Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By margherita
#67695
Luciano, se ti va, mi racconti come è avvenuto il processo in te di smettere di fumare? Non so quanto tu fumassi, io ero capace di svegliarmi la notte per farlo, non più, ma è ancora la prima ed ultima cosa che faccio durante la giornata, ed è veramente una lotta dilaniante questo scalare. Non vi è niente di morbido nel farlo, nessuna calma compostezza, come invece è avvenuto nel lasciare andare tutto il resto. Adesso vi è lotta, solo lotta. Condivido in pieno quello che scrivi sia sulla salute perfetta sia sui tre risvegli che hai vissuto, anche io mi sento così, ho proprio sentito un risveglio con Ehret. Hai una chiave per riuscire che io riesca ad aprire?
Avatar utente
By luciano
#67698
margherita ha scritto:Luciano, se ti va, mi racconti come è avvenuto il processo in te di smettere di fumare? Non so quanto tu fumassi...
Fumavo più di un pacchetto al giorno, a volte arrivavo a due. Mi sono accorto che ogni volta che si presentava un problema di qualsiasi genere, affettivo, relazionale, finanziario, mi mettevo una sigaretta in bocca e continuavo a fumare ogni volta che qualcosa del genere mi veniva in mente.

Mi sono quindi accorto che la sigaretta distoglieva l'attenzione dalle varie incombenze e mi leniva il disagio o la sofferenza, quindi fumare era per me una sorta di medicina (non priva di effetti collaterali dannosi) che sopprimeva quei sintomi. Però con questo atteggiamento molti problemi rimanevano irrisolti.

Ma dato che i problemi fanno parte della vita, non avrei mai smesso di fumare, e inoltre percepivo il malessere fisico a cui sottoponevo i miei polmoni, la mia gola, la mia bocca, insomma tutti gli organi che interessano il respirare.

Persino l'odore dell'urina cambia quando si smette di fumare.

Quindi ho smesso di comprare le sigarette e ogni volta che avevo voglia di fumare mi scioglievo in bocca una pastiglia effervescente di vitamina C, è un bell'effetto, invece di scioglierla nel bicchiere!

Sono arrivato anche a 25 pastiglie ma non c'è pericolo perché essendo idrosolubile l'eccesso viene eliminato con l'urina.

Quindi ogni volta che mi si presentava una rogna di qualsiasi tipo, per telefono, per posta, di persona o semplicemente una scena sgradevole offerta gratuitamente dalla mia mente, prendevo la Vit.C e osservavo, guardavo e ascoltavo il problema non rifiutando l'emozione che ne derivava, ma la percepivo intenzionalmente con tutta la sua intensità stando a guardare questa sofferenza come dall'esterno.

Quello che succedeva era che qualsiasi sofferenza, disagio o dispiacere si amplificava come un fuoco che brucia tutto quello che si trova nella fornace e poi si esauriva fino a spegnersi lasciando poi il mio animo tranquillo, mentre io mi chiedevo "tutto qui?"

E' incredibile quanta preoccupazione aggiungiamo ai problemi e quanto poi li vediamo piccoli e facilmente risolvibili quando non alimentiamo la preoccupazione.

E il modo di liberarsene è di non scappare fumando sigarette, ma di stare a guardare le nostre emozioni negative mentre si accendono e bruciano e si spengono come un fuoco.

Poi il bisogno di fumare, aiutato dall'espediente della Vit C effervescente è gradualmente diminuito e poi scomparso.

La chiave è non scappare dalle emozioni ma ascoltare e sentire il disagio fino a quando si spegne, spesso in pochi minuti. Io lo percepivo persino fisicamente come un disagio in mezzo alla pancia.

Questo è stato il modo con cui mi sono liberato dal fumo, e contemporaneamente ho aumentato la mia abilità nel risolvere i problemi, ma non posso garantire che possa funzionare per ognuno.
By WhitRabbit
#67726
Meera ha scritto:
margherita ha scritto:Meera, grazie dell'accoglienza e del dar valore al mio sforzo. Luciano, interessante, contarle le sigarette, crea vigilanza. Voler essere sani,dici, mi fa riflettere di nuovo perché non l'ho mai veramente voluto. Risposte arrivano e fa del bene porci attenzione. Non trovo in libreria " La tua via verso la Rigenerazione" e "Il Vangelo esseno della pace" Tu puoi farmeli avere? E posso pagare alla consegna? Va da se che non ho mai comprato tramite Internet. Non vedo l'ora che mi passa la timidezza eccessiva e il timore mentre vi scrivo. Pratica, pratica e pratica. Spero di arrivare anche io a dare e non solo a chiedere su questo forum.


Secondo me questo metodo per smettere di fumare è il migliore, anche io ho fatto così: ogni settimana ho tolto una sigaretta.
Ovviamente per me è stato più semplice avendo fumato per 2 anni e non 44, magari se non te la senti di togliere una sigaretta a settimana fai ogni 10 giorni o ogni 2 settimane.
Bacioni!


Intanto un super benvenuta Margherita! E' un piacere accoglierti qui e leggere la tua storia! Condivido con voi anche la mia storia inerente al fumo dato che siamo in tema.
Premetto ho 23 anni e ho iniziato a fumare sigarette/tabacco all'età di 12 anni. E buona parte di questi facendo anche ampio uso di cannabis o ancor peggio hashish. (alcolici annessi).
Dopo due anni in svizzera (18-20) conseguentemente a un insieme di cose andai un po giu di morale, chiamiamola leggera depressione, tanto che tornata in italia addirittura mi feci convincere a prendere degli psicofarmaci, tra cui degli ansiolitici per l'appunto.
Nel frattempo avevo gia smesso di farmi canne.
Rinsavita smisi all'istante la mia brevissima "dipendenza" da queste medicine.
Ripresi a fumare per un'altro breve periodo tabacco e cannabis. Dopo circa 5-6 mesi smisi definitivamente di fumare cannabis fino a ora (e mai piu lo farò! ora non capisco proprio cosa ci trovassi a quel tempo :P).
Feci un'altro anno da fumatrice di tabacco... e ora sono orgogliosa di dire che gia da qualche mese... non ricordo precisamente la data di inizio non fumo piu!!!
Raramente ho avuto soddisfazioni piu grandi, essere fumatori è una schiavitù senza senso... direi una delle più insensate in assoluto!
E la cosa che mi ha spinto a parlarvi di questo è quanto sia fondamentale il potere della mente, o meglio ancora della consapevolezza. O almeno quanto lo è stato per me.
Da anni sapevo quanto il fumo era dannoso per la salute, figuratevi che il mio povero nonno ha abbandonato questa forma materiale a causa di un cancro ai polmoni (dopo aver fumato per tutta la vita); nonostante un esempio molto ravvicinato delle conseguenze della mia droga ancora non bastava per farmi smettere!
Ma in quel giorno probabilmente qualcosa dentro di me si è risvegliato è stato come un fulmine a ciel sereno; e quando arriva e arriva forte non hai bisogno di tecniche di disintossicazione etc.
Questo per farti forza e dirti che forse le tue paure e dipendenze sono piu grandi di quel che immagini, forse vedi o senti solo le loro ombre proiettate e ingigantite!
In ogni caso nei primi giorni ricordo che avevo aumentato tantissimo il consumo di frutta e verdura senza aver letto niente, ma seguendo l'istinto.
Amavo già andare a camminare in mezzo alla natura appena mi era possibile e volli iniziare a correre. Per qualche motivo mi feci male a un ginocchio (niente di grave) ma nelle due settimane che non potei correre iniziai a fare yoga da sola a casa davanti a dei video scaricati pur di velocizzare la pulizia e curare il mio corpo come non avevo mai fatto prima e per vari altri motivi.
E poco dopo venni a conoscenza di questa fantastica realtà e di Ehret!
Quindi un cammino della gioia e della libertà!
Ti sono vicina! E io ti vedo giù non piu fumatrice e smagliante di energia grazie anche ad una corretta alimentazione.

Con tanti in bocca al lupo
Valentina :)
Avatar utente
By margherita
#67764
Mi hai dato veramente una risposta esaudiente. Grazie. Ieri non riuscivo a rispondere, mi sembrava che qualsiasi cosa scrivessi fosse vuota. Oltre ad usarle come medicine, le sigarette le uso come premio. Assurdissimo. Ma adesso basta parlarne, da parte mia, non voglio crearne un caso. Action. E ancora domande, esiste una vit.C migliore di quella farmaceutica? E mi fermo, perché anche ora mi sento non precisamente presente.
Avatar utente
By margherita
#67765
Il simbolo di Ehret è la fiaccola onde per cui il falò delle proprie proiezioni è, e sarà frutto di essa. Rosanna, buon proseguimento anche a te. Valentina, il tuo vedermi non fumatrice mi ha proiettato un'immagine luminosa. Grazie a tutte e due.
Avatar utente
By daleo
#67779
margherita ha scritto: E ancora domande, esiste una vit.C migliore di quella farmaceutica? E mi fermo, perché anche ora mi sento non precisamente presente.


La migliore vitamina C è quella che assumi direttamente dai frutti o in alternativa quella presa in erboristeria derivante da rosa canina e acerola.
Evita i vari ascorbati sintetici. Ciao
Avatar utente
By luciano
#67789
L'assunzione di vitamina C per la questione che spiego nel mio post precedente non ha nulla a che fare con la qualità ma solo con l'effetto che fa una pastiglia effervescente sciolta direttamente in bocca.

Molte persone quando viene loro la voglia di fumare, prendendo una pastiglia direttamente da sciogliere in bocca di vit C riescono a rimandare il desiderio di fumare più in là nella giornata.

Quindi in questo caso non ce ne frega nulla della qualità della vitamina C, ma si vogliono prendere proprio quegli ascorbati sintetici sotto forma di pastiglie effervescenti come Cebion o quelle della Roche e simili :wink:
Avatar utente
By margherita
#67798
Non fa una piega e sotto sotto lo intuivo. La tua risposta nel post precedente non solo è stata esudiente ma anche centrata e generosa, generosa nel senso del dare. Io invece mi trovo in uno stato di disconessione che vorrei descrivere unicamente perché può essere di esperienza a chi intraprende questo cammino. 48 ore fa, diciamo, cado, in una fame assoluta, ed essendo in una casa altrui, mi fiondo su cibi non idonei. Risultato ed effetti: la mattina dopo non ero in grado di mettere insieme un gesto coordinato, come se avessi bevuto chi sa che, tutto rallentato, io lontana da me stessa, incapace di afferrare i pensieri, intossicazione neurologica, se così si può chiamare, non vedo l' ora che passi. Per 4 polpettine fatte dalla madre di qualcuno che all' inizio mi davano l' impressione dell' amore casalingo. Lo racconto anche per spiegare la mia scarsa risonanza alle parole ricevute da Luciano e da altri. Le ho apprezzate, e sono con me ( le parole ) Mi rifermo perché risento la sconnessione. Nuovo mio motto: nella Fiaccola di Ehret e nella generosità di Luciano ( il seguito deve ancora essere coniato)
Avatar utente
By margherita
#67809
Non l'avevo letto, quando ho nominato un'ipotetica intossicazione neurologica, l'argomento " come ho smesso di fumare" messo a lato della pagina ( come si chiamano nel linguaggio forumense?) chi ha orecchie per intendere intenda. Passando ad altro, voglio dire la mia sugli orari di cui Ehret parla, auspicandomi la conferma o smentita di Luciano.Oltre saltare la prima colazione,( mi sta proprio simpatico Ehret, perché è il solo che io conosca ad asserire ciò, mentre sono tutti fissati a quanto è importante le pètit dejeuner) Ehret indica di fare il pasto dall'inizio della frutta con relativa pausa di almeno un quarto d'ora, all'interno di un'ora. Mangiarne anche 4 in uno, ma poi nulla fino a cena. Ha i suoi motivi per dirlo e sono comprensibili. Ribadisco questo perché leggendo in giro nel forum molti scrivono metà mattina mangio questo, metà pomeriggio quest'altro. A mio avviso va tenuto da conto questa indicazione. A Luciano, sempre se gli va,l' ultima parola. Stasera ho la Lucianite, da scarsa risonanza a Lucianite. Vi saluto
Avatar utente
By margherita
#67825
A Roma ti chiamerebbero "Il Secco". È arrivato oggi l'avviso delle poste per i libri.
Avatar utente
By margherita
#72009
L'avevo iniziata a coniare tre post prima in questa pagina, ma non avevo trovato il seguito. Stamane durante oil pulling è nato il resto del motto. Niente imbarazzi se no poi ti do del lombardo.....

Perché non è vero che ci stiamo dando e ci daremo una mano? E poi con il vocabolo Luciano non è che si trovano tutte queste rime! :D

Non bisogna generalizzare. Io sono crudista, ma no[…]

Bhe estrarre un incisivo per creare spazio è propr[…]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

La panoramica di Ienk

Mi dici prima che il canino con la formazione è il[…]

Libri di Arnold Ehret