Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By peppeacc
#62412
Ciao a tutti, sono Giuseppe, 32 anni...
Vorrei innanzi tutto ringraziare Luciano, perchè, grazie al suo impegno, qualche anno fa mi imbattei in questo sito facendo delle ricerche sul web. Da subito mi sono trovato come a casa e condivido ogni singola parola dei libri di Ehret! Trovo incredibile come un personaggio di tale caratura sia praticamente snobbato dal "mondo della cultura". Solo lo scorso anno però ho fatto il grande passo e ho comprato tutti e 4 i libri (anche se ho visto che da poco sono 6) e diciamo che sto cercando di seguire una dieta di transizione. Devo dire che non sono mai stato un patito di carne e latticini (non ho mai mangiato formaggi sin da piccolo), ma trovo un po' più difficoltà per quanto riguarda l'abbandono dei farinacei (non tanto la pasta,che praticamente ho quasi del tutto abbandonato, ma il pane!). Insomma, ad ora ho un po' di difficoltà con questo pane (anche se lo tosto sempre ogni volta), non è facile! Ma credo che debba essere così: un percorso non facile appunto. Fisicamente mi sento abbastanza bene, la mattina spesso mi sveglio senza difficoltà (diversamente dal passato) e ho notato che ultimamente la mia pelle si è scurita leggermente. Da quando ho iniziato un po' più seriamente la dieta di transizione (circa 3 mesi), ho perso 3 kg circa, passando dai 54 ai 51 (sono alto 165).
Ho notato che appena tolgo del tutto il pane, il mio peso tende a diminuire velocemente e ad andare sotto i 50 kg. Questa cosa sinceramente non mi entusiasma (almeno per il momento) e tendo poi a integrare con pane per non perdere troppo peso. Vorrei sapere le vostre opinioni in base a questa mia esperienza... sono curioso visto che leggo sempre ottime informazioni in questo forum!
Grazie mille e scusate la prolissità...
Un saluto a tutti!
Giuseppe
Avatar utente
By luciano
#62415
Benvenuto Giuseppe! :D

Il corpo deve abituarsi al nuovo stile alimentare ma va fatto per gradi, a volte a davvero piccoli passi.

Continua a mangiare il pane, magari sostituiscilo con quello di segale integrale se lo trovi, e poi ogni mese prova a diminuirlo, non eliminarlo del tutto e se dimagrisci di nuovo ritorna al gradino precedente, ovvero reintroduci tutto il pane che ti serve per mantenere il peso. :wink:
Avatar utente
By biker
#62420
Benvenuto :D
Avatar utente
By peppeacc
#62430
luciano ha scritto:Benvenuto Giuseppe! :D

Il corpo deve abituarsi al nuovo stile alimentare ma va fatto per gradi, a volte a davvero piccoli passi.

Continua a mangiare il pane, magari sostituiscilo con quello di segale integrale se lo trovi, e poi ogni mese prova a diminuirlo, non eliminarlo del tutto e se dimagrisci di nuovo ritorna al gradino precedente, ovvero reintroduci tutto il pane che ti serve per mantenere il peso. :wink:


Ben venuto anche a te biker! E grazie Luciano, sentire parole amiche è di grande coforto! :D
Cosa ne pensi del pane a lievitazione naturale che, di solito, il giorno successivo appare molto compatto? Ho la fortuna che mia madre lo fa in casa spesso, usando anche della farina integrale.

Inoltre, io sono un gran mangiatore di cipolla... cotta. E' davvero da evitare anche se la faccio cuocere facendola diventare molto dolce?
Avatar utente
By luciano
#62432
Meglio quello di tua madre dunque, almeno sei sicuro che non ci sono additivi chimici come "miglioratori", aromi ecc.

Perché dovrebbe essere evitata la cipolla?

Io non la faccio mai mancare nelle insalate e a volte metto anche l'aglio. :D
Avatar utente
By peppeacc
#62437
Luciano l'ho letto in un topic di questo forum dal titolo: "abbinamenti che non si possono fare". A un certo punto i nostri amici parlano di aglio e cipolla.
Riesci a trovare o ti copio il link?
Avatar utente
By luciano
#62441
Si Giuseppe metti il link sempre quando riporti qualcosa, così si riducono i botta e risposta evitabili.

Tieni presente che molti suggerimenti sono interpretazioni personali degli utenti e non sono regole assolute.
Avatar utente
By peppeacc
#62443
luciano ha scritto:Si Giuseppe metti il link sempre quando riporti qualcosa, così si riducono i botta e risposta evitabili.

Tieni presente che molti suggerimenti sono interpretazioni personali degli utenti e non sono regole assolute.



Si, capisco. Si legge comunque chiaramente che non sono diktat assoluti, ma consigli. Però devo dire che questo scambio di opinioni che ho trovato al terzo-quarto messaggio del link ke ti incollo mi ha interessato alquanto, appunto perchè sono un gran consumatore di cipolla. :wink:

http://www.arnoldehret.it/old/modules.p ... pic&t=4666
Avatar utente
By luciano
#62445
Antishred ha scritto:- Poche cipolle e aglio (sono antiBIOtici=uccidono tutto ciò che è vivo nel tuo corpo).
Questa asserzione è priva di fondamento.

Se fosse vero, la flora intestinale sarebbe caput e dopo aver mangiato cipolla ed aglio uno dovrebbe andare di diarrea per mancanza di flora intestinale, e questo ovviamente non succede, comunque non di certo per aver mangiato aglio o cipolla.

Le cipolle abbondano di minerali come potassio, calcio, silicio, fosforo e ferro in forma assimilabile.

Cipolla e aglio favoriscono la peristalsi, stimolano l'appetito e la diuresi.

L'aglio in particolare favorisce lo scioglimento del muco nei bronchi, nei polmoni e nei seni nasali, oltre a far espellere le tossine dai pori della pelle.

La sua azione antibiotica è solo apparente, perché di fatto elimina le tossine su cui molti microrganismi si nutrono e quindi muoiono a causa del mancato sostentamento (le tossine eliminate). Quindi non uccide direttamente i germi, cosa che anche la medicina alternativa non ha ancora capito, ma toglie a loro il nutrimento.
Avatar utente
By peppeacc
#62453
Chiarissimo! Grazie mille :wink:
Avatar utente
By peppeacc
#63885
luciano ha scritto:
Antishred ha scritto:- Poche cipolle e aglio (sono antiBIOtici=uccidono tutto ciò che è vivo nel tuo corpo).
Questa asserzione è priva di fondamento.

Se fosse vero, la flora intestinale sarebbe caput e dopo aver mangiato cipolla ed aglio uno dovrebbe andare di diarrea per mancanza di flora intestinale, e questo ovviamente non succede, comunque non di certo per aver mangiato aglio o cipolla.

Le cipolle abbondano di minerali come potassio, calcio, silicio, fosforo e ferro in forma assimilabile.

Cipolla e aglio favoriscono la peristalsi, stimolano l'appetito e la diuresi.

L'aglio in particolare favorisce lo scioglimento del muco nei bronchi, nei polmoni e nei seni nasali, oltre a far espellere le tossine dai pori della pelle.

La sua azione antibiotica è solo apparente, perché di fatto elimina le tossine su cui molti microrganismi si nutrono e quindi muoiono a causa del mancato sostentamento (le tossine eliminate). Quindi non uccide direttamente i germi, cosa che anche la medicina alternativa non ha ancora capito, ma toglie a loro il nutrimento.


Ciao Luciano e tutti gli amici che leggono!
In merito alle proprietà dell'aglio, sto facendo un piccolo esperimento personale: dato che soffro da un po' di tempo (diversi anni - è cronico) di un leggero prurito perianale, ho deciso di aumentare l'assunzione di aglio crudo e sto anche applicandolo direttamente sulla pelle interessata. Sto notando un leggero e graduale miglioramento. Cosa ne pensi? Ho anche letto su questo sito un post abbastanza vecchio che parla di un integratore NEOFLOR della OTI (mi potrebbe dare benefici sulle infezioni cutanee, sulla flora batterica e salute intestinale in generale). Può essere utile assumerlo anche in transizione? Oppure ci sono integratori migliori per il mio caso oggi, che tu sappia? Devo dire che l'ultima volta che ho scritto perdevo molti kg di peso, invece ora mi sono stabilizzato da un po' di giorni.
Un saluto a tutti!

p.s. da molto tempo pratico clisteri alla camomilla. è circa da un paio di anni che quando ho bisogno (circa 1-2 volte a settimana) prendo innerclean e vado di clistere dopo qualche ora. nell'ultimo mesetto però sto notando che non riesco a trattenere molta acqua. appena ne metto una modesta quantità, mi viene lo stimolo per la scarica. prima invece potevo tranquillamente trattenere per diversi minuti almeno mezzo litro di acqua. quale sarà il motivo?!?
Ciao a tutti da Valerio

Ciao a tutti, sono Valerio e ho 35 anni. Soffro da[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret