Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By Lena
#74129
Ciao a tutti! :)
Sono una ragazza di 23 anni che capita qui per caso, in seguito ad uno dei tanti "normali" mal di testa quotidiani, a volte leggeri e passeggeri, a volte pesanti ed ostinati. Non so più quante bustine abbia preso dal periodo dell'adolescenza fino ad ora. Pochi giorni fa presi una decisione: non potevo continuare ad affidarmi alle bustine, anche perché sono sempre stata consapevole che arrecassero problemi allo stomaco. Soprattutto ultimamente: eliminavo il mal di testa con le solite bustine ma dopo 1 giorno o 2 si ripresentava, e ho preso le bustine 3 volte, sebbene alla quarta volta ho resistito e l'ho sopportato per 2 giorni di fila continuamente. Non accennava ad andarsene, poi finalmente è andato via.
Feci subito delle ricerche su Google per vedere se esistevano dei rimedi naturali contro il mal di testa e....beh, eccomi qui. Leggendo il vostro sito ho letto delle cose che mi hanno spiazzata, delle quali non ne ero a conoscenza. Sono stata sempre consapevole che abusare troppo di medicine contro il mal di testa o il mal di stomaco (e solo di queste) erano dannose, ma non sapevo ci fosse altro. 8O Stesso discorso vale per il cibo, sapevo che le schifezze erano le patatine, i dolci e le bibite e che l'unico danno che ti arrecavano erano i chili di troppo.
Io appartengo a quelle persone comuni che, purtroppo, si nutre di....schifezze. Fino a pochi giorni fa ero convinta che questo termine stava ad indicare cose che preferivo mangiare e bere di rado, sebbene due anni fa avevo preso la cattiva abitudine di preferire il thé a tavola al posto dell'acqua (cattiva abitudine eliminata un anno dopo, cioè l'anno scorso). Come tanti altri ragazzi mangio raramente frutta e verdura e, cosa ancora più grave, non bevo a sufficienza, devo sempre sforzarmi e persino ricordarmi, altrimenti sono capacissima di arrivare a fine giornata senza aver bevuto neanche un sorso. :oops:

L'unica cosa della quale vado fiera è che fin da piccolissima sono "quasi" vegetariana a causa della mia sensibilità verso gli animali. Non ho mai tollerato la carne e quando i miei genitori mi costringevano a mangiarla la tenevo in bocca fino alla fine dei pasti, per poi andare a sputarla senza farmi vedere. Alla fine riuscii ad averla vinta e accettarono la mia decisione di essere vegetariana all'età di soli sette/otto anni. Il problema è che ai miei zii non andava proprio giù e misero paura ai miei genitori dicendo loro che la carne faceva bene, e che occorreva ne mangiassi almeno un po' per non finire in ospedale, quindi alla fine mi convinsero a mangiare almeno prosciutto cotto, wurstel e petto di pollo facendo leva sulla mia paura per le siringhe.

Ero una bambina magra (ingurgitavo di tutto e non ingrassavo) ma a 15/16 anni ho messo su inspiegabilmente dei chili di troppo (e non avevo affatto modificato le mie abitudini alimentari), forse perché la mia vita era diventata sedentaria dal momento che non giocavo più in strada e passavo la maggior parte del tempo in casa a studiare, e quando uscivo con i miei amici andavamo direttamente in pizzeria o a sederci su qualche panchina. A 19 anni decisi di affrontare la mia pigrizia per l'attività fisica e riuscii a dimagrire, ma il grasso su pancia e addome non andò più via.
Dall'anno scorso spesso e volentieri non riesco a placare la fame, nel senso che se anche mangio molto è come se non avessi mangiato nulla.

A questo punto inizio a pensare che c'è qualcosa che non va nel mio organismo e sono pronta a disintossicarmi. Non m'importa di andare a piccoli passi, voglio cercare d'intraprendere questo percorso e l'importante è che prima o poi riesco ad avere dei benefici. Tra un mese comprerò il libro di Ehret "Il Sistema di Guarigione della Dieta senza Muco", ma per adesso le uniche cose che posso fare è andare per gradi mangiando più frutta e verdura, facendo attività fisica, bevendo di più ed eliminare un po' di schifezze. Volevo sapere se come un piccolo inizio vada bene, nell'attesa di comprare il libro. Mi scuso per avervi annoiato e se non avete letto tutto vi comprendo. :lol:
Ho letto il regolamento e spero di non sbagliare qualcosina.
Avatar utente
By Fiorenzo
#74142
Ciao Lena, benvenuta tra noi e piacere di conoscerti! :D
Il primo passo è quello di leggere e rileggere il libro. Vedrai che il cambiamento nella tua alimentazione dovrà essere graduale ed è spiegato tutto in maniera chiara, persino come non "soffrire" troppo la fame.
Senza ancora leggere il libro, il primo consiglio che ti darei è di eliminare la colazione per far posto ad una bella tazza di acqua tiepida con un limone spremuto.
Al massimo puoi addolcire con un cucchiaino di miele.
Leggerai che Ehret diceva di aver risolto problemi a moltissime persone solo applicando la regola della "Non colazione"!
Ovviamente puoi continuare a leggere le migliaia di esperienze qui sul forum, ma è bene che comperi il libro e lo studi.
Dopodiché puoi farci tutte le domande che vuoi per chiarire dubbi a riguardo.
A presto, ciao
Avatar utente
By Lena
#74164
Vi ringrazio per il benvenuto! Piacere di conoscervi anche da parte mia! :)
Il libro mi interessa, infatti lo comprerò proprio per informarmi di più riguardo a questo mondo a me finora sconosciuto.
Da alcuni giorni ho iniziato ad incrementare verdura e frutta e sto iniziando ad eliminare il latte alla sera (ne vado davvero pazza, purtroppo), compresa qualche fetta di pane in meno. Ovviamente sono conoscente del fatto che devo procedere per gradi, quindi per il momento mi toccherà continuare a mangiare schifezze, seppur in minor numero. All'età di 13/14 anni sono riuscita ad eliminare gran parte dei dolci procedendo proprio per gradi, anche se non li ho eliminati del tutto. :oops:

Ti ringrazio per il consiglio, Lorenzo. Riguardo all'acqua e limone avrei alcune domande, se non ti dispiace :oops:: dopo averla bevuta ci si può lavare i denti? No, perché c'è stato un periodo in cui da piccola andavo pazza per acqua e limone al mattino appena alzata (mi piaceva da pazzi), e poi andavo a lavarmi i denti e mia nonna me lo vietava perché diceva che rischiavo di rovinarli, quindi li lavavo dopo pranzo. Ecco, ora non so se mia nonna avesse ragione o meno. 8O
Infine, anche se salto la colazione, intorno alle 10:30 posso mangiare un frutto oppure devo rimanere a digiuno fino a pranzo?

In attesa di comprare il libro sto leggendo i post nel forum ed anche gli articoli del sito. E' tutto molto interessante. I miei complimenti! :)
Avatar utente
By luciano
#74165
Lena ha scritto:Ti ringrazio per il consiglio, Lorenzo. Riguardo all'acqua e limone avrei alcune domande, se non ti dispiace :oops:: dopo averla bevuta ci si può lavare i denti? No, perché c'è stato un periodo in cui da piccola andavo pazza per acqua e limone al mattino appena alzata (mi piaceva da pazzi), e poi andavo a lavarmi i denti e mia nonna me lo vietava perché diceva che rischiavo di rovinarli, quindi li lavavo dopo pranzo. Ecco, ora non so se mia nonna avesse ragione o meno. 8O
Non saprei, dipende dalle condizioni in cui sono i tuoi denti, magari aveva ragione se sono in buono stato.

Ad ogni modo ci sono persone che si lavano e stralavano i denti, con filo interdentale, spazzolini ruotanti, ecc. ma sono comunque frequentemente dal dentista.
Anni fa, ho incontrato un nomade del Sahara, una specie di Tuareg che aveva i denti ricoperti da una patina gialla, credo che non li lavasse mai, ma visibilmente sani, quindi la salute dei denti dipende da ben altro.

Lena ha scritto:Infine, anche se salto la colazione, intorno alle 10:30 posso mangiare un frutto oppure devo rimanere a digiuno fino a pranzo?
Certo che puoi, non deve essere una sofferenza. :D

Lena ha scritto:In attesa di comprare il libro ...
Perché attendere :?:
Avatar utente
By Lena
#74167
Grazie per la risposta, Luciano. :)
Riguardo ai denti li lavo solo con lo spazzolino ed il filo interdentale, ho usato poche volte il dentifricio, prima di tutto perché non l'ho mai sopportato fin da piccola (tant'è che lo sputavo quasi subito) e poi l'ho mollato definitivamente dopo aver cambiato dentista, praticamente il mio attuale dentista mi ha sconsigliato di usarlo perché secondo lui il dentifricio non serve a niente, e penso abbia ragione. :D

Ehm....per il libro devo attendere a causa di motivi economici. :oops: Purtroppo questo mese sono rimasta a secco, quindi devo attendere la fine del mese. :D
Avatar utente
By Fiorenzo
#74197
Lena ha scritto:Ti ringrazio per il consiglio, Lorenzo. Riguardo all'acqua e limone avrei alcune domande, se non ti dispiace :oops:: dopo averla bevuta ci si può lavare i denti? No, perché c'è stato un periodo in cui da piccola andavo pazza per acqua e limone al mattino appena alzata (mi piaceva da pazzi), e poi andavo a lavarmi i denti e mia nonna me lo vietava perché diceva che rischiavo di rovinarli, quindi li lavavo dopo pranzo. Ecco, ora non so se mia nonna avesse ragione o meno.

Ciao Lena, rispondo in ritardo ma sono ancora in tempo :D
Approfondendo la questione limonata a colazione, mi sono imbattuto in un articolo che dava ragione a tua nonna.
Infatti il limone all'inizio ha una certa acidità, cosa che non giova alla salute dei denti, quindi lavarli immediatamente dopo, potrebbe pian piano usurarli.
Nel dubbio comunque, ho accettato il consiglio per ovviare a questo problema e cioè berla con una cannuccia! Semplice, no?!?
Praticamente sorseggiando con una cannuccia, il limone non arriva proprio a toccare i denti. Al massimo puoi sciacquare la bocca con l'acqua e problema risolto.

Ciao
Fiorenzo (non Lorenzo) :wink:
Ciao a tutti da Valerio

Ciao Valerio, benvenuto. :D Il primo passo è ac[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret