Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

#74161
Salve. ieri pomeriggio mi è arrivato il libro è l'ho letto tutto d'un fiato andando, a fine lettura, a rileggere i punti cruciali. Continuo cmq ad avere dubbi e cioè:

1 La prova sperimentale dello specchio magico di durata 3 giorni che ho già iniziato da ieri sera è il digiuno preparatorio ad una dieta di transizione oppure è solo un test???

2 Sul libro dice che durante questa prova le persone grasse dovrebbero assumere liquidi. Io non lo sono ma bevo lo stesso perchè da mio modesto parere d'ignorante e da quello che ho letto sul forum i digiuni si fanno con acqua come minimo e mai a secco.

3 Io arrivo da un percorso paleo nel quale consumo grandi quantità di frutta verdura noci e carne. Almeno che mi sia sfuggito, nel testo non viene riportata dieta di transizione che tenga conto di questo fattore. Come dovrei comportarmi???

4 Se al termine dei 3 giorni dovrò iniziare la dieta di transizione dovrò eliminare gradualmente la carne oppure dare un taglio netto al consumo mangiando prevalentemente verdura come dice Eheret???

5 non capisco come mai nell'approccio ai digiuni ehret dia consigli nell'iniziare facendoli da 24 ore e poi gradualmente aumentando e invece per il test dello specchio magico ti fionda a "Prana e acqua" :D per 3 giorni senza alcuna preparazione.

Grazie a tutti per le risposte :)
#74162
Bisogna leggere bene il libro e considerare l'intero contesto. E dopo averlo "letto tutto di un fiato", rileggerlo ponderando sui contenuti.
Altrimenti saremo sempre qui a discutere.

Dalla sezione lo Specchio Magico:
Digiuna per uno o due giorni, oppure mangia solo frutta come arance, mele o qualunque frutto succoso di stagione per 2 o 3 giorni, e noterai che la lingua si coprirà di una spessa patina.Questo vale per grassi magri e normali, cioè per tutti. Quando si riferisce al tipo grasso, se consideri quanto sopra, è una puntualizzazione, un ulteriore consiglio.

Ehret ha messo fino a tre giorni, perché per alcuni possono essere necessari tre giorni prima che i sintomi compaiano, rimane ovvio che se il primo giorno questi sintomi compaiono, non ti serve continuare per capire che hai delle malattie latenti, che è lo scopo dello specchio magico.

Poi andando avanti nel libro, dice che nel caso del tipo grasso dovrebbero essere assunti dei liquidi durante il digiuno. Questo, considerando anche quanto spiegato in tutto il libro, non significa che chi non appartiene al tipo grasso non debba bere.

Ignoto ha scritto:3 Io arrivo da un percorso paleo nel quale consumo grandi quantità di frutta verdura noci e carne. Almeno che mi sia sfuggito, nel testo non viene riportata dieta di transizione che tenga conto di questo fattore. Come dovrei comportarmi???
"percorso paleo" è un termine molto vago, considerati un onnivoro a tutti gli effetti, e inizia con una dieta di transizione. :D

Ignoto ha scritto:4 Se al termine dei 3 giorni dovrò iniziare la dieta di transizione dovrò eliminare gradualmente la carne oppure dare un taglio netto al consumo mangiando prevalentemente verdura come dice Ehret???
Devi iniziare la dieta di transizione, riducendo gradualmente, "molto gradualmente" (anche se l'espressione è errata si intende riducendo in percentuali piccole). La Transizione può richiedere mesi o anni. Dopo anni di forum, nella pratica è chiaramente dimostrato che risultati si ottengono con una lenta transizione.

Comunque io inizierei la dieta di transizione, cominciando ad eliminare ogni prodotto confezionato, riducendo l'assunzione di cibi mucosi e carne se ne mangiassi quantità da "paleo". Ho detto ridurre, non togliere, nel caso che non fossi stato chiaro.
#74166
Ok ma io la patina l'ho sempre avuta sulla lingua.... teoricamente si dovrebbe inspessire???? E se mi permetti Luciano non penso di essere un onnivoro qualunque visto che non esistono per me cibi confezionati ne tisane ne caffè ne farinacei ne alcol e tutto ciò che è lavorato industrialmente da un anno. Se seguissi la dieta di transizione così come proposta da ehret dovrei ricominciare a usare alimenti che non uso più, quindi non penso di potermi considerare un qualunque onnivoro. La riflessione che mi sorge spontanea è la seguente.... Tutto quel penare di dolori intestinali e diarree per 1 mese e mezzo circa risalente a 1 anno fa corrispondente con il cambio di alimentazione è identificabile come una parziale ma estremamente veloce disintossicazione???
#74168
Mangiando molta carne la patina è spesso presente perchè l'organismo cerca in continuazione di disintossicarsi dai veleni della carne (putrescina e cadaverina).

Quindi non è che debba per forza inspessirsi, dato fra l'altro non verificabile, come lo misuri lo spessore? Non stiamo parlando di centimetri e nemmeno di millimetri.

Ignoto ha scritto:Tutto quel penare di dolori intestinali e diarree per 1 mese e mezzo circa risalente a 1 anno fa corrispondente con il cambio di alimentazione è identificabile come una parziale ma estremamente veloce disintossicazione???
La dieta non è tutto. Anche la situazione dentale per esempio (i miei siti sono pieni di dati a riguardo) può essere una concausa determinante che il cambio di alimentazione può aver accentuato.
#74172
Tutti e 4. Io penso, da ignorante in materia che quel cambio drastico mi abbia portato in quell'intervallo di un mese e mezzo i sintomi della disintossicazione o quanto meno di una pulizia del colon data da tanta frutta che andava a fermentare a causa dei depositi fecali espulsi con violente diarree... anche 5 volte al giorno!!!
#74173
Ignoto ha scritto:Io penso, da ignorante in materia che quel cambio drastico mi abbia portato in quell'intervallo di un mese e mezzo i sintomi della disintossicazione o quanto meno di una pulizia del colon data da tanta frutta che andava a fermentare a causa dei depositi fecali espulsi con violente diarree... anche 5 volte al giorno!!!
Ma se mangiavi già così:
Ignoto ha scritto:E se mi permetti Luciano non penso di essere un onnivoro qualunque visto che non esistono per me cibi confezionati ne tisane ne caffè ne farinacei ne alcol e tutto ciò che è lavorato industrialmente da un anno.
e
Ignoto ha scritto: Io arrivo da un percorso paleo nel quale consumo grandi quantità di frutta verdura noci e carne.

qual'è stato il cambiamento drastico?
#74176
Rinunciare a pane e pasta. Costituivano il mio 70 % dell'alimentazione giornaliera. Frutta e verdura non esistevano. Il cambio alimentare con la paleo per me è stato molto traumatico. Sono d'accordo sul fatto che non fosse una delle scelte più sane la paleo ma cmq mi ha portato a consumare giornalmente qualche kg di frutta e verdura al giorno.
#74177
Ignoto ha scritto:Rinunciare a pane e pasta. Costituivano il mio 70 % dell'alimentazione giornaliera.
A ecco, aggiungiamo chili di frutta e la carne, quindi onnivoro a tutti gli effetti.

Allora la tua intuizione è giusta, tutta quella frutta e verdura ha fermentato con i residui collosi e il terremoto intestinale a causa di questo è la logica conseguenza.
#74184
;) ok grazie Luciano. finito il digiuno inizierò a ridurre le razioni e a fare solo 2 pasti al giorno eliminando la colazione. Mangerò carne un giorno si e uno no la prima settimana. Non mi è chiara un'ultima cosa.... Devo perdere i muscoli prima di ricostruirli a frutta e verdura oppure posso fare la dieta ehretista facendo più pasti al giorno per l'incremento calorico necessario giornaliero, o ancora meglio.. eheret dice che i pasti devono essere 2 al giorno ma che le quantità in totale possono essere di più pasti messi insieme; ovvero: se svuoto il frigo nei 2 pasti non ci sono problemi???

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

La panoramica di Ienk

Mi dici prima che il canino con la formazione è il[…]

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Libri di Arnold Ehret