Barile è quello di fare la 3d direttamente da lui, in modo che possa utilizzare gli strumenti che ha a disposizione per analizzare la situazione.
Dalla panoramica (che non ha questo problema) lui si può fare un'idea degli interventi da eseguire, ma sarà lui stesso a suggerire la 3d se ce ne fosse bisogno. Inoltre la 3d può essere fatta contemporaneamente ad un primo intervento programmato, in modo da non dover andare da lui solo per fare la cone-beam.
Per questo lo troverete riluttante ad analizzare una 3d fatta all'esterno e inviata in qualche modo (tipo mail) vista la quantità di megabytes che questo implica.
Questa riflessione nasce da diversi discorsi fatti personalmente con Barile.

Per quel che riguarda la 3d di Phabia, io proprio non sono in grado di guardarla, non ho il cosiddetto 'occhio' che viene con l'utilizzo ripetuto dello strumento. A malapena riesco a capire qualcosa in una panoramica, ma guardando insieme a Barile la 3d, non ci ho capito quasi niente!
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret