Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

#62859
salve..
io e il mio ragazzo siamo ehretisti affermati, lui da gennaio di quest'anno e io da febbraio.. abbiamo sempre seguito una dieta precisa e rigorosa, ma in questi ultimi giorni abbiamo sgarrato un po'.. qualche giorno fa lui si è mangiato ben 2 gelati, e non dico con una sola pallina!!.. mentre io, per motivi che non sto a specificare, ho mangiato ben 5 salsicce alla griglia..
il punto è che né io né lui ci siamo sentiti male, né al momento, né il giorno dopo.. e ci chiediamo com'è possibile, quando anche solo poche settimane fa se mangiavamo formaggio o bevevamo un cappuccino stavamo male subito per tutto il pomeriggio..
qualcuno ci può svelare questo mistero??.. :?: :?: :?:
Avatar utente
By luciano
#62863
Non ci sono misteri.

C'è un sacco di gente che mangia tutti i giorni quella roba e non sta male.
Pagano il conto tutto in una volta.

Non necessariamente uno si deve "sentire male". Semplicemente nel corpo si accumulano le tossine contenute in quei prodotti. :wink:
By ollylove
#62873
ok, lo posso capire, il grado di malessere degli ehretisti è paragonabile al grado di benessere della gente di massa..
ma come te lo spieghi che a volte a mangiare certe cose innaturali ci si sente male??.. come col formaggio.. o col cappuccino.. cavoli, quanto si sta male.. >:
Ultima modifica di ollylove il 6 giugno 2012, 15:41, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By luciano
#62875
ollylove ha scritto:ma come te lo spieghi che a volte a mangiare certe cose innaturali ci si sente male??.. come col formaggio.. o col cappuccino.. cavoli, quanto si sta male.. >:
Le reazioni al cibo inadatto possono essere diverse, in tempi diversi, durante stati emotivi diversi, sotto influssi mentali diversi, ecc.

Come dici tu "a volte ci si sente male".

Non siamo mai in un unico stato fisso, non siamo macchine e quindi possiamo avere manifestazioni diverse di fronte allo stesso evento a causa di un numero maggiore o minore di fattori coinvolti noti o non noti.

A noi basta sapere che mangiando cibi inadatti all'alimentazione produce un accumulo di tossine che in maggiore o minore misura causa danni al corpo, anche se non viene notato a breve termine, se non vengono espulse tramite un sistema in grado di farlo come quello di Ehret. :wink:
By ollylove
#62878
ok, chiaro.. =)
quindi volendolo potrei anche mangiarlo un gelato ogni tanto, se non mi sento male.. ovvio che se lo mangio tutti i giorni non faccio altro che danneggiare il mio organismo.. :P

comunque, se a qualcuno interessasse, dopo 4-5 mesi che si mangiano SOLO frutta e verdura, anche solo assaggiando le cose innaturali esse non sanno di niente.. davvero, la carne che ho mangiato era nauseante, ma non aveva sapore.. e neanche il gelato sa di niente.. è un buon segno, secondo voi??..
Avatar utente
By luciano
#62880
I gusti si affinano con la dieta corretta.

Mi è capitato che passando davanti alla rosticceria gli odori mi sono arrivati alle narici e ho avuto conati di vomito, quando anni prima mi piacevano.

E una buona ragione per approfittare del fatto che certi cibi onnivori non piacciono più per evitare di mangiarli.
Ultima modifica di luciano il 6 giugno 2012, 19:16, modificato 1 volta in totale.
#62881
ollylove ha scritto:quando anche solo poche settimane fa se mangiavamo formaggio o bevevamo un cappuccino stavamo male subito per tutto il pomeriggio..


Mah...
io ho scoperto su me stesso, dopo aver smesso di bere latte per solo qualche mese, di essere diventato fortemente intollerante ad esso.

Oggi posso mangiare altre schifezze senza risentirne particolarmente, ma se bevo latte l'unico modo per poi farmi passare i dolori allo stomaco che arrivano subito dopo e' rigurgitarlo! 8O

Magari puo' essere che avete sviluppato specifiche intolleranze a latte e latticini...
#62887
ollylove ha scritto:e i gelati, scusa??.. contengono latticini anche quelli..
Vale quello che ho detto prima.

Alcuni stanno male dopo aver mangiato, altre volte gli stessi non stanno male, ad altri i gelati non fanno proprio nulla. ecc. ecc. ecc.

Come discussione mi sembra che stiamo macinando qualcosa che è già stato macinato, e che non ne viene fuori nulla di costruttivo ed utile. :wink:
Avatar utente
By flib
#62888
Grazie ad Ehret adesso sappiamo quali sono gli alimenti "consoni" alla nostra alimentazione e quelli che non lo sono.
Chi scrive qui di solito da per scontato che questa suddivisione degli alimenti sia corretta; poi non è sempre facile nella nostra attuale società riuscire a mangiare solo alimenti "consoni" :wink:; oppure, come dice Ehret, il passaggio dalla dieta "sbagliata" a quella "corretta", richiede tempo a causa degli effetti collaterali della disintossicazione dai cibi nocivi.

Anche se la suddivisione degli alimenti è valida per tutti, gli esseri umani non sono tutti uguali e reagiscono in modo diverso alle varie sostanze presenti nei cibi, nell'acqua e nell'aria.

La famosa F, della formula V = F - O, non è misurabile e può essere molto diversa da persona a persona. Di sicuro però con i cibi mucosi aumenta la O e questo fa SEMPRE diminuire la V.

Persone diverse, con diversi valori di V in quel determinato momento, avranno reazioni diverse ai vari cibi, questa probabilmente è la spiegazione che si sta cercando in questo topic :) :)
Avatar utente
By swami863
#62891
E' vero che col passare del tempo i gusti cambiano in questo percorso, perchè questo vale con più fatica con i farinacei?

Vedo sia su di me che, da quel che leggo anche su altri del forum, anche dopo tanto tempo la pasta, pizza, pane and co., continuano ad avere un certo richiamo :cry:

Per ora spesso non mi viene naturale non mangiarli, devo ancora fare uno sforzo di volontà, pensando alla colla che creano, all'intestino che andrà in tilt: con altri cibi invece la voglia è scomparsa da sola :P
By Aegidius
#62892
È vero, succede anche a me. Nel mio caso c'è una convinzione inconscia che mi fa credere che pasta e pizza, condite con verdure fresche e genuine, non siano particolarmente dannose.
Avatar utente
By swami863
#62893
E' probabile anche che non siano così dannosi, ma sai cos'è?
A differenza di altri cibi, più ne mangio più ne mangerei.
Quando mi è capitato di mangiare un assaggio di pesce, al contrario, non vedevo l'ora di eliminarne il gusto, di lavarlo via nel pasto successivo con dei cibi freschi e vivi.
Avatar utente
By luciano
#62894
Si chiama assuefazione. Come le droghe. O le sigarette.

Uno sforzo iniziale è richiesto, magari sostituendoli con amidi meno mucosi come le patate al forno, condite come la pizza e la pasta. :D
Avatar utente
By swami863
#62895
Patate condite come pasta/pizza? ...al pomodoro o pesto ad esempio?
Non ho mai provato, le preparo solo con olio e rosmarino, ma è un'idea!
Gli occhi mi si gonfiano un pò il mattino dopo, lacrimano di più, ma senz'altro sono meno dannose dei farinacei e non creano assuefazione, hai ragione!
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret