Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Rufy
#65274
Salve ragazzi e ragazze, tra il 3 ed il 13 Agosto hofatto un digiuno durato 10 giorni, il più lungo nella mia esperienza. Il digiuno è stato fatto ricorrendo solo all'acqua ed è stato unito a pratica di urinoterapia. Non ho avuto grossi problemi durante il digiuno; solo gli alti e bassi ben descritti da Ehret. Attualmente il mio stato fisico e mentale è di gran lungo migliorato.

Di seguito, prima il diario e poi una sintesi del digiuno.

Un saluto, e grazie per la lettura.


1° giorno – 3 agosto 2012, Napoli

Era programmato come giorno di preparazione al digiuno, ma si è poi trasformato esso stesso in primo giorno di digiuno.
Primo giorno di ferie, mi sveglio alle 10:30; non avverto sete per cui non bevo. Scendo per fare due passi e comprare una confezione di bottiglie di acqua.
Risalgo; avevo programmato di fare due clisteri al caffè per preparare bene fegato ed intestino al digiuno. Li preparo e nel frattempo aggiorno il mio sito di economia. Verso le 14 faccio il primo clistere e verso le 17 il secondo. Nel frattempo inizio a bere. Concludo la serata con mezzo litro di acqua in cui ho spremuto due limoni. Verso le 23:30 inizio la lettura del libro “Autobiografia di uno Yogi”. Finisco la lettura intorno all’1. Dopo circa mezz’ora vado a dormire.
Disturbi: pochi tranne che una leggera accelerazione del battito ed una circolazione più fluida.

2° giorno – 4 agosto 2012, Napoli

Mi sveglio alle 8:30. Il giorno precedente su una pagina di face book incentrata sul digiuno si parla di “urino terapia” e decido di applicarla durante il mio digiuno. Così, dopo aver fatto uscire il primo gettito di urina, riempio un bicchiere di plastica e lo butto gi a sorsi (dopo un po’ di disgusto psicologico iniziale, trovo che poi che l’urina non ha un cattivo sapore).
Mi distendo per circa 1 ora al sole; faccio un clistere con acqua e sale. Trascorro il resto della giornata tra lavoro al mio sito e riposo. In tutto avrò bevuto circa 1,5 litri di acqua.
Prima di andare a dormire riprendo la lettura del libro e poi verso le 23:30 vado a letto.
Disturbi: Rispetto al giorno precedente, a tratti, un po’ di bruciore di stomaco, che si allieva con esercizi fisici e di respirazione la sera.

3° giorno – 5 agosto 2012, Napoli - Roma

Mi sveglio verso le 8; lieve bruciore di stomaco. Bevo un bicchiere di urina. Grazie anche ad alcuni massaggi sulla zona intestinale, vado leggermente di corpo, con la sola fuoriuscita di un po’ di “muco”. Il bruciore passa.
Bevo e poi preparo la valigia per la partenza. Prima destinazione: Roma a casa di mio fratello.
Treno delle 14:30. Ci sono persone che pranzano su treno, ma ciò non stimola il mio appettito Durante il viaggio riprendo a leggere “autobiografia di uno Yogi”. Arrivo alle 17:15 ed incontro mio fratello. Sto un po’ all’aria fresca in serata. Dopo alcuni esercizi, guardo la finale dei 100 metri maschili e poi vado a dormire.
Disturbi: solo un po’ di bruciore di stomaco.

4° giorno – 6 agosto 2012, Chianciano-Terme

Sveglia alle 6:45 (continuo con l’urina). Questa volta, appena sveglio, sento il battito del cuore leggermente aumentato, ma, dopo un po’ all’aria fresca, tutto passa. Cambio d’acqua: Bevo a sorsi acqua San Gemini, che mio di cui mio fratello è ben fornito per la figlia da poche settimane nata. Prendo il treno per Chiusi-Chianciano delle 9:13. Viaggio senza problemi ed arrivo a chiusi alle 11, da dove prendo il bus per Chianciano. Trovo un alloggio a buon prezzo e visito un po’ Chianciano. Alle terme di “Acqua Santa” compro una bottiglia di acqua “Fucoli”, adatta per la pulizia intestinale, che ben presto eserciterà i suoi effetti.
Al tramonto, faccio 3 km senza problemi alla ricerca delle piscine comunali dove mi è stato consigliato di andare a fare bagni di sole.
Prima di addormentarmi, proseguo con la lettura del libro e faccio qualche esercizio fisico e di respirazione
Disturbi: solo un po’ di battito accelerato nel mattino come specificato.

5° giorno – 7 agosto 2012, Chianciano-Terme

Forse il più duro a livello intestinale. Mi sveglio, Bicchiere di urina, sento un mormorio intestinale. Capisco che devo andare di corpo (forse gli effetti dell’acqua di Fucoli..). Vado di corpo in modalità liquida. Mi sento meglio anche se non sono riuscito ad espellere tutto…
Mi dirigo verso una pineta su una collinetta dove pratico un po’ di meditazione e mi stendo un po’ al sole. Durante la meditazione accade un episodio particolare….All’improvviso avverto un bruciore al dito medio della mono sinistra. Vedo un’ape che poi vola via. Rimane un puntino rosso, ma nessun gonfiore….
Vado alle terme, questa volta per comprare “Acqua Santa” che favorisce la pulizia del fegato. Torno in albergo e vado di nuovo di corpo. Mi sento decisamente meglio.
La sera, 4 km per andare e tornare dal centro storico di Chianciano.
Disturbi: disturbi intestinali come descritto.

6° giorno – 8 agosto 2012, Chianciano-Terme

Mi sveglio alle 9. Bicchiere di urina. Di nuovo una breve scarica liquida. Vado in piscina (1,5 km senza particolari problemi). Mi distendo al sole e faccio qualche bagno. Dalle 13 alle 15:30 mi ritiro all’ombra, dove riprendo la lettura. Un’altra ora di sole e poi torno in albergo dove mi addormento per circa mezz’ora. Di nuovo un ìa breve scarica di escrementi liquidi e poi esco per una passeggiata. Di nuovo 2 Km verso il centro storico dove c’è una festa organizzata dal Partito Democratico. Ascolto un po’ di musica da Piano Bar e poi torno in albergo (altri 2 Km). Leggo e poi vado a dormire.
Disturbi: disturbi intestinali come descritto; indolenzimento alle gambe (disturbo solito che avverto all’inizio di ogni viaggio)

7° giorno – 9 agosto 2012, Chianciano-Terme

Mi sveglio alle 9:30. Bicchiere di urina. Anche questa volta vado di corpo in modo liquido. Scendo alle 10:30 e vado nella pineta in collina. Medito e riposo. Alle 15:30 scendo e vado a comprare una “Fucoli”, mentre riempio quella vuota con dell’acqua normale ricca di Sali minerali. Torno in albergo dove dormo per un po’. Vado nuovamente di corpo e questa volta il liquido assume una forma spumeggiante. Alle 19:30 vado verso il Centro Storico (2Km), questa volta con un po’ più di fatica. Il ritorno lo faccio con più energia. Torno in albergo dove, prima di andare a dormire, riprendo la lettura del libro.
P. S.: da questo giorno in poi inizio ad avvertire un po’ di fame, probabilmente a causa del fatto che inizio a pensare a quale cibo utilizzare per interrompere il digiuno dopo il 10° giorno.

8° giorno – 10 agosto 2012, Chianciano-Terme

Mi sveglio alle 10:30, continuo a bere un bicchiere di urina. Questa volta non vado di corpo. Mi reco in piscina (1,5 Km). Resta un po’ di indolenzimento alle gambe. Prendo il sole dalle 12:00 alle 13:30 con brevi bagni di intermezzo. Mi reco all’ombra dove riposo e leggo fino alle 15:30. Torno al sole ed alle 17 vado via. Ricompro acqua di “Fucoli”. E torno in albergo, dove faccio un breve pisolino. La sera esco, restando nei dintorni. Torno in albergo alle 21:30; breve lettura e poi vado a dormire.

9° giorno – 11 agosto 2012, Chianciano-Terme

Mi sveglio alle 9:30. Interrompo con l’urina. Breve scarica di diarrea. Alle 10:30 salgo in collina dove medito e riposo. Alle 15:30. Alle 15:30 scendo e vado nel parco doveriempio delle bottiglie di acqua. Alle 16 torno in albergo dove vedo con dispiacere che il Napoli perde 4-2 con la Juve la sfida di supercoppa italiana. Torno su, una breve lettura e poi riscendo. Vado al centro storico (2 Km); ascolto un po’ di musica in piazza; al ritorno in albergo verso le 22 vedo la finale dei 400 metri di corsa a staffetta maschile. Salgo, breve lettura e poi vado a dormire.

10° giorno – 12 agosto 2012, Chianciano-Terme

Mi sveglio alle 9. Vado di corpo. Poi vado in piscina. L’indolensimento alle gambe è del tutto passato. Sto in piscina dalle 11 alle 17, Noto che in pochi giorni ho ottenuto una bella abbronzatura. Tornando in albergo, compro l’ultima bottiglia di acqua fucoli e qualche suvenir. In albergo torno a leggere “Autobiografia di uno Yogi”. Scendo a fare 4 passi. Mi peso: 56 Kg, 5 kg in meno rispetto ai 61 iniziali. Il fisico resta comunque asciutto e ben definito, con la consapevolezza di riprendere in breve i kg persi. Dopo aver visto la sintesi delle olimpiadi in TV, torno nella stanza d’albergo dove preparo la valigia per la partenza del giorno successivo. Faccio qualche esercizio e vado a dormire.
P.S.: durante la giornata avverto un po’ di fame.

11° giorno – 13 agosto 2012, primo giorno post-digiuno, Forte dei Marmi

Sveglia alle 5:30. Lascio l’albergo alle 6 e prendo il bus per la stazione di Chiusi. Dopo il cambio a Firenze, arrivo a Forte dei Marmi. Incredibile come all’11° giorno che non tocco cibo il corpo sia tanto pieno di energia da consentirmi di stare alla ricerca di un ostello conveniente per 2 ore, sotto il sole e con le valigie al seguito. Alla fine riesco a trovare una camera per 45 euro (una sola notte), cosa che sorprende me stesso, dato il giorno e la località. Sono le 15, tutti i fruttivendoli chiusi. Riposo un po in albergo ed alle 16:30 vado a fare un po’ di spesa. Interrompo il digiuno alle 17, con mezza scarola condita con 4 pomodori grandi (San Marzano) e 4 carote tagliate fini. Alle 20 ceno con 5 pesche e subito dopo, come protocollo di Ehret , vado di corpo; pur non essendo ciò che ho ingerito, mi sento comunque rilassato per il fatto di aver buttato via il residuo tossico giacente nell’intestino.
I giorni seguenti pranzo con insalata mista (come daprimo giorno) e la sera ceno con frutta locale (Fichi, pesche e prugne); il corpo continua ad avere scariche di diarrea, ma l’intestino e la schiena, sembrano tornare in condizioni che non conoscevo da più di 15 anni (quando era appena adolescente)

SINTESI

Motivazioni: Fisiche e spirituali. Ho fede in Ehret e nelle proprietà curative fisiche, mentali e spirituali del digiuni e che entraambe potrebbero non presentarsi immediatamente durante la fase di digiuno e post-digiuno.

Peso: Peso iniziale = 61 kg; Peso finale = 56 kg.

Primi benefici: Ho rafforzato ulteriormente la mia forza di volontà e di conseguenza i mie obiettivi materiali e spirituali; benessere fisico aumentato; intestino, schiena e reni decisamente in condizioni migliori; mente completamente più rilassata.

Consigli: Ho trovato molto utile fare esercizi di respirazione basati sulle tecniche di meditazione (schiena diritta, spalle rilassate, respirazione lenta e profonda) per ritrovare l’energia.
Avatar utente
By TAKI
#65275
E' davvero impressionante il tuo digiuno e tutta l'energia che vedo non ti è mancata! VOlevo chiederti come mai hai deciso di avvalerti di questa pratica dell'urina? Pensi che ti abbia giovato in qualcosa di particolare? Io penso che non ce la farei psicologicamente :oops:

COmunque complimenti e grazie di aver condiviso l'esperienza io sono solo all inizio e vorrei avvalermi dei digiuni però peso già molto poco e non mi sento proprio pronta,nè fisicamente nè mentalmente.

8)
Avatar utente
By flib
#65276
Ti faccio i miei complimenti e ti ringrazio per aver condiviso questa tua esperienza.

Mi sembra solo un po' azzardato l'abbinamento dell'urinoterapia al digiuno.
Ehret ci ha insegnato che durante un digiuno il corpo espelle tossine attraverso tutti gli organi preposti quindi l'urina durante un digiuno dovrebbe contenere molte tossine.
Penso che ingerirla rimetta possa rimettere in circolo sostanze tossiche che il nostro organismo con fatica aveva espulso, vanificando in parte gli effetti depurativi del digiuno stesso.

Leggere le esperienze di digiuno mi fa sempre venire voglia di farne uno. Non sono mai andato più in là dei 4 giorni fino ad oggi. Forse 6 giorni potrei riuscire a farli senza incorrere in troppi "problemi sociali", ma per fare 10 giorni dovrei scappare di casa :lol: :lol:
Avatar utente
By Rufy
#65286
Grazie a voi Taki e Flib.

Flib, in effetti credo che digiuni più lunghi vanno fatto in assenza di persone contrarie a questa pratica di guarigione. In genere parenti ed amici confondon digiuno con anoressia o pensano comunque che il digiuno sia deleterio per il corpo.

Per quanto riguarda l'urina, in realtà ci sono un po' di controversie sul tema. Io lessi diversi documenti in cui l'urina è consideranta un buon depurante ed altro non è che la composizione di sali minerali di cui il corpo non ha bisogno. Poi magari appena li ritrovo allego qualche link.

Per quanto mi riguardo, io ritengo che avere coroaggio sia importante nell'intrapendere un percorso di guarigiuone )anche perchè aiuta a sviluppare quella che Osho definisce come "consapevolezza dell'ombelico"). Visto che avevo programmato di fare un buon digiouno. Ho colto l'occasione di affiancarlo con la pratica dell'urina per vederne gli effetti. Non so se ciò abbia favorito o meno il processo di pulizia. tuttavia, di certo posso dire che miglioramenti fisici e mentali li ho avuti lo stesso e l'urina non ho avuto problemi particolari.

PS: nel primo messaggio ho dimenticato di dire che pratico digiuno e mangio frutta, verdure crude e semi per quasi la totalità della mia alimentazione da quasi due anni preceduti almeno da 1 anno di transizione
Avatar utente
By daleo
#65287
Rufy ha scritto:Grazie a voi Taki e Flib.


PS: nel primo messaggio ho dimenticato di dire che pratico digiuno e mangio frutta, verdure crude e semi per quasi la totalità della mia alimentazione da quasi due anni preceduti almeno da 1 anno di transizione


Direi che ora i conti tornano meglio. Complimenti.

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret