Arnold Ehret Italia

Vuoi iniziare un diario dove raccogliere i tuoi successi, gli ostacoli incontrati durante il tuo percorso? Questa sezione è quella giusta!

Moderatore: luciano

#74375
PRESENTAZIONE
Ciao a tutti, non è la prima volta che scrivo qui, l'idea di metter nero su bianco un diario circa le mie performance alimentari (e non solo) mi balenava in mente già da un pò. In realtà, ci avevo già provato in passato, ma senza successo; i diari personali (quelli, per intenderci, carta e penna) mi metton una tristezza assurda perchè ti privano di una possibilità unica: quella, cioè, di poterti confrontare con gli altri ed aprirti la mente a nuove idee o possibili soluzioni. Ecco il motivo per cui ho deciso di aprire il mio diario proprio qui :wink:

QUADRO GENERALE
Detto questo, faccio un breve summit della mia personalissima situazione, senza entrare volontariamente troppo nel dettaglio. Sono abbastanza giovane (< 30), vegetariano da piu un anno, vegano da meno di 6 mesi (pressapoco lo stesso tempo da cui mi son avvicinato ad Ehret). Due anni or sono mi è stata diagnosticata una malattia auto-immune abbastanza rara (l'apice, chissà, di quanti altri problemi non visibili ad occhio nudo o diagnosticabili dalla medicina classica), che mi ha portato da perfetto ignorante a seguire le indicazioni del primo medico al quale mi ero rivolto, ovvero- tra le tante schifezze inutili assunte - a fare lunghi periodo di antibiotici che praticamente han messo k.o. la mia flora intestinale. Ad oggi soffro di disbiosi cronica, con annessa candida, rilevata dal naturopata al quale mi son rivolto più di recente.

GLI ULTIMI 6 MESI
Il mio passaggio da vegetariano a vegano è stato molto più facile e veloce di quello da onnivoro a vegeteriano, essenzialmente per tre motivi: 1) avevano già notato in passato come latte/latticini causassero in me determinati segni di intolleranza; 2) le uova non sono il mio piatto preferito; 3) convincere chi mi circondava era stato relativamente piu facile una volta eliminate carne e pesce.

Ho poi scelto, per lo stesso motivo dei latticini, di eliminare dalla mia dieta (tranne 1 volta a settimana, quando sono in "libera" uscita) i cereali contenenti glutine, e questo - devo dire - mi è costato ancora meno. Al momento consumo alternativamente: riso integrale, selvatico (costa troppo, maledetti loro!!), miglio e quinoa (consideriamolo un cereale, vabbè). Il grano saraceno no, non so perchè, ma durante questo periodo ho imparato a riconoscere i segni che il corpo mi manda e.....beh, il grano saraceno il mio corpo non lo tollera bene.

Gradualmente, nell'arco dei 6 mesi, son arrivato ad organizzare così la mia giornata: MATTINO semi-digiuno (tutt'al piu una spremuta di limone e arancia); MEZZO-MATTINO 1 tipo di frutta tendenzialmente acquosta); PRANZO insalatona veloce senza troppe mescole; POMERIGGIO altra frutta (idem tardo-pomeriggio); SERA (per questioni organizzative) il pasto principale: ovvero insalatona + cereali di cui sopra e verdure cotte.

Bene, nonostante questo regime, col passare del tempo la situazione è andata "peggiorando". Nel senso che, oltre a non aver risolto la situazione di cui sopra, accuso anche forti mal di testa, stanchezza, spossatezza, gonfiori, perdita di peso, scarsa lucidità, prostatite, cististe, ecc. ecc. Ho una lista di sintomi che può esser tradotta con una sola parola, forse due: CANDIDA (e SINTOMI DI DETOX). So benissimo che ci vorrà del tempo affinchè il corpo si auto-guarisca, io però nel mentre ho anche bisogno di poter condurre una certa vita sociale, cosa di cui nel mentre mi son dovuto privare. Dopo quasi 6 mesi ho quindi deciso di metter una linea e ricominciare tutto da capo, c'è qualcosa che non torna.

I DENTI, LORENZO, RICCARDO E LA ABBATTISTA (WORK IN PROGRESS)
Quando uno le cose vanno bene uno non si pone troppe domande. Quando le cose vanno male, uno inizia a guardarsi in giro. Quando le cose dovrebbero andare bene (perchè si seguono i protocolli corretti) ma le cose continuano a non andare bene........beh, uno inizia a farsi delle domande. E' così che son finito nella sezione Denti & Dentisti di questo Forum. In realtà, tempo addietro, avevo letto un articolo di Luciano riguardante l'"inutilità" di intraprendere questo percorso senza prima aver curato i focus dentali..........mi perdonerà se, sempre all'epoca, l'avevo praticamente ignorato. Ho fatto l opt, ho chiesto pareri qui (ringrazio ancora Lorenzo e Riccardo per gli stessi), mi son rivolto dalla Abbattista che mi era stata consigliata da Lorenzo stesso. Interfacciandomi con la stessa mi è stato subito chiara una cosa, aveva ragione Lorenzo, avevo bisogno di qualcuno che mi seguisse.......un medico neurofocale......è così che mi son rivolto dal dott. Riccardo Stefani. Con lui ho appurato diverse cose, tra cui la necessità di togliere i denti del giudizio il prima possibile e quella di fare sedute di neuralterapia per il perno che ho in bocca. Sento di aver intrapreso la strada giusta questa volta........la risposta definitiva la avrò solo tra qualche mese, vi terrò aggiornati riguardo l'estrazione e tutto quanto.

EHRET MI PERDONERA', MA DEVO FARE MEZZO PASSO INDIETRO
Torno al capitolo alimentazione, e qui chiudo (ho scritto un papiro mi sa). All'inizio dicevo che, nonostante tutto, i 6 mesi che ho alle spalle mi han insegnato una cosa: ad ascoltare il mio corpo. Togli questo, metti quello, aumenta questo, diminuisci quello; ero come un cantiere a cielo aperto. Nel mentre ho preso nota di tutto ciò che mi accadeva e son arrivato a una conclusione....che stavo correndo troppo. Forse il cammino indicato da Ehret (in primis frutta a gogo) e la candida in eccesso nel mio corpo mal si conciliano allo STATO ATTUALE delle cose. Il maiuscolo, ci tengo a dirlo, sta ad indicare che per me, al momento, è bene non correr troppo, credo che il corpo non sia in grado (ah, ecco, m'ero scordato di aggiungere che sono monorene....) di espellere tutte le tossine che stavo rimuovendo. Ho così deciso di ridurre la frutta a favore della verdura e lasciare tutto com'era (re-inserendo 1-2 volte a settimana la carne, perchè ora il mio corpo ne sente il bisogno). Devo prima sistemare bene le fondamenta, poi costruire tetto e mura, altrimenti crollerò come prima.

Al momento, sulla base di letture varie, ho scelto che fino a Natale (poi farò un nuovo summit su questo punto), di limitare la mia frutta (prima era 1kg di arance/mandarini al risveglio, 4-5 pere, 4-5 cachi e cosi via) a soli limoni, pompelmi e mele verdi(nonostante verso queste ultime, in test un pò datati, era stata sottolineate una certa intolleranza. cosa a cui, io credo poco). Nel caso sostituirò queste ultime con delle pere (avete da suggerire un altro frutto poco dolce o zuccherino? sempre per il discorso candida.............). Poi pian piano, se il mio corpo reagirà bene, andrò ampliando il mio range di scelta.

Spero di non avervi tediato, ho scritto tante cose... di certo tante, non volontariamente, ne avrò tralasciate. Ho provato a fare un quadro della situazione mia nella speranza di: 1) essere utile a me stesso (chissà, come dicevo, potrei ricavarne qualche consiglio utile); 2) essere utile e confrontarmi con qualcuno che si trova nella mia stessa situazione; 3) accettare consigli da parte di tutti. Ci tengo a precisare che, dal mio punto di vista, tornare un attimino indietro è una mezza-sconfitta ma sento di averne bisogno; son convinto che mi servirà. Spero quindi di non esser criticato per questo :roll:
Ultima modifica di Tintin il 20 novembre 2013, 19:52, modificato 1 volta in totale.
#74377
Tintin ha scritto:SERA (per questioni organizzative) il pasto principale: ovvero insalatona + cereali di cui sopra e verdure cotte.
Forse mangi troppo alla sera è meglio essere leggeri, mancando il movimento e relativo dispendio di energie non contribuisce alla digestione.

Bene per i denti, buon proseguimento.

Ehret non deve perdonarti nulla, è previsto fare dei passi indietro quando è necessario per rallentare l'esternazione di sintomi non facilmente sopportabili.

Tintin ha scritto:Ho così deciso di ridurre la frutta a favore della verdura e lasciare tutto com'era (aggiungendo, su consiglio di Riccardo, carne di manzo cruda 1-2 volte max a settimana per sopperire momentaneamente allo stato di "deperimento" attuale del mio corpo).
Queste affermazioni invece mi lasciano basito, soprattutto se consigliato da chi frequenta questo forum, mi viene da dire che non ha capito granché degli insegnamenti di Arnold Ehret e non solo, se dà questo genere di consigli.

Oppure non si è d'accordo con quanto afferma Ehret, liberissimi, ma in questo caso si sa quali sono le opzioni.

Perciò sei a un bivio. O segui Ehret o segui chi da consigli in antitesi a quanto Ehret sostiene. Non puoi seguire entrambi, non avresti risultati.

L'idea che si possa sopperire a uno stato di deperimento fisico con delle bistecche di manzo (o carne di altro tipo) è fondata su assunti sbagliati.
Ultima modifica di luciano il 20 novembre 2013, 18:05, modificato 1 volta in totale.
#74379
luciano ha scritto:Queste affermazioni invece mi lasciano basito, soprattutto se consigliato da chi frequenta questo forum, mi viene che dire che non ha capito granché degli insegnamenti di Arnold Ehret e non solo, se dà questo genere di consigli.

Oppure non si è d'accordo con quanto afferma Ehret, liberissimi, ma in questo caso si sa quali sono le opzioni.

Perciò sei a un bivio. O segui Ehret o segui chi da consigli in antitesi a quanto Ehret sostiene. Non puoi seguire entrambi, non avresti risultati.

L'idea che si possa sopperire a uno stato di deperimento fisico con delle bistecche di manzo (o carne di altro tipo) è fondata su assunti sbagliati.


Ciao luciano, scusami, nella fretta devo essermi espresso male, non vorrei metter in cattiva luce nessuno.

Intendevo che mi era stato suggerito solo di fare qualche passo indietro perchè la mia detox procedeva troppo in fretta. E non di assumere la carne. Visto che non volevo esagerare coi cereali (ne assumevo troppi forse), essendo ampliamente sottopeso e dovendo momentaneamente ridurre drasticamente la frutta, avevo deciso IO STESSO di re-introdurre momentaneamente in PICCOLISSIME dosi la stessa (so che va contro i principi).....per poi ri-eliminarla completamente non appena mi fosse stato possibile.

D'altronde, l avevo scritto, ho dovuto mettere un punto e a capo. Ora sto ricominciando da ZERO. Farò le cose progressivamente, seguendo Ehret, ma ascoltando le esigenze del mio corpo. L'obiettivo è ovviamente sempre quello di arrivare pian piano a ciò che Ehret afferma, facendo tutto troppo in fretta stavo solo peggiorando le cose.

Spero di aver chiarito a questo punto :wink:
#74380
No non è chiaro. Stai dicendo delle cose completamente diverse da quanto affermi nel tuo post precedente:

Tintin ha scritto:(aggiungendo, su consiglio di Riccardo, carne di manzo cruda 1-2 volte max a settimana per sopperire momentaneamente allo stato di "deperimento" attuale del mio corpo)
Ehret non dice di non mangiare la carne in transizione, ma di ridurla fino ad eliminarla, quindi si presume che mentre la si riduce uno ancora la mangi.

E' l'idea che possa "sopperire al deperimento" che è sbagliata, e chi la consiglia come rimedio è ovviamente convinto che possa sopperire, affari suoi, ma quel genere di consigli non possono avere titolo in questo forum.

Tintin ha scritto:Ciao luciano, scusami, nella fretta devo essermi espresso male, non vorrei metter in cattiva luce nessuno.
Non mi pare affatto scritto con fretta il tuo post, anzi con molta cura, per sezioni e titoli evidenziati. :wink:
#74382
luciano ha scritto:Non mi pare affatto scritto con fretta il tuo post, anzi con molta cura, per sezioni e titoli evidenziati. :wink:
.

Beh, se due titoli in grassetto, fanno di un messaggio "curato" ...... :)

luciano ha scritto:No non è chiaro
.

Io intendevo dire che, proprio perchè, intendo ripartire da ZERO non considero gli ultimi 6 mesi vegani e non considero neanche l ultimo anno e mezzo vegetariano (altrimenti la prenderei come una sconfitta). re-introduco un pò la carne, perchè ora il MIO corpo ne sente il bisogno, con l'obiettivo - quando starò meglio - di eliminarla del tutto come d'altronde avevo già fatto. Questo è come ho interpretato IO il "fare dei passi indietro" che mi è stato consigliato.

Ti ringrazio per avermi fatto notare l'errore all'inizio (mea culpa). Ho anche corretto onde evitare altri fraintendimenti.

Ora, però, dovrebbe essere oltremodo chiaro.
#74383
ciao danilo,
approfitto di questo tuo spazio per segnalarti un 'articolo di arcangelo miranda (arca) che spiega molto bene il perchè dell "eresia" ... ;)
te ne ho solo accennato a grandi linee, ma non abbiamo avuto modo di approfondire il discorso, lo faccio ora.
articolo intero:
http://www.comprensione.it/files/contentfrt45.html

qui sotto la parte che ti interessa in specifico, visto che descrive piuttosto fedelmente la tua condizione attuale:

"L’utilizzo di frutta e verdura (vegetarianesimo) è un passaggio obbligato per colui che è sulla strada della realizzazione del Sé visto che le forme-pensiero dei prodotti del mondo vegetale ci fanno un baffo al nostro campo eterico.
C’è però un aspetto molto importante: poiché le forme-pensiero si dispongono nel corpo eterico solo se nell’organismo fisico ci sono elementi estranei a cui possono ancorarsi, qui il concetto sembrerebbe abbastanza facile: se mi detossifico da vecchi farmaci, tossine, muco, pus, vermi, batteri e virus patogeni, metalli tossici e tutto quanto è davvero estraneo e contrario alla sopravvivenza e alla vitalità del mio corpo fisico, anche tutte le forme-pensiero vanno via e guarisco. Questo è vero, ma si deve considerare un aspetto: un individuo potrebbe essere così carente di sostanze nutritive che, nonostante la continua pulizia (detossificazione), l’organismo non riesce a riprendersi a livello di assetto metabolico, cioè non riesce a recuperare energia.

Il problema è che se vogliamo creare la realtà fisica, abbiamo bisogno di creare emozioni nella nostra mente, ma se non abbiamo energia non possiamo creare emozioni e quindi non possiamo cambiare la realtà.

Il problema è che l’energia biologica dipende dal metabolismo del ferro e se i livelli di una serie di parametri che lo riguardano non è a posto (sideremia, ferritina, transferrinemia, vitamina B12, emocromo ecc. ecc.), non sarà possibile creare la realtà.

L’aspetto drammatico è che se i vari livelli di ferro e la Vitamina B12 sono al di sotto di un certo valore, che nel prossimo libro IO SONO Immortale definiamo livello di non ritorno, allora sarà impossibile riprendersi e per questo motivo suggeriamo addirittura di fare limitato uso di carne.

Non dimentichiamo che il termine ferro proviene da sideros che è la stessa radice di siderale, di stella, e che dà l’idea dell’universo, dell'immensità e dell’espansione; se il nostro metabolismo di ferro&company non è a posto, non possiamo, usando un termine alchemico, trasformare il nostro stato ferrico in aurico, cioè non possiamo trasmutare il ferro volgare nel nobile oro.

L’ho osservato molte volte: se l’organismo è al di sotto di determinati livelli di ferro, hai voglia di pulirlo e di disintossicarlo con tutti i prodotti e i metodi che vuoi, ma se non mangi carne non c’è niente da fare, senza forze, non puoi vivere energie nel tuo corpo e quindi non puoi simulare emozioni nel tuo creare-mentale, per cui non potrai cambiare la realtà. Non venitemi a raccontare che "sono vegetariano e i miei livelli di ferro sono un po' al di sopra di quelli minimi": quella non è salute, è sopravvivenza minima.

Questo significa che se è necessario mangiare carne è etico farlo, ma se i tuoi livelli di ferro sono a posto, non è etico nutrirsi di prodotti della macellazione. Negli universi non esistono gli assoluti, per cui per tutto ci deve essere sempre una modalità etica che ne giustifica l’uso particolare."

amen.
#74386
Tintin ha scritto:Beh, se due titoli in grassetto, fanno di un messaggio "curato" ...... :)
Dai smettila, non trattarmi da imbecille, si vede lontano un miglio che hai curato il testo, non ci sono errori, uno che scrive di fretta in un testo così lungo ne fa una miriade. OK?

Diciamo che hai detto una cosa, poi ti sei pentito di averla detta e ora ti arrampichi sui vetri cercando di rimediarvi, con scarso successo. Punto. Mettiamoci un amen, fine.
#74387
ricky66 ha scritto: ma se non mangi carne non c’è niente da fare, senza forze, non puoi vivere energie nel tuo corpo
E' un'opinione non suffragata da fatti se non quelli di chi ha scritto.

Io potrei dire il contrario e dire che chi mangia carne si becca pure le emozioni negative dell'animale ucciso. E che ci sono fonti di ferro vegetali. Altrimenti un elefante deperito dovrebbe mangiare bistecche e non c'è verso di far mangiare carne ad un elefante allo stato brado.

In ogni caso qui seguiamo Ehret, almeno chi è qui segue Ehret, altrimenti ci sono altre scelte ed è gradito che le faccia chi dissente, perché altrimenti rimarrebbe sul sito per lui o per lei sbagliato con fastidio reciproco, dovendo intavolare discussioni evitabili se uno si attenesse alle regole del forum.

Non voglio far cambiare opinione a nessuno, sia ben chiaro ma chi ne ha di contrarie non ha senso che rimanga qui. Mettiamo un amen anche qui vah! :D
#74388
Consiglio la rilettura della Lezione IX del Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

Incollo questo paragrafo, ma tutta la lezione è da leggere per comprendere l'errore di pensare che per rinvigorire il corpo occorra mangiare carne.

Come ora hai appreso dalle lezioni precedenti, non appena il sangue migliora tramite il consumo di frutta, l'uomo medio inizia immediatamente l'eliminazione di ostruzioni - si sente meglio per un po', ma quando più e più scorie vengono dissolte e con il risultante trauma provocato da ulteriore ostruzione nella circolazione, tutta la fede svanisce e lui, il medico e tutti gli altri incolpano la mancanza di alimenti "efficaci". Lui pensa, ed ognuno suggerisce, che ha bisogno di "cibo regolare" che lo stimola per un po' e lo induce a credere che debbano essere la carne e le uova a sviluppare buon sangue.

Pare che dopo quasi 100 anni queste credenze ancora persistono. :D

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret