Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

Avatar utente
By chefab
#66669
Ciao a tutti, è molto che non posto nulla ed è un errore.

Dopo un inizio piuttosto entusiasmante passando da una dieta onnivora a vegetariana, vegana e poi Ehretista e perdendo circa 30 kg in meno di un anno, sto passando un lungo periodo in cui non riesco più ad avere la forza di andare avanti. Gli attacchi di fame e nervosismo sono troppo intensi. Poi ci sono anche problemi di altro genere il che non agevola.

I primi tempi da Ehretista sono anche riuscito a fare 4 digiuni di cui uno è stato di 5 giorni, e non avevo durato una fatica enorme.

Non posso neanche dire di essere in transizione, in quanto gli sgarri che faccio sono all'ordine del giorno, infatti ho ripreso 10 kg in circa 6 mesi. Complice è anche il fatto di fare un lavoro che mi porta a stare intere settimane in medio oriente in albeghi in cui il cibo non è allineato ai nostri canoni, con colleghi che fanno di tutto per dissuaderti.

Ma veniamo al dunque. Vorrei fare un digiuno di 3 giorni, che come dice Ehret lo può fare chiunque in qualunque momento senza grossi problemi.

E con questo vorrei segnare il nuovo inizio della mia transizione. L'obiettivo è sempre il solito, scendere sotto i 70 kg, e riuscire ad allenarmi per fare delle maratone e tornare ad un efficienza fisica eccezionale.

Adesso peso 82,9 (ero arrivato esattamente a 72,9 partendo da 100,5).

Adesso mi faccio un bel clistere di caffè, sono le 10.50 circa del 5-12, e fino a sabato 8-12 vorrei alimentarmi con solo acqua e limone oppure succhi bio. Dopo vorrei fare una stima del mio stato fisico e capire come ricominciare la transizione. Credo che interromperò il digiuno mangiando banane a pranzo e spinaci+avogado a cena.

Se vi va di scrivermi qualcosa sarò molto contento, in questo momento ciò di cui ho bisogno è di un po' di incoraggiamento e buoni consigli.

Grazie!!

--- IL DIGIUNO ---

Giorno prima, preparazione al digiuno.
due sere prima bevuto innercelan e la mattina ho defecato, non molto.
la sera prima ho bevuto un intruglio fatto da me e non so se sia stato benefico. Ravanelli centrifugati, con un pezzetto di avigado e peperoncino. L'effetto è stato gonfiore di stomaco.


1° giorno.
Alzato con stomaco gonfio e un po' indolenzito.
La mattina clistere di acqua salata (sale integrale del mediterraneo) con un limone strizzato dentro. Speravo di liberarmi del gonfiore e del dolore all'addome ma non è stato così.
Il clistere di acqua salata non ha avuto grandi effetti, ho soprattutto fatto acqua sporca.
Ora di pranzo ok. Non ho avuto tentazioni, non avevo fame e questo è già un buon risultato almeno per me.
Pomeriggio clistere di caffè, ho fatto qualcosa in più rispetto alla mattina ma niente di che. La differenza è stata i dolori mentre tenevo il liquido dentro l'intestino per 15 minuti.
Iniziata leggera emicrania.
All'ora di cena è stata un po' più dura. Visto che da mangiare lo devo fare io per tutta la famiglia, preparare le past'asciutte e non mangiarle è stata dura ma ci sono riuscito.
Dopo cena l'emicrania è aumentata, ed è comparso anche il bruciore di stomaco (maledizione...)
Ho comprato uno sciroppo di mela biologico, senza zuccheri aggiunti, per farmi delle bevande a base di succo di mela. Ho bevuto circa 2 litri di questo succo durante la giornata con un cucchiaino di zucchero di canna e 400ml di acqua e limone.

2° Giorno
Passata una brutta notte, molto agitato, sensazione di testa vuota.
Ho bevuto 4 bicchieri di succo di mela e 500ml di acqua e limone
L'ora di pranzo l'ho passata abbastanza bene, ma nel pomeriggio ha cominciato a farsi sentire molto forte la voglia di mangiare. Poi ho dovuto portare i miei figli ad una festa di compleanno, dolci di tutti tipi...ho resistito ma con molta molta sofferenza.
Poi ho fatto cena per mia moglie, brodo di patate, con pane integrale spezzettato dentro e soffritto di carote, zucchine e cipolla, una cosa troppo buona..ho ceduto! l'ho mangiato anche io.






----
Ultima modifica di chefab il 7 dicembre 2012, 10:27, modificato 3 volte in totale.
Avatar utente
By dodo
#66670
Ciao Chefab,
su su non ti abbattere, leggendoti traspare la tua delusione, gli sgarri sono la causa principale dei tuoi problemi (ci sei già passato, noo...), hai un vantaggio che altri non hanno, dici che spesso ti trasferisci in medio oriente, un paese dove si trova, a mio parere, il frutto più buono del mondo i DATTERI, pensa hai la possibilità di mangiarli freschi, cosa molto rara in Italia, utilizzali per superare le crisi, riempiono molto, ti ricordi nel libro SGDM. Ehret incontrò una tribù di nomadi che si nutriva solo di datteri, non dovrebbe essere un problema reperirli, detto questo, preparati in maniera corretta al digiuno in maniera da non crearti ulteriori problemi, fai le cose per gradi comincia con un digiuno più corto e a poca distanza di tempo ne fai subito un altro con qualche ora in più e cosi via, ma ricorda lo devi volere veramente....tanti auguroni
Avatar utente
By luciano
#66675
Ciao Fabio! :D
Ti capisco! Quando dici "Poi ci sono anche problemi di altro genere il che non agevola" credo che abbiano una parte fondamentale nello sgarrare.
Ho notato che quando la pressione dei problemi aumenta scatta una molla che ti spinge a mandare a quel paese tutto e di abbandonarti al gozzovigliaggio! :D

Lo facevo con le sigarette, poi con la pastasciutta, ora ho imparato ad affrontare la pressione delle forze in opposizione passandoci attraverso, ascoltandole, sentendo il loro turbinio e così facendole scemare e poi svanire! :D
Avatar utente
By chefab
#66680
dodo ha scritto:Ciao Chefab,
su su non ti abbattere, leggendoti traspare la tua delusione, gli sgarri sono la causa principale dei tuoi problemi (ci sei già passato, noo...), hai un vantaggio che altri non hanno, dici che spesso ti trasferisci in medio oriente, un paese dove si trova, a mio parere, il frutto più buono del mondo i DATTERI, pensa hai la possibilità di mangiarli freschi, cosa molto rara in Italia, utilizzali per superare le crisi, riempiono molto, ti ricordi nel libro SGDM. Ehret incontrò una tribù di nomadi che si nutriva solo di datteri, non dovrebbe essere un problema reperirli, detto questo, preparati in maniera corretta al digiuno in maniera da non crearti ulteriori problemi, fai le cose per gradi comincia con un digiuno più corto e a poca distanza di tempo ne fai subito un altro con qualche ora in più e cosi via, ma ricorda lo devi volere veramente....tanti auguroni


Grazie del consiglio sui datteri, in effetti ce ne sono ovunque, a Tehran ne ho mangiati, l'unico problema è che mi danno un'acidità di stomaco paura! Purtroppo ho l'ernia iatale e i riflussi mi uccidono. Da quando mangio meglio soffro molto meno, ma la frutta quasi mi uccide.

Grazie ancora!!
Avatar utente
By chefab
#66681
luciano ha scritto:Ciao Fabio! :D
Ti capisco! Quando dici "Poi ci sono anche problemi di altro genere il che non agevola" credo che abbiano una parte fondamentale nello sgarrare.
Ho notato che quando la pressione dei problemi aumenta scatta una molla che ti spinge a mandare a quel paese tutto e di abbandonarti al gozzovigliaggio! :D

Lo facevo con le sigarette, poi con la pastasciutta, ora ho imparato ad affrontare la pressione delle forze in opposizione passandoci attraverso, ascoltandole, sentendo il loro turbinio e così facendole scemare e poi svanire! :D


Ciao Luciano,
in effetti è proprio così, in quest'anno ho lavorato solo 4 mesi e la mia pressione è davvero forte. Non ho mai mollato del tutto ma stavo cadendo sempre di più, avevo anche ricominciato a fare colazione, cosa che ormai avevo smesso da mesi e mesi.

Il tuo consiglio di percepire al 100% il disagio e farlo svanire è stupendo e molto profondo. Leggendolo ho subito capito che era quello giusto!!

Grazie mille!
Avatar utente
By mauropud
#66687
chefab ha scritto:Dopo un inizio piuttosto entusiasmante passando da una dieta onnivora a vegetariana, vegana e poi Ehretista e perdendo circa 30 kg in meno di un anno, sto passando un lungo periodo in cui non riesco più ad avere la forza di andare avanti. Gli attacchi di fame e nervosismo sono troppo intensi.


Credo che il problema sia tutto qui: sei passato troppo velocemente ad una alimentazione radicalmente diversa dalla originale, e le vecchie tossine messe in circolo ti hanno dato "voglie" irresistibili.

Secondo me piu' che digiunare sarebbe piu' utile cominciare una transizione vera, in cui elimini una cosa alla volta e vai avanti per mesi prima di fare un altro passo avanti.

Purtroppo questo sistema e' incompatibile con la voglia di risultati nel brevissimo periodo: ci vuole tempo e pazienza. :D
Avatar utente
By chefab
#66694
mauropud ha scritto:
Credo che il problema sia tutto qui: sei passato troppo velocemente ad una alimentazione radicalmente diversa dalla originale, e le vecchie tossine messe in circolo ti hanno dato "voglie" irresistibili.

Secondo me piu' che digiunare sarebbe piu' utile cominciare una transizione vera, in cui elimini una cosa alla volta e vai avanti per mesi prima di fare un altro passo avanti.

Purtroppo questo sistema e' incompatibile con la voglia di risultati nel brevissimo periodo: ci vuole tempo e pazienza. :D


Hai ragione al 100%

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret