Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Luce1
#70064
Salute a tutti!
Sto proseguendo con entusiasmo la dieta di transizione, ad oggi senza ricadute verso i cibi eliminati e cercando di coinvolgere mio marito, con qualche piccolo risultato. Sono molto fiduciosa!
Ora vorrei confrontarmi con voi su alcuni aspetti del mio recente passato.
Desiderando un figlio, io e mio marito siamo entrati nel tunnel della procreazione medico assistita. Io ci ho messo anni a convincermi perché , benché non conoscessi il sistema di Arnold Ehret, desideravo riuscire ad avere un figlio naturalmente. Comunque ho fatto un tentativo che ha comportato che io mi sia iniettata, dopo aver fatto un 1 mese e mezzo di pillola anticoncezionale ai fini della programmazionedella data di inizio della terapia (assurdo), dosi di ormoni che stimolano la produzione di follicoli.
Quello che mi sto chiedendo ora è cosa io possa fare in più (o in meno) per accelerare, in questa mia fase transizione, l'eliminazione di questi farmaci ormonali e per equilibrarmi quindi dal punto di vista ormonale.
Noi continuiamo a desiderare un figlio , quindi -partendo dal presupposto che in ogni caso una nuova vita arriverà o non arriverà indipendentemente dalla nostra volontà -quali cibi possono favorire in questo senso il "terreno"ed il "seme"?
Avatar utente
By luciano
#70074
A parte l'aspetto psicologico, la buona salute generale favorisce la fertilità.
Non è che vi siano particolari alimenti che rendano fertili.
In genere la disintossicazione è la chiave per preparare l'ambiente al concepimento. Potreste anche ricorrere come ausilio alla idrocolonterapia.
Avatar utente
By Phabia
#70080
Luce70 ha scritto:Quello che mi sto chiedendo ora è cosa io possa fare in più (o in meno) per accelerare, in questa mia fase transizione, l'eliminazione di questi farmaci ormonali e per equilibrarmi quindi dal punto di vista ormonale.
Noi continuiamo a desiderare un figlio , quindi -partendo dal presupposto che in ogni caso una nuova vita arriverà o non arriverà indipendentemente dalla nostra volontà -quali cibi possono favorire in questo senso il "terreno"ed il "seme"?


L'infertilità è un sintomo di massima intossicazione e la natura ti toglie la funzione di riprodurti perchè una procreazione potrebbe essere pericolosa per il nascituro.

Credo che per disintossicare completamente il corpo richieda parecchio tempo. Ehret ha stimato da uno a tre anni (correggimi Luciano se sbaglio) e considera queste sono stime che risalgono a 100 anni fa, con l'ambiente non inquinato di 100 anni fa. Devi considerare, dopo aver finito la transizione, di effettuare un procedimento per la disintossicazione dei metalli pesanti. Inoltre tieni presente che il cibo deve essere tutto biologico, devi evitare cloro fluoro bromo e tossine varie. Non per ultimo verifica di non avere amalgami al mercurio in bocca!!!

Secondo me non è assolutamente consigliato accelerare il processo di eliminazione, in quanto potrebbe essere molto pericoloso per la salute, senza contare che potrebbero sopraggiungere crisi di astinenza non sopportabili.

Cmq secondo me no dovreste angosciarvi troppo. Io ho fatto nel passato le chemioterapie (quindi ho subito una forte intossicazione) e nonostante i farmacologi mi avessero detto che non avrei piu avuto figli, dopo 4 anni sono tornata di nuovo ad essere fertile, tra l'altro all'epoca con una dieta quasi del tutto onnivora!!!
Avatar utente
By luciano
#70083
Phabia ha scritto:L'infertilità è un sintomo di massima intossicazione e la natura ti toglie la funzione di riprodurti perchè una procreazione potrebbe essere pericolosa per il nascituro.
Non è sempre così, persone intossicate o addirittura drogate rimangono incinte e portano avanti la gravidanza relativamente senza problemi, a parte il dare alla luce un neonato drogato, quindi quello non è l'unico fattore.
Avatar utente
By Luce1
#70088
luciano ha scritto:A parte l'aspetto psicologico, la buona salute generale favorisce la fertilità.
Non è che vi siano particolari alimenti che rendano fertili.
In genere la disintossicazione è la chiave per preparare l'ambiente al concepimento. Potreste anche ricorrere come ausilio alla idrocolonterapia.


Grazie Luciano.
Sì, sono convinta che sia una questione di buona salute generale di entrambi e quindi di disintossicazione. Vista la mia età però devo sperare che il mio corpo risponda in tempi non troppo dilatati.
Per ora io sto notando solo miglioramenti.
Credo che la candida di cui ho sofferto per anni si stia molto ridimensionando da quando ho totalmente eliminato caffè zuccheri pasta riso prodotti a base di farine e lievitati e ormai quasi del tutto formaggi (una volta a settimana o anche meno il formaggio in fiocchi). Secondo me la candida è un fattore davvero negativo da questo punto di vista così come le cistiti di cui soffrivo.
Dal punto di vista psicologico, mi sento cambiata nel senso che sento una maggiore forza interiore e serenità in me, qualunque cosa succeda fuori.
Per quanto riguarda lui, sto cercando di coinvolgerlo nelle mie nuove abitudini alimentari senza troppe spiegazioni (quando lo faccio all'inizio ascolta poi dice che esagero...)
Comunque, di mattina appena sveglio gli porto un bicchiere con acqua e limone e lo beve!
Poi dopo mezz'ora fa colazione e sono riuscita a sostituirgli il caffè latte +zucchero con latte di mandorla con caffè d'orzo senza zucchero. Gli piace!
Il problema è che vuole mangiare, quindi gli preparo fette tostate di pane integrale con miele, al posto di briosche o biscotti. La mattina a volte prende anche un decotto di carruba (sua vecchia abitudine) e da un paio di giorni un integratore a base di arginina e maca.
La sera quando arriva dal lavoro trova frutta o spremute e poi per cena molte verdure e insalate con altro cibo (ha fame!fa molto sport) ma cercando di evitare pasta e carne (che comunque negli ultimi anni aveva già ridotto moltissimo). Inoltre sempre da pochi giorni la sera prende uno spicchio d'aglio e vitamina c.
Comunque proprio ieri mi diceva:lo sai che vado sempre in bagno...
(da questo punto di vista, la cosa vale anche per me, sono passata da 1 volta a 2 volte al giorno, in genere appena mangio frutta dopo qualche ora di digiuno, quindi la mattina subito dopo la limonata e il tardo pomeriggio dopo la spremuta o la frutta).
Comunque tutto ciò per dire che io ho notato e continuo a notare miglioramenti tutti i giorni, però certo c'è il problema per entrambi dei denti (lui è messo peggio di me dal punto di vista dell' amalgama) ed io ora, visto che non usiamo precauzioni ed ipoteticamente potrei essere incinta , non me la sento di fare lavori in bocca.
Per l'idrocolonterapia sto iniziando ora a leggere e a comprenderne l'importanza.

Comunque, oltre a dieta e idrocolonterapia (e non è poco!), esiste un protocollo specifico per disintossicarsi da pillola anticoncezionale e successive stimolazioni ormonali? Ho cercato sul forum ma non mi sembra di aver trovato.
Avatar utente
By Luce1
#70089
Grazie Phabia. Quindi prima dieta di transizione graduale e poi procedimenti di disintossicazione, seguendo il protocollo metalli pesanti?
Altra domanda: visto che sto cercando di avere un bambino e quindi tutti i mesi potrei aver concepito, può essere rischioso fare subito una disintossicazione da farmaci e metalli pesanti?


Cmq secondo me no dovreste angosciarvi troppo. Io ho fatto nel passato le chemioterapie (quindi ho subito una forte intossicazione) e nonostante i farmacologi mi avessero detto che non avrei piu avuto figli, dopo 4 anni sono tornata di nuovo ad essere fertile, tra l'altro all'epoca con una dieta quasi del tutto onnivora!!![/quote]

Bellissima notizia!
La panoramica di Ienk

Mi dici prima che il canino con la formazione è il[…]

Ciao Angelo, I tuoi problemi sono iniziati in età […]

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Libri di Arnold Ehret