Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By swami863
#67300
Condivido con voi un male cane che sto vivendo in questi giorni, ma soprattutto alcune cose che non mi tornano riguardo alla mia gamba.
Sere fa in seguito ad uno scatto di corsa fatto (muscolo freddo, temperatura fredda), ho avverito una contrazione, ma nenache forte al quadricipite anteriore dx.

Nei giorni il male è cresciuto, ieri sera un amico medico mi ha detto che trattasi di strappo bello e buono.
Si irradia a tutta la gamba, che non mi regge, è pesantissima. Cammino a fatica, il minimo per andare al lavoro. In queste ore tutte e due le caviglie sono un pò in sofferenza, gonfiette.

La cosa che non mi torna è che se faccio una sauna o u clistere il male si localizza in un'area meno vasta e scende di intensità.

Ora non voglio dire che siano solo tossine, che sia SOLO una crisi eliminativa, perchè il piccolo trauma a monte c'è stato, ma ...se fossero ANCHE tossine?
Sto continuando a fare un pasto di frutta dolce al giorno, cachi, forse è meglio variare alimentazione in questi giorni con frutta meno zuccherina, più liquida?
Magari reintrodurre pane di segale, insomma rallentare un pò secondo voi?

Grazie per l'eventuale aiuto :P

Ale
Avatar utente
By mauropud
#67303
Forse le tossine che il clistere porta via invece che lasciare in circolo portano sollievo? :)

Io istintivamente quando ho avuto problemi simili ho aumentato le verdure a foglia verde tipo insalata, e credo abbia funzionato.
Prova e vedi che succede. :D
Avatar utente
By swami863
#67306
Si Mauro, provo. temo di aver dato una virata troppo brusca negli ultimi mesi verso la frutta, pasti e pasti di cachi in quantitativi crescenti, poco buon senso-tanta golosità.
E' andata bene come peso, ho preso un kg e mezzo! :P

In questi giorni torno però a qualche pranzo di verdure, oltre alle verdure serali, anche se mi spiace un pò dover reintegrare cibi mucosetti tipo pane ecc per non divenatre uno scheletrino.
Avatar utente
By Stefan
#67314
Swami, considera anche l'aspetto meccanico del trauma.
Se si tratta di vero strappo, a volte si definiscono così anche semplici contratture, è necessario fare un bendaggio funzionale che riavvicini i capi delle fibre muscolari e poi procedere con dei massaggi particolari che aiutino la ripresa dell'elasticità. Per questo è necessario rivolgersi ad un fisioterapista possibilmente con esperienze sportive ( calcio, atletica ecc. ).
Si può guarire anche trascurando il trauma, ma a seconda dell'importanza e cioè del numero di fibre rotte, ci si può ritrovare con una funzionalità ridotta in termini di forza e soprattutto di elasticità, cosa non fondamentale per chi fa una vita semi sedentaria. Dipende da caso a caso.
Il consiglio di Mauro mi sembra azzeccato, le verdure a foglia verde aiutano a ricostruire il muscolo. Forse un po' di succhi soprattutto con lattuga ti farebbero bene. Io mi farei soprattutto carota e lattuga.
Avatar utente
By swami863
#67382
Rapido aggiornamento!
Ieri il medico sportivo della palestra mi ha applicato i cerotti stile "Balotelli", di un bel rosa shock :)
Sono felice perchè non rilasciano farmaci, ma si basano su un principio meccanico, stile chiropratica...e un pò di sllievo sta arrivando.

Nel frattempo non mi è difficile seguire i vostri consigli circa verdure a foglia verde, perchè il mio corpo sembra non desiderare altro: insalate di lattuga, radicchio e belga, anche più volte al giorno, anche senza condimento, come dovesse "lavarsi", la sensazione di fresco e pulito che mi dà mangiare questi cibi è una gioia!
E non mi attirano neanche troppo le altre verdure, tipo sedani o carote, aggiungo però zucchini cotti, quelli si mi fanno piacere.

In questa fase ho scelto di zittire la voce che mi dice che il peso scenderà bla bla bla e procedo invece per priorità. Di certo non sento il bisogno di banane o frutta troppo zuccherina, in questi giorni neanche i miei amati cachi mi attirano come prima.
Scelgo di fidarmi :P

Ale
Avatar utente
By swami863
#67426
...ma non è che questa contrattura forte è legata a un'ostruzione da tossine?

Io non vorrei sembrare matta, ma sta faccenda dello strappo mi convince sempre meno: il dolore forte e persistente da giorni si sta spostando, a volte zona inguine, a volte all'anca dalla parte opposta della gamba, a volte sopra il ginocchio.
La sensazione è di lacerazione ma il fatto che non sia fissa in un punto mi fa pensare alle crisi di disintossicazione che avevo i primi tempi, fitte forti alle scapole o sotto le costole.

Reintegro qualche vecchio cibo, la mia amata quinoa magari e vediamo se si attenua :)

...magari vecchi farmaci o anestesie in circolo!

A.
Avatar utente
By daleo
#67436
La butto: il nervo sciatico come stà?
Avatar utente
By Stefan
#67446
Definisci alternativamente la tua situazione muscolare coi termini di contrattura e strappo, ma si tratta di due condizioni sostanzialmente diverse. E' un po' come se definissi la tua tosse a volte tosse e a volte polmonite.
Un fisioterapista serio riconoscerebbe subito uno strappo da altre patologie con una serie di test, se positivi ti farebbe fare una ecografia, per vedere la percentuale di fibre rotte, se negativi ti consiglierebbe un po' di riposo e forse un massaggio se il muscolo ha già superato lo schock iniziale.
Comunque, le contratture normalmente si sciolgono in meno di sei giorni. Gli strappi effettivamente danno la sensazione che il punto critico si sposti da un giorno all'altro, anche se dal ginocchio all'anca è un'escursione un po' eccessiva.
E' anche vero che se il dottore della palestra ( e non abbiamo motivo di dubitare della sua preparazione) ti ha messo un cerotto fisioterapico "taping", ha già stabilito che di strappo non si tratta.
Una curiosità, oltre ad averti applicato il cerotto, che ti ha detto il dottore ?
Avatar utente
By swami863
#67448
Mi ha detto che si tratta di una forte contrattura, esclude lo strappo, sono io che sono imprecisa e alterno i termini.

Su di me i cerotti hanno avuto efficacia ZERO. Ad oggi un male cane. Non voglio prendere farmaci, ho cominciato ieri con l'arnica per bocca (compositum).
Se cammino mi si contrae tutta la coscia, forse a reazione del male che ho appoggiando il piede. La gamba sta bene solo ferma e al caldo.
Il male è partito dal muscolo anteriore della coscia in alto, bello al centro.

Sono stata un pò facilona pensando di rallentare la transizione, così passa tutto....ehm! in queste ore non è andata proprio così!! :oops: :)

grazie Stefan per l'interessamento!

Ale
Avatar utente
By Stefan
#67476
Che una contrattura duri così a lungo non è nella norma.
Forse hai sottovalutato il trauma nei primi giorni, non mettendo ghiaccio, non mettendo la gamba a riposo assoluto, che significa non farla lavorare in contrazione, quindi fare gli spostamenti minimi magari tenendo la gamba rigida.
Se il dolore è partito dall'alto potrebbe esserci anche un problema all'inserzione, quindi tendineo. E ciò giustificherebbe questi tempi lunghi.
A parte il consiglio di rivolgersi ad un fisioterapista competente che ti chiarirebbe la situazione, cerca di far lavorare la gamba senza arrivare al punto di dolore, quando il muscolo prova dolore si contrae istintivamente entrando in un circolo vizioso, anche questo potrebbe giustificare i tempi lunghi.
Per il resto verdure verdi e carote (anche se non ti piacciono) sono l'ideale per nutrire e rinfrancare i muscoli.
Avatar utente
By swami863
#67481
Ecco l'ecografia!
Contrattura confermata e segno di precedente cicatrice, quindi muscolo già fragile.
Riprendo il mio riposo, ridotto la frutta, il digiuno della colazione che da mesi non praticavo, mi sta dando sollievo
Sicuramente col risposo si sistemerà tutto, solo non immaginavo potesse fare tanto male, è stata duretta, anche perchè a parte l'arnica non ho voluto ovviamente analgesici.
Grazie Stefan sei nel settore fisiotearapico, palestra and Co.?

Ale
Avatar utente
By zuyra
#67532
Ciao Ale
mi intrometto un pò tardi ma ho seguito tutta la storia dall'inizio solo ora,
e volevo renderti partecipe di una mi esperienza passata prima ancora
che conoscessi eheret, forse può esserti utile sulla condotta alimentare
da seguire.

Un giorno mentre stavo facendo una corsetta leggera a casa mia ho
insistito a correre anche se sentivo fastidio al piede.
Li per lì non ho dato peso al dololorino ma poi ha cominciato a gonfiarsi, allora
riposo, ma dopo un po di giorni ancora dolore e gonfiore, cercavo di
riposarlo il più possibile, ho usato anche una pomata erboristica ma
niente sempre male e gonfio e nessun miglioramento, sospetto allora
delle microfratture, sono andata da uno specialista che conferma una
possibile presenza di fratturine oppure, non ricordo che altro più
grave, perchè a detta sua poteva essere solo operabile....ecc ecc.
personalmente non avevo nessunissima intenzione di seguire la strada
medica.

Fatto sta che era passato più di un mese e non c'èra stato nessun
cambiamento, allora ho preso la sola strada che conoscevo,

Mi sono messa a sole mele per una settimana

al terzo giorno il piede ha cominciato a migliorare e dopo una settimana
è sparito tutto e non ho avuto più nessun fastidio.

quello che voglio dire è che è possibilissima una contrattura o strappo
come ti è stato detto, ma non sottovalutare la possibilità di una
rapida guarigione con un piccolo diguno, anche se questo volesse dire un
calo di peso, magari penserai dopo al modo di riprenderlo ':wink:

anche io pensavo che il dolore al piede fosse solo una conseguenza della
corsa, ma a quanto pare l'alimentazione ha un grosso potere anche in
questi casi :wink:
Avatar utente
By swami863
#67538
Preziose le tue parole, perchè confermano ciò che ho già notato: su di me la frutta va mangiata in questi giorni con moderazione, perchè nelle ore successive aumenta tantissimo il dolore, soprattutto con le arance o con tanta frutta zuccherina.
La via di piccoli digiuni l'avevo pensata ma sapete quanta paura ho del peso che scende :P

Grazie grazie!!

Ale
Avatar utente
By swami863
#67617
E ora speriamo di chiuderla qui!!!
Finalmente credo di essere arrivata al dunque: dopo 15 giorni di dolore pazzesco e continuo, sempre peggio, oggi sono stata da un fisioterapista che mi ha fatto una seduta di Tecar.

Ma la cosa bella non è tanto la seduta, quanto il fatto che alla fine mi fa camminare e....sbigottito per come ero storpia trova la causa di tutto: ho in corso una bella lombosciatalgia!!

Come mi ha toccato lo sciatico sono saltata di un metro!

Ora non è che una contrattura non ci sia stata, ma oggi assolutamente sciolta, infatti il muscolo non duole più, peccato che la gamba sia peggiorata tantissimo per l'aggravanyte dello sciatico, ecco perchè non passava.

In tutto questo rifletto sul potere della mente: fino a oggi sapendo di avere una contrattura tenevo il muscolo tutto rattrappito, come ho saputo che ormai QUEL muscolo era guarito....ahhhh! ho appoggiato la gamba con una disinvoltura che mi sarei data due schiaffi da sola!!! :P :D
Avatar utente
By daleo
#67661
Dieci giorni fa ti chiedevo come stà il nervo sciatico, manco mi hai risposto. Ciao.

Puoi provare con Kalmia latifoglia e ledum palustre 5ch
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 9

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret