Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By tizzy
#5063
Volevo fare i complimenti a Luciano per questo splendido articolo che mi trova totalmente d'accordo. Pensavo proprio questa mattina ai due siti "Medicinenon e Arnold Ehret" e alla fortuna che abbiamo, tutti noi che li visitiamo regolarmente, di poter accedere a tutte le informazioni che contengono. Forse ormai ci siamo abituati anche ad Internet ma io non posso fare a meno di pensare che senza questo strumento, di sicuro sui giornali o alla televisione di Luciano non avremmo sentito parlare di sicuro! Non è proprio una banalità il fatto che una persona metta a disposizione del prossimo le sue preziose conoscenze.
Grazie Luciano, Tiziana
Avatar utente
By Tyler
#5110
Mi unisco senza riserve ai ringraziamenti
nei confronti di Luciano...
Io utilizzo i due siti un po' come fa la gente
con i quotidiani, la prima cosa che faccio
la mattina appena arrivato in negozio è
leggerli, tutti d'un fiato...continuo a spulciare
medicine.non come un assetato e quando qualcuno
mi chiede qualcosa, corro a stampare gli articoli inerenti.
Inoltre cerco ogni giorno di piu' di gettare il
seme della divulgazione, a volte attecchisce,
a volte no. Pazienza.
Grazie ancora Luciano per il lavoro che svolgi.
Avatar utente
By corvino72
#5293
Anche io ringrazio Luciano. Là dove parlava dei bimbi vegetariani deceduti (secondo i media) a causa dell'alimentazione sconsiderata imposta dai genitori, mi ha fornito un' ulteriore riflessione oltre a quella che già mi aveva dato nell'altro post da me aperto in questa sezione Off Topic, intitolato "Il neonato morto ad Atlanta":
http://www.arnoldehret.it/Forums-file-v ... t-566.html

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret