Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By inthecloud
#73685
Eccomi qui... il momento di intraprendere questo percorso e' finalmente arrivato.
Ho 31 anni e tutto ha inizio nel 2010 quando decido che e' ora di prendermi le responsabilita'
delle mie azioni e guardo con coraggio i video degli allevamenti intensivi. Fino ad allora mi rifiutavo
di vedere immagini che urtavano la mia sensibilita'. Egoista. (Oggi posso dire che la mia sensibilita' mi ha salvata!!!) :D
Da li' divento vegetariana e allo stesso tempo approfondisco le mie conoscenze in campo alimentare e non per quanto riguarda lo sfruttamento degli animali cosi anche la mia spesa diventa piu' etica: prodotti a km zero, bio, ecologici, sfusi, non testati su animali, senza sostanze nocive per me e per l'ambiente, escludendo poco a poco anche tutti quei cibi provenienti dalla produzione industriale (precotti, surgelati, in scatola e via dicendo).
Un anno e mezzo fa, a maggio 2012, mi imbatto nel libro di Campbell che mi apre un nuovo mondo e mi rendo conto che dal punto di vista salutare continuavo a sbagliare tutto. Inizio ad informarmi sulla caseina e sui latticini trovando in rete tanti studiosi che ne confermano i danni e tante terapie per la cura di vari disturbi.
Inizio cosi a non comprare piu' latticini e uova mangiandoli solo occasionalmente in situazioni senza alternative (non mi considero in ogni caso vegana perche' il miele non ho mai smesso di mangiarlo e lo considero un alimento fantastico dal punto di vista nutrizionale).
La mia alimentazione diventa principalmente a base di frutta e verdura, crude o al vapore/bollite/stufate, legumi e cereali integrali ogni tanto.
Ho passato dei mesi davvero ottimi e, soprattutto, dal quel momento non ho piu' avuto influenze e ho smesso completamente di prendere qualsiasi medicinale anche blando. A febbraio di quest'anno
ho completato il quadro aggiungendo un po' di regolare attivita' fisica tutti i giorni, anche solo mezz'ora.
Mi analizzo molto e in questi anni ho imparato ad ascoltare il mio corpo e tutti i messaggi che mi manda.
Passo dei mesi di apparente buona salute o comunque migliore rispetto a prima. Sto bene ma mi accorgo che quando esagero con i cereali, anche se integrali, riscontro problemi a livello di colon.
Un mesetto fa mi imbatto in un sito di una ragazza che parla dei problemi relativi all'amalgama e all'accumulo di metalli pesanti e alla loro relazione con i disturbi al colon (di cui ho sempre sofferto, anche se ora la mia situazione e' gestibile).
Prenoto senza pensarci due volte una visita dal dr. Ronchi a Milano dal momento che ho un dente (ahime da latte) devitalizzato e con una amalgama in bocca... fortunatamente solo uno!
Venerdi tornero' nel suo studio per toglierlo e iniziero' cosi una terapia chelante a base di coriandolo e chlorella.
Ho ordinato domenica il libro di Ehret e oggi e' gia' in consegna insieme al libro Denti Tossici di Acerra. Non vedo l'ora di divorarli! So che sul libro di Ehret trovero' tante risposte alle mie domande per cui aspetto a postare altro sul forum. In ogni caso la mia sensazione, in base a cio' che ho letto, e' di essere in dieta di transizione da diverso tempo, senza saperlo ovviamente e che non mi basti piu'... il mio corpo per stare meglio ha bisogno di una pulizia piu' approfondita.
Spero che questa sia la strada giusta! :)
Avatar utente
By Fiorenzo
#73688
Ciao Nuvoletta! Benvenuta e piacere di conoscerti! :D

Bello leggere tutto il percorso col quale sei arrivata a noi.
È iniziata più o meno allo stesso modo anche per me, guardando quei video orribili.
Molto freddamente dico orribili non tanto per le barbarie che dovevano subire gli animali, quanto la perdita dei nostri limiti e della nostra umanità.
Ma davvero dovevamo trasformare delle vite in profitti in maniera così massiccia?!?
E domanda dopo domanda, anch'io son finito qua!

Buon inizio, ciao
Avatar utente
By inthecloud
#73764
Che dire se non meraviglioso!!!! :D Ho dato una prima lettura piuttosto veloce, soffermandomi di più su alcuni capitoli e meno su altri (gli ultimi), sottolineando alcune cose che voglio approfondire quando vengono citati scienziati e studi vari. Mi è piaciuto tantissimo leggere la parte delle ricette: che carino, mi piace il modo semplice in cui sono descritte... in questi anni ho imparato che prendersi del tempo per cucinare cose sane è un'attività fantastica. Quelle inoltre sono pure veloci cosi saprò come ribattere a quelli che dicono "Ah ma io non ho mica tempo per cucinare, prendo surgelati e via!" (Senza considerare che quel tempo che non hanno è la loro vita... -_- )
In ogni caso ora inizierò ad approfondirlo per bene (il libro) e a spulciarlo... in effetti mi sono chiesta solo ora se ho fatto bene a leggere quello come primo... Ho fatto bene o ce n'era uno più indicato per iniziare?

A questo proposito quale è, secondo voi, l'ordine corretto di lettura? Così mi preparo... visto che tra poco ci sarà natale :P ...
Avatar utente
By inthecloud
#73765
Ah! Ma un libro di ricette di Ehret esiste?... Ho cercato in giro ma non mi sembra di averlo trovato... Che so, una cosa tipo "Sedano, carote, lattuga, barbabietola per 100 piatti" o "In cucina con Mr. Sedano" :)
Avatar utente
By margherita
#73775
Il libro migliore concui iniziare, a mio avviso è quello che hai. Poi per Natale averli tutti è un bene.
Io l'ho letto dalla prima pagina in poi, senza saltare di qua e di la, perché ha un suo svolgersi ed è più affascinante seguire un capitolo dopo l'altro perché ogni capitolo ti porta all'altro.

Domandi se ha scritto un libro di ricette, Nooooo, lo dice, " mi chidono ricette in continuazione, ma io non voglio alimentare il comune senso del mangiare" detto a parole mie ma il concetto è questo.

Ribattere a quelli che dicono non ho tempo per cucinare??????????Mah....se ti va....
Avatar utente
By inthecloud
#73785
Grazie Luciano! :wink:

Ciao Margherita! Si, io ho non detto di aver saltato da un capitolo all'altro ma solo che alcuni li ho approfonditi meglio mentre gli ultimi sono ancora molto lontani dal mio percorso attuale quindi li ho letti piu' velocemente... sicuramente non iniziero' a digiunare domani e nemmeno mi sparira' il ciclo a breve presumo!!! :D

Domandi se ha scritto un libro di ricette, Nooooo, lo dice, " mi chidono ricette in continuazione, ma io non voglio alimentare il comune senso del mangiare" detto a parole mie ma il concetto è questo.


Si ora ricordo quel passaggio... in effetti mi ha colpito che usa piu' di una volta la parola "ghiottoni"... questo sembra implicare un lavoro psicologico su come vedere il cibo, che oggi ha anche un forte impatto sociale: mangiamo per abitudine, mangiamo per stare in compagnia, cuciniamo e fotografiamo cibo perche' e' di moda... da questo punto di vista credo di doverci lavorare molto perche' io adoro tutti quegli alimenti citati da Ehret nelle sue ricette per la transizione... ed ora sono ancora nella fase psicologica che il pensiero di dover giustificare un digiuno di piu' giorni agli altri o il passare il resto della mia vita a frutta mi mette ansia e tristezza. Insomma a tutti quei piatti meravigliosi di verdure non sono pronta a rinunciare e sono fermamente convinta che per riuscire in qualcosa questa debba partire dalla testa non come un'imposizione ma come una piena consapevolezza felice di quella scelta... io non ho fatto fatica ad eliminare molti alimenti perche' quando avevo deciso di farlo la mia testa era pronta ad accettare quella cosa senza frustrazioni e quindi anche senza ricadute...
Pero' beh ecco, questo era per dire che ho riflettuto su quello che hai ribadito del libro sul "comune senso del mangiare" e ho focalizzato meglio l'idea di Ehret in merito :)
Avatar utente
By margherita
#73787
Grazie di averlo fatto, mi fa piacere. Niente ansia e niente tristezza, mica devi superare una gara, devi solo, come tutti del resto, avvicinarti ad ascoltare meglio il tuo corpo. È la mente che vuole tante cose, il corpo è molto più veritiero e piano piano ed esperimentando, si riesce ad avere un contatto più diretto con il corpo perché man mano si è ripulito e tanti cibi, non vi è mente che tenga, il corpo proprio li rifiuta. I pensieri vanno a reclamare questo e quell'altro, un pò alla volta si riconosce dove sono i tranelli ed ancora un pò alla volta ci si casca meno.
Certo che devi fare le insalatone e bearti di loro e di tanto altro, ricette di Eheret incluse. Usare la fantasia, decorare, provare pesi e misure, combinazioni, abbinamenti, ce n'è da fare. Io sono per seguire le otto settimane da lui indicate, perché uno le indica come inizio, due si mangia tanto, tre ci si auto disciplina. Niente eccessive mortificazioni ma felicità di seguire un illuminato, sobrio, sincero e benefattore. Che possiamo volere di più?

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret