Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

Avatar utente
By margherita
#72841
Mani ghiacciatissime l'inverno scorso! Questa estate neanche io ho sentito tanto il caldo...perché si ghiacciano immediatamente dopo aver bevuto estratti non l'ho ancora ben capito. Ho chiesto qui sul Forum e mi è stato risposto di uscire a camminare. Meglio in salita... :?
Avatar utente
By swami863
#72851
Grazi per la ricettina, proverò!
Riguardo al bisogno di qualcosa di asciutto dopo tanta frutta acquosa, mi è successo: credo che sia perché il corpo non ama gli eccessi e tende a recuperare l' equilibrio, troppa acqua richiama qualcosa che assorba un po' di liquidi...me lo sono spiegato così d' istinto, ma anche vedendo che è proprio questo l' effetto di certi cibi nel corpo.
Dopo un pasto abbondante a base di melone o anguria, se a cena ad esempio mi è capitato di mangiare la pizza, nelle ore successive mi si asciuga qualunque gonfiore possa aver avuto, anzi la pelle sembra meno idratata
Avatar utente
By luciano
#72857
Sentire freddo può derivare da più di un fattore.

Se per esempio fa oggettivamente freddo, la temperatura è autunnale, tira vento dal nord, è inverno, c'è poco da scervellarsi sul perchè si ha freddo. Fa freddo, copriti. :lol:

Se invece la temperatura è gradevole ma si ha freddo ugualmente, soprattutto alle estremità, è un problema di circolazione. I capillari sono parzialmente ostruiti da residui collosi o calcarei e quindi il sangue fatica a passare e apportare calore.

Quindi per risolvere la situazione occorre continuare con l'alimentazione che include succhi di frutta solventi, acqua distillata e esercizio fisico.

Se fai esercizio fisico e hai ugualmente freddo significa che non ne hai fatto abbastanza. Occorre faticare. arrivare ad avere il fiatone. Tutti i giorni. Purtroppo il corpo non ha alcuna considerazione per il fatto che oggi facciamo dei lavori che ci costringono all'inattività, come stare tutto il giorno al computer.

Se non sfrutti la macchina umana, non funziona al 100%. E' come un automobile, se la usi a regime ridotto, quando poi la prendo in mano io sento che il motore è "legato", non rende, mi occorrono un paio di giorni per trasformarla da brocco a purosangue! :D

In questo articolo, Calcificazione delle giunture, parlo del freddo alle estremità:

Molte persone di tutte le età soffrono di cattiva circolazione. Alcuni hanno mani e piedi freddi, anche nei periodi caldi. A 60 anni, la maggior parte delle persone ha delle piccole viene blu dilatate intorno a piedi, caviglie e anche. La cattiva circolazione è più evidente nelle mani e nei piedi, perché il sangue deve fare un percorso più lungo per raggiungere queste estremità. Quando i vasi sanguigni si intasano, il sangue fatica a passare attraverso le ostruzioni, a malapena in grado di portare nutrimento e calore.

Calcificazione delle giunture
Avatar utente
By Narayani
#72886
e per il senso di annacquosità che mi lasciano dopo posso optare per un po' di roba secca tipo mandorle, nocciole o semi di zucca?
Avatar utente
By luciano
#72921
Non saprei, probabilmente è un problema che deriva da più fattori, magari da una condizione generale dell'apparato digerente da risolvere, oppure se ne mangia troppa.

Non credo che aggiungere altro cibo "roba secca" come la chiami tu risolva il problema ma che lo intensifichi, credo che la cosa migliore sia non fare nulla, è inevitabile che si sgonfi prima o poi.
By pippo
#72934
ma se uno si fa una bella insalata mista, cruda poi dopo la frutta solida..?
fa una enorme cavolata oppure no :roll:
Avatar utente
By Liam
#73715
swami863 ha scritto:Le dinamiche del corpo continuano per me a restare un affascinante mistero!
Questa Estate ho davvero mangiato tantissima anguria, la frutta meno calorica che ci sia: ebbene dopo 3 anni di transizione finalmente il mio peso sta risalendo 8O
Come è possibile?
Avevo provato con le banane, con i fichi...niente! Ora che mangio fette al 90% composte da acqua...ecco la ripresa!
Un po' sarà gonfiore, con tutta quell' acqua, lo stomacuccio vedo che resta un po' sporgente anche dopo ore, ho perso un po' il segno della vita, ma certo la vita si fa più semplice!
Non devo più lambiccarmi su cosa mangiare per frenare la magrezza, evviva, dopo 3 anni me lo merito, dai! :wink: :wink:


Cerco la ragione più semplice: Meno i nutrienti sono concentrati, più il corpo assimila in maniera graduale e equilibrata.
E il cibo liquido è il cibo meno materiale e realizza un "distacco"
Ehret stesso diceva spesso che bisogna mangiare poco. Tanti zuccheri possono fermentare troppo e dare reazioni troppo estreme. (Mi viene in mente il suo episodio con l'uva in Puglia mi pare)

Ma chissà, magari c'è qualche altro fattore
Avatar utente
By swami863
#73717
Per un pò mi godo ancora i meloni gialli, poi inizia la stagione più critica, quella in cui la frutta pur piacendomi molto (mi piace tutta!), devo mangiarla con più attenzione.
L' uva ora voglio provarla a farne succhi, perchè con bucce e semini mi ritrovo con pancia gonfia e bloccata.
Diciamo che riprenderò ad alternare, un giorno kiwi, un giorno ananas, un giorno arance o cachi, osservando le risposte del mio corpo.
Quelle con cui fatico, almeno fino all' inverno scorso, sono le banane, tanto amate dai crudisti/fruttariani.
Non è stato sinora il frutto ideale per me
Avatar utente
By Fiorenzo
#73724
swami863 ha scritto:L' uva ora voglio provarla a farne succhi, perchè con bucce e semini mi ritrovo con pancia gonfia e bloccata.

Il succo d'uva è quanto di meglio si possa bere.
Ne ho provati tanti, ma quello d'uva, davvero insuperabile.
Ovviamente parlo di uva bio.
Quest'anno l'ho prima acquistata ed il succo era già buono di suo, ma quando è maturata l'uva in giardino o l'uva produzione propria che mi hanno portato i vari amici, davvero una goduria ineguagliabile!!!
Avatar utente
By margherita
#73896
Ciao Swami! Te lo scrivo qui dato che non ricordo su quale diario mi ero espressa sulla Quinoa. Ho imparato come farla, ossia nel lavarla molto bene, si vede che anni fa quando l'ho cucinata, non l'ho fatto e soprattutto l'avevo messa a mollo, invece ora mi è stato indicato di lavarla in un colino a maglia stretta e sotto l'acqua corrente. Il tuo consigliarla spesso sia per la troppa perdita di peso, sia per rallentare e Valina che mi ha insegnato che non è un cereale, hanno fatto sì che adesso la trovo un gran soluzione, visto che ora peso 48 kg per 1,70 h e pare che siano un pò pochini. Allora ti volevo ringraziare perché se tu non l'avessi consigliata a più non posso, non mi ci sarei dedicata ad imparare come farla bene. :D
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret