Arnold Ehret Italia

Vuoi iniziare un diario dove raccogliere i tuoi successi, gli ostacoli incontrati durante il tuo percorso? Questa sezione è quella giusta!

Moderatore: luciano

#69296
Ciao a tutti! Finalmente mi metto a scrivere anche il mio diario dopo averne letti molti! Perchè ci tengo a condividere con voi il mio cammino che vede coinvolta la mia famiglia.
Sono Stella, 27 anni, insegnante di pianoforte, musicoterapeuta e operatrice tuina. Mamma di Sirio, 2 anni, e Valentino, 6 mesi.
Poco prima di Pasqua scopro il libro di Ehret per caso in un negozio di "cose naturali" per bimbi...visto l'inverno passato nei muchi e influenze dei bimbi ne sono colpita, per quanto di informazioni varie ne avessi già e ne ero un po' stanca viste le innumerevoli teorie specie sull'alimentazione dei bimbi. Sono almeno 5 anni che studio alimentazione, ho avuto fasi vegane e vegetariane, ho seguito corsi, fino a trovare una strada onnivora multiforme, forse troppo... Già con le mie ricerche negli anni ho risolto alcuni problemi quali candide, cistiti, mal di testa, che hanno costellato la mia adolescenza, ma qualcosa sentivo mancasse, delle sensazioni e dei riscontri: io tanto attenta all'alimentazione, mi sento però appesantita, malaticcia, mi attacco a pizzette e dolcetti nonostante i menù della nostra tavola siano studiati bene su proteine e carboidrati con un basso consumo di cose animali, grandi quantità di verdura...e poi arriva una tremenda reazione del mio organismo cuocendo dell'abbacchio nonchè la mattina dopo averlo mangiato: vomito e diarrea! Cose che accadevano solo quando ero piccola. Così ho cominciato a chiedermi: ma se la mia alimentazione è perlopiù sana, come posso avere la famosa "influenza intestinale"? Poi arriva il libro e mi si schiude un mondo!!!!! Io che ero la paladina dei cereali in ogni momento, ho capito che anche così mi intossicavo! E così sto tentando l'arduo cammino di risollevare le sorti alimentari di tutta la famiglia! Inizialmente il mio compagno si è spaventato ma giorno per giorno ne parliamo e sta leggendo anche lui il libro e ogni tanto il forum.
Non potendo cominciare una transizione seria e rigida, sia perchè allatto sia per il piccolo di due anni, sto facendo piccoli passi:
introduzione di verdure crude ad ogni inizio pasto oltre poi ad una verdura cotta;
cereali di tutti i tipi che ho sempre usato nelle varie preparazioni e utilizzo, ma diminuendone notevolmente la dose;
mattina e pomeriggio frutta, fresca o cotta o secca;
Poi uso semi, frutta oleosa, marmellate senza zucchero, miele.
La mattina riesco spesso a non mangiare ma bere solo.
Sono passata al caffè decaffeinato o d'orzo.
Praticamente mi danno fastidio già cose animali o derivati, mangio ogni tanto un po' di ricotta fresca, ma in piccole quantità.
Per casa ho ancora tanti biscotti e quelli alle 15 ne mangio nel caffè...ahiahiai! Però so che non ne ricomprerò più e ai miei figli gliene farò io con frutta secca o cmq con meno muco possibile.

Ecco, già noto tanti incredibili cambiamenti!
Sono sempre stata voracissima, ora non riesco a mangiare più di tanto!! Mi sento male al solo pensiero! E poi i derivati animali proprio non li sopporto più. In pochissimo tempo, nonostante la mia alimentazione sia ancora molto ricca alla fine, ho già perso 3 chili, sono più sgonfia, mi sento leggera ma non affamata! Per me questa è stata una rivoluzione!

E soprattutto ascolto di più il mio bimbo che mi dice: non mi va più senza l'angoscia che non abbia assunto tanti nutrienti da tante cose pesantissime per il loro corpicino nonchè ho aumentato la quantità di verdura che a forza di pane e pasta ormai snobbava.

Ora cominceremo anche lo svezzamento di Valentino che potrò affrontare più serenamente e cautamente, ma certo comunque inserendo cereali e proteine, diciamo vegano.

Tornando a me, ho fatto anche qualche clistere con la sacca, ma purtroppo avendo un po' di difficoltà ad andare in bagno, quando li faccio li riesco a trattenere pochissimo o a volte neanche a finirli. Ecco su questo punto magari se potreste dirmi se è il caso di farli un giorno sì e uno no, o tutti i giorni nonostante la mia alimentazione sia ancora ricca, che dite?

Avrei da scrivere ancora un'infinità di cose, ma devo diluirle, altrimenti non mi legge nessuno :lol: E poi perchè devo sempre fare di corsa con i bimbi sempre a duemila!! :D

A presto!
Avatar utente
By stellina3
#69297
Dimenticavo...sono alta 1,61m e il mio peso si era da anni stabilito attorno ai 63-64 kg, anche dopo i 13 kg delle gravidanze. Ora sono praticamente a 60kg.
Avatar utente
By valina
#69300
Brava Stellina!Bel percorso se lo fate tutti insieme!! In bocca al lupo!
Per i clisteri anche io non trattengo più di tanto, penso che la situazione migliori a mano a mano che si avanza con la transizione. :wink: Il senso di leggerezza e pulizia comunque c'è, magari un pò meno profonda.
Buona transizione!!!
Avatar utente
By ciupinix
#69305
Ben arrivata... direi che siam colleghi visto che anch'io sono operatore Tuina.. :)
Avatar utente
By stellina3
#69324
Grazie valina ;-) Sappi che per me ormai sei la mia "amica mamma" del forum :-) Ti ho pure rifatto altre domande sull'argomento bambini :roll:

Wow!!!un operatore tuina ehretista! fantastico!

Saluti a tutti carissimi
Avatar utente
By dodo
#69342
Ciao Stellina,
una dritta per i cereali, prova a cucinarli alla maniera macrobiotica, sono molto meno dannosi, che consiste nel mettere il rapporto tra cereale e acqua 1 a 2, cioe se metti 100 gr di riso 200 ml di acqua, porti a bollore e abbassi la fiamma fino a cottura ultimata, nel riso intregrale e un po più lunga c.ca 35/40 min se lo metti però in ammollo la sera prima cucina più velocemente, l'acqua viene assorbita completamente del riso, in questo modo si neutralizzano buona parte degli amidacei, divente più salutare se cosi volgiamo chiamarlo, ma pur sempre cereali sono e nella nostra dietà vanno eliminati quindi....comunque complimenti alla tua famiglia...tanti auguri
Avatar utente
By stellina3
#69359
Eccomi qui, appena reduce da un super mega pranzo nella mia grande famiglia, da cui io almeno ne sono uscita leggera nonostante qualche bruschetta e pangrattato su qualche verdura. Mi passava avanti di tutto: carne alla brace, super pasta con piselli e salsicce, mega mozzarella di bufala (sì, a casa dei miei è tutto mega!)...gelato, panna!!! ahhhhh! volevo impazzire! Ma non perchè dovevo tenermi, non soffrivo per niente, era perchè mi sentivo così..diversa, vedevo "malati" affamati e felici di ritrovarsi poi dopo mangiato con mal di testa, intontimento, rincoglionimento, ed erano tutti miei cari. E poi per il mio bimbo con cui devo fare grande opera di mediazione per fargli capire che quell'attrazione non è cosa buona.
Ecco sono in una fase in cui ho tanto bisogno di sfogarmi e userò questo diario anche e soprattutto per questo. Io già di mio sono molto critica e quando capisco e decido di fare una cosa, mi ci impunto proprio e perdo un po' di elasticità che invece serve al mio bimbo, non tanto nelle concessioni quanto nel modo di percepire le cose. mi accorgo che spesso ci troviamo a litigare, rifiuta in modo forte ciò che gli dò forse perchè sente la mia tensione...mentre so benissimo che devo porgergli tutto con gioco e serenità, anche le verdurine crude che infatti ieri ha mangiato felicemente col papà quando non c'ero....
Il problema è che sento anche tutta la non comprensione e "minaccia" esterna, ognuno pronto ad offrirgli (anche se con amore) qualcosa che è meglio non mangi! E dunque la mia fatica viene distrutta da una semplice parola... Non voglio togliergli quei piccoli piaceri, voglio solo trasformarli...gelato può anche significare un frullato gelato, torta di frutta secca, insomma voglio modificare la mia cucina nel modo più soft e senza sconvolgere la psiche di un bimbo di due anni che già è in una fase di grande rabbia. A mio favore c'è il fatto che ama la frutta, anche quella secca! e poi noto che se per due giorni non vede cose "proibite" in realtà è contento di ciò che ha.
E' una fase difficile! Ora ho deciso di dire a nonni e parenti che ha fatto le intolleranze, è l'unico modo per evitare che qua e là poi comunque assuma altro.
A volte anche agli occhi del mio compagno sembro esagerata, agli occhi della massa sicuramente sembrerò tale, ma alla luce delle cose che ho capito proprio non ce la faccio a continuare con la stessa alimentazione per i bimbi, a chiudere gli occhi! Come si fa!? Non voglio emarginarli ma solo offrirgli un'opportunità...poi crescendo certo starà a loro scegliere.
Sto aspettando di modificare per bene la dispensa perchè ancora troppi amidacci ci sono, e poi vorrei avere oltre averdura e frutta fresca secca e oleosa, semi, latti vegetali, cereali integrali. Ma che cereali mi consigliate per la nostra..complessa transizione? Ehret parla della segale, poi pensavo al mais, al riso, il miglio, il grano saraceno. Io usavo anche quinoa e amaranto. Oltre che integrali anche in forma di pasta per un po' di tempo, magari semintegrale, perchè sapevo che troppi cereali integrali ai bambini fanno male.
Avatar utente
By stellina3
#69360
dodo ha scritto:Ciao Stellina,
una dritta per i cereali, prova a cucinarli alla maniera macrobiotica, sono molto meno dannosi, che consiste nel mettere il rapporto tra cereale e acqua 1 a 2, cioe se metti 100 gr di riso 200 ml di acqua, porti a bollore e abbassi la fiamma fino a cottura ultimata, nel riso intregrale e un po più lunga c.ca 35/40 min se lo metti però in ammollo la sera prima cucina più velocemente, l'acqua viene assorbita completamente del riso, in questo modo si neutralizzano buona parte degli amidacei, divente più salutare se cosi volgiamo chiamarlo, ma pur sempre cereali sono e nella nostra dietà vanno eliminati quindi....comunque complimenti alla tua famiglia...tanti auguri


In realtà senza sapere che era alla macrobiotica, sapevo di doverli cucinare così e poi non sapevo che si neutralizzassero gli amidacei. Comunque grazie per il consiglio. Sì lo so che vanno eliminati, ma per un bel po' so che in casa mia serviranno.
Avatar utente
By daleo
#69363
Quinoa, saraceno e amaranto in transizione sono i meno amidacei.

Ciao.
Avatar utente
By stellina3
#69364
Ieri sera primo clistere al limone, poco trattenuto ma molto efficace! Ma sento che c'è molto da pulire. Vado con difficoltà in bagno questo periodo, il mio corpo mi parla sempre di più ma devo ricordarmi ogni giorno di avere pazienza e tranquillità, senza fretta.
Inoltre noto che Sirio, il bimbo di due anni, fa una pipì e pupù molto meno puzzolente!! Noi usiamo pannolini lavabili e quindi abbiamo un "rapporto" diretto con la sua cacca e nell'ultimo periodo era diventato un supplizio anche solo quando faceva pipì, ancora di più quando ho modificato un po' la dieta. Chissà se c'è stata una piccolissima disintossicazione... invece ora non è più così sgradevole e per me è un buon segno.
Avatar utente
By stellina3
#69365
daleo ha scritto:Quinoa, saraceno e amaranto in transizione sono i meno amidacei.


Grazie mille! ;-) Però un po' di segale e miglio come la vedete?
Avatar utente
By daleo
#69370
stellina3 ha scritto:
daleo ha scritto:Quinoa, saraceno e amaranto in transizione sono i meno amidacei.


Grazie mille! ;-) Però un po' di segale e miglio come la vedete?


Non c'è problema quando è un po'. Ciao
Avatar utente
By stellina3
#69375
Eccomi qui, un po' più serena...
Sarà il senso di maggior leggerezza che sento dopo che ieri sera ho rifatto un clistere. L'ho trattenuto molto di più ed è stato molto più efficace. Mi rendo conto che il mio intestino ha bisogno di essere sbloccato per bene, perchè sento spesso lo stimolo ma poi non vado e possono passare anche 2 o 3 giorni.
Una sensazione stranissima al ventre, stamattina mi sentivo svuotata, anche un po' debole in realtà.
Ho tentato la non colazione, ma non credo di potercela fare ora. Ho dovuto comunque mangiare un po' di frutta, qua e là ho spiluccato della frutta essiccata, ho fatto dei mega centrifugati di mela divertendomi con i miei due bimbi a berli fino al pranzo: verdure, tante verdure, e un piccolissimo tortino avanzato fatto con ceci, zenzero, maggiorana, prezzemolo, olio, in forno. Devo dire che mi meraviglio del fatto che mentre mangio verdure crude e cotte non mi viene voglia di mangiare amidacei, è da ieri che ci sono riuscita, però il difficile è durante l'attesa del pasto successivo. Mi viene molta fame e cerco di tapparla con frutta, fresca o essiccata, l'unico rimedio che mi viene in mente.
Sirio spesso invoca la pasta! :-) Ho trovato l'escamotage per i biscotti: fruttine essiccate, ed è felicissimo. Però i pasti sono più difficili perchè la mattina vuole "lattuccio" (ma anche vegetale a lui piace) con qualcosa da inzuppare (per ora fette biscottate) e comunque frutta; pranzo e cena ho tentato con piatti di verdurine crude divertenti, ma non c'è verso...assaggia ogni tanto e si lagna. Povero! Dirà: ma questi mo' si sono impazziti!? :-D Poi gli dò verdurine cotte o a pezzetti o passate che è il modo migliore per fargliele mangiare, e ci metto un minimo di pasta o cereali (in fiocchi). E' incredibile il potere degli amidi, è tremendo!
Ieri però ha avuto una giornata quasi interamente fruttariana, giusto due gallette la sera per mangiare i finocchi con un sughetto fresco e veloce. Devo dire che è da ieri che fa un sacco di cacca!!!! Ho voluto provare visto che la giornata era favorevole (poche intrusioni di dissuasori alimentari!!) e ne sono contenta anche perchè lui comunque adora la frutta. Ha questo mocciolo che persiste ma noto che si sta attenuando dunque ho preparato un piano alimentare da mostrare ai nonni (ovviamente "inventando" che è a seguito di intolleranze rilevate) in modo che abbiamo un periodo "protetto" in cui possiamo gestire solo noi la sua alimentazione e reindirizzarla non dico completamente ma comunque in buona parte. E' una grande grande fatica, è anche per questo che non ce la faccio a cominciare una transizione seria, senza parlare di tentare un giorno di digiuno che proprio non posso per correre dietro a loro.
Ma dopo questa illuminazione, tornare indietro, non si può più...
Avatar utente
By valina
#69413
Grande Stellina bel percorso!!!Complimenti perchè lo fate tutti insieme!
Io all'inizio di questa avventura ero sola ed è stata durissima soprattutto perchè mio marito in particolare era preoccupato delmio atteggiamento e c'è stato veramente un periodo difficilissimo che adesso abbiamo superato perchè è stato travolto dallo Tzunami "Ehret" senza nemmeno accorgersene ;)
La via delle intolleranze è stata per noi la salvezza e ha consentito di superare tante tappe.
Non ti preoccupare per i piccolini, quello che ho capito è che i bimbi sono estremamente abitudinari, un pò come gli anziani. Quindi basta dargli le abitudini giuste ;)
Per esempio con mia figlia son riuscita a dare l'abitudine della carotina grattuggiata prima di tutto. All'inizio le mettevo il piattino lì con la carotina mentre "aspettava" il resto, le dicevo che non era ancora pronto e dopo un pò non riusciva più ad aspettare e la mangiava. Ovviamente era servita come la cosa più preziosa e "magica" che esista: un piatto speciale preparato direttamente per lei da Rebecca Coniglio (non so se vedete Peppa Pig).
Poi la carotina è diventata routine. E allora dopo la carotina ha iniziato ad arrivare il peperone al forno o la zucchina o le "verdure spadellate". Sempre un piattino speciale, ma in piccole dosi perchè "lei è piccola" e non può mangiare le cose dei grandi ;) così poi te ne chiedono ancora e hanno un bel "bravo" per aver finito il primo piattino.
Però questi passi avvengono a poco a poco ma vedrai che ci riuscirete. Senza fretta, facendo pian piano svanire il ricordo del muco e spiegando (io lo faccio sempre) che se cola il naso e c'è mal di gola e arriva la febbre è perchè si sono mangiati troppi biscotti/pane ecc ecc e che "noi non lo mangiamo perchè non ci fa bene".
Poi se mangiate tutti insieme e tutti allo stesso modo vedrai che nei prossimi mesi ci sarà l'Evoluzione!
In bocca al lupo!!!
Avatar utente
By stellina3
#69426
Che bello rileggerti! :) Devi sapere che tu praticamente sei anche un grande punto di riferimento per me :D Cercando informazioni sulla B12 sul forum ho letto il lungo topic sulla tua esperienza con la bambina credo un anno fa, ho letto del pediatra, della malattia della bimba, insomma tutto il progresso delle cose, e ne ho tratto tantissimo! Infatti volevo chiederti di dov'è questo pediatra!!!! :-) O comunque come l'hai trovato vegano, che sarebbe già un passo avanti. Purtroppo ho visto che i messaggi privati sono disabilitati sennò ti avrei scritto, sperando di non disturbarti troppo. Comunque nel mio diario penso sia abbastanza attinente anche uno scambio di esperienze, incoraggiamenti, informazioni.
Grazie mille degli altri consigli che mi hai scritto! Sì conosciamo Peppa Pig :D infatti mi hai dato tante altre belle idee! Ci vuole tanta creatività coi bimbi! Solo che con la stanchezza e gli impegni spesso si dimentica, la fantasia si attenua e tutto diventa più difficile. Stiamo facendo dei piccoli passi che secondo me sono già tanti. A volte ho dei timori, tipo: oddio non è che gli faccio mancare qualcosa ai miei bimbi? Però leggo e approfondisco ogni giorno di più Ehret, rifletto, ascolto il mio corpo, e mi accorgo che siamo molto ben nutriti! Senza contare che ora ancora capita che mangi cose "malamente" sostanziose, specie in questi giorni di festa ravvicinati.
Comunque nelle ultime due settimane ho aumentato notevolmente la presenza di frutta e verdure, minimizzato le proteine quasi all'osso (ma aumentato quelle della frutta, come datteri, fichi secchi, nocciole), diminuito di molto gli amidi e fatto sta che è andata via tosse e mocciolo continuo!!!!! Valina, spero di risentirti presto e grazie ancora per il sostegno!

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret