Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

#72472
Ciao a tutti,

Ho iniziato la dieta di transizione 3-4 mesi fa, all'epoca avevo già eliminato carne e pesce.

Il mio problema è il seguente, ad inizio luglio mi son trasferito all'estero per una vacanza-studio e nonostante gli sforzi fatti sono caduto sul finire in una mezza-crisi, che sto tutt'ora attraversando. Oggetto del desiderio son diventati cereali (prima) e dolci (poi)!!

Chi mi sa dare una spiegazione logica a tutto ciò? Come mai solo dopo tutto questo tempo? E' un segnale positivo o negativo? Di certo non lo è cadere in tentazione, questo lo so. Credevo fosse un momento passeggero, invece si prolunga già da circa 2 settimane ed io - onestamente - non so più come tornare sulla retta via!!
#72475
Ciao, ti cito il mio caso e come sono sata aiutata. Puoi leggere l'intero post nella sezione Diario, Diario di Maria primi passi verso una sana alimentazione
In bocca al lupo


...i gelati hanno il controllo su di me, anche la nutella :oops: ...credo che in vita mia non ho mai mangiato la nutella come ne sto mangiando ora...però mia madre può evitare di comprarla, e che diavolo!!
Questa battaglia con i dolci è più dura del previsto, mi viene proprio voglia di dolce, artificiale, ahimè.
Però non demordo.
[/quote]



Scusami se insisto, questo metodo mi ha aiutato a chiudere con i dolci (soprattutto a base di cioccolato e di caffe)

Phabia ha scritto:Cara Romi,

potrei dirti che sono davvero molto dispiaciuta per te e che ti capisco perfettamente, ci sto passando anch'io ecc, ecc... A te cosa serve la mia commiserazione? Essa risolverà il tuo problema?

Il punto è che questa fase che stiamo attraversando tutti è molto difficile perchè qui entriamo nel campo della tossico-dipendenza. Certe persone mi hanno detto che "tossico-dipendenza" in questo contesto è un parolone esagerato fuori luogo. Se non ci piace definirci tossico-dipendenti, allora, mi spieghiate perchè facciamo fatica a resistere davanti ad una pietanza che non ci porta alcun nutrimento e ci fa sfigurare ed ammalare?

Il problema, cmq, non è la tossico-dipendenza in se. Il vero problema è che mancano strutture adeguate del tipo "Narconon" per la disintossicazione da questi cibi e perciò noi siamo in balia delle nostre tossine e ci dobbiamo arrangiare da soli. Nessuno ha interesse ad aiutarci, perchè la nostra economia si basa sul cibo innaturale e quindi queste strutture, se ci fossero, verrebbero messe "fuori legge". Trovo anche davvero disgustose quelle associazioni di "mutuo aiuto" per i "disturbi alimentari" perchè invece di affrontare il vero problema, fanno sentire le persone degli asociali malati di mente.

Personalmente, ci sono state delle persone che, dopo aver detto loro che sono dipendete dal cioccolato e dal caffè, mi hanno riso addosso. Nella mente delle persone in genere la parola droga è associata pressochè sempre a "tabacco, cocaina, cannabis, eroina....." ecc.... Quindi le persone ci tentano continuamente, magari anche in buona fede, perchè, poichè i cibi innaturali sono cibi legali e sono sempre stati mangiati da tutti, non credono che facciano male.

Perchè ti dico tutto questo? Perchè, sulla base di questo contesto in cui siamo devi capire che devi TU prendere l'iniziativa di dire "Ora VOGLIO smettere" e devi andare avanti per la tua strada senza farti condizionare da niente e da nessuno. Tu hai preso una saggia decisione, tu vuoi avere una vita migliore, ma le tossine (e i convenevoli sociali) ti stanno facendo impazzire.

Quello che devi fare è prendere queste tossine "per le palle" e liberartene il più presto possibile. Tu sai già che nessuno può aiutarti meglio di te stessa e perciò la soluzione alla tua dipendenza sei TU.

Fase 1:
Prendere consapevolezza. Bisogna rendersi conto che non ci si sta accingendo a rinunciare assolutamente a niente, ma ci stiamo per liberare di un problema, di un peso. Ci sono tanti problemi nella vita, perchè dobbiamo anche per forza essere sfigurati e malati?

Fase 2:
Innanzitutto, lo smantellamento delle tossine deve avvenire in gradualità. Per esempio, oggi siamo venerdi 9 agosto: tu oggi decidi di mangiare per l'ultima volta il cioccolato. Perciò da domani in poi decidi di non mangiare e bere più nulla che contenga cioccolato, mai più per nessun motivo e per il resto della tua vita. Dopo qualche mese scegli un'altro tipo di cibo mucoso, per esempio il latte e segui lo stesso principio e così via....
Sembrerebbe un modo drastico, troppo rigido, ma secondo il mio modestissimo parere (ed esperienza) è la strada migliore per liberarsi dalla tossina il più presto possibile. Al'inizio c'è un brutto periodo, di crisi d'astinenza, ma passato quel periodo tutto finisce!
Come quando ci si toglie una garza: se la si toglie piano si sente un male tremendo, è una tortura, l'agonia è lunga e dolorosa; se la si toglie con decisione, con un solo colpo deciso, ci si prepara, si stringe i denti e ancora prima di avvertire il dolore dello strappo, la garza non c'è più.

Noi sappiamo che le tossine ci infastidiscono quando sono in eliminazione. Perciò, agevoliamo questa eliminazione.

Fase 3:
- clisteri quotidiani, meglio 2 al giorno
- bere acqua 2 litri al giorno, per favorire la diuresi
- tutte le altre procedure di disintossicazione (sole, sport ecc...)

Fase 4:
Circolo vizioso buono.
- Meno tossine + cortisolo + tiroxina
- + cortisolo + tiroxina + fiducia in se stessi - fatica ad affrontare i problemi - rabbia - angoscia - tensioni in famiglia - litigi
- - problemi - preoccupazioni
- - preoccupazioni + serenità
- + serenità + allegria + simpatia + vita sociale
- + vita sociale + conoscenze
- + conoscenze + miglioramenti lavorativi
- + miglioramenti lavorativi - preoccupazioni
- + miglioramenti lavorativi + tempo per la famiglia + hobby
- + tempo per la famiglia + hobby + felicità
- + felicità + tranquillità - dipendenza

Scusami se sono stata un po' brusca, è stato per puntualizzare il concetto.
Certamente altre persone potrebbero giustamente contestarmi, ognuno ha un proprio metodo, ma se qualcuno mi chiedesse un consiglio in merito risponderei in questo modo.


Tieni duro per un mesetto, lascia fuoriuscire le tossine... cosa importantissima NON FARE SGARRI!!!!!!! poi vedrai che sarai finalmente libera dalla dipendenza... buona continuazione.[/quote]
#72477
Ciao!
è da molto tempo che non frequento il forum.
Ho smesso di frequentarlo perchè mi ero arresa , non son riuscita , nonostante un brillante inizio, ad andare avanti.

Non ho comunque mai rinunciato all'idea di tornare in transizione.
Nel frattempo sono riuscita ad eliminare definitivamente carne, pesce e caffè.

ora sono ancora vincolata molto ai carboidrati, agli zuccheri ed ai dolci.

voglio riprendere il mio cammino ehretista.

e guarda un po? non appena accedo al forum mi imbatto su questo argomento.
grazie

un grande segnale di incoraggiamento ed accoglienza.
a presto
#72478
@MariaFiore

Ciao maria, ti ringrazio per le dritte, il mio problema è piuttosto "calorico". Provo a spiegarmi, mangiare troppa frutta mi gonfia, quindi evito; sicchè ripiego sulle verdure, crude e cotte. La sensazione, però, è che le stesse non mi sazino a pieno, nonostante le consumi in grandi quantità. Un piatto di pasta, invece, mi riempe; a volte a cena mangio solo verdure e poi, prima di andar a letto, mi prende un raptus di fame e mi lascio andare ai dolci. Non mangio abbastanza verdure? Non credo, davvero ne mangio tantissime. Dovrei mangiar piu frutta? Probabile, ma evidentemente al momento il mio intestino è ancora "sporco" e appena mangiata la tendenza è quella di fermentare. A breve credo farò un idrocolon, poi ad ottobre ho una visita da Ronchi per la rimozione dell'amalgama. Insomma, ci sto lavorando su tra alti e bassi, la strada è ancora lunga...

@adda
Ciao anche a te adda, dalle mie parti si dice mal comune mezzo gaudio, non so se è effettivamente così però magari ce la si può fare assieme. Se leggi sopra capirai grosso modo il mio percorso, anch'io come te ho eliminato senza problemi carne-pesce-caffè. Resto molto legato ai carbo e secondo me dipende tutto dall'apporto calorico; se solo riuscissi a mangiare piu frutta.......... ma ora non ci riesco, mi gonfio come un palloncino! credo sia utile render pubbliche le proprie mancanze, le proprie paure; c'è piu probabilità che qualcuno ci aiuti, che arrivi la dritta giusta, che legga una frase che mi faccia coraggio. Siam tutt'orecchie, insomma. Ci si rilegge ;)
#72579
adda ha scritto:Ciao!
è da molto tempo che non frequento il forum.
Ho smesso di frequentarlo perchè mi ero arresa , non son riuscita , nonostante un brillante inizio, ad andare avanti.

Non ho comunque mai rinunciato all'idea di tornare in transizione.
Nel frattempo sono riuscita ad eliminare definitivamente carne, pesce e caffè.

ora sono ancora vincolata molto ai carboidrati, agli zuccheri ed ai dolci.

voglio riprendere il mio cammino ehretista.

e guarda un po? non appena accedo al forum mi imbatto su questo argomento.
grazie

un grande segnale di incoraggiamento ed accoglienza.
a presto


Ciao Adda, bentornata, come va il tuo orto, ricordo che in un post ne abbiamo parlato, spero di non sbagliare. Ciao
#72591
vega7 ha scritto:e tral'altro dopo 1a trasgressione il giono dopo meglio frutta? o digiuno?


Visto il periodo, ti consiglio vivamente, dopo una giornata NO, una giornata a base di uva e se hai l'estrattore a base di succo d'uva nera.
Rigenerante.

Per Tintin : anche io a volte la sera non mi sento sazia ed allora esagero un po' con le mandorle
A volte ho proprio voglia di spaghetti integrali e allora me li preparo! li condisco con olio peperoncino e molto molto prezzemolo. Mi sembra un compromesso ragionevole.
Siamo in transizione, quindi ci sta.
Per me la regola aurea è quella di non mangiare cibo spazzatura.


Cerca di soddisfarti con un piatto del genere piuttosto che con i dolci.
É vero che la pasta fa venire voglia di altra pasta anche il giorno dopo, ma penso sia una scelta migliore rispetto ai dolci.
Poi quando ti sembra di essere in un circolo vizioso, cerca di recuperare dentro di te un pensiero positivo. Fallo davvero questo sforzo. Fallo per una volta. Non dare importanza agli ultimi giorni di "trasgressione". Il passato è passato. Ignorali. Ignora quel'essere dentro di te che ha remato contro.
É un esserino che ora, da questo momento, non merita più nessuna attenzione!!

In fondo per ritrovare le sensazioni positive basta un giorno di frutta, prova con i succhi d'uva fatti al momento, sono eccezionali per ricominciare !
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret