Arnold Ehret Italia

Un forum necessario in linea con il sistema di guarigione della dieta senza muco.

Moderatori: luciano, O.P.T

Regole del forum: Questo Forum serve per apprendere dati sulla bonifica dentale al fine di sapere poi cosa si vuole che il dentista faccia nella nostra bocca.
Non siamo un call center o un'agenzia che procura clienti ai dentisti.
La prima cosa da fare è leggere questo post, le regole del forum. E' obbligatorio leggerlo per non contravvenire le regole del forum, qualora venissero violate i tuoi post e infine il tuo account potrebbero venire cancellati. Il primo post che devi leggere è questo: Regolamento
Avatar utente
By Luce1
#74038
Ciao swami,
a me Ronchi, sapendo che non avrei voluto prendere antibiotici, ha proposto di prendere nei 3 gg precedenti + il giorno stesso echinacea della heel in fiale in poca acqua la mattina a digiuno . Dopo l'intervento mi ha detto di proseguire con l'echinacea x 6 gg, a giorni alterni. Dal giorno dell 'estrazione per i successivi 6 gg anche wobenzym pastiglie. Tutto questo mi diceva per stimolare il sistema immunitario. Mi ha inoltre consigliato di mettere sulla parte poche gocce di acqua ossigenata 12 volumi.

Per quanto riguarda il capitolo dolore ti elenco tutti i suggerimenti di Lorenzo e Ricky:
-digiuni
-neuralterapia (saro' piu' precisa nei prossimi giorni)
- procainum compositum fiale, una fiala in un dito d'acqua da far girare in bocca prima di addormentarsi
-sciacqui con acqua e sale rosa
-arnica compositum gocce sulle gengive
- magnesio a gogo', ovvero acqua con cloruro di magnesio (lo trovi in farmacia, sono bustine da 33 grammi). Dosi: 2,5 gr in 500 ml di acqua.
-impacchi di argilla sulla guancia.
-apiterapia per stimolare la guarigione, in pratica vai da un apicoltore e ti fai fare una puntura d'ape (un po' la cosa mi fa paura) fra il mento e la guancia per quanto riguarda l'estrazione del dente del giudizio. Tu che denti devi estrarre?

Comunque io qualche anno fa ho estratto un premolare e non ho svuto nessun dolore dopo l'estrazione.
Credo che il dente del giudizio sia un'altra storia.
Avatar utente
By acerra99
#74045
mi sembra che Ricky66 il suo intervento su questo gia' lo abbia fatto; per dettagli andare a il MINIMO SINDACALE (Post sul PROTOCOLLO CORRETTO necessario all'ESTRAZIONE DEL DENTE)

Allora ora prendo il microfono io. L'estrazione del dente ci lascia con un buco che deve guarire. La guarigione avviene grazie ad un processo infiammatorio. L'infiammazione e' una richiesta di magnesio all'organismo.
Il sistema di regolazione sa che deve dare la priorita' a quella zona.

Quindi PUNTO n.1, fare questo senza metterci noi a supplementare magnesio e' una cosa poco elegante.

PUNTO n.2. Dobbiamo ridurre la somma dei processi infiammatori all'interno dell'organismo. Quindi se uno prevede un digiuno, evitando per un po' l'infiammazione associata alla processo digestivo, la guarigione procedera' nel modo piu' spedito possibile (le possibilita' dipendono dall'organismo e dal tipo di intervento).

A questo punto il rimedio piu' elegante che mi viene in mente, uno che attutisce il 90% di tutti i disagi, e' bagnare un pezzo d'ovatta con 10 ml di amaro di erbe svedesi (chi vuole, puo' fare una tisana in acqua di erbe svedesi).

cito da http://www.erboristerialaninfea.com/index.php?option=com_content&view=article&id=83:amaro-svedese solo un paio di righe per non essere noioso:

Le gocce guariscono cancro, vaiolo e verruche di vecchia data nonchè le screpolature delle mani. Se una piaga è vecchia e purulenta o se presenta delle escrescenze, una pezza imbevuta di gocce eliminera' ulcere e dolori nonchè l'escrescenza carnosa, e la ferita inizierà a guarire.

Fanno scomparire tutte le cicatrici, anche quelle più annose, tutte le piaghe e tutti i tagli se queste vengono inumidite con le gocce fino a 40 volte. Tutte le ferite curate con queste gocce non lasceranno cicatrici.

Curano mani e piedi congelati anche se piagati. Si consiglia di applicarvi il più spesso possibile delle pezze imbevute sopratutto la notte.
Curano anche morsi di cani arrabbiati e di altri animali, presa per bocca, in quanto distruggono tutti i veleni. Coprite le ferite con un panno imbevuto.

L'alcool presente nell'amaro è indispensabile alla sua corretta conservazione oltre che all'estrazione dei principi attivi. Sse però abbiamo bisogno di una cosa simile priva di alcol (es. per bambini o diabetici) possiamo utilizzarlo come tisana: portiamo l'acqua ad ebollizione, spegniamo e aggiungiamo un cucchiaio di ERBE di amaro per ogni tazza, lasciamo in infusione qualche minuto cosi' che l'alcool evapori e beviamo.


In CONCLUSIONE, la cosa piu' confortante e' che ho testimonianze dirette di risultati molto soddisfacenti. Forse ... i benefici non erano quelli dell'estrazione del dente, ma dell'uso dell'amaro di erbe svedesi!
Ultima modifica di acerra99 il 5 novembre 2013, 22:00, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By ciupinix
#74047
Confermo in pieno la validità delle erbe svedesi.. Le uso da qualche anno e le ho utilizzate anche per i denti.. sono valide. Le erbe che bisogna acquistare sono quelle del Piccolo Amaro Svedese, la cui ricetta è stata portata alla luce da Maria Treben assieme all'antico manoscritto.. :)
Avatar utente
By Stefan
#74052
Ciao Swami, ti accenno alla mia esperienza.
Ho estratto tre denti.
Per il primo sono solo andato digiuno e lo sono rimasto sino al giorno dopo. La dottoressa mi ha voluto consigliare compresse di arnica e proprio le fiale di Echinacea di cui parli con funzione antibiotica, da prenderne una ogni due giorni per 20 giorni (2x10). Ho seguito diligentemente la prescrizione e non ho avuto nessun problema, quasi come se non fosse successo niente.
Per il secondo dente sono andato sempre digiuno, ma con una fiala di Echinacea già in corpo. Questa volta la dottoressa si era procurata anche la procaina per la neural. Anche in questo caso tutto liscio.
Per il terzo dente, alla procedura di cui sopra ho aggiunto cloruro di magnesio per circa una settimana prima e per altre tre settimane dopo. Magnifico, nonostante questa estrazione sia stata più lunga e laboriosa delle altre per via di una radice a uncino, tutto bene.
Per la quarta estrazione ripeterò la procedura del terzo, perché mi sento doppiamente aiutato, da una parte arnica ed echinacea, dall'altra cloruro di magnesio con le stesse funzioni dei primi. Azione a tenaglia :D
Questa è la variante che mi è venuto facile adottare.
Dimenticavo, ha la sua importanza, la dottoressa mi lascia due pacchetti di ghiaccio sintetico, fanno la differenza, evitano che infiammazione e dolore/fastidio si sviluppino troppo nell'immediato post estrazione. Sarò stato fortunato, ma finora dopo 6/8 ore quasi dimentico l'estrazione.
Avatar utente
By acerra99
#74500
oggi parliamo del seguente tema:
...... La letteratura scientifica dimostra che gli antibiotici creano ritardi della guarigione dell'osso dopo un'estrazione.

L'antibiotico va a finire nell'osso che e' stato appena inciso dall'intervento dentale.
L'antibiotico dunque crea una carenza di magnesio del povero collagene, un ritardo della mineralizzazione e una reattivita' esagerata/infiammazione cronica.

Un'amica tre mesi fa aveva fatto un curettaggio di un sito estrattivo di un molare (il sito del 36).

Tutto a posto, da allora ne parla con tutti. Mi ha per forza voluto far pubblicare articoli su siti amici. Linfonodi meno gonfi, ritorno di mestruazioni e altro ancora. Questi i risultati che non aveva ottenuto con l'estrazione del 36.
Ma con la rimozione del 36 e di un 16 (8 mesi fa) aveva ottenuto di essersi liberata di emicranie croniche.
Il dentista aveva scucchiaiato ma non usato la fresa. La fresa l'ha usata un dentista tedesco tre mesi fa.

A questo punto con una salute di molto migliorata, motivata anche a migliorare l'alimentazione, si e' iniziata ad informare come puo' risolvere la sinusite riscontrata dalla Cone Beam.

Il medico le fa fare una settimana di antibiotici (me lo ha riferito ieri quando ha smesso) e il sito 36 si era gonfiato!! non e' straordinario?

Che cioe' gli antibiotici le hanno fatto gonfiare l'osso in guarigione, zona 36. Il dentista voleva fare una farfallina di mantenimento per il dente mancante 36, ma ha detto di aspettare che smettesse l'infiammazione di quel sito causato dagli antibiotici !!

Ne parlava anche Cicerone:
    Cavitatio
    DELENDA EST
    ..........ma senza antibiotici (nemmeno dopo 3 mesi)!
By markxx92
#75875
Ragazzi allora vi premetto che seguo un alimentazione pressocchè senza muco da parecchi mesi,in prevalenza crudista 90%!
Nonostante i pochissimi sgarri ho ancora una dermatite persistente che non vuole andarsene,e in molti post sul forum e sul sito ho letto che molto probabilmente può essere dovuto ai denti del giudizio che bloccano punti energetici creando una diga per il muco!!

Ora ho questi denti del giudizio che sono messi malissimo,uno neanche vuole uscire e sta per diagonale,l'altro (entrambi inferiori) è uscito ma è praticamente orizzontale!!
Quelli superiori non lo so,ed è per questo che a breve farò una orto-panoramica completa Cone-beam 3d !

Ora quello che non ho capito,pur avendo letto il protocollo è cosa devo fare esattamente oltre all'alimentazione e digiuno pre post-intervento!

Andrò su vostro consiglio da Paolo Zavarella,che devo dirgli??
No vasocostrittori e questo l'ho capito!

L'anestesia meglio evitarla (anche se non è a adrenalina)?
la suturazione è deleteria????? ho letto che è meglio non farla!
Inoltre ho trovato questa lista,cosa devo fare qua,devo fare ogni cosa??? del DENTOTOX NO. 16 che ne pensate??

1) attivazione degli emuntori , reni, intestino e fegato, almeno un mese prima dell' inizio dei lavori, con alimentazione viva, assenza di latticini, maiale e frumento, uso quotidiano di centrifugati, e assunzione di prodotti drenanti e/o omeopatici, quali ad esempio tipo dren comp, galium, limphomyosot, depuressiac e altri. 
2)magnesio cloruro a tolleranza intestinale tutti i giorni. 
3)digiuno pre-post estrazione di almeno 12 ore 
4) sciacqui a casa con acqua depurata e sale rosa hymalaiano con aggiunta di qualche goccia pura o miscelata con l'acqua di olio essenziale di chiodo di garofano/clove oil (testare per ev.allergia) 
5)monodosi di arnica omeopatica pre-post intervento 
6) acidophilus (del tipo tipo nutriflor) 3xdì per almeno 1 settimana prima e 2 setttimane dopo, sempre associato ad alimentazione viva e , se non si fanno succhi, assumerle insieme ad un liofilizzato di erba di orzo (tipo "green magma") +magnesio cloruro 

il dentista a sua volta dovrà: 
1)evitare l'uso di anestesie a base di adrenalina 
2)irrorare la zona con procaina, durante e alla fine del lavoro 
3)curettare profondamente i tessuti molli e malati, con l'ausilio di un ingranditore ottico 
4)accettare la richiesta di non suturare, se il paziente è disposto a non mangiare nulla per le 12-24 ore seguenti 
5) accettare la richiesta di non assumere antibiotici/antiinfiammatori, a discrezione del cliente. 
6) programmare una sequenza di sedute di neuralterapia in loco, acadenza settimanale/quindicinale, io come linea guida consiglio una seduta per ogni decennio di vita del paziente. 
neuralterapia che può essere fatta tranquillamente da soli a casa , per chi ha un minimo di manualità e intraprendenza, o aiutato da qualcuno che riesca a iniettare il liquido dentro la cavità e/o "in zona". non c'è bisogno di precisione "chirurgica" per fare con successo la neural ai denti.  
tutto qui, facile no?!


Ora la neuralterapia con il Pasconeural la posso fare io in casa???? che attrezzi servono?? non so,siringa senza ago per irrorare??

Insomma attendo chiarimenti!
#75893
ciao Markxx92! benvenuto.

Si vede che hai letto il forum, trovando tutte le indicazioni, ottimo! :)

Quello che hai elencato è il non plus ultra per superare le estrazioni con meno problemi e dolore possibile!
A questo puoi aggiungere il digiuno qualche giorno prima e qualche giorno dopo l'intervento, aiuta tanto.
Però non vuol dire che se non fai qualcosa di tutto questo o se la fai anche un pò diversamente l'estrazione debba andare male. Allora ti elenco le cose che devono essere fatte in ordine di priorità:

1) asportare il periodonto e curettare profondamente i tessuti molli e malati, possibilmente con l'ausilio di un ingranditore ottico. Questa in assoluto è la cosa più importante!
2) irrorare la zona con procaina alla fine del lavoro (Neuralterapia)
3) se possibile evitare l'uso di anestesie a base di adrenalina (vasocostrittore che diminuisce l'apporto di sangue e quindi rallenta il drenaggio della zona). Non è detto che sia vietato in assoluto, a me per esempio le anestesie sono state fatte con l'adrenalina e non ho avuto problemi. Dipende da chi ti opera e come è abituato a lavorare.
L'anestesia però è da fare assolutamente, non potresti proprio reggere il dolore della pulizia (curettaggio).
4) se possibile non suturare o suturare largo per dar modo alle ferite di drenare. Anche qui dipende dalla ferita, è chiaro che un taglio di più di 2 centimetri in qualche modo va aiutato!
5) sciacqui a casa con acqua (meglio se depurata, ma anche questo non è essenziale) e sale: aiutano tantissimo, bisogna solo fare piano soprattutto se non sono stati messi punti (evitare di frullare ... :) )
6) accettare il cortese suggerimento di antibiotici e cortisone (devono farlo per non avere problemi ...) e poi invece fare quello che hai descritto: magnesio e dentotox 16 hanno funzionato benissimo sia su di me (58 anni, 125 Kg) sia su altri utenti (Swami, qualche anno in meno, sigh ;), 45 kg circa). Tanto (inteso come quantità) nei primi due giorni dopo l'estrazione: ogni ora e poi via via a scalare nei giorni successivi e contemporanea assunzione di prodotti drenanti e acidopholus.
7) ripetere la neuralterapia ogni 10/15 giorni. Io la faccio da solo usando degli aghi da mesoterapia da 4mm (diametro 0,40). Come avrai letto non è necessaria una precisione chirurgica. Le fialette di Pasconeural 2% costano proprio poco, le trovi qui su questo sito.

Questo è quanto e abbiamo provato che va bene, naturalmente questo non è un consiglio medico ma solo il racconto di una propria esperienza quindi verifica il tutto con il tuo dottore (il disclaimer ci vuole ...). Se qualche altro utente vuole aggiungere qualcosa è il benvenuto!

Non è detto che bisogna fare tutto rigidamente, c'è anche chi non ha digiunato o non ha fatto la neuralterapia e ha ottenuto comunque degli ottimi risultati. Certo che se segui questo protocollo guarisci meglio e più in fretta dall'intervento e aiuti il tuo organismo a guarire da quanto provocato dalla situazione dei denti!!

Buona bonifica e facci sapere come prosegue.
Sandro

ps: un leggere gonfiore i primi giorni è normale, è sempre e comunque un trauma per l'osso. Chi mi ha operato si è stupito di non vedermi arrivare gonfio come un palloncino una settimana dopo l'intervento!! (e senza antibiotici e cortisone ...).
Inoltre il primo giorno avere qualche linea di febbre è altrettanto normale: l'organismo sta combattendo e la febbre non è nient'altro che un indicatore del lavoro in atto.
By markxx92
#75895
Riguardo al drenante omeopatico quale mi consigliate??? ce n'è uno più indicato in questa situazione o uno vale l'altro???

ps: La Neuralterapia come si fa precisamente metto la soluzione nella siringa e inietto direttamente nelle ferite (nelle cavità dove c'erano i denti? )o anche vicino?? diciamo sul bordo gengiva alla cavità??
#75897
io ho preso il Depuressiac, ma credo che uno valga l'altro.

Neuralterapia: aspiri con la siringa e l'ago lungo dalla fialetta, e inietti direttamente nelle cavità (per i primi 10/15 giorni dopo l'estrazione, poi si riforma l'osso e non ci riuscirai più perchè l'ago si appoggerà all'osso e il liquido non uscirà) e/o nei punti dove il dentista ti ha fatto l'anestesia, il più vicino possibile alla zona di estrazione.
By markxx92
#75899
sandrod ha scritto:17) ripetere la neuralterapia ogni 10/15 giorni. Io la faccio da solo usando degli aghi da mesoterapia da 4mm (diametro 0,40). Come avrai letto non è necessaria una precisione chirurgica. Le fialette di Pasconeural 2% costano proprio poco, le trovi qui su questo sito.


a questo punto volevo sapere quale delle fiale devo acquistare al 2% :quella a 47 euro con 50 da 5ml , quella con 10 da 2ml o quella con 5 fiale da 5ml??

poi una volta nella siringa va messa pura o diluita in acqua??


ps:il Dentotox in che modo l'hai scalato??

Scusa le domande!! :wink:
#75903
dovrebbero bastare 10 fiale da 2ml... dipende quanti denti devi fare... considera 1 fiala fai 2 denti, 3-4 volte dopo ogni bonifica
sui denti la si usa al 2%, sulle cicatrici o trigger points di solito all'1% .

il depuressiac è un ottimo prodotto
http://www.nutrigea.com/p.asp?c=DepurEssiac_&p=550&i=
svolge contemporaneamente più funzioni, antisettico, drenante, antiinfiammatorio.

lo si usa come terapia post-estrazione, event. in cocktail con dentotox 16, 10 gocce di ciascuno ogni ora, per 2 giorni, più un cucchiaino di magnesio cloruro , girato il tutto sulla ferita prima di mandar giù., poi 5xdì, x2 giorni, poi 3xdì per 4 giorni.
il depuressiac può anche accompagnare il dentotox 15 nella importantissima fase pre-estrazione, 1 cucchiaino con 15 gocce 3xgiorno per10-15 giorni prima.

in questo modo arnica/echinacea possono essere tranquillamente evitate.
#79255
sandrod ha scritto:1) asportare il periodonto e curettare profondamente i tessuti molli e malati, possibilmente con l'ausilio di un ingranditore ottico. Questa in assoluto è la cosa più importante!

2) irrorare la zona con procaina alla fine del lavoro (Neuralterapia)

7) ripetere la neuralterapia ogni 10/15 giorni.

Premetto che sto studiando e domando proprio per capire; ho capito che la procaina nel punto 1 sicuramente serve perchè è un anestetico, ma ha altre funzioni nella specifica situazione che si sta discutendo di estrazione di un dente? Perchè poi è preferita ad altri anestetici?
E poi perchè continuare a usarla anche dopo? (Punto 7)
Vi ringrazio
#79259
ajalro ha scritto:
sandrod ha scritto:1) asportare il periodonto e curettare profondamente i tessuti molli e malati, possibilmente con l'ausilio di un ingranditore ottico. Questa in assoluto è la cosa più importante!


Premetto che sto studiando e domando proprio per capire; ho capito che la procaina nel punto (1.) sicuramente serve perchè è un anestetico, ma ha altre funzioni nella specifica situazione che si sta discutendo di estrazione di un dente? Perchè poi è preferita ad altri anestetici?
E poi perchè continuare a usarla anche dopo? (Punto 7)
Vi ringrazio

No, hai capito male, la procaina non serve perchè è un anestetico. Del resto utilizzare l'anestetico DOPO l'estrazione forse non sarebbe proprio il massimo! ;)
La procaina serve perchè è il prodotto utilizzato per la neuralterapia e proprio per questo è utilizzata subito dopo l'estrazione e ripetuta successivamente.
Se cerchi 'neuralterapia' nel forum trovi un sacco di post che ne parlano.
#79260
ajalro ha scritto:la procaina ha altre funzioni nella specifica situazione che si sta discutendo di estrazione di un dente? Perchè poi è preferita ad altri anestetici?
E perchè poi continuare a usarla anche dopo? (Punto 7)


Il campo di disturbo è come un'orchestra di cellule che suona in modo stonato. I musicisti-cellule si sono dimenticati di come suonare in modo allegro, armonioso e ciò che generano è un rumore, un'interferenza nel resto della sala-organismo anziché una bellissima melodia. Si sentono spenti, demotivati, stanchi. E' già passato così tanto tempo dall'ultima volta in cui hanno suonato sulla stessa nota, che si sono pure dimenticati di come farlo da soli.
Hanno bisogno di un nuovo direttore d'orchestra [la procaina] che infonda un altissimo livello di ispirazione, motivazione, eccitazione (elettrica), finora sconosciuto, nei musicisti-cellule per farli svegliare e ripartire tutti insieme sulla stessa nota musicale. Da soli, non ce la farebbero! Ci vogliono varie lezioni-applicazioni da parte del direttore-procaina, visto che i musicisti-cellule possono ripartire sulla stessa nota, ma si dimenticano man mano che suonano.
Quindi, l'effetto è quello di 'resettare' il gruppo di musicisti-cellule in modo da farli tornare sulla nota elettrica giusta e fargli generare musica e non un disturbo, disattivando così il campo di disturbo.

In questo post di Lorenzo, acerra99, trovi una spiegazione più tecnica
Ultima modifica di SuperWoman il 12 luglio 2014, 22:34, modificato 1 volta in totale.

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret