Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Changer
#72517
Come da titolo ho questo problema. Mi è iniziato a circa 13-14 anni, manifestandosi però in modo abbastanza lieve.
Tuttavia col tempo il problema si è ispessito, ma sempre entro certi parametri di tolleranza.
Verso i 18 anni il problema si è ingrandito, iniziando ad averne un vero e proprio disagio! La forfora divenne grossa, a scaglie e, mentre prima serviva almeno un giorno dopo essermi lavato, per formarsi, adesso si formava anche dopo poche ore.
Ora a 20 anni il problema si è maggiormente aggravato! Già dopo un'ora dal lavaggio dei capelli, si forma un vero e proprio strato sul cuoio capelluto di forfora. Se mi gratto si formano grosse scaglie. Sto quindi spesso a muovere i capelli per evitare di andar in giro con una testa innevata, col risultato che per quanto cerca di ripulirmi i capelli sono sempre pieno!!
Inutile dire che il disagio è enorme, anche perchè ultimamente mi sembra proprio che mi cadano pure troppi capelli.
Seguo da due mesi Ehret ma non c'è stato per ora il minimo miglioramento anzi, sembra quasi che sia leggermente aumentato il problema.
Qualcuno sa darmi qualche consiglio?
Avatar utente
By Changer
#72518
In particolare mi chiedo se sia qualche specifico alimento a causare il problema, visto che sono ancora in transizione e certi cibi non li ho ancora eliminati. Grazie.
Avatar utente
By lunasio
#72520
Inizia la giornata con acqua distillata/osmotica 99%, poi passa al pieno di frutta.. da mezzogiorno fai come al solito. Se è colpa di qualche metallo di troppo lo vedi dopo qualche giorno ;)
Avatar utente
By sibillina
#72523
Prova con i bagni derivativi, sono un vero toccasna per ripulire l'organismo, soprattutto in materia di capelli (ricrescita e ripresa della colorazione) ci sono tantissime testimonianze positive.
Ovviamente ci vorranno tempi lunghi per vedere dei risultati ma sei giovane quindi arriveranno in fretta!

Libri sui Bagni Derivativi

Io ho ripreso da 15 giorni a farli e ne ho sentito subito i benefici di pulizia interna del corpo!
Avatar utente
By luciano
#72524
Semplicemente continua con la dieta di transizione, a un certo punto ti accorgerai che non compare più la forfora.

Arnold Ehret dice che la forfora è una sorta di muco secco.

Provate, magari potrebbe avere ragione! :D

Changer ha scritto:In particolare mi chiedo se sia qualche specifico alimento a causare il problema, visto che sonoa ncora in transizione e certi cibi non li ho ancora eliminati. Grazie.
Cibi amidacei e latticini.
Avatar utente
By valina
#72526
luciano ha scritto:Semplicemente continua con la dieta di transizione, a un certo punto ti accorgerai che non compare più la forfora.


Quoto in pieno. Io avevo esattamente i tuoi sintomi. In gita al liceo ho buttato una monetina in fontana di Trevi esprimendo il desiderio di far sparire quella schifezza dalla mia testa. Si è avverato nell'arco di questo fantastico 2013, dopo circa un anno di dieta di transizione. A poco a poco in pochi mesi sparirà.
Ora mi è rimasto solo una desfoliazione minima alle orecchie e poca forfora ma praticamente niente rispetto a prima. Prima era una crosta spessa che si desquamava e non potevo neanche indossare capi neri che mi mettevano a disagio visto che sembrava avesse nevicato!! :lol:
Quest'inverno invece indosserò per ripicca tutto nero...all black!!! :twisted:
Avatar utente
By stellina3
#72530
Concordo in pieno! Io non ero a questi livelli ma ne avevo sempre abbastanza specie in determinati periodi. Già dopo 3 mesi di transizione comprensiva di clisteri direi che è quasi completamente sparita!! E sento proprio la perfetta correlazione tra la forfora cibi amidacei (che mangiavo in quantità enormi anche se sotto tante forme diverse dalla mattina alla sera!) e latticini!
Avatar utente
By valina
#72531
stellina3 ha scritto:... e latticini!


Sì effettivamente il primo grande miglioramento si è verificato togliendo i latticini!! Grana padano in primis! Ci son voluti circa 3 mesi per vedere segni confortanti di miglioramento.
Buona transizione! :wink:
Avatar utente
By Changer
#72534
ok, cibi amidacei e latticini.. concordo.
Infatti il problema è aumentato a 18 anni, periodo nel quale, diventando vegetariano ed eliminando la carne, ho aumentato il consumo dei cibi amidacei. Ora li ho ridotti del 50%, da domani li calo ancora, sperando di non entrare troppo in astinenza :lol: :lol:
Cavolo, sono proprio tremendi i farinacei..
Grazie a tutti! :)
Avatar utente
By Changer
#72538
una curiosità: visto che io ho sempre abusato di farinacei, e da come scrive Ehret questi alimenti sono altamente viscosi e quindi si attaccano alle pareti dell'intestino, sicuramente a livello intestinale ho appunto questo muco. Forse per questo, nonostante il cambiamento di dieta, continuo a riversare comunque nel sangue ancora tossine di vecchi alimenti attaccati alle pareti intestinali e quindi ad accusare questi problemi (sicuramente accade anche perchè sono ancora all'inizio).
Allora mi chiedevo che metodi c'erano per ripulire l'intestino oltre ai clisteri... lassativi? Che consigliate?
Avatar utente
By valina
#72541
Idrocolon secondo me è il più efficace.
E' come fare tanti clisteri ma la pratica se ben fatta è meno traumatica di un clistere. :wink:
Avatar utente
By Foca
#72549
Ho compiuto il mio 5° anno di transizione e devo confessare che spesso mi accorgo di non ricordarmi più da quanti giorni non mi lavo i capelli......siamo sul tavolo operatorio della natura :wink: la natura ha bisogno dei suoi tempi :D
Avatar utente
By Changer
#72654
si,giustamente se l'ho intossicato per 20 anni, 2 mesi sono ancora pochi per vedere miglioramenti.

Una domanda: sapete se il peperoncino abbia proprietà disintossicanti nei confronti dell'intestino?

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret