Arnold Ehret Italia

Orgone e orgonite (aiutatemi a trovare una descrizione migliore...)

Moderatore: luciano

Avatar utente
By krishnacry
#64573
ciao a tutti
sono appena rientrata da Valencia,dove abbiamo incontrato il dott.Escudero che da 40 anni opera senza anestesia e altri farmaci,il quale nel suo giardino ha ben 3 chembuster....ma ci sono nella città negozi che vendono bellissime orgoniti e lo stesso Escudero ne consiglia l'uso,è stata un bella gita con insalatone,angurie e anche una buonissima paella vegetariana!!!!!
insomma a Valencia l'orgonite và alla grande!!!!!
ciao
cry
Avatar utente
By krishnacry
#64577
lui insegna a far si che il sistema neuro-vegetativo si trovi in fase
vagale,quindi non in stress,creando l'abitudine di avere sempre la bocca piena di saliva,in questo stato rilassato si riesce a programmare il cervello ad anestetizzare il corpo e quindi a non percepire il dolore.
Abbiamo assistito alla preparazione al parto di tre ragazze e la prova più ecclatante è stata quando ha infilato un ago da siringa nella pelle del braccio programmato(pizzicando la pelle e attraversandola)tirando sù l'ago forte e loro non facevano una piega,mentre l'altro braccio non programmato non sopportava neanche un pizzicotto!!!una gran bella cosa se pensate che non utilizza farmaci e la ripresa è velocissima.
quindi se volete provare dovete ripetere la frase:la mia bocca si riempie di saliva fluida e gradevole come l'acqua.fino a che la bocca non sia piena di saliva, a quel punto ripeti la frase usando ho bisogno che il mio fegato sia in perfetta salute,per esempio,ovviamente sto' riassumendo per far capire il sistema,l'unica cosa importante e che nella frase che segue HO BISOGNO non ci siano negazioni.poi in rete ci sono filmati interessanti.Il nome esatto è dott.Angel Escudero.
c'è anche chi si è fatto estrazioni senza anestesia!!!a saperlo prima!!!
Ho bisogno che il mio cibo mi fornisca tutta l'energia e il nutrimento di cui necessito
Ho bisogno che il mio corpo sia invisibile alle zanzare
Ho bisogno di sentirmi benissimo,in perfetta salute

lui insegna che il nostro cervello è stato creato per esaudire ogni nostra necessità!!!!!

ciao da cry
Avatar utente
By ricky66
#64586
krishnacry ha scritto:lIl nome esatto è dott.Angel Escudero.
lui insegna che il nostro cervello è stato creato per esaudire ogni nostra necessità!!!!!


interessante nome per un tipo simile... angelo scudiero, ovvero angelo protettore... :wink:

ma guarda il caso ... passerò da valencia tra qualche giorno, a metà agosto, in un lungo viaggio verso il marocco...
mi indichi come lo hai conosciuto/incontrato/contattato?

mi piacerebbe conoscerlo, visto che viaggerò con il landrover carico di orgoniti e un bel cloudbuster... :lol: :lol: 8)
Avatar utente
By vivo
#64589
Domanda per Ricky 66: ho provato a tenere in macchina un'orgonite (di mia produzione), ma con la calura estiva si sentiva l'odore della resina nell'abitacolo, come si può ovviare a questo inconveniente? Grazie e ciao a tutti.
Avatar utente
By ricky66
#64590
vivo ha scritto:Domanda per Ricky 66: ho provato a tenere in macchina un'orgonite (di mia produzione), ma con la calura estiva si sentiva l'odore della resina nell'abitacolo, come si può ovviare a questo inconveniente? Grazie e ciao a tutti.


non saprei con certezza ... forse non sono catalizzate bene ... hai provato prima a lasciarle al sole per alcuni giorni? se le orgo sono grandi ci mettono parecchio a "spurgare" da dentro...
sono appena tornato da un isoletta croata che ho giftato per bene, e avevo l'auto con un sacco di tb e hhg fatte da qualche settimana e lasciate fuori al caldo...nessun odore in viaggio.
Avatar utente
By krishnacry
#64592
www.dr.escudero.com
ho letto di lui su di un libro e cercando in rete abbiamo trovato questo sito
ciao
cry
Avatar utente
By Aleth
#64600
ricky66 ha scritto:
vivo ha scritto:Domanda per Ricky 66: ho provato a tenere in macchina un'orgonite (di mia produzione), ma con la calura estiva si sentiva l'odore della resina nell'abitacolo, come si può ovviare a questo inconveniente? Grazie e ciao a tutti.


non saprei con certezza ... forse non sono catalizzate bene ... hai provato prima a lasciarle al sole per alcuni giorni? se le orgo sono grandi ci mettono parecchio a "spurgare" da dentro...
sono appena tornato da un isoletta croata che ho giftato per bene, e avevo l'auto con un sacco di tb e hhg fatte da qualche settimana e lasciate fuori al caldo...nessun odore in viaggio.


la catalizzazione non fa scomparire i composti tossici di tutta l'orgonite: sotto la superficie sono tutti presenti, la superficie non è tossica, ma sotto si, spaccane uno e annusa..... Se lasci l'orgonite al sole all'aperto queste riescono a migrare verso l'esterno ma non te ne accorgi perchè l'aria non fa accumulare le particelle volatili. Anche in casa non te ne accorgi perchè comunque l'aria circola. Ma al chiuso ermetico si che lo senti. A me è successa la stessa cosa. Bisognerebbe capire quanto impiegano le particelle a perdere la loro tossicità. Io per prudenza tutte quelle per uso prsonale le ho in balcone ad arrostirsi al caldo del sole diretto. Mi sono convinta che una orgonite per uso personale impiega mesi prima di diventare "commestibile", a meno che non siano piccole medagliette abbastanza sottili. Lo spessore ha bisogno di sole caldo e tempo prima di purificarsi dalla tossicità dell'epossidica e del suo catalizzatore. Questa la mia esperienza
Avatar utente
By ricky66
#64613
krishnacry ha scritto:la mia bocca si riempie di saliva fluida e gradevole come l'acqua.fino a che la bocca non sia piena di saliva, a quel punto ripeti la frase usando "ho bisogno che il mio fegato sia in perfetta salute"

ciao da cry


grazie cry per la segnalazione... mi son guardato i video in inglese... non mi sono chiari alcuni punti, se tu nel frattempo puoi aiutare a chiarire...

la bocca deve essere PIENA di saliva o ne basta solo un poco di più...?

consiglia un limite a quanti "ho bisogno" enunciare in un giorno ? ( fermo restando che ognuno và pronunciato una sola volta se ho ben inteso...)

se la salivazione è abbondante ma l'effetto richiesto o anestesia che sia non si manifesta... che fare? ripetere ad oltranza?
grazie ;)
Avatar utente
By Aleth
#64617
" La única limitación de la anestesia psicológica es la falta de preparación del profesional para enseñar a su paciente a programarla. "
Avatar utente
By bactabeven
#64622
krishnacry ha scritto:Ho bisogno che il mio cibo mi fornisca tutta l'energia e il nutrimento di cui necessito
Ho bisogno che il mio corpo sia invisibile alle zanzare
Ho bisogno di sentirmi benissimo,in perfetta salute

lui insegna che il nostro cervello è stato creato per esaudire ogni nostra necessità!!!!!

La somiglianza coi Pensiero forma di Vadim Zeland nel suo ultimo libro pubblicato da Macrolibrarsi: Transurfing Vivo è impressionante. Con una differenza, che non è il cervello a esaudire ogni nostra necessità, ma è la realtà a manifestarsi esattamente come noi le ordiniamo (ordinare: mettere in ordine secondo una scala di grandezza/importanza) di farlo.
Potresti argomentare più dettagliatamente questi "incantesimi" (passami il termine) per favore :D

Ciao a tutti

Pierpaolo
Avatar utente
By vivo
#64627
Grazie a tutti per i commenti e le risposte.
Avatar utente
By aran
#64629
Aleth ha scritto:
ricky66 ha scritto:
vivo ha scritto:Domanda per Ricky 66: ho provato a tenere in macchina un'orgonite (di mia produzione), ma con la calura estiva si sentiva l'odore della resina nell'abitacolo, come si può ovviare a questo inconveniente? Grazie e ciao a tutti.


non saprei con certezza ... forse non sono catalizzate bene ... hai provato prima a lasciarle al sole per alcuni giorni? se le orgo sono grandi ci mettono parecchio a "spurgare" da dentro...
sono appena tornato da un isoletta croata che ho giftato per bene, e avevo l'auto con un sacco di tb e hhg fatte da qualche settimana e lasciate fuori al caldo...nessun odore in viaggio.


la catalizzazione non fa scomparire i composti tossici di tutta l'orgonite: sotto la superficie sono tutti presenti, la superficie non è tossica, ma sotto si, spaccane uno e annusa..... Se lasci l'orgonite al sole all'aperto queste riescono a migrare verso l'esterno ma non te ne accorgi perchè l'aria non fa accumulare le particelle volatili. Anche in casa non te ne accorgi perchè comunque l'aria circola. Ma al chiuso ermetico si che lo senti. A me è successa la stessa cosa. Bisognerebbe capire quanto impiegano le particelle a perdere la loro tossicità. Io per prudenza tutte quelle per uso prsonale le ho in balcone ad arrostirsi al caldo del sole diretto. Mi sono convinta che una orgonite per uso personale impiega mesi prima di diventare "commestibile", a meno che non siano piccole medagliette abbastanza sottili. Lo spessore ha bisogno di sole caldo e tempo prima di purificarsi dalla tossicità dell'epossidica e del suo catalizzatore. Questa la mia esperienza


Non credo che l'orgonite possa rimanere catalizzata in un modo all'esterno e un altro all'interno perché se la catalizzazione è ben fatta non si sente nulla, anche se si lascia l'orgonite in una camera senza ventilazione. Ma quando mai. Questo non permetterebbe di tenere orgonite in casa.

L'anno scorso quando sono andato in ferie avevo portato in macchina dell'orgonite e mi ero accorto che si sentiva un po' l'odore, ma questo perché non era catalizzata a dovere. E stata la prima volta che mi è capitato, ma semplicemente perché non avevo catalizzato bene l'orgonite o, meglio ancora, anche se avessi messo il giusto quantitativo di catalizzatore non avevo girato bene.

Io ho portato un sacco di volte l'orgonite in macchina per il gifting e non ho mai sentito alcun tipo di odore. Mai.

Mi è capitato di dover rompere dell'orgonite col martello perché si era attaccata allo stampo, ma non ho mai sentito odore particolare, quindi in base alla mia esperienza non penso che l'orgonite possa essere diversa all'esterno rispetto alla parte interna.

Molto interessante questa discussione sull'orgonite in Spagna e l'approccio terapeutico del dott. Escudero, mi fa piacere sentire che dei medici usino l'orgonite, che riconoscano, cioè, la possibilità di intervenire dal punto di vista dell'energia eterica per curare il corpo.

Ricky, in bocca al lupo per il tuo giro di gifting in Marocco: se puoi posta poi delle foto delle tue avventure :D
Avatar utente
By Aleth
#64630
Aran, non è opinione, le mie, mi è successo, se messe al sole rilasciano un odore, se lasciate nel cruscotto della macchina, al sole, rilasciano un odore per un po di tempo, poi basta. Non dico che sono diversamente catalizzate ma solo che le particelle tossiche possono restare all'interno e impiegano del tempo per migrare verso l'esterno e volatilizzarsi. Parlo di orgoniti che hanno un certo spessore, tipo 5/6 cm. Questa è la mia esperienza. L'epossidica non deve essere un tabù intoccabile solo perchè c'e' gente che l'ha accusata. I problemi vanno risolti, ad esempio lasciandola al sole e all'aperto per più tempo. Poi nella sostanza, aran, non cambia assolutamente nulla perchè la metti alle piante e questo inconveniente non sussiste. La metti all'esterno per i ripetitori e il problema non sussiste. Fai i bottoncini o le medagliette e idem, il problema non c'e'. Ma fai dei dischi in spessore, per l'acqua o la frutta, o metti una piramide grande e te la metti sul comodino... oppure magari qualcuno la usa da tenere addosso... ecco. In questi casi meglio una orgonite "decantata". Poi lo sai io sono una iperprudente, per queste cose... E "nasalmente" ipersensibile: ti scovo la particella singola che viaggia nell'aria. Poi ci sta che sia mal catalizzata l'odore resta più a lungo, non tutti sono aran bravi ed esperti a fare orgonite e quindi un invito, per tagliare la testa al toro, visto che spesso chi si cimenta è sempre neofita quindi inesperto, un invito a lasciare decantare, a non portare addosso cose che magari sono state catalizzate male e uno non lo sa

Questo mio appunto NON E' contro l'epossidica assolutamente ma pro-prudenza. Io dico: le orgoniti per uso personale, che hanno uno spessore, secondo me è meglio lasciarle il più possibile al sole e all'aria. Cosa costa? nulla :wink:
Avatar utente
By aran
#64631
Aleth, in base alla mia esperienza posso dire che se si gira bene e per qualche minuto la resina col catalizzatore, finché la resina stessa non cambia colore, non ci possono essere i problemi che dici tu.

Non ho molta esperienza dell'epossidica, ho sempre usato quella al poliestere, ma immagino che sia la stessa cosa.

L'orgonite ben catalizzata è pronta per l'uso praticamente da subito, perde l'odore di resina dopo poco tempo, divenendo atossica.

E poi non si tratta di avere esperienza di lungo tempo: basta seguire bene i tutorial e si può fare della ottima orgonite già dalla prima volta, senza incorrere in problemi di odore, ecc.

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Perchè no? Il Menu del giorno

Rilancio questo topic un po' vecchiotto. Oggi a p[…]

Libri di Arnold Ehret