Arnold Ehret Italia

In questa sezione si possono inserire informazioni con i relativi indirizzi web, postali ecc., di aziende, GAS, altri gruppi di acquisto e negozi che offrono frutta e verdura biologica.
Non è permesso alcun tipo di spam. (Annunci non pertinenti.)
Crea sempre un nuovo topic per ogni azienda.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By luciano
#75126
Volevo acquistare dei fichi secchi, dopo natale c'è sempre l'offerta nei supermercati, ma leggendo l'etichetta leggo:
Ingredienti: Fichi essiccati al sole. Nient'altro.
Ora volevo sapere se non contengono conservanti oppure se viene omesso il fatto che li contengono.

Avevo visto anche dei fichi secchi italiani e sull'etichetta c'è scritto che sono trattati con dei solfiti.

Se qualcuno ha dati a riguardo sarebbe utile conoscerli. :D
Avatar utente
By SeghiAlex
#75143
luciano ha scritto:Ingredienti: Fichi essiccati al sole. Nient'altro.


Ciao Luciano!

Beh se c'è scritto solo quello sei stato molto fortunato
in effetti una volta si faceva cosi
io so per esempio che qualcuno usava bagnarli con qualcosa di alcolico per conservarli meglio
e per quello che so io la maggior parte dei fichi secchi viene trattato con l'anidride solforosa che li rende bianchi e particolarmente sarcigni

io sinceramente preferisco quelli morbidi, per farti un idea quelli che vendono al super della noberasco
(sacchetto verde) che dentro il sacchetto in effetti sono piuttosto scuri
comunque se vuoi nel mercatino che facciamo con i nostri gruppi GAS abbiamo due fornitori uno di questi e di carmignano (PO) la patria del fico secco :wink:
e poi vi giro la loro risposta

saluti e tanti auguri di nuovo!
Avatar utente
By luciano
#75146
Il fatto è che su tutti i fichi che arrivano dalla turchia, di qualunque marca, qui da me nei supermercati non c'è scritto se sono trattati o meno, quindi non so se sono trattati e viene omesso di scriverlo, oppure se non sono trattati e basta.

Comunque sono scuri.

Aspetto notizie dai tuoi amici di Carmignano! :D
Avatar utente
By Fiorenzo
#75311
Non saprei Luciano.
Fortunatamente non ho mai acquistato fichi secchi perché qui c'è la cultura di queste bontà.
Mio suocero ogni estate ne raccoglie tantissimi da piante assolutamente incontaminate e li fa seccare fuori in giardino.
Poi sotto le feste natalizie, li spacca e li riempie con le mandorle raccolte nel suo boschetto personale! :D
Lo so, non ti sono stato d'aiuto, anzi, scommetto che stai pure rosicando vero? :lol:
Avatar utente
By SeghiAlex
#75338
Ho raccolto un po di informazioni,
in realtà aspettavo un disciplinare da parte del presidente dell' Associazione dei Produttori di Fichi Secchi di Carmignano (PO) con cui ho parlato domenica mattina scorsa ma ormai ci rinuncio.
Spero che non sia troppo diverso da QUESTO
Per dirla in due parole, tutti i fichi secchi che producono in questa zona sono sottoposti ad un trattamento tutt'altro che biocompatibile che si chiama solfitazione (E220):

...vengono divisi in due, sistemati su stuoie di cannicci e sottoposti per alcune ore alla solfitazione, che ha luogo in un locale chiuso bruciando zolfo in appositi recipienti di coccio...

questa operazione serve a conservali e per mezzo di questo procedimento diventano bianchi è più facilmente commerciabili perché (a suo dire) se non venissero trattati per mezzo di questo procedimento i fichi essiccati semplicemente al sole diventerebbero neri.
Per questo motivo, mi ha spiegato il presidente, non possono avere la certificazione di prodotto biologico, per il momento non è previsto da nessun protocollo per quanto riguarda la frutta, la cosa è normata per il vino , cioè è ammessa una certa quantità si solfiti all'interno del vino (anche biologico :cry: ma per fortuna si trovano anche degli ottimi vini senza solfiti aggiunti ) ma per quanto riguarda la frutta questo ancora non è possibile.

Il procedimento che veniva usato prima che l'industria chimica di sintesi avvelenasse quasi tutto ciò che acquistiamo era quello di metterli distesi al sole ad essiccare e gli unici ulteriori interventi erano eventualmente di insaporirli con noci, nocciole e quantaltro,oppure anice o alloro o semi di finocchio ecc ecc e aiutarli nella conservazione grazie anche a qualche goccia di vino o grappa o vinsanto che non guasta mai.

Lui mi ha spiegato che ci sarebbe un metodo per produrli in modo naturale , ci sono oggi degli essiccatori che permetterebbero eventualmente di evitare il procedimento della solfitazione e che lui si sta informando e che vorrebbe provare ad adottarlo, ma per il momento tutti i fichi secchi che producono sono presidio slow food ma non sono e non possono essere certificati come prodotti biologici se sono sottoposti a solfitazione.

l'alternativa che mi piace molto di più della solfitazione sarebbe quella di usare un essiccatore solare tipo questo:
Immagine
o magari un forno solare:
Immagine

Io consiglio di mangiarli in abbondanza in settembre inoltrato magari appena colti nel momento migliore per sfruttarne tutte le caratteristiche anche di scioglimuco senza nessuna aggiunta di porcherie o procedimento alcuno per trasformarli in chissà cosa, o al limite farne marmellata senza nemmeno aggiungere lo zucchero per il momento se vogliamo dei prodotti biologici forse meglio mangiare quelli neri così non si rischia di spaccarci i denti :wink:

Un po di link per chi vuole approfondire :
http://www.carmignanodivino.prato.it/pr ... armignano/
http://germoplasma.arsia.toscana.it/pn_ ... php?ID=293
La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Libri di Arnold Ehret