Arnold Ehret Italia

Questo è lo spazio dedicato agli sportivi che praticano la dieta di Ehret, ma anche a chi vuole segnalare le sue osservazioni durante una camminata o sciando, ecc.

Moderatore: luciano

#70916
Mi sono da poco avvicinato alle lunghe percorrenze a piedi. Da poco ho iniziato a superare distanze di 20km che monitorizzo grazie ad un gps da polso. Non sto li a controllare troppo il percorso che varia tra asfalto e pianura, sterrato o salita... Mi prendo il tempo che mi serve senza esagerare con la velocità. Era in me già scattato il primo campanello leggendo delle lunghe camminate di Ehret nei libri. Ora dopo molti mesi di fruttarianesimo totale sto iniziando per via della bella stagione.

Su internet ho trovato poco materiale dedicato alle lunghe percorrenze per fruttariani. Il mio desiderio sarebbe quello di passere in seguito, dopo un periodo lento di progressione, all'ultratrail. A tal proposito ho trovato questa recente esperienza fruttariana italiana in solitaria, anche se di carattere molto estremo:

http://ultratrailers.blogspot.it/2013/06/revello-savona-133km-piedi-in-solitaria.html

Davvero motivante però troppo al di fuori delle mie attuali possibilità.

Ho esaminato anche le esperienze di Olmo ma sono di carattere vegan con sfondo troppo agonistico.

Qualcuno può aiutarmi a trovare altro materiale dedicato ai fruttariani, possibilmente italiani cosicché passa contattarli?

Grazie.
#71063
Ciao!Il link è molto interessante. a me piacerebbe fare lunghe passeggiate per i boschi e evitare l'asfalto.
non ti so aiutare indicandoti siti "fruit friendly"...
Ultima modifica di valina il 2 luglio 2013, 11:23, modificato 1 volta in totale.
#71086
mi rispondo da sola....come non detto ho visto che tra i requisiti bisogna aver partecipato ad altri raid da 50 km....no penso che un anno per prepararsi a una cosa del genere non bastino....però magari per quello dopo....
#71087
louisius76 ha scritto:Su internet ho trovato poco materiale dedicato alle lunghe percorrenze per fruttariani. Il mio desiderio sarebbe quello di passere in seguito, dopo un periodo lento di progressione, all'ultratrail. A tal proposito ho trovato questa recente esperienza fruttariana italiana in solitaria, anche se di carattere molto estremo:

http://ultratrailers.blogspot.it/2013/06/revello-savona-133km-piedi-in-solitaria.html



Ciao Louisius
Non saprei aiutarti ma posso dirti che Davide, la persona dell'articolo che hai letto, è un membro del forum! :D
Il suo nick è IoSonoMatevo e su questa categoria del forum è presente con qualche post (Tecnica Matevo).
Contattalo tranquillamente, è una persona disponibilissima.
#71099
Ma dai è la stessa persona? Avevo letto i suoi post perchè volevo prendere il libro e iniziare un programma per rafforzarmi...com'è piccolo il mondo (ehretista) (...per ora :wink:)
#71165
Contattato, tutto ok. Faremo qualche uscita trail insieme. Abitiamo a poche decine di km di distanza... Ho colto l'occasione visto che era un pò che volevo parlargli anche a proposito dell'allenamento con i pesi...

Cmq, l'invito resta valido. Se capita qualche altra esperienza sulla lunga percorrenza fruttariana scrivete!!!
#71570
Pronto per il verdetto:
Pazzesco l'ultratrail!! Alla fine ho completato i giri di cui avevo parlato nel passato post con Davide. Sono rimasto sbalordito da quanti km si riescono a percorrere alternando corsa e camminata, insieme ad una particolare gestione del passo per evitare il microtrauma da impatto... Per le distanze abbiamo iniziato con 15 km salendo a 24 la settimana dopo ed ancora 35 quella successiva, in paesaggi completamente boschivi sul Monbracco nella valle Po, con grandi dislivelli... La nutrizione è sempre stata di sola frutta ogni ora. A parte lui che si è nutrito dopo quattro ore di percorrenza senza mai bere! Credo ci voglia molta pratica e salute per arrivare a quel punto... E' stato anche interessantissimo discutere di molte tematiche inerenti all'ehretismo con una persona che riesce a concretizzarle, andando oltre la pura teoria.

Consiglio veramente a tutti i fruttariani di avventurarsi per lunghi chilometraggi in mezzo alla natura sfruttando l'ultratrail.
:)
Avatar utente
By valina
#71687
Grazie al tuo post ora seguo il programma Matevo :wink:
E invece per l'ultratrail c'è qualche sito dove orientarsi su come iniziare? In particolare su come evitare infortuni e come attrezzarsi. La mia conoscenza della montagna è pari a zero....però potrei iniziare con un ultratrail tra i vigneti... :lol:
Buona estate!!
#72719
Grazie per aver citato la mia impresa Revello - Savona di 133km e per tutti i commenti...

Nel frattempo ho partecipato all'UltraTrail du Mont Blanc 2013, sempre in una condizione assolutamente fruttariana. Seguono dettagli:
qui


Magari può servire a qualche sportivo Ehretista.
Davide
Avatar utente
By Fiorenzo
#72720
Ciao Davide
bellissimo articolo e davvero complimentoni!!!
Correre e dormire contemporaneamente era una cosa che non avevo mai sentito nominare, davvero incredibile!
Non vedo l'ora di ricominciare a correre.
L'ultima volta, 2 anni fa, pesavo sopra gli 85 kg e correvo agevolmente quasi 10 km in un'ora 3 volte a settimana.
Son proprio curioso di vedere come andrà ora che ne peso 62/63!
Purtroppo per mancanza di tempo non ho ancora messo in pratica il tuo metodo, ma tempo al tempo :D
#76635
Ieri la mia prima uscita di corsa in prospettiva "Ultratrail" (diciamo che sono sogni per il momento :lol:).
La mia precedente uscita "lunga" risaliva a novembre.
Il risultato di ieri:
distanza 21,70 km
durata 2 ore e 6 minuti
Ho percorso il 60% su terra battuta (la prossima volta studierò meglio il percorso....ieri è stato un pò improvvisato).

E' stato veramente facile. Sono arrivata a casa con le gambe indolenzite ma nessuno sforzo a livello di fiato, a livello mentale. Nulla, come aver bevuto un bicchier d'acqua.
Incredibile se ripenso alla fatica che facevo a 15 anni (20 anni fa!) a percorrere anche solo qualche chilometro (ricordi delle gare di atletica al Liceo...).

Grazie Ehret!!!
#76638
valina ha scritto:Il risultato di ieri:
distanza 21,70 km
durata 2 ore e 6 minuti

Ma è un risultato spettacolare!!! Bravissima!
Anche io ho una media di abbondanti 10 km orari ed effettivamente mi fermo per mancanza di tempo ma non perché mi sento stanco.
Son convinto che se provassi a correre il doppio del tempo, non dico al primo tentativo, ma al secondo o terzo riuscirei anche io.
Comunque complimentissimi Valina :wink:

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret