Arnold Ehret Italia

Un forum necessario in linea con il sistema di guarigione della dieta senza muco.

Moderatori: luciano, O.P.T

Regole del forum: Questo Forum serve per apprendere dati sulla bonifica dentale al fine di sapere poi cosa si vuole che il dentista faccia nella nostra bocca.
Non siamo un call center o un'agenzia che procura clienti ai dentisti.
La prima cosa da fare è leggere questo post, le regole del forum. E' obbligatorio leggerlo per non contravvenire le regole del forum, qualora venissero violate i tuoi post e infine il tuo account potrebbero venire cancellati. Il primo post che devi leggere è questo: Regolamento
#85537
Senza dire il nome, perchè non so se siano informazioni sensibili essendo prese dalla mia corrispondenza privata, mi ha risposto un collaboratore del più famoso studio che si occupa di cavitazioni nel Regno Unito.

Il loro protocollo mi sembra abbastanza diverso da quello suggerito sul forum, forse anche per la disponibilità di strumenti diversi.

Si apre la gengiva e si trova la cavitazione. Nel 60% dei casi non si usa il trapano, ma si fa solo pulizia manuale.
Lavaggio con cloruro di magnesio ozonizzato ed ozono, applicazione di una pasta antibiotica (Metronidazolo) e di spugne con argento colloidale e poi punti.
In alternativa lavaggio col plasma del paziente e applicazione di "PRGF" (traduzione letterare plasma ricco di ormone della crescita).

Rispetto alla procedura nota suggeriscono punti ed antibiotici, ed inoltre cercano di evitare l'utilizzo del trapano, mentre avevo letto che la pulizia manuale potesse infiltrare le tossine nell'osso. Sempre più confuso.
#85550
Il discorso del protocollo usato è abbastanza opinabile, nel senso che in realtà quello che interessa è il risultato e la sua stabilità nel tempo. Alla fine non importa come venga defocalizzata una zona ma che questa sia veramente alla fine bonificata completamente. Quindi l'unica garanzia che si può pretendere e quella che il lavoro sia fatto bene a prescindere dalle tecniche e la strumentazione utilizzata. Una casistica ampia ed una grande esperienza già sono una garanzia sufficiente a prescindere dal protocollo usato. Dal mio punto di vista preferisco un operatore che sappia fare tutto il lavoro manualmente piuttosto che un altro con poca esperienza che si nasconda dietro tecniche sofisticate e apparecchiature complesse ma che non sappia veramente le procedure giuste per togliere un focolaio
#87343
Sono anche io alla ricerca di un operatore a cui rivolgermi per delle estrazioni (giudizio)...
Ho studiato e sto ancora studiando tutto quanto suggerite per una corretta bonifica, perché sono la prima a voler recarmi dallo specialista con tutte le informazioni in possesso; tuttavia, resta che la mano è quella dello specialista, per quanto guidata dal paziente, ci rivolgiamo a loro perché fisicamente ci assistano in questo tragitto. Nel senso, io posso saperlo che devo limarmi bene l'osso, poi però è qualcuno che me lo deve fare... :lol: se potessi farmelo da sola, vi assicuro che l'avrei già fatto ahah

Il mio caso è "facile " nel senso che dal punto di vista della bonifica è perfettamente chiaro il da farsi, non ho devitalizzazioni, non ho metalli, non ho elementi mancanti...solo 3 giudizi del demonio, con tutte le certezze personali che 2 di loro sono i miei acerrimi disturbatori.

Detto questo, mi sento in alto mare dopo una visita a Roma che non mi ha lasciato la soddisfazione che avrebbe dovuto e temo di cedere per le difficoltà a trovare qualcun altro...

Volevo capire intanto se il Riccardo/Ricky che citate spesso è in effetti il dott. Riccardo Stefani che opera a Torino?
Grazie di cuore!
#87351
Esiste però una stagione fredda, con le annesse conseguenze per organismi in difficoltà ;)

Se mi fai sapere per quel nominativo, ti ringrazio molto!
Le sto pensando tutte, anche di andare da Barile (me li toglie due denti in una seduta?), ma sarebbe il terzo viaggio della speranza che faccio in Piemonte negli ultimi anni per questioni di denti :lol: possibile che le faccende di questo tipo in Italia si concentrino tutte intorno a Torino? ihih

Non aiuta poi incappare nelle recensioni negative, per quanto pochissime, anche dei TOP come lui... :roll: http://www.cfsitalia.it/public/CFSForum ... le-andrea/ (pulsatilla)
#87362
Jessica ha scritto:Grazie mille per la tua risposta Mauropud! :D
Come è andata?


Non male: inizialmente avevo programmato di togliere solo uno dei due denti del giudizio inferiori ma poi ripensandoci con i costi di viaggio e soggliorno ecc, ho pensato che togliere entrambi sarebbe stato meglio da un punto di vista di costi.

Barile ha detto che da parte sua non c'era problema e li ha tolti tutti e due. Ho finito in circa un'ora, compresa una piccola otturazione ad un altro dente.

L'unico problema sono state le anestesie: ben tre, una a destra, una a sinistra e una al centro. Ci sono volute oltre cinque ore prima che avessi la bocca libera da anestesia! 8O

Non ho avuto particolare dolore nei giorni successivi e per aiutare la guarigione ho fatto un digiuno di sei giorni e tutto e' andato perfettamente. Oggi dopo quasi due settimane comincio a mangiare solido (una volta al giorno) e le gengive sono quasi chiuse.
#87365
mauropud ha scritto:Non male: inizialmente avevo programmato di togliere solo uno dei due denti del giudizio inferiori ma poi ripensandoci con i costi di viaggio e soggliorno ecc, ho pensato che togliere entrambi sarebbe stato meglio da un punto di vista di costi.

Ahh ottimo, questo è interessante anche per me perché io ci andrei da Roma e mi interrogavo su quale fosse una durata di soggiorno consigliabile. Tu come hai fatto, se posso chiedere? A me preoccupa aver bisogno di tornare..es. 4-5 giorni dopo un'estrazione c'è il rischio che insorga un'alveolite secca, ora immagino che con una bonifica di questo tipo il rischio sia davvero minimo se non abbattuto, ma non so se lui consiglia di rimanere nei paraggi per questo tempo..?
#87385
luciano ha scritto:Grazie Muro per condividere la tua esperienza. :D

Come hai percepito il freddo dalle tue parti durante il digiuno?


Ciao Luciano,
faceva sicuramente piu' freddo in Piemonte! Appena andava via il sole di sera (c'era sole ogni giorno, che strano! :-)) la temperatura scendeva intorno allo zero.

In ogni caso non ho avuto alcun problema particolare col freddo, ne' li' ne' quando tornato a casa.
#87386
Jessica ha scritto:Ahh ottimo, questo è interessante anche per me perché io ci andrei da Roma e mi interrogavo su quale fosse una durata di soggiorno consigliabile. Tu come hai fatto, se posso chiedere? A me preoccupa aver bisogno di tornare..es. 4-5 giorni dopo un'estrazione c'è il rischio che insorga un'alveolite secca, ora immagino che con una bonifica di questo tipo il rischio sia davvero minimo se non abbattuto, ma non so se lui consiglia di rimanere nei paraggi per questo tempo..?


Io avevo una sola scelta visto che sono venuto in aereo dall'Inghilterra: arrivare domenica e tornare sabato, perche' questi erano i voli.

Ho fatto le estrazioni lunedi' e tornato per un controllo martedì e finito cosi'.
Puoi provare a chiedere a lui se ti conviene restare in zona: non saprei.

Se hai paura di complicazioni, per evitarle io farei un digiuno dal giorno prima dell'estrazione fino a quando non si chiudono le ferite, da una o due settimane.
Ma io so che lo posso fare senza problemi: non so se tu o altri ce la fanno. :-)
Consigli su Peperoncino

Sui peperoncini quello che di solito si consiglia […]

Innerclean Oggi

Qualcuno di voi lo usa? Io quest' inverno, avendo […]

Ortopanoramica- Marco

dovendo fare una valutazione post interventi mag[…]

A pag. 56 del SGDSM, Arnold in un breve elenco dic[…]

Libri di Arnold Ehret