Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

Avatar utente
By allegrale
#70639
Ciao a tutti, questo è il mio primo post.
Faccio una domanda: è da poco più di mese che seguo la dieta di transizione, ho perso un chilo, mi aspettavo di più, sbaglio qualcosa? Ho eliminato latticini, cereali e carne di ogni genere, però qualche volta mi mangio un po' di patate fritte (quelle del sacchetto per intenderci), mi sa che sono quelle, che dite?
Grazie
Avatar utente
By celestia
#70640
Ciao
Se accetti un consiglio: non assillarTi e non avere fretta, una transizione troppo veloce porta crisi di disintossicazione aggressive che sono dure da sopportare, quindi vai al Tuo ritmo, elimina un alimento mucoso alla volta ascoltando il Tuo corpo
Potresti inziare con il "Menù delle 8 settimane" per poi tornare in transizione e iniziare un viaggio man mano sempre più approfondito, in questo modo soffri meno e hai risultati apprezzabili
Il peso lentamente si stabilizza, ma non fare maratone insopportabili, segui una tabella di marcia progressiva, e non allarmarTi se vedi uscire feci strane: è normale.... :!:
Auguroni di Buona Transizione
Un sorriso :D
Avatar utente
By Phabia
#70653
allegrale ha scritto:Ciao a tutti, questo è il mio primo post.
Faccio una domanda: è da poco più di mese che seguo la dieta di transizione, ho perso un chilo, mi aspettavo di più, sbaglio qualcosa? Ho eliminato latticini, cereali e carne di ogni genere, però qualche volta mi mangio un po' di patate fritte (quelle del sacchetto per intenderci), mi sa che sono quelle, che dite?
Grazie


Come ti ha detto Celestia, non avere fretta di calare di peso, altrimenti poi il fisico se risente. Calare un kg di peso al mese è assolutamente piu che sufficiente. Addirittura ho visto nei vari post di gente che è preoccupata della perdita di troppo peso in transizione....

Eventualmente, le patatine che mangi guarda che siano senza glutammato monodico, senza zucchero, senza formaggio, senza amido modificato... (sono tutte cose che fanno molto ingrassare perchè danneggiano il pancreas). Le piu "commestibili" che ho trovato in commercio sono Amica Chips e San Carlo che sono composte solo da patate, olio e sale. Oppure, sostituisci le patatine con la frutta secca salata, come le mandorle salate. Oppure fatti con l'essicatore dei creakers di frutta secca salata e aromatizzata da te.

Spero di esserti stata utile.
Avatar utente
By luciano
#70657
Phabia ha scritto:Eventualmente, le patatine che mangi guarda che siano senza glutammato monodico, senza zucchero, senza formaggio, senza amido modificato... (sono tutte cose che fanno molto ingrassare perchè danneggiano il pancreas). Le piu "commestibili" che ho trovato in commercio sono Amica Chips e San Carlo che sono composte solo da patate, olio e sale.
[align=justify]Sono tutte schifezze lo stesso, anche se fossero senza glutammato monodico, senza zucchero, senza formaggio, senza amido modificato, ecc.
Per friggerle usano uno olio schifosissimo che da solo è sufficiente per procurarsi tutti i danni possibili.

Gli "oli vegetali" (di solito è un olio con nome di fabbrica "Olestra", che secondo le norme vigenti non è necessario indicare), di quelle confezioni industriali di qualsiasi marca sono idrogenati, una delle principali concause dell'insorgenza del diabete.
Si tratta di tutti quei prodotti confezionati, il cosiddetto junk food, le merendine, i prodotti da forno, in pratica tutti i prodotti confezionati che trovi sugli scaffali del supermercato, che contengono grassi idrogenati e saturi. Se vuoi farti un’idea di cosa intendo, ti invito a fare una ricerca nel web del termine “Olestra”. Altri alimenti che acidificano il corpo sono, in generale, i farinacei tipo pane, pasta, pizza e torte, eccetera.[/align]
Avatar utente
By Phabia
#70658
luciano ha scritto:
Phabia ha scritto:Eventualmente, le patatine che mangi guarda che siano senza glutammato monodico, senza zucchero, senza formaggio, senza amido modificato... (sono tutte cose che fanno molto ingrassare perchè danneggiano il pancreas). Le piu "commestibili" che ho trovato in commercio sono Amica Chips e San Carlo che sono composte solo da patate, olio e sale.
[align=justify]Sono tutte schifezze lo stesso, anche se fossero senza glutammato monodico, senza zucchero, senza formaggio, senza amido modificato, ecc.
Per friggerle usano uno olio schifosissimo che da solo è sufficiente per procurarsi tutti i danni possibili.

Gli "oli vegetali" (di solito è un olio con nome di fabbrica "Olestra", che secondo le norme vigenti non è necessario indicare), di quelle confezioni industriali di qualsiasi marca sono idrogenati, una delle principali concause dell'insorgenza del diabete.
Si tratta di tutti quei prodotti confezionati, il cosiddetto junk food, le merendine, i prodotti da forno, in pratica tutti i prodotti confezionati che trovi sugli scaffali del supermercato, che contengono grassi idrogenati e saturi. Se vuoi farti un’idea di cosa intendo, ti invito a fare una ricerca nel web del termine “Olestra”. Altri alimenti che acidificano il corpo sono, in generale, i farinacei tipo pane, pasta, pizza e torte, eccetera.[/align]


Quindi non esiste una composizione migliore o peggiore delle patatine.
Bisogna non mangiarle e basta!!!!!!
Quindi a questo punto sono meglio i creakers che ci si fa in casa....
Avatar utente
By luciano
#70659
Phabia ha scritto:Quindi non esiste una composizione migliore o peggiore delle patatine.
Bisogna non mangiarle e basta!!!!!!
Quindi a questo punto sono meglio i creakers che ci si fa in casa....
Puoi sempre fartele tu in casa le patate fritte o al forno. di sicuro il corpo ringrazierà! :D
Avatar utente
By momo
#70693
se un cibo viene pubblicizzato in tv probabilmente non andrebbe mangiato. :D
Avatar utente
By allegrale
#70749
Bene, le patatine me le faccio in casa, quelle industriali ho capito che le devo evitare.
Grazie a tutti
Avatar utente
By Marybiker
#80729
Stavo cercando altri che come me hanno avuto il problema di non dimagrire o di ingrassare in transizione.
Premetto che sono in transizione da 10 mesi circa, i primi mesi mi è parso di sgonfiarmi, anche se non veramente calare di peso. Poi quest'estate ho fatto un periodo in cui ho mangiato parecchio fuori mangiando pizza rossa, cibo cinese (vegetale ovviamente) e altre "schifezze".
A giugno avevo anche comprato il libro sui bagni derivativi che ho praticato veramente con assiduità per 3 mesi, ma sono pure ingrassata, invece di calare...
Avatar utente
By Marybiker
#80730
Sicuramente mangio ancora troppe farine e troppe patate, però pratico anche molto sport e prima di iniziare la transizione, quando mangiavo proteine animali, non era un problema perdere 2/3 kg quando mi trovavo ingrassata.
Non tornerei mai indietro, ma mi rendo conto che questa nuova alimentazione (prima ero onnivora) mi fa stare molto bene, ma allo stesso tempo ha creato nel mio cervello lo stesso meccanismo di quando ci si mette a dieta e improvvisamente si ha il triplo della fame di prima. Come quantità mangio molto di più di prima. Diciamo che mi è aumentata la fame nervosa. Un po' perchè prima mi privavo quasi di frutta per paura degli zuccheri e invece ora, dato che l'adoro, ne mangio tantissima. Un po' perchè mi sembra che le verdure cotte non mi riempano la pancia.
Il crudo mi sazia di più, ma dato che ho preso per anni e anni ibuprofene, il mio stomaco fa spesso le bizze. Non so se sia per la troppa disintossicazione, ma il mio stomaco non riesce a stare tanto tempo senza mangiare. Fortunatamente riesco la mattina a bere un estratto alle 9 e poi mangio della frutta o dei frullati alle 11 prima di andare in palestra in pausa pranzo. Però non mi sento ancora di fare un giorno di digiuno. Mi viene mal di testa, un senso di nausea e sento proprio lo stomaco dolorante.

Qualcuno di voi ha mai fatto un diario di quel che mangia? Può essere utile?

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret