Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Marybiker
#76373
Sono mooooolto off topic, lo so.
Ma ora che sto aprendo gli occhi sulla nostra alimentazione, sui farmaci, su tutto ciò che ci vogliono far credere, ho a cuore anche i miei cani.
Avevo già un Chihuahua, Pixel, che purtroppo ha mangiato tante schifezza come la sua padrona e già a amngiare solo le sue crocchette, mi pare stia meglio, ma non penso sia il cibo giusto per lui: è confezionato e contiene riso che un cane in natura non mangerebbe di certo.
Da pochi giorni è arrivata una nuova piccolina: una cucciola di chihuahua che ho chiamato KIWI, in "onore" della frutta! :-)
Lei è svezzata da poco e ha naturalmente la propensione ad assaggiare tutto, ma soprattutto non è contaminata al 100% dalle abitudini alimentari dei padroni e mangia un sacco di frutta e verdura, penso anche per il fatto che la frutta è dolce e quindi assomiglia al gusto del latte della sua mammina.
I cani in generali, in quanto parenti dei lupi, mangerebbero carne, suppongo. E insieme alla carne, i vegetali contenuti nella pancia delle loro prede... anche se un chihuahua non so che prede potrebbe acchiappare... forse qualche uccellino maldestro caduto dal nido... qualche topino?

Qualcuno di voi ha animali domestici e si è già fatto questa domanda?

Ciao e grazie!
Avatar utente
By Romilda
#76418
Mi sono posta questa domanda molte volte, anche per una questione di semplice "coerenza". Elimino tutte le proteine animali per la famiglia e poi compro carne, pollo, pesce, coniglio, tacchino, agnello per i miei animali? Sarebbe come buttare qualcosa fuori dalla porta per poi farlo rientrare dalla finestra.

Ho trovato un mangime per cani vegani la cui composizione è questa: soja, frumento, mais, oli e grassi, orzo, piselli, polpa di barbabietola, polpa di cicoria, sostanze minerali.

Componenti analitici: proteina grezza 25 per cento, oli e grassi grezzi 12 per cento, fibra grezza 3,5 per cento, ceneri grezze 8,5 per cento.

Additivi: Vitamina A, Vitamina D3, Vitamina E, Rame, Manganese, Ferro, Zinco, Iodio, Antiossidanti.

Lo distribuisce la Piccola Società Cooperativa Vita da Cani (Arese). Il pacco da 20 Kg costa 59 euro, quello da 3 Kg costa 9 euro. Ho provato prima con due confezioni piccole per vedere come andava, ma quando ho visto che i miei cani lo gradivano molto ho deciso di procedere.

Ho cominciato a mescolare queste crocchette con quelle normali, un pochettino alla volta, e nel giro di un mese e mezzo sono passata completamente al vegano. I miei due cani lo mangiano con piacere, sono belli vispi e allegri, le feci sono belle.

Entrambi amano la frutta, soprattutto mele e pere, per cui mangiano anche quelle.

Anche il NaturaSì vende crocchette vegane per cani (marca Yarrah), ma costano il doppio. All'inizio mescolavo queste con quelle normali poi sono passata alle altre.

Capisco benissimo che in natura questi animali mangerebbero soprattutto carne, ma dopo aver visto filmati vari su macelli, tonnare, allevamenti di polli e simili... ho adottato questa soluzione. Non so se sia sbagliata o meno, ma per i miei cani ho deciso così.

Ho sollevato la questione con alcuni amici che mi hanno dato della pazza, dicono che vado contro natura, che sono una fanatica.... per la verità mi guardano in modo strano anche quando dico che sono vegana e che mangio quasi tutto crudo. I sorrisetti di sufficienza non mancano mai...però adesso al meno stanno zitti.

Il sito: www.vitadacani.org

Se ci sono altri commenti, li leggerò molto volentieri.

Ciao!
Avatar utente
By Marybiker
#76419
Ciao Romilda, grazie per la tua esauriente risposta, molto gentile :D :D
Ora però mi assale un dubbio: i cani non mangerebbero riso e frumento, esattamente come noi. Per la carne effettivamente vi è il problema etico, però per riso e frumento avranno il problema del muco pure loro? 8O 8O 8O
Immagino sia impossibile trovare l'alimentazione perfetta, però è molto arduo.
Io poi ho 2 Chihuahua. Ora sono cani molto docili per le infinite selezioni che da secoli vengono fatte sui cani, però nelle tombe Maia pare siano state ritrovati resti di questi piccoli cani, che probabilmente all'epoca vivena con gli uomini, ma magari erano un po' più selvatici di oggi.
Se provo a immaginare un cane piccolino in natura, posso supporre che al massimo mangi piccole prede, ma nei giorni in cui non riusciva a catturarle? Magari oltre al digiuno avrebbe mangiato qualche frutto caduto a terra dagli alberi? Magari sarebbe stato meno carnivoro dei suoi amici lupi. boh!
Avatar utente
By Romilda
#76420
Ciao Marybiker,

A questo punto penso si tratti di una scelta del tutto personale. Per me la questione etica è fondamentale...

Se i miei due cani (uno grosso di 40 kg e l'altro di 5 kg) vivessero in natura, probabilmente, anzi sicuramente, sarebbero carnivori. Ma adesso vivono con me, in Milano, e per loro ho deciso così.

In ogni modo, devi fare quello che senti sia meglio per te.

Ciao!
Avatar utente
By Fiorenzo
#76422
Romilda ha scritto:Se i miei due cani (uno grosso di 40 kg e l'altro di 5 kg) vivessero in natura, probabilmente, anzi sicuramente, sarebbero carnivori. Ma adesso vivono con me, in Milano, e per loro ho deciso così.

Scusami ma non riesco a trattenere il mio punto di vista e cioè che non è assolutamente giusto rendere vegani degli animali carnivori!
Praticamente tu stai facendo coi cani quello che i nostri genitori hanno fatto (inconsciamente) con noi, solo che tu ne sei ben consapevole.
Gli animali carnivori devono mangiare carne e non quella cotta a vapore come fanno vedere in pubblicità. Devono mangiare carne cruda e viva!
Anche per questo sono sempre stato contrario a qualsiasi forma di addomesticamento degli animali.
Non condivido nemmeno il problema etico. Qui si parla di salute e coerenza, niente più. Non mangio carne perché sono convinto che non sia naturale per noi. Il mio obiettivo è arrivare alla sola frutta, passo dopo passo, perché sono convinto che quello è il nostro cibo.

Romilda ha scritto:In ogni modo, devi fare quello che senti sia meglio per te.

Eh no, ti prendi cura della vita di altri esseri viventi e bisogna fare quello che è meglio per loro.

Non voglio accendere nessun flame e chiedo scusa fin da ora se le mie parole offendono qualcuno.
Ho solo riportato quel che penso sull'argomento, se poi è cosa sgradita nel vostro post, basta dirlo e provvederò a cancellare il mio commento.

Serenità, ciao
Avatar utente
By Marybiker
#76423
Ciao Fiorenzo, hai fatto benissimo a rispondere quello che pensi. Effettivamente il problema etico esiste, ma dar loro del cibo innaturale non gli fa bene.
Giustamente bisognerebbe anche aprire un disorso sull'addomesticamento animale... ma diventa tutto complicato. Si cerca di fare il meglio con le condizioni che abbiamo.
Grazie comunque del tuo intervento, mi ha fatto molto riflettere.
Avatar utente
By Fiorenzo
#76424
Marybiker ha scritto:Grazie comunque del tuo intervento, mi ha fatto molto riflettere.

Ok Mary, grazie per aver colto le mie intenzioni. :wink:
Avatar utente
By Marybiker
#76425
Ho letto qualche articolo su internet che dice che i cani (onnivori) vegani stanno meglio di quelli che mangiano la carne delle crocchette che è cotta e soprattutto di scarsa qualità.
Al momento faccio fatica a crearmi una mia opinione al riguardo, lo scopo del post era proprio quello di avvicinarmi ad una tesi sulla base dei vs suggerimenti. Se si può fare, quando trovo qualche informazione la inserisco qui, così altri possono leggere e farsi le loro opinioni al riguardo

Gli studi fatti sui cani vegan sono pochi ma indicano che anche dopo 5 anni c’è un minor tasso di malattie rispetto ai cani alimentati con prodotti animali. Molti cibi tradizionali per cani sono infatti prodotti con sottoprodotti della carne di quarta categoria. Su 448 prodotti analizzati dall’Associazione americana per Consumatori “Consumer Wellness Center”, nel 20% delle marche sono stati trovati organi e tessuti ammalati (tumori), nel 10% anche piedi e becchi di gallina. Inoltre vi sono quasi sempre aggiunti integratori, coloranti e conservanti vari. I mangimi vegan per cani sono invece spesso di alta qualità e biologici e ormai a tutti viene aggiunta la carnitina. Sono quindi una scelta molto salutare.
Avatar utente
By Romilda
#76429
Ciao Fiorenzo,

Il tuo commento non è affatto sgradito, anzi, altrimenti non sarebbe un forum.

Ho letto molto su internet prima di decidere per il vegan, proprio perché so che nei mangimi normali ci mettono dentro delle schifezze inaudite. La scelta vegan bio mi è sembrata più salutare dello scatolame o delle crocchette.

Per quanto riguarda la carne fresca e viva, è piena di antibiotici, spesso è anche carne di animali malati... come si fa a dargli quella roba? Infatti il veterinario consiglia sempre di farla scottare e di non darla mai cruda.

So cha la scelta più giusta sarebbe quella di evitare del tutto l'addomesticamento animale (tra l'altro ho anche un marito che la pensa esattamente come te...) ma i cani ci sono e, come dice Mary, si cerca di fare il meglio con le condizioni che abbiamo.



Serenità anche a te.
Avatar utente
By luciano
#76433
Per gli animali il problema etico non sussiste in Natura, sono guidati dall'istinto ed è corretto che le cose vadano come vanno per la continuazione della vita di tutte le specie. Questo in un ambiente naturale non manomesso dall'uomo.

Il panorama completo e le risposte sul come è impostata la vita sulla predazione di varie specie, del genere “pesce grande mangia pesce piccolo”, si ottengono quando uno arriva a conoscere lo scopo della vita su questo pianeta.

Tuttavia stiamo parlando di una situazione innaturale, quella degli animali domestici.
A causa dell'uomo hanno perso ogni contatto con la loro condizione originaria, non vivono più nella foresta o nelle praterie e non si procurano il cibo da soli.

Quando finiscono nella condizione di randagi cercano di ritornare alla loro condizione naturale, ripristinando branchi e gerarchie e a cacciare pecore, galline e anche esseri umani. Non vanno a cercare frutta e verdura.

Ma quando convivono con l'uomo è impossibile nutrirli secondo la loro natura, a meno che non lo metti nel recinto e gli butti dentro una gallina, un coniglio vivo, o altri animali.

Potrebbero tuttavia passare dei giorni prima che comprenda che quello è il suo cibo, dipende da quanto è stato umanizzato (snaturato) e quando sarà veramente affamato inizierà a aggredire e a uccidere per mangiare la sua preda.

Dargli pezzi di carne presi dal macellaio non cambia granché dal dargli crocchette. Dovrebbe essere con il sangue e l'animale appena ucciso.

In quegli obbrobri che sono i cosiddetti “parchi naturali faunistici didattici” da visitare in macchina con i vetri ben chiusi, ai leoni danno scarti da macelleria, teste di bovini, e altro che non può essere trasformato in cibi per onnivori, ma sono spesso malati e comunque apatici.

Perciò se il cane non ha problemi di sorta, che lo nutri con crocchette, con bistecche, o con frutta e verdura, non stai andando contro natura, contro natura ci siamo già andati il giorno che abbiamo iniziato ad addomesticare gli animali.

Occorre ovviamente scegliere le crocchette con cura, accertandosi che non contengano aromi e additivi assuefacenti o ormoni che renderebbero i cani che mangiassero tali crocchette dipendenti da quella specifica marca che usa quei sistemi.

Senza contare l'ulteriore degenerazione tramite castrazione e sterilizzazione, quello di cui stiamo parlando non ha più nulla di naturale, per l'animale non cambia nulla se il suo padrone gli dà crocchette vegane o carne trita scelta di qualità 1. Sarà più o meno aggressivo o non aggressivo del tutto, non avendo fra l'altro necessità di esserlo, visto che non deve più procurarsi il cibo.

Perciò per una soluzione senza compromessi, realmente secondo natura, e quindi realmente etica, nel caso di un cane occorrerebbe reinserirlo nel suo ambiente naturale, ammesso che esista ancora o che possa essere ricreato, con una specie di transizione fatta di accostamenti graduali e poi lasciarlo libero. Allora potremmo parlare di qualcosa di naturale, ammesso che il cane abbia ancora le sue palline.

In conclusione, come nutri il tuo cane, se lui continua ad essere il grazioso animale di compagnia e dall'aspetto sano e vispo, hai sempre ragione!

Ma non parlatemi di Etica e Natura in questo contesto. Si può eliminare qualsiasi cosa di origine animale dalla propria vita e non essere etici. Il problema è che qualche autore ha cominciato ad usare il termine senza conoscerne il significato e si è diffuso a macchia d'olio e viene ora usato in modo improprio ovunque.
#76450
grande Luciano !
mi trovo d'accordo su ogni singola parola,
ho amici vegani che castrano il cane dicendo "è per il suo bene"
... una follia dilagante che arricchisce una fiorente industria fondata sull'animale.

Personalmente preferisco i carnivori ai castratori, io preferirei essere mangiata... :D
#76552
Grazie Luciano...
Grande spunto di riflessione...
Penso che riguardo al problema etico, si riferissero al problema etico del padrone di comprare carne al cane... ovvio che il cane il problema etico non ce l'ha! :-)
Grazie a tutti per gli interventi! Le rotelle del mio cervello cominciano a girare, speriamo producano qualcosa di sensato!

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret