Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Phabia
#86509
E' una mia supposizione.

L'essere umano è sprovvisto di pelliccia, pertanto deve abitare in un clima caldo.
Se il clima è caldo, è costantemente a contatto con il sole, esso stesso fonte di energia. E' risaputo che con il caldo si mangia di meno.

Inoltre l'uomo sarebbe parte di un ecosistema e di una catena alimentare ed è una preda. In natura non esitono contadini e gabbie. Pertanto egli dovrebbe spostarsi per procurarsi il cibo da un posto all'altro, bypassando gli animali carnivori che devono anche loro mangiare e cercano di predarlo.

Poichè si rischia la vita, ci si procura il cibo solo quando è strettamente necessario, cioè quando si ha fame. Inoltre, anche se non c'è il mercato della domanda e dell'offerta, c'è comunque la concorrenza di chi è arrivato prima e biogna mettere in conto che a volte tocca stare a bocca asciutta.

Significa che nel nostro habitat si mangierebbe quando si può e non a cadenze fisse.

Inoltre nel nostro habitat non saremmo così sotto stress come lo siamo oggi. La vita sarebbe molto più semplice e quindi ci sarebbe un dispendio di energia molto minore e quindi anche un bisogno di energia minore.

Non siamo programmati per ottenere l'energia solo dal cibo, ma anche dall'ambiente. Ecco perchè poi saltano fuori problemi ai denti anche tra chi è crudista, perchè c'è una introduzione eccessiva di zucchero d'uva.
Il troppo storpia.

Ad oggi un buon compromesso, secondo me, sarebbe fare un pasto unico alla sera. Ma tutto dipende da che tipo di vita uno ha.
Avatar utente
By luciano
#86510
Non possiamo formulare teorie basate su supposizioni.

Phabia ha scritto:Poichè si rischia la vita, ci si procura il cibo solo quando è strettamente necessario, cioè quando si ha fame. Inoltre, anche se non c'è il mercato della domanda e dell'offerta, c'è comunque la concorrenza di chi è arrivato prima e biogna mettere in conto che a volte tocca stare a bocca asciutta.
E chi ti dice che non avrebbe potuto aver fame tutti i giorni tre volte al giorno? Concorrenza? Con tutta la fauna che c'era in proporzione alla popolazione di allora, direi che bastava scegliere. E se fosse stato fruttariano? Dico "fosse" perché nessuno è in grado di confermarlo con prove certe, sarebbe bastato prendere la frutta degli alberi.

Io potrei supporre che sono arrivati i marziani e hanno messo dei chip nell'uomo per renderli più stupidi e soggetti alla malattia. Come supposizione avrebbe lo stesso valore delle tue.

Se vogliamo trovare soluzioni dobbiamo basarle sulle condizioni attuali dell'uomo. Una ragione per le gengive deboli la offre Andreas Moritz, rilevata dalle sue osservazioni:
Gengive gonfie, sensibili o sanguinanti. Uno qualsiasi di questi sintomi si manifesta quando il drenaggio linfatico dall’area della bocca è insufficiente a causa di una congestione linfatica intestinale: vi è quindi un sovraccarico di componenti acidi nel sangue con possibile profonda infiammazione nella gola, con o senza rigonfiamento delle tonsille, causata da un blocco linfatico. La tonsillite, una patologia che colpisce spesso i bambini, è indice di una costante ritenzione di tossine contenute nei fluidi linfatici e di un riflusso di sostanze di scarto dal tratto intestinale verso le tonsille.
Avatar utente
By Phabia
#86516
Io sono cmq del parere che si mangia troppo... Ho sentito parlare alcuni crudisti di mia conoscenza che hanno cominciato ad avere problemi ai denti. Raramente partecipo con loro alle cene. Da quello che ho potuto capire tendono a mangiare tanto.

Mi pare strano di avere ancora tanti problemi parodontali nonostante la dieta di transizione avanzata e l unica cosa mucosa che mangio sia un po di patate a fine pasto. Sono snella e senza evidenti segni esterni di congestione linfatica.

Secondo te Luciano è possibile che la radioterapia alla pancia abbia reso l infiammazione intestinale cronica? E quindi anche delle gengive. .
Avatar utente
By luciano
#86521
Phabia ha scritto:Io sono cmq del parere che si mangia troppo... Ho sentito parlare alcuni crudisti di mia conoscenza che hanno cominciato ad avere problemi ai denti. Raramente partecipo con loro alle cene. Da quello che ho potuto capire tendono a mangiare tanto.
I problemi ai denti dei crudisti sono dovuti alla frutta e verdura odierna povera di minerali, incluso quella bio, perché i terreni di coltivazione sono impoveriti, inquinamento dell'aria, ecc.
Ma soprattutto perché non hanno fatto una transizione sufficiente lunga e il loro organismo non è in grado di assimilare bene minerali e vitamine.

Phabia ha scritto:Secondo te Luciano è possibile che la radioterapia alla pancia abbia reso l infiammazione intestinale cronica? E quindi anche delle gengive.
Non saprei, non ho dati a riguardo.
Avatar utente
By Narayani
#86787
Ciao, secondo te tutti i terreni sono impoveriti oppure solo quelli dedicati all'agricoltura intensiva?
Io raccolto frutta e verdura nell'orto di casa. Secondo te anche questo è povero di elementi?
Avatar utente
By luciano
#86790
No solo quelli che sono stati usati precedentemente per le coltivazioni intensive e poi convertiti per le coltivazioni bio.

Avevo scritto un articolo che spiegava come riminarizzarli con della polvere di roccia particolare in una vecchia versione del sito, però poi non l'ho ripubblicato ed è andato perso, ma non è il tuo caso, credo che il tuo orto vada benissimo. :D
Avatar utente
By enrico82
#86794
solo facendo le analisi del terreno potrai sapere se è ricco di macro e micro nutrienti... poi l'inquinamento purtroppo arriva anche dall'alto...
luciano impossibile rintracciare quell'articolo?
poi ho letto qualcosa senza approfondire ancora dei microrganismi EM usati sia per la pulizia della casa che in agricoltura per ristabilire l'equilibrio batterico naturale, ne sapete qualcosa?
...siamo OT... apro un 3d dedicato?

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret