Arnold Ehret Italia

Qui puoi scrivere le storie di successo solo inerenti alla cura dei denti e della bonifica dentale come viene intesa dagli utenti di questo forum.

Moderatori: luciano, O.P.T

#72997
Giovanna si mette in contatto con me consigliata da un noto blogger. Mi scrive:
giovanna 18.05.2013 ha scritto:Ciao Corrado, piacere di conoscerti Lorenzo, non ho mai avuto problemi a denti fino ai 20 anni (era il 1990), e alla comparsa dei denti del giudizio che mi hanno rovinato la bocca ( me li hanno riparati almeno tre volte prima di rendersi conto, il 24esimo dentista che mi ha visitato, che mi avevano creato enormi problemi di masticazione, il ritirarsi delle gengive, dolori inimmaginabili un blocco parziale dell'articolazione mandibolare e me li ha estratti).

Il penultimo dente a sinistra dell'arcata inferiore credo sia stato devitalizzato addirittura prima. Mi ha SEMPRE fatto male, quando l'anno scorso si è rotta la ricostruzione non sono nemmeno andata dal dentista per il terrore che ricostruendolo un'altra volta ritornassero i dolori. Gli altri saranno devitalizzati da almeno 20 anni.

I miei mal di testa hanno origine quasi sempre dal penultimo dente in alto a destra (e a volte dal corrispondente a sinistra). Proprio stamattina mi è passata un'emicrania durata tre giorni con il dolore concentrato soprattutto nell'arcata superiore destra, che prende l'occhio e sale alla tempia. Ho sempre dolore anche alla mandibola in corrispondenza di quei denti. Sono anni che non vado dal dentista perchè è inutile spendere soldi e stare sempre male, a volte vorrei strapparmeli tutti da sola, ho tre denti rotti da sistemare ma rifiuto di andare dal dentista. Due di questi denti rotti sono proprio quelli devitalizzati, ho già deciso che li toglierò, non ho voglia di rischiare infezioni all'osso.
Vi chiedo, c'è un protocollo specifico per l'estrazione o tutti i dentisti sono in grado di farla?


[ 21.05.2013 ] Daunderer(deceduto pochi mesi dopo) segna tre denti devitalizzati e quattro siti di cavitazioni, dove sono stati estratti denti del giudizio evidentemente senza curettare per niente.

giovanna 22.05.2013 ha scritto:scusami, sto cercando in rete sulle cavitazioni, ho capito cosa sono...se mi mandi il nome del dentista di cuneo chiamo subito, ti ringrazio ancora
http://attentialweb.blogspot.it/2012/01 ... ntali.html


giovanna 05.06.2013 ha scritto:Lorenzo, ti ringrazio per il tempo che mi hai dedicato, sto contando le ore che mi separano dall'11 giugno e vedere quelle frecce rosse di Daunderer segnare i punti dove da anni ho dolore e tensione..mi viene da piangere di liberazione...a questo punto sono curiosa di sapere quali altri disturbi di salute spariranno. Ti terrò aggiornato, grazie mille!


giovanna 11.06.2013 ha scritto:Buongiorno! sono appena rientrata.. ho estratto il dente in alto a destra, quello che mi hai indicato anche tu, E' andato tutto bene, nonostante siamo in luna crescente, si vede che il digiuno ha aiutato l'estrazione.
Mi estrarrà anche il dente in basso a sinistra e interverrà su una carie.
Mi ha detto che non farà le cavitazioni ma gli piacerebbe venire a Monaco con noi.


giovanna 12.06.2013 ha scritto:Buonasera Lorenzo, sto molto bene, e per la prima volta da mesi non ho mal di testa! non ho nessun dolore alla bocca, la ferita guarisce bene.

Stamattina parlando con mia nipote, ha 22 anni, mi diceva che sta perdendo rapidamente l'udito, prima era una cosa leggera ma da qualche anno peggiora..poi parlando dei miei denti mi ha detto che ha i 4 denti del giudizio pronti ma non ancora scesi e ha poco spazio in bocca...


giovanna 05.07.2013 ha scritto: ciao Lorenzo, oggi pomeriggio ho estratto anche l'altro dente e sistemato il dente cariato...è andato tutto bene, è uscito subito (Capoferri si è stupito, digiuno e luna calante)


giovanna 10.07.2013 ha scritto:
Ciao Lorenzo, questa volta non ho nemmeno dolore! Anche Corrado vuole la mia testimonianza, fammi tutte le domande che vuoi e io ti aggiornerò sui cambiamenti che vedrò in me!
si, i mal di testa sono scomparsi con quel maledetto dente! [il 16, NdA] Sai, io sentivo che partivano da lì ( oppure dal corrispondente a sinistra) e per giorni interi non se ne andavano, prendendo a volte l'occhio a volte la tempia a volte la nuca. Da chiudermi in camera al buio e vietato piangere per non aumentare ancora di più il dolore! Una vera e propria tortura. Dalla morte di mio padre a marzo il dolore era praticamente costante, un po' attenuato ma c'era sempre. ripeto, è scomparso. Ieri sono andata da sola da Capoferri, non mi viene più l'ansia se devo guidare da sola su strade trafficate che conosco poco, sento di avere il cervello sotto controllo.

L'osso sta ancora guarendo, la ferita è bella e sta guarendo bene... a volte sento un po' di dolore dove sta guarendo e si ramifica in tre: occhio nuca e tempia ma si ferma lì e poco dopo passa.....

Ho avuto ancora mal di testa, ma quello da raffreddore (la testa nel pallone) che si è risolto il mattino dopo quando soffiandomi il naso è uscito tanto ma tanto muco..questo per due volte in meno di un mese ( mentre da anni il raffreddore non mi veniva mai, rimanevo congestionata per settimane) forse sbaglio ma è come se adesso riesco a buttare fuori, come se il sistema immunitario potesse di nuovo iniziare a funzionare. Soffio il naso una sola volta, poi si riblocca tutto, di nuovo.

Dalla sera stessa dell'estrazione ho sentito prurito e gonfiore sotto l'ascella verso il seno, questo per alcuni giorni finchè sono usciti dei brufoletti, 2 o 3 non di più, che sembravano tanto quelli del fuoco di sant'antonio che ebbi anni fa su quel percorso, anche se l'infezione si manifestò solo all'altezza del duodeno e lo sfogo fu molto piccolo...ora invece sento il tessuto normale, non mi infastidisce il reggiseno. Non so se sia collegato al dente o al caldo, ma l'ho notato la sera stessa dell'estrazione.

Dal giorno dell'estrazione dormo molto meglio e le energie sono aumentate...sulle ginocchia che dirti? da anni non metto scarpe alte o ciabatte perchè mi fanno male le ginocchia..invece l'altro giorno ho comprato un paio di sandali col tacco!!!!!! li ho portati per tre ore e nessun problema alle ginocchia, però non noto differenza tra le due ginocchia..
Sono ancora molto stanca, quando lavoro in giardino o salgo molte volte le scale sento le gambe e la schiena ancora dolenti e molto affaticate..ma le spalle sono più leggere, sciolte..diciamo che non mi trascino più in giro, sono stanca ma non morta.

Non so cosa dirai al dottore tedesco, io ho la mandibola sempre dolente, se premo a livello dell'articolazione sento dolore, tensione..la stessa che mi è venuta con i denti del giudizio e non se ne è più andata.


07.07.2013 LORENZO: "Giovanna, prevedo che la tua situazione non sia facilissima (ma mi posso sbagliare), perche' metaboliti infiammatori si sono accumulati nelle zone ossee dove prima c'erano i denti del giudizio.
Di solito uno più cose fa e più si porta fuori. Estrarre due denti rotti e fare il curettaggio di 4 siti infiammati post-estrazione (gli ottavi) è già un bel tratto.
Dobbiamo capire la neuralterapia. spero che intanto tu abbia letto l'articolo ( http://www.medicinenon.it/neuralterapia ... ne-dentale )

[le chiedo del dolore che e' tornato sull'osso , laddove e' stato estratto il dente del mal di testa, il 16]
giovanna 09.07.2013 ha scritto:...mi fa male come quando avevo il dente, se non avessi visto il dente morto estratto con i miei occhi penserei che la causa del dolore non era quella, mi sembra di averlo ancora al suo posto!...mi sa che ci vorranno molte punture in alto a destra!!!!!
grazie di avermi detto di questa terapia...


giovanna 14.07.2013 ha scritto:ieri ho avuto una giornata emotivamente pesante, un incontro a cui tenevo molto, dovevo anche guidare..insomma erano mesi che rimandavo perchè lo stress mi avrebbe provocato sicuramente il mal di testa..sentivo la tensione, in più si è aggiunta la notizia di un ricovero di mio nipote e sapevo che la mamma malata era a casa da sola e preoccupata... mancano ancora le cavitazioni e le tossine sono ancora lì ,ma ho retto bene tutto il giorno nonostante stress e afa...sembravo "normale" e guidare è sempre meno un problema per me. :-)



15:07.2013 LORENZO: per spiegare i problemi che hai avuto ai denti del giudizio, che cioe' anche dopo la loro estrazione si sono formate delle cavitazioni. ho fatto questi due video:

Cavitazioni e disturbi cronici: (+3 esempi) Dr. Bouquot (2007) ( min. 5:56)
https://www.youtube.com/watch?v=EuIey7eFOps (Dr. J. Bouquot, )

Osteiti indotte (Cavitazioni) – 1 (Carpenter 2013) (min. 13:35)
https://www.youtube.com/watch?v=CDqZj1npJ1I


[di ritorno dal viaggio in Germania, dove ha fatto cavitazioni di tre ottavi e ha curettato di nuovo le zone sospette di estrazioni di due mesi prima di 16 e 36]

giovanna 05.08.2013 ha scritto:nonostante il leggero gonfiore, il dolore e la difficoltà oggettiva della situazione ho dormito come un bambino..tutta la notte, da almeno 15 anni non riposavo così bene. e ho un respiro più profondo e regolare, di quello me ne sono accorta già sulla poltrona di kreger.

il dolore di stamane è quello delle ferite in bocca, mi fa male aprire la bocca perchè sento le ferite tirare ( ieri mentre tornavo a casa invece avevo il caratteristico mal di testa che avevo sempre in corrispondenza del 16, partiva da lì e si diffondeva all'occhio alla tempia e alla nuca,sempre quello, deve aver pulito proprio nel posto giusto :-) ) ho preso un antidolorifico durante il viaggio..stamattina è più un indolenzimento che dolore vero e proprio alla testa..il dolore è dovuto ai tagli e alle ferite, ho un po' gonfia la guancia sinistra, in corrispondenza al dente estratto, e anche alla mandibola destra, vado a togliere le 6 garze......a dopo



giovanna 06.08.2013 ha scritto:Lorenzo e Corrado, nella speranza di poter essere utile a qualcun altro con dei mal di testa di natura ignota come li avevo io, vi faccio un riassunto della mia esperienza di rimozione delle cause. Sin dai miei 20 anni vivevo di optalidon e farmaci simili come unico modo di affrontare delle nevralgie fortissime ricorrenti. Ma dalla morte di mio padre lo scorso marzo i mal di testa sono stati ininterrotti, a momenti un po' attenuati, altrimenti una vera e propria tortura, da chiudermi in camera al buio e vietato piangere per non aumentare ancora di più il dolore!

Una prima buona notizia e' arrivata l'11 giugno con l'estrazione del molare devitalizzato in alto a destra. Ora siamo in agosto, e quindi lo posso proprio dire, quel giorno mi sono seduta sulla poltrona CON il mal di testa e mi sono alzata SENZA. Dopo di allora e' capitato 3 o 4 volte nel giro di un paio di mesi che sentissi un inizio di mal di testa laddove il dente e' stato estratto e l'osso stava guarendo. Il dolore iniziava puntando verso occhio nuca e tempia, proprio com'era prima quando era continuo, intenso e mi prendeva tutta la testa. Ma negli episodi degli ultimi due mesi si fermava subito, era poco intenso e poco dopo passava..... che sollievo!

Avrei tanto da scrivere su Lorenzo (Acerra) e le altre persone che proprio tu mi hai presentato che seguono i protocolli di estrazione dei denti descritti dagli autori tedeschi. Ma debbo ancora spiegare altri aspetti dei miei miglioramenti e subito dopo di cio' debbo spiegare cos'erano quei punti dolenti nella zona dove erano stati estratti i denti del giudizio vent'anni prima.

Come gia' vi ho detto, abbiamo fatto un'ortopanoramica per scoprire che si, laddove con la semplice pressione del dito trovo sempre una zona dolente, l'osso era come marcio, infatti anche il consiglio di estrarre un dente morto non vale nulla se non ci si reca da dentisti biologici che abbiano pensato in anticipo cosa fare per evitare le possibili necrosi e infiammazioni dell'osso che ho avuto io dopo l'estrazione dei denti del giudizio. Infatti vent'anni fa i miei denti del giudizio crearono infiammazione che causava le nevralgie. Furono si rimossi, ma i miei problemi non svanirono e anzi sono stati alimentati dalla situazione infiammatoria in cui il sito dell'estrazione non e' mai guarito.

Sono dovuta andare in Germania per scoprire che dovevo far curettare i siti di estrazioni dove dentisti 20 anni prima mi avevano lasciato il periodonto e tessuto infiammato. Che fatica. Lorenzo sta istruendo anche dentisti in Italia, ma il supporto che ho trovato in Germania e' stato eccezionale.

Ho pianto quanto mi e' stata fatta la diagnosi. Avevo tolto le amalgame nel 2002, ma la stanchezza, la confusione, i mal di testa non passavano… mia mamma mi ha ripetuto un sacco di volte “ sei perfino blu”. Nessuno mai mi aveva saputo spiegare i miei problemi di mal di testa e i problemi con i denti. Forse chi mi legge sa cosa significa tirare avanti e aver perso la speranza di poterne uscire. Nel mio caso d'improvviso, nel momento piu' duro, tutto inizio' a quadrare, inclusa la zona di osso mandibolare dolente sotto pressione.

Nonostante la stanchezza del viaggio, tutto in giornata, e le ferite in bocca, ho notato che respiro molto più profondamente dal naso e ho dormito tutta la notte come non capitava da almeno 15 anni.
Ora sono un po' impaziente di fare il mio dovere e informare le persone sugli effetti a distanza di denti del giudizio con carenza di spazio, ma ancor di piu' sul discorso di estrarre i denti problematici in un modo salutare (qui e' stato sottotitolato un breve video del Dr. Hal Huggins, www.youtube.com/watch?v=M8cnq03L1Ro ).
E questa non dev'essere nemmeno una campagna contro tutti i denti devitalizzati, io ancora ne ho uno, lo toglieremo solo se compariranno problemi di salute. L'importante e' individuare quelli mal messi su cui altrimenti dentisti ignari continuerebbero ad insistere di fare lavori di ripristino ogni paio di anni.



giovanna 07.08.2013 ha scritto:Lorenzo si, ho capito, lo so, anche io sono preoccupata del tempo che ci vorrà...ma almeno so perchè sto male, e non sono scema o pazza come mi dicevano.

anche stamattina su fb ho parlato della cosa, cerco di informare e non è un problema per me dire che forse dovrò rifare le cavitazioni fra un anno perchè il problema è l'osso e la sua capacità di rigenerarsi...secondo me è uno stimolo per le persone per non lasciar passare troppo tempo prima di curarsi!



08.08.2013 LORENZO: "Giovanna, mi sembra una buona idea che tua madre, infermiera, ti faccia le iniezioni sottocutanee di neuraterapia. Ne hai proprio bisogno. Il prodotto lo ordini su internet su quel sito tedesco in lingua italiana."

08.08.2013 LORENZO: "scusami Giovanna ho cercato oggi su Youtube dei video che mostrano come fare la neuralterapia nelle gengive. vedi sotto, molto interessante ed indispensabile per chi te le dovra' fare queste iniezioni nella gengiva. vedi anche in allegato le foto. Se ti puo' consolare, le faro' anche su di me, per imparare e capire."


giovanna 14.08.2013 ha scritto:sopravvissuta!
me le sono fatta da sola, per essere la prima volta è andata bene...sai che soprattutto il 36 ha fatto effetto?
oggi per la prima volta ho sentito la guancia come se fosse tornata normale!



giovanna 15.08.2013 ha scritto:a proposito del mio 36..il dente devitalizzato per primo, almeno 25 anni fa, mi ha sempre fatto male, quando me lo ha estratto non ho sentito dolore e non ha nemmeno sanguinato e la cosa mi è sembrata stranissima, una fitta di dolore sulla poltrona di Capoferri poi il nulla...tranne il gonfiore e il fastidio alla guancia
ho pensato fosse tutto morto.. ha senso cercare di liberarsene, mediante il curettaggio che ho fatto a Monaco! :-)


giovanna 19.08.2013 ha scritto:Grazie per avermi inviato quegli appunti sull'effetto antibiotico del magnesio. E chi lo sapeva?! Da vari giorni stiamo usando sia io che Rosanna e la differenza si nota.


giovanna 24.08.2013 ha scritto:ciao Lorenzo, tutto bene? come va la traduzione del libro?
ieri il dolore al 16 è tornato, ho lavorato davvero molto in giardino e la fatica mi ha fatto tornare il dolore nevralgico.


giovanna 25.08.2013 ha scritto:intanto ti aggiorno, ho fatto le iniezioni di procaina in bocca sul 16 e sul 36 per gli ottavi, siccome faccio fatica dall'interno, le ho fatte esternamente, soprattutto sul 48 e ho sentito che agiva proprio nel posto giusto, all'inizio, appena iniettata si ha la stessa sensazione di quando fa l'anestesia il dentista e quindi si riesce a capire se si è fatta nel posto giusto oppure no.

il dolore al 16 è passato, e ho dolore (leggerissimo più indolenzimento) all'articolazione e sul 48...se fa male è vivo. bene. sono stanchissima ma il viso è bello e rilassato.


[secondo attacco di mal di testa dall'estrazione del 16]
giovanna 01.09.2013 ha scritto:i denti era proprio il mio problema principale! sono tranquilla e mi prendo il tempo necessario.
ero al mal di testa 24 ore non stop ed ero davvero disperata...davvero ero al limite, stremata dalla mia condizione di salute..un' invalida da anni.
ciao e buona domenica!



11.09.2013 LORENZO: "Riusciamo a capire il mal di testa del 1 settembre da cosa e' stato favorito?
ti ricordi che avevi mangiato?
Percio' si puo' pensare ad api ed iniezioni di magnesio, per disinfiammare i nervi."

12.09.2013 LORENZO: "Ho capito, il mal di testa del 1 settembre aveva a che fare con la suscettibilita' aumentata che hai con l'arrivo delle mestruazioni.
Scusa, ma forse dovrai scoprire che il miele non va bene per te. Crea resistenza insulinica che va a braccetto con mal di testa.
La terapia anti-mal di testa ha sempre bisogno di abbandonare gli zuccheri.
Ho un libro in inglese su questo argomento. tutti i mal di testa che un dottore degli anni 30 ha visto sparivano se i pazienti /le pazienti smettevano con miele e zucchero."


giovanna 16.09.2013 ha scritto:ciao Lorenzo, ho appena scambiato due chiacchiere col medico curante, mi ha detto che se non metto due ponti in bocca riempiendo i buchi lasciati dai denti estratti fra pochissimi anni perdo tutti i denti che ho in bocca...
sono terrorizzata.
ma è vera questa storia?
mi puoi spiegare?

ciao



16.09.2013 LORENZO: "La prima risposta breve, per il READER'S DIGEST.. no, non ti devi preoccupare. I dentisti non curettando bene l'osso fanno si
che uno perda i denti dopo le estrazioni.
Questo fenomeno era noto gia' 140 anni e continuano a scordarselo.

Il prezzo biologico di un ponte e' terribile: devi decapitare due denti (monconizzarli !)

urge studiare se questa paura e' urgent..... http://www.arnoldehret.it/old/modules.p ... pic&t=6252

http://www.arnoldehret.it/old/modules.p ... ic&p=71517

Il tuo medico è competente? Questo non è forse lo stesso medico (si fa per dire, non è lo stesso ma stessa testa), che ha permesso che ti si facessero vaccinazioni? che permette ai dentisti di fare tutte le schifezze, che non ti riesce a beccare da piccola quando hai una carenza di magnesio, che ti dà iniezioni di antibiotici perché gli mancano le palle e la conoscenza, che (si fa per dire) pensa che i disturbi dell'umore debbano essere MEDICALIZZATI, (si forse non è sempre lui), che per il Parkinson non conosce nessuna terapia naturale che non ti faccia impazzire come la dopamina, che pensa che l'HIV esista..?

insomma e' un POZZO di SCIENZA ..


giovanna 17.09.2013 ha scritto:si si mi diede l'aulin per curare le nevralgie causate dai denti e mi venne l'ulcera!
è lui, è lui...ciao! che Dio ti benedica!



giovanna 18.09.2013 ha scritto:ho fatto l'iniezione intramuscolo di magnesio.. Mi sembra che i sintomi pre-mestruali vadano meglio questa volta.



17.09.2013 LORENZO: "Il ripasso di oggi:
Il problema è che s'instaurano infiammazioni adiacenti ai denti del giudizio con carenza di spazio, poi il problema è che il 50% di questi denti presentano cisti nascoste, in piu' la conformazione della gengiva e' tale da favorire tasche infiammatorie. Tutto questo causa una degenerazione negli anni della zona ossea sottostante e adiacente a questi denti del giudizio. Adler e altri inoltre dicono che questi denti non si sono formati in modo completo, ci sono parti restanti di germi del dente del giudizio che compaiono apicalmente come gemme bianche piccoline, quindi cio' contribuisce ai problemi instauratisi sull'osso .

Andando ad estrarre il dente, il dottore troverà, se esplora la zona con uno specillo, del tessuto molle, che è osso infiammato, a volte si è trasformato il tutto in tessuto carnificato, (quindi non ha la consistenza di osso, a volte anche si trova un tessuto gelatinoso invece dell'osso. Lasciare qualsiasi di questi menzionati preclude la possibilità che la guarigione post-estrazione avvenga.
.
Questo significa che se a distanza di venti anni uno va ad aprire la zona dell'estrazione del dente del giudizio, troverà tessuto gelatinoso. Infatti geneticamente parlando tutti I tessuti dell'organismo hanno l'istruzione durante tutto il corso della vita di distruggersi e ricostruirsi continuamente. Questo vale anche per le ossa. Ogni sette anni l'osso si ricostruisce completamente nuovo rispetto a quello che c'era.

Gli unici tessuti del corpo che non si distruggono e ricostruiscono sono i tessuti morti. A metà strada tra i tessuti morti (che magari non si ricostruiscono, ma vengono alla fine aggrediti da batteri anaerobici) e i tessuti completamente vivi, si trova una situazione di ricostruzione dell'osso in modalità gelatinosa (che presto vedrete sul video che sto per linkare qui sotto). Si tratta di tessuti infiammatori, focus, che cioè a seconda della vitalità generale hanno effetti di interferenza a distanza o effetti di zavorra sul sistema di regolazione.

Vale la pena perciò di far curettare bene le parti di osso mandibolare che all'indagine con lo specillo risultano molli. Ovviamente i dentisti non lo fanno perché non sanno di questi eventuali effetti a distanza.
Se un dentista non è pratico, ovviamente fa bene a non avventurarsi in una zona particolarmente delicata in cui può sono presenti nervo mandibolare e nervo linguale.
Ultima modifica di acerra99 il 9 dicembre 2014, 14:01, modificato 3 volte in totale.
#73316
l'8.09.2013, Domenico ha scritto:Nel giugno 2011, all'età di 26 anni, ho avuto un drammatico attacco di “spasmofilia”. Questo consisteva (in estrema sintesi) di tensioni muscolari, soprattutto a partire dalle viscere addominali, dall’ATM sino all’osso sacro, parestesie in posizione supina alle gambe e alle braccia.
Provai per mesi a fare fisioterapia e osteopatia, ma senza alcun risultato. Il problema risiedeva da un’altra parte, probabilmente in un dismetabolismo, come attestava il deficit di calcio ionizzato e paratormone intero riscontrato nel sangue, ma soprattutto l’improvviso e sbalorditivo effetto benefico della prima somministrazione di magnesio nel febbraio 2012 (somministrazione avvenuta per caso, dopo otto mesi di sofferenze).
Provai cinque tipi diversi di magnesio. La scoperta del magnesio mi permise di passare da una situazione da ricovero ospedaliero e inabilità totale durata tanti mesi ad una comunque dove le tensioni muscolari e le parestesie si facevano ancora sentire. Erano sempre lì, sempre forti, che minacciavano di peggiorare. Ho dovuto prendere atto che con l'utilizzo di magnesio non si riusciva ad ottenere ulteriori miglioramenti.

La scoperta del magnesio era l'unico punto di riferimento che avevo, quindi pensai di contattare l'autore del libro della Macroedizioni alla ricerca di ulteriori spiegazioni. Lorenzo mi disse che dovevamo metterci alla ricerca di possibili "campi di disturbo" che bloccano il sistema di regolazione. Dovevamo andare a tentativi.
George Eby, un altro autore sul magnesio dice: "Dopo aver osservato varie sperimentazioni, mi sono convinto che c'è qualcosa che blocca l'assorbimento di magnesio. I dolori cronici o la fibromialgia oltre un certo punto non rispondono più alla supplementazione di magnesio, di qualsiasi tipo, anche endovena. Quale sia la natura di questo blocco non mi è ancora chiaro".

La prima indagine che lorenzo mi propone è sulla celiachia. Le analisi ematiche sono negative. La sospensione del glutine non e' nemmeno risolutiva, anche se qualche vistoso beneficio lo ha dato. I benefici di cui parlo e parlerò riguardano sempre la stessa situazione, la tendenza a soffrire di tensioni muscolari, dall'ATM all'osso sacro, ma in particolare all'altezza di spalle e viscere addominali, parestesie a gambe e braccia.

Ora che ne parlo a posteriori, è chiaro che gambe, braccia o blocco ATM sono tutti in relazione con i focus dei denti del giudizio. Ci sono molte testimonianze su questo.
Sulla mia panoramica dentale Lorenzo insisteva di vedere due denti del giudizio che bloccavano il sistema di regolazione. Mi rivolsi ad un dentista olistico a 150 Km da me, ma mi disse che i denti del giudizio erano cresciuti dritti, erano usciti tutti e non presentavano problemi.

Comunque io, incoraggiato di nuovo da Lorenzo, nell'agosto 2012 feci 500 Km di tragitto per andare da Barile, per l’estrazione degli ottavi inferiori.
Chi altri avrebbe potuto arrivarci a questa storia dei denti del giudizio? Non ci sarei arrivato nemmeno in trent'anni. Era del tutto normali e fuoriusciti.
Sin dal giorno successivo alla loro estrazione le feci si sono ricompattate (erano in effetti da anni molli/diarrose) e piano piano è iniziata una ulteriore riduzione dei sintomi. Chiamerei questa dei denti del giudizio la svolta numero due, salvavita. Ecco cosa scriveva il dentista olistico, il primo da me contattato: "Per quanto concerne quindi la sola estrazione del dente 48, Le dico che potrebbe essere frustrante per i suoi problemi poter pensare che li possa risolvere tramite questa estrazione! Conosco bene Lorenzo Acerra, ci sentiamo regolarmente; però su questo dente 48 che è vivo, non penserei ad esso come focus".

A distanza di tre mesi (novembre 2012) potevo considerare la sintomatologia della seconda metà del 2011 ridotta del 60/70%.
A dicembre 2012 ho fatto le cavitazioni sugli ottavi superiori (estratti dieci anni prima), sempre da Barile, e i sintomi sono andati ulteriormente diminuendo d'intensità, con un piccolo aiutino in più che è arrivato dall'aggiunta di vit. C e del vitaminico/minerale della Argania Quattrobì. Quesi ultimi supplementi mi hanno fatto fare un altro pezzettino di strada e ora manca veramente poco.

Sul discorso alimentare Lorenzo mi diceva sin dall'inizio di abbandonare cereali, patate, miele, ma abbiamo fatto le cose per gradi, tanto c'era tempo. A Marzo 2012 ho preso una virosi intestinale e i sintomi sono tornati come nel 2011, ma solo durante la virosi, quindi per 4 o 5 giorni. Capisco quindi il ruolo dell'alimentazione in tutto questo. Una volta che l'intestino era in subbuglio, la condizione diventava di nuovo critica.
Ora ho ordinato la neuralterapia che prevedo di fare da solo, istruito da un altro paziente, e vediamo cosa darà questo esperimento.


due cavitazioni, dente del giudizio superiore
il 15.03.2013, Domenico ha scritto:Ciao Lorenzo, grazie per la risposta. Quanto all'ALIMENTAZIONE ho tolto tutti i cereali (ma non i legumi), ho tolto patate e miele anche come dicevi tu.
In ogni caso i miglioramenti continuano, con una uniformità straordinaria, come se fosse un viaggio lunghissimo a velocità uniforme, partito dall'estrazione due denti del giudizio inferiori e con accelerazioni dopo cavitazioni e dente del giudizio superiore.
Volevo ricordarti anche il grande successo della vitamina C che ho iniziato a prendere da quattro mesi (circa 3 grammi al giorno).
Ma magari, ci serve ancora quella spinta ai processi riparatori in atto che, come dici tu, "non si materializzano mai per la lentezza della regolazione globale". Ma quale spinta ora?


estrazione due denti del giudizio inferiori
il 24.11.2012, Domenico ha scritto:Caro dottor Barile, le invio qualche riga sul mio caso di parziale guarigione. A presto rivederla per le cavitazioni.
Affetto da “spasmofilia” (intense e debilitanti tensioni muscolari, soprattutto a partire dalle viscere addominali, dall’ATM sino all’osso sacro, parestesie in posizione supina alle gambe e alle braccia) scatenata da un’iperventilazione nel giugno 2011, ho provato per mesi a fare fisioterapia e osteopatia senza alcun risultato.
Il problema risiedeva da un’altra parte, come attestava il deficit di calcio ionizzato e paratormone intero riscontrato nel sangue, ma soprattutto l’improvviso e sbalorditivo effetto benefico della prima somministrazione di magnesio nel febbraio 2012 (dopo otto mesi di sofferenze), e la sospensione di alimenti contenenti glutine.
La somministrazione giornaliera di magnesio mi fece uscire dal tunnel ma non risolse del tutto il problema: la svolta c’è stata tre mesi fa, quando abbiamo estratto i due ottavi inferiori. Sin dal giorno successivo l'intervento le feci si sono ricompattate (erano in effetti, da anni, molli/diarreose) e piano piano è iniziata una progressiva, lenta riduzione dei sintomi, che entro qualche mese (novembre 2012) si sono ridotti del 60/70%. La speranza, ovviamente, è quella di una completa guarigione.


No Glutine
il 19.06.2012, Domenico ha scritto:Caro Lorenzo, spero ti ricordi di me (malato da un anno di “spasmofilia”, con deficit da analisi di calcio ionizzato e paratormone), cmq hai sotto la cronologia del nostro scambio epistolare, e ti riallego in caso la mia storia e l’ortopanoramica. Intanto grazie ancora, con tutto il cuore, per la tua encomiabile disponibilità.
Ho tolto il glutine da un mese, e già dopo un paio di giorni ho sentito i primi netti miglioramenti (forti, impressionanti, quanto quelli che ebbi prendendo il magnesio supremo). Oltre al miglioramento muscolare (si è allentata la stretta alle viscere e alla schiena), è diminuito drasticamente il gas intestinale. Ma per ora la guarigione mi sembra ancora lontana. Sto quindi pensando, con calma, di valutare la strada “dentale”.
si, ma quali sono i problemi che ora si sono attenuati? scusa, non ho capito bene.
il 19.06.2012, Domenico ha scritto:I sintomi sono sempre gli stessi e tutti strettamente collegati tra loro, come se la muscolatura fosse tutta in tensione, ma ormai non più devastanti, di intensità inferiore, e riesco ad avere una vita quasi normale: rigidità muscolare di atm collo e zona lombare, borgorismi, tensione e spasmi addominali, lievi parestesie alle braccia e alle gambe. Il tutto aumenta quando sono sdraiato e rilassato ed è localizzato per lo più nella fascia destra del corpo. La tensione è continua e stabile, un blocco generale cranio-sacrale che gli osteopati non riuscivano a risolvere.


Magnesio, la prima decisiva svolta
il 24.04.2012, Domenico ha scritto:Buongiorno, non so se è giusto l'indirizzo. Cercavo l'autore del libro "magnesio". Volevo inviare la mia testimonianza e chiedere un indicazione di massima. Se ho sbagliato indirizzo, scusi il disturbo.

[..]I problemi iniziarono nel giugno 2011. A seguito di iperventilazione insorse una patologia grave di questo tipo: ad un certo punto, sento una scossa dall’occipite al sacro, un crampo lombare, un calore alla pancia e alle gambe e inizio a tremare, colpi di caldo e di freddo, tachicardia: la muscolatura è tutta contratta e non riesco a rilassarmi nella mia posizione abituale, come se fossi rimasto incastrato in quella dannata posizione forzata con il collo irrigidito. Due giorni dopo sto meglio, tranne i trapezi di marmo

[..]Due giorni dopo sto meglio, tranne i trapezi di marmo. Da lì in poi a distanza di 15 giorni più o meno mi risuccede più o meno la stessa cosa, una crisi con contrazione di tutta la muscolatura (ma, queste volte, senza che avessi prima iperventilato!), con una nausea che mi tormenta invece quasi ogni giorno. Piano piano, con il passare delle settimane mi si blocca tutta la schiena. Sul collo, dietro le orecchie e a livello lombare sono sempre contratto. Borgorismi e strane sensazioni quotidiane di blocco allo stomaco e al torace. Spasmi viscerali dall’addome alla gola. Dolore e tensione all’ATM, che coincide con i movimenti e le tensioni addominali. Torpore, di notte, in posizione supina alle braccia e alle gambe. Tremolio delle palpebre. Mi rilevano anche un prolasso della mitrale.
Risonanza magnetica della colonna evidenzia verticalizzazione lombare e cervicale, e protrusioni discali con ernie. Miorilassanti e decontratturanti e ansiolitici non mi fanno nulla, vado avanti per quattro mesi tra osteopati e fisioterapisti senza alcun risultato. Sofferenza ventiquattrore su ventiquattro. Un incubo.

Inizio a leggere qualcosa sulla spasmofilia, ma d'iniziativa mia, non perché i dottori avessero detto niente.
davanti alla perdita di magnesio nelle urine rivelata dalle analisi l’endocrinologo rispondeva: è segnale che nel sangue ce ne abbastanza !:)

Ma ecco che, dopo sei mesi di sofferenza e disperazione e nessun segnale positivo, nel giro di mezz’ora dopo l’assunzione di magnesio e potassio inizio a sentire i muscoli sciogliersi! Incredibile. Passo al mag2 poi al Magnesio supremo (più o meno 400 mg magnesio elementare/die) e i risultati sono sorprendenti, dopo ogni assunzione. Dopo un mese calano gli effetti immediati all’assunzione, ma c’è un miglioramento sostanziale.

La mia paura è che ci sia qualche problema strutturale endocrino-metabolico non chiarito che non mi permette di reintegrare con successo il magnesio e restare nel limbo. Dopo il miglioramento impressionante iniziale ora, in effetti, sono in stallo.

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret