Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
#74604
Già, un luogo particolare. All'inizio avevo pensato di intitolare il post "Sono Nicola e scrivo dall'inferno" per un motivo molto semplice: è la verità. Ma poi ho pensato che sul regolamento c'è scritto di non inserire titoli allarmistici e non volevo iniziare a creare problemi già col primo post... In fondo poi di allarmistico non ci sarebbe stato nulla per nessuno, l'inferno non è una malattia, non si attacca, è un luogo come un altro, con l'unica differenza che nessuno vorrebbe mai esserci. Anzi, più precisamente, l'inferno non è un luogo, ma uno stato della mente e del corpo. Io sto vivendo quello stato da molto, troppo tempo...

Riassumere una vita non è facile, me ne mancano le forze e il tempo, ma ci voglio provare in alcune righe, per cercare di farmi conoscere come meglio posso.
Ho 37 anni e già da quando ne avevo 18 ho iniziato a soffrire di stanchezza, per me era un problema andare in discoteca: gli altri si divertivano, io mi stancavo, alle 2 ero lungo sulle poltroncine a dormire nonostante la musica e il rumore. Credevo che non siamo tutti uguali, non tutti abbiamo le stesse energie, per il resto ero d'altra parte "normale". Ma col tempo sono venutii fuori altri disturbi: prima l'insonnia, un'insonnia maledetta, di quelle che ti tolgono il fiato. Avevo 22-23 anni, facevo l'università ed ogni notte ho iniziato a svegliarmi 40-50 volte, una ogni 10-15 minuti. Di notte ero sveglio, di giorno dormivo in aula. Ciononostante mi sono laureato, grazie unicamente alla forza di volontà, quella particolare caratteristica che adesso mi fa stare in posizione verticale a scrivere qui, anzichè rassegnato su un letto.

Poi sono iniziate le esplosioni improvvise di rabbia, gli attacchi di odio incontrollati, che mi hanno reso in alcuni momenti più bestia che uomo (scrivo bestia non a caso, per il troppo rispetto che nutro per gli animali): il ragazzo sensibile e tanto apprezzato nascondeva un mostro, come mai?

Poi la pancia ha iniziato a gonfiarsi, all'inzio ci ridevo, convinto che fosse una cosa passeggera: anzi, mi tornava comoda per fare alcune imitazioni di personaggi panciuti. Solo che non se ne è più andata...
Poi è venuta la congiuntivite cronica, occhi sempre arrossati, doloranti, secchi, la quasi impossibilità di stare davanti ad un monitor...e si che dovevo studiare perchè dovevo diventare programmatore!

Per farla breve, tra talloni screpolati e feci sempre più strane non mi son mai fatto mancare nulla e ho sempre creduto che fossi "sfigato", che i sintomi non fossero collegati tra loro.
Ma fra tutti questi, 2 mi hanno veramente rovinato la vita: il primo è l'impotenza. Ne soffro ormai da 3-4 anni, all'inizio in modo episodico, ma ormai è uno stato cronico. Se non fosse che non ne ho alcun merito, direi che sono un perfetto asceta ( tra l'altro non ho nemmeno fame, per cui potrei anche astenermi dal cibo).
L'altro, ancora più devastante, è stato il peggioramento dello stato mentale: stanchezza infinita, confusione mentale, testa che rimane bloccata (a volte mi accorgo di essere fermo in mezzo alla stanza senza fare nulla, perchè non penso nulla, sto fermo semplicemente a sentire la mia sofferenza), odio, scatti di collera improvvisi, perdita della memoria a breve e lungo termine. A questo si è associata una stanchezza fisica sempre più consistente: sportivo da sempre (nella mia città sono "famoso" per aver sempre fatto tanto sport) ad oggi io non riesco più a correre, le gambe mi tremano. A stento cammino. E se provo a correre sforzandomi, i sintomi si moltiplicano, la testa esplode, la confusione mentale è totale.

Chiedo perdono per quanto sto per dire, ma sono un morto che cammina. O forse sono già morto solo che non lo so, nel senso che il mio corpo sembra ormai andato, lo stesso vale per la mia mente, ma la mia forza di volontà resiste. Purtroppo o per fortuna. Conosco persone che per problemi simili ai miei ma molto meno accentuati sono rimaste a letto perdendo il lavoro e tutto il resto. Io continuo ad alzarmi, a lottare ogni giorno: sento che non ce la faccio ma non mollo, non è che non voglio mollare, proprio non ci riesco, perchè so che se mollo è finita. Se mollo ho perso la speranza, se resto a letto mi sono arreso e la parvenza di una vita "normale", degna di questo nome, scomparirà per sempre dal mio orizzonte visivo. Ma faccio tutto male: il lavoro, la vita sociale, la vita familiare. Vado avanti col freno a mano tirato, a volte col motore fuso. La mia è solo una presenza fisica, la mente non c'è e quando c'è, fa danno. Ma danni irreversibili: ho quasi perso tutti gli amici, fra poco perderò anche mia moglie. Quando ci penso, quando penso a cosa sia la mia vita oggi impazzisco, non ci credo, non riesco a credere che sia andata così, ma sono ancora vivo perchè il peggioramento è stato graduale ed ogni volta mi sono abituato un altro po' al malessere. Tutto di un colpo non ce l'avrei fatta...

Inutile aggiungere che ho girato tantissimi dottori, allopatici e non (omeopatia, ayurveda ecc.): ogni volta ci sono stati miglioramenti per qualche periodo, a volte per un mese intero, ma poi la situazione è sempre tornata come prima. Poi, un paio di anni fa, sono venuto a conoscenza del problema delle amalgame dei denti (tra l'altro da una persona di valore che frequenta da tempo questo forum): in bocca ne avevo 15 da quando avevo 12 anni (stiamo parlando quindi di qualcosa come 25 anni fa). La scorsa estate me le sono tolte tutte da un dentista che in teoria dovrebbe essere affidabile perchè tra i più rinomati in fatto di rimozione protetta (no, non è Ronchi), utilizza il protocollo e sta girando per l'Italia a fare conferenze proprio su questo tema per sensibilizzare le persone. Sta di fatto che da quando mi sono tolto le amalgame, sono peggiorato terribilmente: o meglio, sono scomparse la congiuntivite cronica e la pancia gonfia ad esempio, ma i problemi psichiatrici sono esplosi in maniera esponenziale (mia moglie sta anche sospettando cause sovrannaturali tipo fatture, tanto non ne può più e non riesce a farsene una ragione) ed il fisico ha perso quelle poche energie che erano rimaste tanto che, appunto, non riesco più nemmeno a correre per 50 metri. Dimenticavo di dire che in questo periodo ho fatto dei mineralogrammi e preso integratori di sali minerali specifici.

Ora, io non so perchè questo sia accaduto, se perchè togliendo il mercurio (ammesso che fosse quello la causa dei miei problemi) io stia peggio di prima, a distanza di 15 mesi per di più, ma sta di fatto che sono arrivato alla fine. Alla fine dei miei problemi o alla mia fine (non mi vergogno a dire che più di una volta ho pensato seriamente di farla finita, considerando questo l'unico modo di far cessare tutta questa sofferenza che non è più dentro di me, ma è proprio me, sono io la sofferenza, ogni cellula, ogni atomo, ogni pensiero...non so come comunicarlo, non vengo mai capito, mi rispondono sempre di andare dallo psichiatra).

Venendo a noi, per quel che qui più ci interessa, Luciano mi ha spedito "Il Sistema di Guarigione della Dieta senza Muco" credo ormai un quattro anni fa. Una volta tra le mani, l'ho letto a pezzi, ero interessato più che altro al digiuno (al tempo facevo parecchi digiuni, in alcuni casi mi è parso di morire sul serio, adesso capisco perchè) ma saltando da una pagina all'altro credo di averlo in qualche modo letto tutto. Poi l'ho risposto sullo scaffale (tra l'altro trovo che l'edizione sia bellissima, soprattutto in fatto di copertina) e l'ho lasciato lì, perchè non mi sentivo pronto, intriso com'ero di cultura comune e di bombardamento mediatico pseudo-scientifico, avevo paura che il sistema alimentare proposto da Ehret mi avrebbe sul lungo periodo fatto più male che bene. Oggi non me ne imprta più nulla, sono davvero arrivato alla fine, non ho un'opinione a riguardo, ho deciso che voglio provare seriamente, sarà l'esperienza a parlare da sola.

Così, da un paio di giorni, mi son messo a studiare (sì, con tanto di taccuino vicino per annotare le parti che ritengo più importanti per passare dalla teoria alla pratica) nel poco tempo libero che ho, anzi, che non ho ha disposizione, per iniziare al più presto quest'avventura.

Vi chiedo scusa per il lunghissimo post, che immagino non sembri scritto da uno che è privo di forze, ma dalla quantità di caratteri si direbbe piuttosto scritto da uno pieno di energia. Ci sono però tre motivi alla base:
1)In realtà scrivere mi è costato moltissimo, uno sforzo davvero sovrumano. Ma dal momento che voglio iniziare quest'avvenura voglio partire col piede giusto, presentandomi per quello che sono, facendomi conoscere dalle persone che sono iscritte su questo forum, senza filtri ed ipocrisie.
2)Quanto scritto rappresenta per me una sorta di diario: semmai un giorno dovessi migliorare grazie al sistema di Ehret, potrò rileggere qui le mie condizioni precedenti. Non tengo un diario, non sono mai riuscito a farlo. Un forum è diverso, ovviamente. Anche S.Agostino ha scritto le confessioni, confessarsi a Dio non gli bastava: questo potrebbe sembrare un assurdo, ma cnasconde il concetto che la verità è tale solo se comunicata, confessata.
3)So che quello che sto per dire può sembrare assurdo ma...da quando ho cominciato a leggere il libro seriamente, mi sento come elettrizzato...I miei problemi permangono tutti quanti ma è come se le cellule avessero ricevuto una sorta di elettrificazione, di energia che percepisco sotto tutto il male che sento. E' molto probabilmente solo un effetto psicologico che nasce dal fatto che alcune righe che Ehret scrive mi sono sembrate indirizzate proprio a me. Se tanta era la profondità di quest'uomo, perchè il suo sistema di guarigione non dovrebbe essere la mia salvezza?

Bene, sono arrivato alla fine (per stavolta solo in riferimento a questo post, per fortuna :wink: ): lo sforzo è stato abnorme, ma ne sono felice. Ho grosse speranze in quello che sto facendo e il tempo e le energie spesi su questi spazi li considero il migliore investimento che io possa fare in questo momento (insieme alla lettura del libro, ovviamente). Tutto il resto viene dopo.
#74606
Ciao Nicola, benvenuto! :D

Di solito i post lunghi come temi non li leggo riga per riga ma li sorvolo, ci passo sopra con una sorta di lettura veloce, io sono piuttosto stringato, ma il tuo l'ho letto attentamente, forse anche perché anch'io conosco bene l'inferno. :D

Perciò l'ho letto tutto anche se dovrei essere a letto, domani mi devo alzare alle 6 per andare a Milano.

Bene, mettiti su una dieta di transizione, vedi come stai a denti devitalizzati, denti del giudizio, l'amalgama l'hai tolto, fai una panoramica che vediamo se è il caso di escludere i denti come concausa, e avanti! :D

Molla quella frase, "sono alla fine" ecc. ecc., l'atteggiamento mentale è determinante, anche se non ci credi di non essere alla fine, il sostenere che non lo sei aiuta comunque. Poi un giorno ti verrà spontanei pensare: "Ce la sto facendo!"

Credimi sono morto molte volte, e tutte le volte mi sono resuscitato, ho esperienza a riguardo. :D
L'importante è liberarsi di tutta quella diarrea mentale, per lo meno ignorare quei pensieri che la generano.
#74607
Benvenuto Nicola!!!
Siamo gli ultimi 2 ad esserci presentati sul forum quindi siamo, in qualche modo, legati :)
Ho letto attentamente la tua storia ma voglio evitare di scriverti parole rassicuranti a mo' di pacca sulla spalla, sarebbero soltanto frasi fatte che lascerebbero il tempo che trovano...
Di una cosa però sono sicuro, sei uno dei migliori candidati possibili per fare della tua vita una "storia di successo" (come da sezione omonima)
Condivido il tuo essere "elettrizzato" alle parole di Ehret, è una sensazione che non è facile da spiegare, è un po' come se quelle parole fossero sempre state dentro di te, ma che aspettavano il momento giusto per emergere.
Parti da questa scintilla, utilizzala come base su cui appoggiarti per intraprendere questo nuovo cammino.
Sappi che non sei solo, in questo forum puoi trovare le risposte a qualsiasi dubbio ti possa affiorare su questo sistema di guarigione e non solo...
Tanto per iniziare, quali sono le tue abitudini alimentari?
#74608
Benvenuto Nicola!
Anche io penso che la tua potra' essere una bella storia di successo, tempo al tempo, atteggiamento mentale come suggerito da Luciano (inizialmente controlla i pensieri tipo "non ce la faccio" e riformulali in maniera positiva fino ad arrivare a crederci. Anche solo facendo piu attenzione ai tuoi pensieri ti renderai conto di quanto tu ti sia programmato e convinto in questi anni di non avere altre possibilita' oltre alla strada che stai vivendo. Semplicemente non e' cosi) e azione, anzi tante piccole e continue azioni che diventeranno nuove abitudini.

Da questo punto di vista mi sento di consigliarti, sulla base della mia esperienza, di eliminare subito il caffe' sostituendolo radicalmente con la frutta (per esempio ora che e' inverno puoi farti delle belle spremute di arancia. Inoltre chiunque qua dentro potrebbe consigliarti di bere appena sveglio acqua tiepida con limone ed eventualmente con miele. E' come un rito che sostituisce egregiamente l'abitudine del caffe'), lo zucchero (e i prodotti che lo contengono) e i lievitati.
Io cosi ho trovato dopo pochi giorni energia e leggerezza. Tieni conto che bevevo tanto caffe spesso accompagnandolo con dolci, brioche etc...ah...dimenticavo, anche il latte sarebbe da eliminare.
Sembra difficile, ma tu affronta questa sfida come un esperimento scientifico che fai sul tuo corpo.
Inizia a piccoli step, mentalmente ti puoi dire che stai facendo una prova per 10 giorni perche' sai che per 10 giorni ce la puoi fare. E' una rinuncia gestibile. Poi se ti sentirai meglio, meno stanco, avrai voglia di continuare il tuo esperimento.

Ovviamente segui tutti i consigli che trovi sul libro, compresa la regola della gradualita'.
Transizione vuol dire questo. Io su latte caffe zucchero lievitati sono stata subito radicale (e' anche vero che consumavo pochissimo latte vaccino), onestamente non so dirti se su questi veleni sia opportuno andare a scalare. Su di me la scelta di tagliare e' stata vincente. Tagliare o sostituire:per esempio, come insegna Ehret, puoi sostituire il pane bianco supermucoso e lievitato con pane di segale tostato. Anch'esso contiene lievito, ma e'molto piu'digeribile, e'asciutto, non "attacca"come una colla e soprattutto dopo 2 fette ti senti sazio. Per lo zucchero, se pensi di aver ancora bisogno di dolcificare, esiste il miele o il malto o il succo d'agave.

Una domanda: il mineraologramma come e' andato? Hai riscontrato valori molto pesanti? Hai fatto degli esami dopo la rimozione dell'amalgama? Da quello che scrivi a me sembra che tu abbia tolto troppo in fretta 15 otturazioni. Forse e'per questo che hai avuto un peggioramento dei sintomi. E giustamente poi e' fondamentale la questione denti devitalizzati e denti del giudizio. Il tutto da affrontare senza farsi prendere dal panico, ma facendo un passo alla volta. Ogni volta pensando:fuori uno, ho un peso in meno, procedo piu' leggero verso una condizione migliore (quella che dovrebbe essere una condizione normale...)

Buon viaggio, sei gia' su un'altra strada...
#74614
Ciao Nicola, benvenuto e grandissimo piacere di conoscerti!
Anch'io come Luciano ho letto tutto d'un fiato il tuo post.
È stato impressionante addentrarmi nel tuo calvario e immagino di capire il tuo sconforto seppur non ho mai provato nulla di tutto ciò.
Io ho cominciato il sistema per una mia convinzione, senza particolari problemi di salute.
Come ti hanno già suggerito il pensiero positivo è alla base, per quanta fatica possa costarti.
Io da quando ho iniziato ci penso ogni momento della giornata e con moltissimo entusiasmo.
Seguirò con molta attenzione quanto scriverai e spero con tutto il cuore che cominci a trarre da subito i primi miglioramenti.
L'energia che lega tutti noi arriverà anche a te.
È il miglior augurio che riesca a farti.
Ciao, a presto.
Fiorenzo
#74616
Benvenuto Nicola, sarebbe inutile ribadire ancora e ancora che mente e corpo sono strettamente collegati: quando il corpo soffre la mente si incattivisce e per questo il mondo oggi è pieno di atrocità nonchè di immondizia sugli sacaffali dei supermercati e veleni propinati come cure negli ospedali..

Posso solo dirti che io oggi a 50 anni sono piu' serena che a 20 perchè il benessere di oggi è maggiore : questo dopo aver cominciato nel 2008 (non stavo troppo bene dopo anni di autoavvelenamento..)il percorso della dieta e altre cure natural.

Non aspettare piu' un minuto, vai a spulciare in ogni angolo del forum e troverai tante testimonianze positive che ti aiuteranno.

Bellissima la frase di Fiorenzo: "L'energia che lega tutti noi arriverà anche a te. "
Condivido pienamente e ringrazio ancora Luciano, Ehret e tutti gli amici del forum!
#74629
Grazie di cuore a tutti per l'accoglienza, le belle frasi di incoraggiamento e, soprattutto, la pazienza di essere riusciti a leggere tutto fino alla fine! :wink:

Ne approfitto per rispondere velocemente alle varie questioni.

vedi come stai a denti devitalizzati, denti del giudizio

Denti devitalizzati per fortuna non ne ho, denti del giudizio mai avuti (ma non ce li ho nemmeno sotto l'osso). Qualche mese fa ho contattato via mail Lorenzo Acerra per via di un dente devitalizzato di mia moglie, da cosa è nata cosa e alla fine gli ho inviato una mia ortopanoramica (purtroppo vecchia di una decina di anni), l'ha vista e secondo lui dovrebbe essere tutto a posto col consiglio di rifarne una tra qualche mese. Coi denti, quindi, dovrei essere a posto. :)

Tanto per iniziare, quali sono le tue abitudini alimentari?

Tra qualche giorno, appena inizio la dieta di transizione, le posto direttamente nella sezione apposita, così da poter avere una vostra supervisione sul mio modo di procedere. :)

Una domanda: il mineraologramma come e' andato? Hai riscontrato valori molto pesanti?

Dal primo mineralogramma è risultata una quantità di mercurio 10 volte superiore al normale, col secondo era molto diminuita ma secondo il dottore solo perchè il corpo aveva iniziato ad espellere piombo al posto del mercurio, secondo lui in realtà c'era ancora molto mercurio di vecchia data... Entrambi i mineralogrammi sono stati fatti a rimozione avvenuta. Anche io sospetto che le rimozioni siano state fatte troppo attaccate le une alle altre, mediamente tre ogni volta, con una pausa di 15 giorni rispetto alle successive, ma erano superificiali e per il dentista andava bene così...

Di nuovo un ringraziamento di cuore a tutti, mi farò vivo presto postando il mio nuovo menù.
#74646
Ciao Nicola!
Complimenti veramente per il tuo post. Tu sei QUESTO post, non altro. Il resto è il risultato dei germi, dei batteri, delle tossine che ti porti dentro. Sbarazzati di tutto e sarai libero.
Io ho sofferto di sonnolenza da quando avevo 18 anni; svegliarsi la mattina era una tortura (dopo 8 ore di sonno), guardare un film dopo cena era quasi impossibile (infatti non mi ricordo il finale di nessun film :lol: ). La transizione ha fatto sciogliere questa pesantezza. Ti auguro che ti succeda lo stesso. Mi hai fatto ricordare quel torpore che avevo in testa, il solo rimpianto è di non aver trovato prima la soluzione. Meglio tardi che mai....no? :wink:
A presto.
PS Per l'impotenza ti posso solo dire che secondo me è una "costipazione" del sistema linfatico. Idrocolon, pulizia di fegato e reni ti gioveranno. (Ovviamente non sono un medico ma a me anche da quel punto di vista sono cambiate tante cose). E poi l'aria aperta e l'attività fisica (poca poca, anche solo un'ora a settimana per cominciare a me ha dato fantastici risultati fisici e mentali).
Insomma hai un gran lavoro per ricostruirti, ma prima devi....ripulirti e ripartire da zero. In bocca al lupo e non avere fretta che la transizione non è uno scherzo! Le schifezze che hai dentro non saranno felici di avere lo sfratto... :wink:
#74672
Ciao Valina! Grazie anche a te per le belle parole e i consigli!

valina ha scritto:non avere fretta che la transizione non è uno scherzo! Le schifezze che hai dentro non saranno felici di avere lo sfratto... Wink


Già, credo che questa sia la cosa più importante che devo tenere a mente, un po' per carattere, un po' perchè non vedo l'ora di tornare a respirare, la tentazine di "correre" c'è tutta, ma in effetti leggendo Ehret capisco che è la cosa peggiore che io possa fare...
#75718
Ciao Nicola
è da un po' che non ti si legge.
Come stai? Tutto ok?
Hai migliorato qualcuno dei tuoi problemi?
Spero di sì.
Ciao, a presto
#76030
Ciao Fiorenzo, grazie per l'interessamento! :)
Per spiegare bene dovrei fare un post-fiume, ma mi manca il tempo di scrivere e, immagino, a te quello di leggere. In poche parole sono "schioppato", nel senso che dopo un bereve miglioramento ho inziato a stare sempre peggio (e leggendo Ehret capisco bene il perchè), nonostante i minimi cambiamenti apportati alla mia dieta (praticamente solo non colazione con succo di limone e un po' meno dolci): il "famoso" digiuno di un giorno che mi ha steso per circa una settimana e le successive feste natalizie (con le loro tentazioni) hanno fatto il resto.

Alla base credo che ci sia il problema del mercurio, l'ultimo mineralogramma (fatto un mese fa), conferma la presenza di questo metallo pesante nell'organismo. In ogni caso, visto che il mio corpo mal tollera anche la benchè minima disintossicazione, per ora mi sto limitando alla non colazione a due sole volte la settimana. Per il momento è il massimo che possa permettermi e per ora ci vado avanti discretamente. Sono sincero, non potendo buttarmi a capofitto come avrei voluto ho perso parte dell'entusiasmo iniziale...

In ogni caso ogni volta che ho un secondo libero faccio un salto sul forum, non scrivo ma vi leggo... :wink: Perdona quindi se le mie tempistiche sono bibliche, sotto ogni punto di vista. :)

Ciao!
#76034
Allora vorrà dire che devi per forza procedere a piccoli passettini per volta.
È il tuo corpo che ti chiede di rallentare o spingere un po' di più. Non ti resta che ascoltarlo ed assecondarlo.
Ti auguro quindi un lento ma efficace cammino e non perdere mai l'entusiasmo :wink:
Un salutone Nicola, ciao
#76038
CallofJuar ha scritto:Alla base credo che ci sia il problema del mercurio, l'ultimo mineralogramma (fatto un mese fa), conferma la presenza di questo metallo pesante nell'organismo.
Credo che sia irrilevante.

Non ho mai incontrato nessuno che non gli abbiano trovato mercurio con il mineralogramma.

Penso che alla base ci sia un approccio non standard e non graduale al Sistema di Guarigione di Ehret.
#76044
Ho rischiato di morire soffocato nel sonno poco fa, per via di una stufa che perdeva gas... arrivato a gattoni alla porta... quindi mi sento particolarmente di buon umore ora e sono venuto sul forum per privilegiarmi della compagnia dell'energia positiva di tutti voi :lol: 8) (a proposito, c'e' una cosa di questa esperienza che ho trovato molto interessante, e cioe' il fatto che ad un certo momento mi sono svegliato e alzato, nonostante stessi benissimo a letto e avessi sonno... magari ne faro' un post anche se non e' direttamente collegato a Ehret quanto piu' ai sensi non sviluppati che abbiamo).

Beh grazie a Fiorenzo che ha uppato il topic ho trovato il tuo messaggio.
Devo dire che posso immaginare come ti senti, anche se forse ti sembrera' esagerato. Ho solo 23 anni, ma come te sarei stato travolto da tutto quello che hai descritto se non avessi avuto la fortuna di incontrare situazioni di vita (? il mio italiano lascia a desiderare) che mi hanno fatto aprire gli occhi e mi hanno di fatto salvato appena prima che il tutto diventasse cosi pesante come tu lo descrivi.
Mi ha fatto veramente piacere leggerti e ti auguro di risolvere al piu presto tutti i problemi (perche' che li risolverai e' gia' stato deciso, altrimenti non saresti venuto a scrivere sul forum! 8))
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret