Arnold Ehret Italia

Un forum necessario in linea con il sistema di guarigione della dieta senza muco.

Moderatori: luciano, O.P.T

Regole del forum: Questo Forum serve per apprendere dati sulla bonifica dentale al fine di sapere poi cosa si vuole che il dentista faccia nella nostra bocca.
Non siamo un call center o un'agenzia che procura clienti ai dentisti.
La prima cosa da fare è leggere questo post, le regole del forum. E' obbligatorio leggerlo per non contravvenire le regole del forum, qualora venissero violate i tuoi post e infine il tuo account potrebbero venire cancellati. Il primo post che devi leggere è questo: Regolamento
#71318
Ciao a tutti,

Sono nuovo qui. Ho 25 anni, sono affetto da una malattia auto-immune abbastanza rara e da un pò di tempo a questa parte anche da stanchezza cronica, mal di testa, disbiosi intestinale, prostatiti/cistiti.

Ho intrapreso la dieta di transazione da circa 3-4 mesi e leggendo questa sezione m'è sorto qualche dubbio. Tempo fa, quand'ero piccolo, avevo un problema ai denti, sicchè i miei s'erano rivolti a un dentista che - per quanto ne sappia - ha operato come segue: il 35 è stato devitalizzato, rimosso e sostituito con un altro (il materiale? non ne ho la minima idea, neanche i miei). Ora, il dente "incriminato" emette un brutto odore e la gengiva sotto si è scarnata ed un pò annerita. Non vorrei che fosse una delle cause dei miei (tanti) problemi.

Qualcuno può aiutarmi? Vorrei farmi aiutare da voi, ditemi come devo procedere, davvero non so dove metter le mani! C'è un documento che posso chiedere al dentista per sapere cosa mi ha fatto piu di 10 anni fa e di che materiale è fatto il tutto? Mi devo fidare sulla parole o c'è qualcosa di specifico che posso richiedere e che rientra tra i miei diritti?

Un grosso grazie in anticipo a chi deciderà di aiutarmi, resto a vs disposizione.

:roll:
#71319
Ciao, da come leggo deve essere di una gravità estrema il tuo dente e gengiva allegata. La prima cosa da fare è non perdere tempo, per cui fai una opt (panoramica digitale) e postala in questa sezione.

Così a fiuto senza vedere, di sicuro il dente è da estrarre senza esitazione e fare una bella raschiatura senza punti finali..

La dieta in presenza di questi cadaveri serve a poco, ma nel dopo ti servirà tantissimo ;)
#71438
ciao tintin, i denti del giudizio inferiori sono nettamente interferenti con il canale mandibolare, quindi dal momento della "gemmazione" , intorno ai 11-14 anni di età, qualunque tendenza ad una manifestazione autoimmune avrà la luce verde.
ci sono inoltre sospette formazioni/bollosità osteolitiche vicino ai giudizio superiori, specie il sinistro. potrebbe esserci una sofferenza apicale sul molare 27, pericolosamente a contatto con l'incriminato 28 sinistro.
sai se i tuoi genitori stanno messi male con i denti , pieni di metalli/ amalgame?

del perno in lega di titanio (il 99%) senza testarlo kinesiologicamente non mi esprimo, ma se puzza e la gengiva si ritira, hai un infezione nell' osso, punto.
Si nota una non perfetta osteointegrazione e scadente bonifica della sede alveolare. può certo essere una concausa interferente a livello tossinico e bioelettrico, su tiroide, reumatismi,stomaco, pancreas... lo stessa sintomatologia può derivare dal 27--28, con circolazione e intestino tenue in aggiunta.
ritengo che, considerata la tua giovane età, estraendo CORRETTAMENTE i 4 ottavi e bonificando i tessuti intorno, rimuovendo o bonificando con curettaggio, ozono e neuralterapia il perno esistente, ci sono ottime possibilità di vedere notevoli miglioramenti, se non una remissione completa. :)
#71452
ricky66 ha scritto:i denti del giudizio inferiori sono nettamente interferenti con il canale mandibolare, quindi dal momento della "gemmazione" , intorno ai 11-14 anni di età, qualunque tendenza ad una manifestazione autoimmune avrà la luce verde.
ci sono inoltre sospette formazioni/bollosità osteolitiche vicino ai giudizio superiori, specie il sinistro. potrebbe esserci una sofferenza apicale sul molare 27, pericolosamente a contatto con l'incriminato 28 sinistro.
sai se i tuoi genitori stanno messi male con i denti , pieni di metalli/ amalgame?


Ciao ricky, ringrazio anche te per il parere.
Si, i miei - a livello di denti (e manco di salute) - non son messi benissimo, specie mio babbo.

ricky66 ha scritto:del perno in lega di titanio (il 99%) senza testarlo kinesiologicamente non mi esprimo, ma se puzza e la gengiva si ritira, hai un infezione nell' osso, punto.
si nota una non perfetta osteointegrazione e scadente bonifica della sede alveolare. può certo essere una concausa interferente a livello tossinico e bioelettrico, su tiroide, reumatismi,stomaco, pancreas...


Per curiosità, cosa vuol dire testarlo kinesiologicamente? per effettuare questo test è necessario estrarre per forza il perno?

ricky66 ha scritto: lo stessa sintomatologia può derivare dal 27--28, con circolazione e intestino tenue in aggiunta.ritengo che, considerata la tua giovane età, estraendo CORRETTAMENTE i 4 ottavi e bonificando i tessuti intorno, rimuovendo o bonificando con curettaggio, ozono e neuralterapia il perno esistente, ci sono ottime possibilità di vedere notevoli miglioramenti, se non una remissione completa. :)


Compreso! Ascolta, visto che hai evidenziato (giustamente) il termine CORRETTAMENTE, ti chiedo: in Italia (preferibilmente zona Milano o Roma, e dintorni) a chi mi suggerisci di rivolgermi qualora decidessi di procedere come descritto? (previa consultazione col diretto interessato ovviamente)

Grazie ancora per quello che fate, e per la disponibilità.
#71517
Ricky66 ha scritto:.. estraendo correttamente i 4 ottavi.

L'informazione sull'estrazione corretta di un dente (che sia infetto, devitalizzato o dente del giudizio)
si trova in vari post qui sul forum, per es. Estrazioni denti fatte male (aperto da Lorenzo)

L'informazione si trova anche se uno clicca qui rimozione periodonto, sul mio canale youtube

e si trova cliccando qui: spiegazione con sottotitoli in italiano, Dr. Bouquot

qui: spiegazione in inglese, Dr. Lechner

e qui: spiegazione con sottotitoli in italiano, Dr. M. Jackson


Spero inoltre che una testimonianza come quella che segue possa chiarire le idee in modo rapido a tutti.

Nel suo libro "The roots of disease", il Dr. Kulacz descrive numerose guarigioni di mal di testa guariti nel momento in cui venivano riscontrate situazioni di infiammazioni dentali nascoste. Vediamo uno di questi casi descritto direttamente dalla paziente, che si riferisce alla presenza di denti devitalizzati: "Iniziai ad avere mal di testa nei primi mesi del 1999. Partivano dalla tempia sinistra e radiavano alla zona degli occhi le orecchie e fino a dietro la testa. Avevo periodi con e periodi senza mal di testa. Poi prima dell'estate del 1999 mi fu devitalizzato un dente nell'arcata superiore sinistra laddove in precedenza gia' ce n'erano altri due con cura canalare. Proprio quegli interventi per fare il nuovo dente devitalizzato fecero peggiorare di parecchio la situazione dei mal di testa. Ero costretta ogni giorno a prendere quattro pasticche di Advil ogni quattro ore per alleviare i dolori.

Ci rivolgemmo piu' di una volta a specialisti di odontoiatria per capire se potevano spiegare quella connessione tra denti e mal di testa. Ogni volta pero' ci venne detto che i denti sembravano in ordine e le cure erano state fatte bene. Quindi si poteva assolutamente escludere che i denti o le cure dentali potessero peggiorare i mal di testa.
Allora procedemmo alla risonanza magnetica, ad una visita con l'otorinolaringoiatra e ad un esame completo dal neurologo. Non c'era nessun esame fuori dalla norma, quindi i mal di testa erano sempre più un mistero.
Tornai dal dentista, ci facemmo spazio tra le sue convinzioni che d'indizi a carico dei denti non ce ne fossero di nessun tipo e questa volta insistemmo sul diritto di una nostra decisione personale di far estrarre il dente che era stato devitalizzato da poco piu' di un mese. Ci fu un'infezione post-estrazione, infatti il periodonto non fu estratto, fu usato vasocostrittore e insomma si sviluppò una osteite da sacca ossea. Per varie settimane mi dava ancora fastidio e i dolori erano tali che dovetti prendere narcotici e non potetti andare al lavoro. Insomma l'estrazione fatta male aveva peggiorato la situazione.

Visto che nemmeno quello aveva funzionato, il dentista mi disse di recarmi ad una clinica del dolore, perché dal punto di vista odontoiatrico avevamo fatto tutto il possibile. Ero come non mai ad un vicolo cieco. Per fortuna nell'agosto 1999 mia suocera venne a conoscenza di tutti questi dettagli e mi disse di rivolgermi subito ad un dentista neurofocale che lei conosceva bene, il Dr Robert Kulacz. Gli spiegai i sintomi al telefono e lui riusci' ad avere una risposta per tutto quello che mi era successo. Prendemmo un appuntamento per il giorno successivo.
Il Dr. Kulacz mi spiego' che il vasocostrittore usato in congiunzione con le cure canalari aveva favorito la formazione di un focus dell'osso mascellare. Gli altri due denti devitalizzati presenti erano compromessi e dovevano essere tolti. Mi disse che sarebbe andato a togliere i due denti devitalizzati restanti e pulito l'osso secondo quello che era necessario e che si considerava ottimista per una risoluzione completa del problema. Detto, fatto! Due giorni dopo intervenne come detto e i mal di testa scomparvero per sempre. Scomparvero da subito. Non ho mai avuto più un mal di testa."
Ultima modifica di acerra99 il 25 novembre 2014, 19:35, modificato 1 volta in totale.
#72086
ricky66 ha scritto:ci sono inoltre sospette formazioni/bollosità osteolitiche vicino ai giudizio superiori, specie il sinistro.[b] potrebbe esserci una sofferenza apicale sul molare 27, pericolosamente a contatto con l'incriminato 28 sinistro
.

A distanza di quasi un mese, scusate se sono scomparso.
Ho avuto la possibilità di partire per uno stage formativo all'estero, attualmente mi trovo nel Regno Unito e ci resterò fino a fine Agosto.

Ho evidenziato il messaggio di ricky, evidentemente ci aveva visto non giusto, di piu! Ieri mi si è formato un ascesso in corrispondenza del molare 27 sotto il palato. Il dente non mi duole piu di tanto, ma in bocca mi porto dietro un odore di marcio/amaro (forse piu amaro che marcio) che nn riesco a descrivere. Tra l'altro, e non riuscivo a capirne il motivo, da inizio settimana mi portato dentro una sensazione di stanchezza e qualche problema di troppo a livello digestivo (essendo in "transizione" mi accorgo subito quando c'è qualcosa che non va). Quest'oggi ho provato a "premere" l'ascesso, è fuoriuscito del sangue scuro (non ho notato pus, perlomeno credo!). Onestamente non so cosa fare... mancano ancora due settimane...

Cosa potrebbe essere? Rischio ad aspettare il rientro? Non vorrei farmi mettere le mani addosso da un incompetente qui in Irlanda. Al momento sto cercando di riposare un po di piu e sto facendo 4-5 volte al giorno risciacqui con acqua/bicarbonato oppure acqua/tre oil (so che è un potente disinfettante naturale).

Spero ricky ed acerra possano suggerirmi al riguardo.

Ringrazio lo stesso acerra per la risposta di cui sopra, scusandomi ancora una volta per il "ritardo"
#72101
ciao, appena puoi torna in italia e fatti levare il 28 da uno degli "esperti" in materia, con almeno 4 sedute di neuralterapia successiva a 15 gg. una dall'altra.
mi dispiace, ma quando si formano quelle cisti a fianco degli ottavi, sono denti ormai profondamente indeboliti, quindi fonte di campi di disturbo cronici.
temo dunque che la sorte del 27 sia segnata, ormai è un moribondo, fosse la MIA bocca lo toglierei insieme al 28 e farei guarire bene l'osso, con molta neural nei mesi successivi, e poi event. un perno in zirconia.
da qualunque dentista "normale" tu possa andare, sentirai solo il mantra: "devitalizziamolo e tutto va a posto!" :roll:
#81190
Ciao a tutti,

Torno a scrivere dopo un po' sul forum, volevo aggiornarvi circa lo stato delle cose.

Un breve sunto della mia storia:
Link1
Link2

Insomma non me la passavo benissimo.

Ultimamente ho estratto, dopo il 28, anche il 38 sempre dalla Dott.ssa Abbatista, questa volta assistita da un chirurgo maxillo-facciale. Mi spiace non avervi aggiornato in tempo reale, comunque i diretti interessati (Ricky & Lorenzo, che ringrazio pubblicamente) mi han assistito in tutti i miei passi. Devo dire che rispetto alla prima estrazione (vedi link3) è stata tutt'altra cosa e numerose volte ho pensato a quante volte lo stesso Lorenzo abbia detto che un maxillo fa la differenza: tempo 10 minuti e il dente era stato estratto, senza vasocostrittori, senza alcun tipo di trauma. Dopo due giorni ero tranquillamente a lavoro ed il mio capo a stento credeva che mi fossi estratto il dente poco prima. Questo grazie ai "soliti" consigli, al dentotox prima, all'arnica e al magnesio poi; io credo che la differenza comunque l'abbia fatta il digiuno prima e dopo, e soprattutto la mia amata apiterapia......... ebbene sì, mi son fatto punger sul viso da quel lato, neanche 24h dopo! Smile

Per mesi, forse un paio, dopo la prima traumatica estrazione (vedi sempre link3) ho avvertito forti mal di testa... probabilmente dovuto all'infiammazione del trigemino, se non all'incapacità del mio corpo di auto-guarirsi dopo il forte trauma subito in quel occasione. Le api son state la mia salvezza, ho fatto 2-3 punture di fila: 2 x volta, una in zona trigemino, l'altra in zona dente estratto (il 28 allora). E niente, dopo averle provate tutte, è passato nel piu "stupido" dei modi (virgolette d'obbligo).

Io all'epoca ho avviato questo percorso con l'intento di invertire il trend negativo (chiamiamolo cosi) che s'era innestato in me e che portava come effetto piu lampante una malattia auto-immune dal nome Peyronie. Posso dire che, forse un pò inconsciamente, è quasi 1 anno che non controllo la placca... subito dopo la prima estrazione. Già allora, stravolgendo il mio regime alimentare, avevo bloccato e invertito l'incidere della placca; in meno di 12 mesi s'era ridotta di quasi il 50%, con profondo stupore del professore che mi faceva l'ecodoppler (per cui, tutt'al piu, se mi andava bene, avrei dovuto convivervi... se mi andava male invece...).

Io adesso voglio completare l'estrazione di tutti e quattro gli ottavi. In questo momento (solo due estratti, stesso lato, quello sx) mi sento sicuramente meglio rispetto a qualche tempo fa, ma sento contemporaneamente la necessità di estrarre quanto prima gli altri due per completare l'opera. Poi valuterò tutto con calma; intanto inizio ad apprezzare quei momenti di vitalità in cui mi sento davvero bene... se serve, sono a disposizione per eventuali domande.

Saluti a tutti

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret