Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

Avatar utente
By valina
#63888
Ecco cosa è successo poco dopo l'ultimo post.
Martedì a mia figlia viene la febbre. La sera la porto dal pediatra mutua (mi serviva il foglio per il lavoro) e lui diagnostica una possibile quinta malattia ma ammette di non esserne sicuro. Sintomi pustoline sulla pancia, febbre, gola arrossata. Mi consiglia di non fare nulla per tre giorni dopodichè somministrare antibiotico.
Come detto avevo appuntamento con uno specialista della nutrizione vegana il venerdì, proprio allo scadere dei tre giorni.
Ho curato i sintomi dal martedì al venerdì con
- pezzetti di aglio dati circa ogni 6 ore (grande sofferenza della bimba che aveva la gola a fuoco)
- 2 clisterini, dopo il primo è uscito una specie di filamento di muco a forma di verme di circa 10 cm netto e indipendenti dal resto delle feci dure);
- argento colloidale (mercoledì e giovedì 5 gocce la sera).
L'evoluzione da martedì a venerdì : la gola arrossata si è trasformata in gola con puntini bianchi, poi i puntini son diventate placche che si sono estese alla lingua e le gengive erano rossissime.
Il giovedì notte ho preparato la strategia per l'appuntamento col pediatra : gli avrei spiegato dei miei benefici di una transizione verso una dieta fruttariana sbilanciando l'alimentazione sui frutti e limitando al massimo i cereali, in particolare gli avrei parlato della mia svanita stanchezza e allergia. Ho deciso di non menzionare Ehret e la "micidiale" dieta senza muco.
Come si è svolto l'incontro:
1. ho spiegato della tonsillite di febbraio e di come siamo dovuti ricorrere agli antibiotici presi dal panico per la febbre alta (la sua prima volta). Mi ha detto che vista l'alimentazione vegana era moooolto strana la manifestazione.
2. ha visto lo stato della bocca e ha diagnosticato....candida! Da allergia al glutine (ok sappiamo che sono i cereali ma un passo alla volta).
3. Prescritto cura a base di bicarbonato, propoli, argento colliodale (mi ha stupito!), fermenti lattici, un blando lassativo omeopatico e un farmaco omeopatico di nome candida qualcosaltro (ho la ricetta in farmacia la tengono fino a lunedì quando arriverà il farmaco, fino ad allora dovrà fare senza).
Oggi (sabato) la febbre sta lentamente scendendo (da 37.2 a 38.4 molto meglio rispetto ai primi giorni) ma la bocca continua ad essere dolorante comunque ha bevuto sia ieri che stamattina un bicchiere di "latte" vegano e qualche cucchiaio di brodo vegetale (non son riuscita con i succhi li sente tutti acidi.
4. Prescritto nuova dieta da testare per un mese : latte vegano (in polvere a base di soia non ogm integrato con un pò pò di roba tra cui B12), frutta fuori pasto/centrifugati/succhi tutto rigorosamente bio e di stagione, cereali senza glutine con verdure cotte conditi con soliti oli e pochi legumi. (apporterò modifiche orientandomi su saraceno, quinoa e amaranto marito permettendo....è il meglio che posso ottenere per il momento).

Mio marito alla fine era stravolto, preoccupato per avere la figlia etichettata come "celiaca", io ero al settimo cielo. Vi rendete conto essersi sbarazzati in un colpo di pasta, pane, pizza, focaccia, brioches????? Stanotte non ho chiuso occhi dalla felicità.

Mi ha anche consigliato di fare il test celiachia e se risultasse positivo farlo alla piccola (bah...).

Il prossimo passo sarà regalargli una copia del libro....o oso troppo? E' comunque stato veramente gentile e ha capito la situazione tra me e il mio onnivoro marito e mi ha dato una grandissima mano a farlo sentire per una volta "strano".

Se avete domande/consigli/suggerimenti vi prego mi fanno piacere!!!
Spero di darvi presto notizie sulla guarigione che intravedo abbastanza vicina.

PS Stamattina ho fatto anche 2 clisterini per vedere di smuovere ma è uscita poca roba dura. Non ha toccato più nulla di solido da mercoledì. Sta riposando di più ma è ancora molto molto nervosa...vorrei fare di più...provo a dargli il blando lassativo?
Avatar utente
By luciano
#63890
Complimenti, ti è andata di lusso. :D

valina ha scritto:..vorrei fare di più...provo a dargli il blando lassativo?
Se è omeopatico non ci sono problemi.
Avatar utente
By ciupinix
#63919
Scusa la domanda.. ma tu proprio non hai possibilità ad allattarlo ? :)
Avatar utente
By valina
#63921
x ciupinix. Sull'allattamento avevo fatto una riflessione alla prima "tonsillite" di febbraio. Mi ero informata su come ricominciare tutto da capo ma poi non me la son sentita. Per una bimba della sua età e soprattutto dopo tanto tempo senza latte di mamma, non mi sembrava una cosa naturale, avrei dovuto forzare il mio corpo a riprodurre latte e lei ad assumerlo. Ho lasciato stare, anche se so che teoricamente è una strada percorribile.

Aggiornamento della situazione:
Sto continuando la terapia contro la candida senza il farmaco che arriva domani pomeriggio. Quindi bicarbonato, propoli, argento colloidale e, non essendo arrivati neanche i fermenti lattici specifici, avevo in casa enterogermina e ho usato quella.
La febbre è scesa molto. Oggi ha oscillato tra 37.2 e 37.8 (misurata nell'orecchio).
La bocca è ancora molto dolorante e le gengive sono gonfie e rosse. La ciocca grandissima sulla lingua bianca è andata via. La zona più dolorante è la gola.
Ha appetito ma non riesce a ingurgitare altro che il suo latte vegetale (oggi ne ha assunto c.ca 600 ml!) e poco poco brodo freddo e succo proprio sforzandola quindi preferisco evitare. Domani però tenterò di imitare il suo latte con un frullato molto liquido di albicocche belle mature appena staccate dalla pianta.
Mio marito sembra aver capito la situazione e vede in che condizioni è la piccina quindi siamo più tranquilli, io soprattutto.
Ho ancora qualche dubbio su un eventuale tappo di muco latente da scaricare. Stamattina (forse grazie al blando lassativo omeopatico di ieri) è andata di corpo (non grande quantità). Sostanza molto "gellosa" piuttosto liquida sul giallo marroncino e due pallette dure. Effettivamente non assume solidi da 4 giorni quindi non so se aspettarmi di meglio.
Oggi, forse effetto del latte assunto o della evacuazione, era fiacca ma tranquilla, non nevrotica come i giorni passati. Non si lamenta per dolore a parte quando mette in bocca qualcosa. E' letteralmente terrorizzata dai cibi solidi. Approfitterò di questa inaspettata transizione forzata per ricominciare lo svezzamento come avrei docuto fare un anno fa : latte e frutta frullata. Poi pian piano il resto.
Per ora mi pare tutto.
Grazie a chi legge!

PS Sarebbe bello spostare questo topic in "Storie di successo" (sottotitolo "Come non ammalarsi più!) quando la guarigione sarà completa e la transizione stabilizzata! :wink: Vi farò sapere come va!
Avatar utente
By flib
#63930
Ciao Valina,

complimenti e anche auguri di guarigione per la tua piccola. Unica cosa che mi lascia perplesso è il latte vegetale a base di soia.
Il latte di mamma purtroppo è insostituibile, non saprei quale sarebbe un valido sostituto, ma la soia è un legume e poi la produzione di quel latte è chimico/industriale. Non vorrei che proprio il latte vegetale "prolungasse" la malattia/agonia.

A me sembrerebbe più naturale del latte di capra diluito (sembra che sia quello più "simile" al latte materno), oppure se si vuole stare sul vegetale, quello di mandorla o di nocciola, magari preparato in casa al momento.
Se non hai l'estrattrice di succo, basta anche un frullatore: si frullano mandorle o nocciole con un po' di acqua (proporzione circa 1 parte di semi e 5 di acqua) e poi si filtra il tutto.
Avatar utente
By Vega70
#63934
Sono daccordo con flib, ti faccio i miei migliori auguri di pronta guarigione per la tua piccola :)
Avatar utente
By valina
#63954
Grazie flib!
si ho la soiabella che va benissimo.
il problema enorme sono i pregiudizi del marito avevo anche in casa gli suoceri guarda un incubo. Potrei scrivere un libro su questo we. il pediatra ha detto soia e il marito non si smuove. ho chiesto anche al pediatra una alternativa ma x lui questo latte no ogm è il più completo....lo so benissimo anch'io che non è così.poi non sono stata troppo drastica perchè devo trovare in lui un alleato e se lui dicesse che i fruttariani sono esagerati sarei spacciata.
ho optato x allungare il latte: meno misurini. a questo si aggiunge che mio marito è allergico alle mandorle e odia che dia alla piccola le cose a cui lui è allergico.
Aggiornamento della situazione: la medicina omeopatica specifica non è ancora arrivata ma nel frattempo la piccina sta guarendo da se: la febbre da ieri non c'è più. continua a desiderare solo il suo latte e la sua mamma. non mi posso allontanare un secondo.
stanotte piangeva per il mal di gola ma stamattina si è svegliata con una ritrovata vitalità e buon umore.ora son dal medico a farmi scrivere la prova celiachia, spero tanto che sia positiva. vi dirò. grazie dell'aiuto a tutti. in questi giornii ho seriamente pensato che se fossi sola sarebbe tutto molto più facile.....
Avatar utente
By SeghiAlex
#63956
Complimenti per la tenacia Valina
e tanti auguri per la tua piccola
Avatar utente
By valina
#64003
Grazie a tutti!!
Ho fatto il latte di mandorla con la Soyabella, da paura, buonissimo!! Ci ho messo solo succo d'agave e un pizzico di sale. Ovviamente la piccina l'ha sentito strano e il marito ha fatto notare che lui è allergico. Quindi ho lasciato stare, me lo sto slurpando tutto io :lol:
La febbre è ormai un ricordo. Ha dormito molto stanotte e senza svegliarsi. Ho anche associato il pianto notturno al fatto che a causa del male non può ciucciarsi il suo amato dito....quindi magari mammina serve anche a compensare questa mancanza :lol:
Il pasto di stamattina : un cucchiaino di liquido del melone (sforzandola) e una fragola schiacciata (gradita). Poi il latte vegetale allungato.
Oggi buon umore (a parte quando vede cibo solido, diventa una iena).
Sulla lingua verso la gola ha patina bianca.
Stamattina ha anche fatto poca poca cacca dura.
Ieri l'aveva fatta più liquida ma con il lassativo omeopatico. Sono indecisa se fare un clistere....magari verso sera.
Ho anche lasciato perdere il bicarbonato, mi sembra che bruci troppo e irriti.
Permangono due ciocche sulla lingua, le gengive meno rosse ma ieri sera sanguinavano appena sfiorate.
Va bene così.
Ora mi frulla il tarlo che sia allergica alla soia....che dite penso troppo? :roll:
Avatar utente
By flib
#64011
Il mio parere personale sulla soia l'ho dato... diciamo che io non ho figli, quindi non dovrei parlare, ma lascerei veramente perdere la soia.

Prova il latte di nocciola, e buono quanto quello di mandorla.

Le allergie che accusa tuo marito sono causate sicuramente, come dice Ehret, dai suoi trascorsi alimentari.
Guarda caso la maggior parte delle allergie viene scatenata dalla frutta che sciogliendo i residui mucosi può scatenare effetti indesiderati, ma che sono semplicemente sintomi di disintossicazione.

Man mano che la pulizia interna prosegue spariscono anche le allergie. :wink: Sul forum ci sono parecchei testimonianze in questo senso.
Avatar utente
By mauropud
#64013
Non capisco perche' insistere con surrogati di latte quando si possono fare ottimi centrifugati di frutta fresca... :P
Avatar utente
By flib
#64015
mauropud ha scritto:Non capisco perche' insistere con surrogati di latte quando si possono fare ottimi centrifugati di frutta fresca... :P



In effetti la cosa migliore sarebbe frullato o succo di frutta dolce zuccherina. Però valina ha scritto che non riesce a darglielo se non sforzandola... anche se non ha scritto che tipo di succo.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret