Arnold Ehret Italia

Un forum necessario in linea con il sistema di guarigione della dieta senza muco.

Moderatori: luciano, O.P.T

Regole del forum: Questo Forum serve per apprendere dati sulla bonifica dentale al fine di sapere poi cosa si vuole che il dentista faccia nella nostra bocca.
Non siamo un call center o un'agenzia che procura clienti ai dentisti.
La prima cosa da fare è leggere questo post, le regole del forum. E' obbligatorio leggerlo per non contravvenire le regole del forum, qualora venissero violate i tuoi post e infine il tuo account potrebbero venire cancellati. Il primo post che devi leggere è questo: Regolamento
#69708
Salve,
fra non piu di qualche giorno probabilmente scriverò per chiedere consiglio su fatti molto piu "gravi" ma per ora vi chiedo solo delle cose riguardanti la rimozione dei denti del giudizio et simili.

1)Per quanto riguarda l'estrazione dei denti devitalizzati infetti so che va pulito anche il parodonto e non solo il dente. Ma per quanto riguarda un dente del giudizio "sano" (solo carie medie e poco spazio nell'arcata) basta una semplice estrazione? O c'è qualcosa che mi sfugge e sarebbe quindi necessaria una pulizia piu profonda?

2) Dietro consiglio di questo forum, dopo aver gettato migliaia di euro nei cosiddetti dentisti low cost (che per carità il loro lavoro lo fanno ma in stile catena di montaggio) , sono andato nello studio del dottor Beckman a Bassano che sta a 1h o poco piu di macchina da casa mia (e c'era gente che veniva a gruppi dai posti piu disparati d'italia, veramente impressionante :D). Diciamo ingenuamente non ho chiesto specificatamente di avere Beckman come dentista: secondo voi posso dare per scontato che tutti i dentisti presenti nello studio seguano le medesime "procedure" (regole o quant altro) che segue lo stesso Beckman in persona? Ovviamente per quanto riguarda la bravura ognuno sarà a se, Beckman sicuramente è arrivato al suo livello non solo per la sua intraprendenza nell'applicare cose ignorate dai piu.

Vi ringrazio e scusate se ho scritto troppo, le prossime volte m conterrò :D
#69727
cristalgri ha scritto:Per quanto riguarda un dente del giudizio "sano" (solo carie medie e poco spazio nell'arcata) basta una semplice estrazione? O c'è qualcosa che mi sfugge e sarebbe quindi necessaria una pulizia piu profonda?

Il problema è che s'instaurano infiammazioni adiacenti ai denti del giudizio con carenza di spazio, poi il problema è che il 50% di questi denti presentano cisti nascoste, in piu' la conformazione della gengiva e' tale da favorire tasche infiammatorie. Tutto questo causa una degenerazione negli anni della zona ossea sottostante e adiacente a questi denti del giudizio. Adler e altri inoltre dicono che questi denti non si sono formati in modo completo, ci sono parti restanti di germi del dente del giudizio che compaiono apicalmente come gemme bianche piccoline, quindi cio' contribuisce ai problemi instauratisi sull'osso .

Andando ad estrarre il dente, il dottore troverà, se esplora la zona con uno specillo, del tessuto molle, che è osso infiammato, a volte si è trasformato il tutto in tessuto carnificato, (quindi non ha la consistenza di osso, a volte anche si trova un tessuto gelatinoso invece dell'osso. Lasciare qualsiasi di questi menzionati preclude la possibilità che la guarigione post-estrazione avvenga.
.
Questo significa che se a distanza di venti anni uno va ad aprire la zona dell'estrazione del dente del giudizio, troverà tessuto gelatinoso. Infatti geneticamente parlando tutti I tessuti dell'organismo hanno l'istruzione durante tutto il corso della vita di distruggersi e ricostruirsi continuamente. Questo vale anche per le ossa. Ogni sette anni l'osso si ricostruisce completamente nuovo rispetto a quello che c'era.

Gli unici tessuti del corpo che non si distruggono e ricostruiscono sono i tessuti morti. A metà strada tra i tessuti morti (che magari non si ricostruiscono, ma vengono alla fine aggrediti da batteri anaerobici) e i tessuti completamente vivi, si trova una situazione di ricostruzione dell'osso in modalità gelatinosa (che presto vedrete sul video che sto per linkare qui sotto). Si tratta di tessuti infiammatori, focus, che cioè a seconda della vitalità generale hanno effetti di interferenza a distanza o effetti di zavorra sul sistema di regolazione.

Vale la pena perciò di far curettare bene le parti di osso mandibolare che all'indagine con lo specillo risultano molli. Ovviamente i dentisti non lo fanno perché non sanno di questi eventuali effetti a distanza.
Se un dentista non è pratico, ovviamente fa bene a non avventurarsi in una zona particolarmente delicata in cui può sono presenti nervo mandibolare e nervo linguale.

Fa un bel discorsetto di cinque minuti Margolis qui

Inoltre in un pezzetto precedente dice: "You want to hear the hard surface " min. 9:14 fino al min. 11:37)
e spiega la necessita' di andare a curettare bene

Come io gia' avevo fatto presente bene in vari altri post: ...cavitazioni, la mia storia
e qui: estrazioni denti fatte male (aperto da Lorenzo)


Qui c'è un'email come tante da me ricevute, che dimostra che i dentisti brancolano nel buio, mentre invece si trovano non di rado implantologi o chirurghi maxillo-facciali che conoscono il problema, sanno di cosa si parla anche se non gli spieghi niente e non gli va di sottovalutare la questione pulizia/curettaggio!

Lui dice di togliere il periodonto non perchè crede in quello che diciamo,ma lo fa perchè prepara sempre per un eventuale impianto ,pulendo il tutto bene a modo.
(..)come dicevo, lui mi ha detto che se c'è un infiammazione sotto è ovvio che deve essere asportato con il dente, Ha lo studio a reggio emilia, principalmente  si occupa di chirurgia, ora cmq nel frattempo che aspettiamo la panoramica di mio marito gli invio il video del periodonto. ovviamente non pensa che il legamento vada in cancrena se non è infetto,ma cmq l'importante che lui lo toglie .
Secondo te. da come ha parlato posso fidarmi soprattutto sul fatto del periodonto,lui dice che cmq lo toglie soprattutto se c'è infezione perchè ho bisogno di un dentista qui da me e viaggare sarebbe improponibile per la nostra situazione., lui dice di pulire l'osso con appositi attrezzi ....e di solito lui lo fa sempre per lasciare pulito per un eventuale impianto....


Ricapitolando, a Beckman non devi spiegare niente sulla corretta rimozione dei denti del giudizio. Lui già sa che tipo di lavoro ci si aspetta da lui.
Ma se chiedevi se bisogna spiegare , non so, al dentista sotto casa, allora la risposta è "Si, bisogna spiegargli qualcosa". E cioe' quello che abbiamo detto qui sopra, che è importante!

Infine, non voglio causare arrabbiature e stress a Beckman più di quelle che gli ho già procurato: bisogna che vi informi che lui non considera le CAVITAZIONI fonte di malattia come amalgama o denti infetti.
Non ha mai fatto esperienza in questo campo e fare la domanda sulle cavitazioni a lui è inutile e controproducente. Io stesso sono andato a Monaco di Baviera per questo problema, Beckman non l'ho mai minimamente interpellato su questo.
Però Beckman quando estrae un dente è attento a curettare bene, a secondo della situazione che trova sotto il dente.
Ultima modifica di acerra99 il 13 maggio 2013, 16:50, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By ricky66
#69728
cristalgri ha scritto:
1)Per qanto riguarda l'estrazione dei denti devitalizzati infetti so che va pulito anche il parodonto e non solo il dente. Ma per quanto riguarda un dente del giudizio "sano" (solo carie medie e poco spazio nell'arcata) basta una semplice estrazione? O c'è qualcosa che mi sfugge e sarebbe quindi necessaria una pulizia piu profonda?



si applica la regola aurea che vale in tutti i casi di estrazione, di denti vitali o devitali :
rimuovere il periodonto e "grattare" via tutto il tessuto osseo "molle" circostante, sempre potenziale substrato di osteiti e cavitazioni, fino a che non rimane altro che osso solido.
dopodichè si lascia sanguinare bene , senza adrenalina.
Avatar utente
By cristalgri
#69731
ringrazio, ovviamente in particolare acerra per l'esuriente risposta.

La mia seconda domanda comunque era se tutti i dentisti all'interno dello studio di Beckman seguissero le stesse "ideologie" e pratiche. Io sono in cura nello studio di Beckman ma non direttamente da lui.
#69733
guardate, io predico bene e razzolo male: nel senso che a voi dico di mettervi d'accordo con i dentisti sotto casa, o con i nuovi arrivati da Beckman, ma poi io, appena ho avuto l'occasione, sono sempre andato da dentisti tedeschi in Germania.


Riporto le mie risposte ad un'email di Giovanni, In particolare volevo rispondere anche direttamente sul forum alla sua domanda: "Pensi che siano necessari i punti in seguito all'estrazione?"
"Ti descrivo un po' la mia situazione. Non ho nessuna amalgama o dente devitalizzato. Seguo la dieta di transizione ormai da un anno. Dovrei rimuovere 3 denti del giudizio: terzo molare sup dx esposto, e i due inferiori che sono più storti, di cui uno completamente incluso e l'altro semi-incluso.
Quello che vorrei fare ora è cominciare a rimuovere il terzo molare sup dx che tra l'altro mi dà fastidio quando mangio.
Mi sono rivolto per ora ad uno studio dentistico sotto casa. C'è un ragazzo che è da qualche anno che esercita la stessa professione di odontoiatra del padre e che mi sembra in gamba (esegue lui l'intervento e lavora col padre).
Gli ho indicato il modo in cui voglio che venga eseguito l'intervento e lui ha accettato (dobbiamo ancora fissare l'appuntamento.. mi deve far sapere). Quindi farò digiuno nei 2 giorni precedenti e credo anche in quelli seguenti; non prenderò antibiotici; non userà vasocostrittori per l'anestesia; rimuoverà il periodonto e uno strato osseo di 1mm usando un cucchiaio apposito; userà una soluzione salina sterile per irrigare la cavità, inserirà una goccia di procaina e ne aspirerà l'80% dopo 30sec.

Giovanni, interessante quello che stai facendo e pensando; poi se ti trovi bene dal tuo dentista dammi i riferimenti. Possono sempre far comodo per qualcun altro.
Innanzitutto, debbo insistere sulla necessità di non cucire la ferita. E' una modalità molto in voga in Germania, che ha delle motivazioni abbastanza interessanti, leggi qui di seguito.

Wassmund ha sconsigliato di chiudere la ferita tramite cucitura dopo eliminazione del dente di giudizio. Infatti il sacculo dentale, che è rivestito all’interno da epitelio, rimane dopo una cucitura al di sotto della mucosa della mascella e rappresenta un pomfo epitelizzato, da cui in seguito si potrebbero sviluppare cisti.
Spesso Wassmund ha potuto riscontrare che denti di giudizio estratti qualche anno prima avevano dato luogo alla formazione di queste cisti nel ramo mandibolare ascendente.
Questo processo di formazione cistico, dice Wassmund, sicuramente è da attribuirsi al procedimento della chiusura della ferita tramite cucitura.
Il motivo per cui queste cisti non si vedono più spesso, insiste Wassmund, sta nel fatto che molte estrazioni di denti del giudizio "vengono portate a guarigione con l'immissione di garze iodoformiche; poi anche perché, in una parte dei casi l’epitelio si corrode a causa di processi ulcerativi, come constatiamo anche nel caso di cisti radicolari.”
Per motivi di salute quindi Wassmund in ogni caso chiede all'operatore l’eliminazione del sacculo dentale.
Lo sviluppo di cisti secondo questo meccanismo è un meccanismo molto prevedibile e comprensibile. Wassmund: "Dimostriamo lastre di due cisti, che si sono sviluppate in questo modo, i pazienti avevano 38 e 52 anni".


"originale in tedesco"___ Wassmund (1934) hat vor der Vernähung der Wundränder nach Weisheitszahnentfernung gewarnt.
Das Zahnsäckchen, das innen von Epithel ausgekleidet ist, liegt nach der Vernähung unterhalb der Schleimhaut im Kiefer und stellt einen epithelisierten Balg dar, aus dem sich gelegentlich später Zysten entwickeln sollen.
Er schreibt dazu: "Aus diesem Vorgehen [Vernähung der Wunde] werden sich sicher diejenigern Zysten des aufsteigenden Astes erklären lässen, bei denen nach der Anamnese der Weisheitszahn einige Jahre zuvor entferent worden ist.
Daß diese Zysten nicht viel häufiger sind, liegt wahrscheinlich daran, daß viele Extraktionswunden des Weisheitszahnes unter Tamponade zur Ausheilung gebracht werden, ferner auch daran, daß in einem Teil der Fälle das Epithel durch ulzerative Vorgänge zugrunde vergangen ist, wie wir das vielfach auch bei radikulären Zysten sehen."
Als therapeutische Folgerung verlangt Wassmund in jedem Fall die Entfernung des Zahnsäckchens.
Die Entstehung von Zysten auf dieser Grundlage ist vorstellbar. Wir geben Röntgenbilder von zwei Zysten wieder, die auf diese Art entstanden sind, die Patienten waren 38 und 52 Jahre alt.

Rispondo anche alle altre tue domande:

>> 1. [font=Comic Sans MS]Questo dentista, per la rimozione del periodonto e di uno strato osseo di 1mm, userà un cucchiaio apposito. Secondo te devo
>> chiedere l'uso della fresa a bassa velocità con palla grossa? E' sufficiente il cucchiaio secondo te per eseguire un lavoro impeccabile?[/font]


Ti devo dire la verità, un paio di dentisti sulla lista qui del forum non usano la fresa a palla. Come ho scritto e riscritto, questo non appartiene al protocollo tedesco (vedi qui - http://www.arnoldehret.it/old/modules.p ... 7860#77860,
qui - http://www.arnoldehret.it/old/modules.p ... 2179#62179,
e qui - http://www.arnoldehret.it/old/modules.p ... 9283#79283
    Secondo il Dr. Hal Huggins, usare la fresa a palla ha il vantaggio di evitare che il raschiamento insistito necessario al curettaggio quando si opera solo con il cucchiaio, che metterà in circolo nell'organismo un infinità di tossine pericolose.
Il problema è da una parte la loro aspirazione di essere meno distruttivi possibile, infatti si rischia di buttare giù delle pareti fini che sono irrorate di sangue, che avrebbero potuto essere utili per un futuro impianto.
Inoltre il problema è per altri anche la "learning curve" per acquisire la corretta manualità con la fresa a palla.


>> 2. [font=Comic Sans MS]Pensi che sia meglio rivolgersi ad un chirurgo maxillo facciale? Offrirebbe più garanzie anche in questo caso in cui
>> il dente è nell'arcata superiore? Io avevo pensato di cercarne uno per l'estrazione degli altri due denti inferiori più difficili da trattare.. cosa mi consigli di fare?
[/font]

Esatto, lasciare schifezze come tessuti molli o periodonto o tessuti ossei affetti da infiammazione cronica è una prerogativa dei dentisti, che ovviamente brancolano nel buio in una zona potenzialmente dove si può fare danno sul nervo linguale e sul nervo mandibolare.
Solo i chirurghi maxillo-facciali hanno l'aspirazione di lasciare tutto pulito e togliere quello che impedisce poi la corretta guarigione del sito estrattivo.


>> 3. [font=Comic Sans MS] per questo dente pensi che siano necessari i punti in seguito all'estrazione?
>> nel caso lui mi dica che lo siano devo rifiutare la loro applicazione?
[/font]

Ho risposto sopra, ad inizio email.


>> 4. [font=Comic Sans MS]Per gli altri 2 denti inferiori che estrarrò in seguito penso che saranno necessari. Nel caso lo siano,
>> pensi che sia meglio usare quelli riassorbibili o non riassorbibili? di che tipo?
[/font]

Prova a proporre di usare una garza imbevuta di iodio (lLugol).
I dentisti istruiti da Daunderer lasciano senza punti, usano questa garza, la garza viene tolta dopo due o tre giorni . Daunderer dice che assorbe metalli e schifezze.


>> 5. [font=Comic Sans MS]Hai qualche altro consiglio da darmi per il post-intervento?[/font]

Per brevita' direi i digiuni post-estrazione e un po' di magnesio bastano, comunque ho spiegato l'utilita' degli impacchi di urina
qui, in questo Post


Ai neoarrivati vorrei anche ricordare che il metal-free (ceramica di zirconia) con il rimpiazzo di tutti i denti veramente costa un casino, a meno che uno non si accontenti del Valplast e accolga al massimo solo a metà le proposte dei vari preventivi.

Togliere un dente deve essere fatto solo da persone che sanno esattamente che quella grossa perdita è il loro unico peggiori prodotti illegali perchè siamo spammer per un futuro sereno. A me così è successo. Mi fa senso incontrare qualcuno che non sia ancora giunto a questo grado di serenità e maturità auto-sufficiente.
Di questo parlo con chi mi contatta. Con persone con cui non entro in sintonia, dico di cercare di rimandare più possibile l'estrazione di questo e quel dente portante che vogliono sostituire con impianti senza lasciare un solo spazio mancante. A volte lo stesso è capitato anche a chi ha chiesto un'opinione a Barile.


EDIT DEL 20.02.15
: Le estrazioni in questo caso sono state poi fatte non dal dentista di famiglia ma dal chirurgo che si recava regolarmente presso il dentista amico di famiglia. Dopo queste estrazioni sono arrivati anche i benefici che ci si aspettava dalla rimozione dei denti del giudizio. Oltre a tutto il protocollo, il discorso era se i siti dell'estrazione potevano essere puliti chirurgicamente, oppure, come proposto all'inizio dall'amico di famiglia, solo scucchiaiando alla meno peggio.
Ultima modifica di acerra99 il 20 febbraio 2015, 9:30, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By cristalgri
#70207
A favor di cronaca nello studio di Beckman lo fanno questo lavoro completo di estrazione dente e tutto il resto ma mi hanno passato ad un chirurgo.
Cmq nn so se anche chi è in cura da Beckman in persona viene passato al chirurgo per cose di questo genere o se Beckman lo fa da solo.
Avatar utente
By acerra99
#77606
Sto rivedendo un po' di video. Qui il Dr. Margolis mette in dubbio che i chirurghi maxillo-facciali si preoccupino di togliere rimasugli di periodonto dopo le estrazioni di denti del giudizio. https://www.youtube.com/watch?v=jrnbWlyonhU ( Bisogna andare al minuto 7:07 del video. Margolis dice che il figlio studia come maxillo-facciale a Yale e che lì non ci capiscono niente. Ha dovuto dirgli lui come fare correttamente le estrazioni con curettaggio, dice Margolis!)

In effetti vari giorni fa per curiosità mi sono cercato su vari canali youtube di maxillo-facciali
video di estrazioni denti del giudizio
e non ne ho trovato nessuno dove facevano un minimo di raschiamento post-estrazione! (opps.. , pure i maxillo-facciali si devono far pregare?! )



[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=R2xYj9AZvfI[/youtube]

Qui riporto il protocollo consigliato dal Dr. Garcia Jaramillo, dentista neurofocale di cui ho postato un video di guarigione.
    In questo caso clinico andiamo a vedere un 16enne con un problema diagnosticato come epilessia.
    Arrivò nel suo studio per una valutazione denti del giudizio in uscita. Episodi convulsivi da un anno, inoltre cefalee costanti.
    Vediamo dalla radiografia panoramica che i quattro denti del giudizio sono tutti impattati…e vediamo che ce n’è uno che è completamente orizzontale sul ramo mandibolare ascendente.
    Gli ottavi (ci riferiamo all’arcata inferiore) che compaiono in area ramo ascendente mandibolare devono sempre essere estratti perché sono zone d’importanza vitale per il flusso energetico di tutto l’organismo e innescano le situazioni di cosiddetta “distonia neurovegetativa”.
    Questo dente del giudizio superiore, vedete dove sta, sono ottavi che devono sempre essere estratti, perché si comportano come “campi di disturbo” della regolazione vegetativa.
    Cosa dobbiamo fare con questo paziente? Per prima cosa estrarre gli ottavi che abbiamo visto. Estrazione sempre accompagnata da terapia neurale per aiutare l’annullamento del campo di disturbo.
    Che riscontro avemmo al controllo a 30 giorni? A partire dalla guarigione della ferita, il paziente non ha più avuto episodi di convulsioni. Semplicemente era un fenomeno di distonia neurovegetativa prodotto da denti del giudizio. Proprio qui noi dentisti neurofocali abbiamo un ruolo molto importante. Facendo le estrazioni dei denti del giudizio, eliminiamo dunque i campi interferenti.


    [font=Microsoft Sans Serif]Trattamento pre- intervento: Traumeel, una fiale 24 ore prima e post: 10 gocce sublinguali ogni 15 minuti per due ore. Poi 10 gocce ogni sei ore, per 15 – 20 giorni post – intervento. Spesso, come in questo caso, diamo 3 grammi di vitamina C al giorno a partire da una settimana prima dell’intervento in modo da favorire la cicatrizzazione del paziente. E raccomandammo la neuralterapia post – intervento sull’area della ferita per favorire il ristabilirsi del potenziale elettrico e la corretta guarigione. Nel periodo di osservazione di tre anni post – estrazione il paziente non ha più avuto alcun episodio di convulsione[/font].
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret