Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

By pippo
#72608
Ciao a Tutti!
nel libro Ehret dice l'esatto opposto di quello che normalmente una 'buona' dieta oggi impone, cioe' di fare una sostanziosa colazione!
francamente Sono stranito quando parla della NON-Colazione come buon metodo per la dieta di transizione da cominciare per poi arrivare ai digiuni.
Siccome molti di voi fanno colazioni con frutta, volevo sapere cosa ne pensate?
Ad oggi io faccio colazione con una bevanda (te o latte veg)
poi o bisoccotti di gr.saraceno o gallette di mais con marmellata e 1 o 2 frutti.

Non farla propio mi pare troppo x me, potrei cominciare con una sola bevanda e null'altro... purtroppo sono troppo abituato a magiare al mattino, non ho capito bene per quale motivo sarebbe meglio saltare questo pasto
Avatar utente
By margherita
#72611
Credo che eravamo tutti abbastanza abituati alla prima colazione. Il concetto di Ehret è che se passi dalla cena al pranzo lo stomaco è a digiuno TUTTI i giorni per almeno 14/16/18 ore e questo è un bene. Io ne ho trovato gran giovamento. Anche nella disciplina. Buon proseguimento sempre come tu meglio credi. :)
Avatar utente
By Fiorenzo
#72612
Dalla mia esperienza, credo che il primo importantissimo passo da fare per il SGDSM è proprio cominciare con il digiuno della non colazione.
Provaci, 3 giorni non dovrebbero essere un problema per nessuno.
Se proprio ti vengono, sopporta i crampi della fame fino a pranzo.
3 giorni e ti ci abitui, fidati.
D'altronde un po' di sacrificio bisogna pur farlo, no?
Fidati, ti abituerai molto prima del previsto.
Avatar utente
By luciano
#72624
Credo che il passo più difficile per alcuni sia liberarsi dalla credenza che occorra fare una "buona colazione".

Anche perchè la mamma spesso chiama: "Alzati, la colazione è pronta, il latte diventa freddo!" :lol:
Avatar utente
By swami863
#72648
Concordo, quello della colazione è uno dei tani riti!
E' una fame mentale, non è possibile che sia vera fame se abbiamo appena aperto gli occhi, anzi nel tempo diventa quasi innaturale mangiare appena svegli.
Per assurdo si ha moooltaaa più energia a digiuno, dovessi oggi mangiare una briosche sono certa che lo zucchero mi renderebbe meno energica, ma bisogna provare su di sé.
Avatar utente
By margherita
#72650
Inoltre Ehret sostiene che il desiderio di mangiare la mattina altro non è che il cercare di arrestare il processo di disintossicazione in atto durante la notte. Si mangia per non sentire la fuoriuscita di patine varie!!!
Avatar utente
By luciano
#72651
Esatto, oltre al fatto che molti mangiano per abitudine. Si alzano e fanno colazione, l'orologio segna le 12:00 e fanno il pranzo.

Che poi abbiano fame veramente è irrilevante.

Non sono mai stato ligio ai costumi degli esseri umani, e questa mia mancanza è stata fonte di irritazione per molti.

Ho l'abitudine di non fermarmi se sto facendo qualcosa per me molto interessante, che si tratti della costruzione di un aggeggio elettronico o la traduzione di un libro, o altro che mi coinvolge con entusiasmo.

Una delle proteste che mi divertivo a prevedere era proprio sui momenti "stabiliti" per mangiare. Quando sentivo i passi affrettati e decisi di chi si avvicinava al locale dove mi trovavo, che fosse mia madre, una moglie o una compagna, ridendo tra me e me pensavo: "Adesso lo dice!" e puntualmente si apriva la porta e le magiche parole risentite irrompevano nella stanza: "Allora, vuoi venire a mangiare si o no?!!"

A volte quando l'appetito mi richiamava ai desideri del corpo e mi presentavo in cucina assistevo alla vendetta di chi aveva deciso che uno dei suoi compiti era quello di accudirmi.

Dopo aver osservato il nudo tavolo sparecchiato con tanto di centro tavola di pizzo sangallo con annesso vaso di fiori "rimessi al suo posto", chi guardavo con occhi interrogativi mi diceva con malcelata soddisfazione: "Ho già lavato i piatti! La prossima volta sai che qui si mangia a mezzogiorno!!"

Non puoi immaginare il mio volto triste mentre uscivo di casa :( che si tramutava in diabolica soddisfazione :twisted: una volta fuori dalla porta mentre mi dirigevo al bar Ugo facendo sgommare la macchina e la radio a manetta a mangiare un paninazzo al prosciutto enorme farcito di sottaceti con una birra da una pinta! :D

Ok, oggi mi sono alzato con la vena romanzesca! Oggi avrò una giornata intensa: un tipo qualche giorno fa si è svegliato con l'idea di plagiare uno dei miei libri e mi ha fornito l'occasione di uscire dalle attività ordinarie che rendono la vita noiosa. Lo strillo del giornale locale di ieri esposto fuori dall'edicola, l'unica cosa che leggo mentre vado in posta ogni giorno, diceva: "Un altro turista cade con la montain bike. Escoriazioni al braccio e alle gambe. Ormai sono troppi i casi ..."

In breve, ho imparato che le abitudini fossilizzano. Saltare la colazione è stata una liberazione, saltare qualche volta anche il pranzo è anche gratificante quando alle due del pomeriggio guardi il lavello ed è splendente senza piatti da lavare! :D

Per concludere, fare la non colazione è davvero facile se ti liberi dai riti e dalle abitudini.
Fra l'altro fra i miei tesori riportati dalle avventure alla Indiana Jones c'è un libro che si chiama "Il piano della non colazione" pubblicato il novembre 1900! Quindi era ritenuto importante saltare la colazione, anzi la colazione era considerata bizzarra!

Senza contare che ci sono molti alberghi che offrono la possibilità di pagare la notte senza colazione risparmiando! :D

Immagine
By pippo
#72652
e' un punto di vista interessante e innovativo per me... C'è da dire che sicuramente anche io sono per il fatto del 'mangia quando hai fame' e non agli orari stabiliti...
senza colazione noto che mi viene voglia di fare merenda verso le 10.00 circa dopo 2 ore che mi sono alzato, ma è normale penso...ad ogni modo provo a cominciare a saltarla ogni tanto e vedere come va... magari arrivare sino a pranzo senza nulla!
Avatar utente
By luciano
#72656
vega7 ha scritto:..ad ogni modo provo a cominciare a saltarla ogni tanto e vedere come va... magari arrivare sino a pranzo senza nulla!
Buona idea! Poi, quando la salti senza problemi avrai molto più tempo da sfruttare nella mattinata.

Quando avevo 20 anni lavoravo in fabbrica e non mi piaceva e al mattino non avrei mai voluto alzarmi, quindi ero sempre in ritardo e per e se cliccate i nostri link o ci contattate vi mettete irreparabilmente nei guai il cartellino in tempo quasi sempre saltavo la colazione, ancora 30 anni prima di conoscere Ehret! :D
By pippo
#72662
Ipotizziamo che voglia anche ogni tanto saltare colazione pranzo e merenda, arrivo alla cena, e' considerato 1 digiuno di 24 h ?
By pippo
#72666
D'accordo si mi sono espresso male, nel senso che 24 h è considerato 1 digiuno migliore se si sta' dal mattino alla sera senza cibo, oppure va bene anche da Cena a cena diciamo... ? :P
By pippo
#72694
condivido... x digiuno posso intendere anche tipo, succo mattino e pranzo quindi niente solidi, oppure digiuno solo ad acqua? ci sono diverse opinioni
Avatar utente
By Fiorenzo
#72696
vega7 ha scritto:condivido... x digiuno posso intendere anche tipo, succo mattino e pranzo quindi niente solidi, oppure digiuno solo ad acqua? ci sono diverse opinioni

Al digiuno ad acqua ci puoi arrivare pian piano.
Io sono in transizione da gennaio e ad oggi non ho ancora fatto quello a sola acqua.
Riesco a fare 3 giorni ma comunque bevendo succhi.
Hai ragione, c'è chi la pensa in un modo e chi in altri, ma bevendo solo liquidi comunque non dovresti affaticare l'apparato digerente.
Ovviamente parliamo di succhi estratti a vivo, vero?
La panoramica di Ienk

mi dici prima che il canino con la formazione è il[…]

Ciao Angelo, I tuoi problemi sono iniziati in età […]

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Libri di Arnold Ehret