Arnold Ehret Italia

Vuoi iniziare un diario dove raccogliere i tuoi successi, gli ostacoli incontrati durante il tuo percorso? Questa sezione è quella giusta!

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Hope05
#79265
sandrod ha scritto:La cosa più semplice da fare è postare sul forum una panoramica recente in modo da cominciare a verificare la situazione (con l'occhio super allenato di Lorenzo e Riccardo) e poi cercare i post che parlano già di situazioni simili.
Facile, no? :)


Certo, Sandro!! Sto pianificando la panoramica e, se necessaria, una Cone Beam, verso settembre!!
Intanto inizio seriamente la transizione!! e leggo, leggo, leggo!! :wink:
Avatar utente
By sandrod
#79266
Marybiker ha scritto:L'avevo già messa e molto gentilmente mi hanno risposto, solo che io sono un po' cazzona :oops: :oops: e non ci capisco una mazza 8O 8O

Non mi ricordavo del tuo post (e ci ho anche scritto :lol: )
Allora provo a fare un riepilogo breve utilizzando meno termini tecnici possibili, magari ne facciamo un post tipo 'bonifica dentale: per cominciare a capire'.

Dente devitalizzato:
dente al quale è stata asportata la 'polpa dentale' cioè la parte interna del dente e della radice che si è infettata, di solito in seguito a carie. (polpa dentaria su wikipedia)
In pratica la parte 'viva' del dente con nervi e vasi sanguigni che apportano il nutrimento al dente.
Il dente è quindi talmente danneggiato da 'costringere' a questo tipo di cura (detta 'cura canalare').
Il problema è che una devitalizzazione, per quanto ben fatta, diventa un potenziale focolaio di batteri, sia all'interno che intorno al dente stesso.
E' un pò come non avere più apporto di sangue vitale in una parte del corpo, incancrenisce per mancanza di linfa vitale.
Nel dente però la cosa è più subdola, perchè può non esserci nessun sintomo doloroso collegato al dente stesso, mentre l'infezione che si genera (che non può essere ripulita dalla circolazione sanguigna) può portare ai famosi 'campi di disturbo' di cui abbiamo parlato in tanti post.
Se poi l'infezione intorno al dente cresce piano piano, si deteriora anche l'osso intorno alle radici con la possibilità che i problemi si trasmettano anche ai denti vicino.

Cavitazione:
'buco' rimasto all'interno dell'osso dopo l'estrazione di un dente (devitalizzato o no).
In sostanza si riforma solo una parete sottile di osso sotto la gengiva formando una ''bolla' nello spazio occupato prima dal dente.
Questo succede perchè non è stato asportato il 'periodonto', tessuto che 'lega' il dente all'osso e quest'ultimo non riesce a ricrescere correttamente.
Nel caso di una frattura, l'osso lentamente ricresce e si rinsalda, in questo caso no e all'interno rimane del tessuto morto che sviluppa un'infezione.
Il risultato è esattamente lo stesso di una infezione che si genera intorno ad un dente devitalizzato: focus e campi di disturbo.
Estrarre male un dente devitalizzato non risolve il problema, anzi lascia di nuovo un'infezione nascosta all'interno dell'osso!

Campo di disturbo:
Interferenza generata da un focus dentale sugli organi del corpo. Queste interferenze fanno si che un organo o una parte del corpo non riesca più a rimettersi completamente (a volte neanche parzialmente) da qualcosa che lo ha danneggiato, come ad esempio un trauma, un virus, una infezione.
Qui una bellissima descrizione di SuperWoman
Ultima modifica di sandrod il 12 luglio 2014, 15:02, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By sandrod
#79267
questa era la riposta di Riccardo

ricky66 ha scritto:si evidenzia il premolare 15 devitalizzato con una zona scura apicale che sversa nel seno mascellare alquanto sospetta, potenziale fornte di sinusiti e emicrania destra.
i giudizio estratti erano quelli in basso? dalla panoramica si notano segni di potenziale osteonecrosi cavitazionale in zona 48 e 38, anche questi possibili apportatori di emicrane.
il molare 47 mostra segni di sofferenza nell' osso che lo accoglie.

In pratica vicino al tuo dente devitalizzato (15 terzultimo dente in alto a dx che nella radiografia vedi a sinistra; zona apicale: vicino alla punta della radice - apice) si vede una zona scura che indica la presenza di una infezione che coinvolge anche il seno mascellare.
Nella zona dei denti del giudizio in basso (38 e 48 ) ci sono segni di cavitazione con osso malato (osteonecrosi) mentre il 47 (ultimo in basso a dx) ha intorno alle radici un focolaio di infezione.
Avatar utente
By Hope05
#79270
Questi ultimi post di Sandro sono in pole position nel mio file di appunti sulla Bonifica Dentale!
Grazie!!!
Avatar utente
By Marybiker
#79317
Grazie mille, sei stato molto chiaro e ora comprendo meglio. Ma la soluzione che mi proponevano con la procaina è perché i dentisti non tolgono questi residui o perché è molto costoso curarli? Cioè a parte le iniezioni di procaina che non ho capito bene come agiscono, la soluzione ideale sarebbe rimuovere questi residui di osso?
Avatar utente
By Marybiker
#79324
Ah... ecco, quindi se glielo si chiede si oppongono. presumo.
Ma la procaina quindi fa tipo da tappo momentaneo, come un sigillante che per un po' tampona il problema?
Avatar utente
By luciano
#79326
Marybiker ha scritto:Ah... ecco, quindi se glielo si chiede si oppongono. presumo.
Ma la procaina quindi fa tipo da tappo momentaneo, come un sigillante che per un po' tampona il problema?
Non è una soluzione, avere lì il periodonto che marcisce e fare la procaina.
Avatar utente
By Marybiker
#79328
Scusa Luciano, non ho capito allora perché me la proponevano nell'altro thread. Pertanto devo trovare un dentista che rimuova il periodonto? Ma nel caso di denti devitalizzati quindi andrebbero rimossi? Ma uno poi si deve fare una protesi? Scusa se faccio domande stupide, ma dagli altri post che avevo letto non avevo capito allora...
Avatar utente
By sandrod
#79331
Marybiker ha scritto:Scusa Luciano, non ho capito allora perché me la proponevano nell'altro thread. Pertanto devo trovare un dentista che rimuova il periodonto? Ma nel caso di denti devitalizzati quindi andrebbero rimossi? Ma uno poi si deve fare una protesi? Scusa se faccio domande stupide, ma dagli altri post che avevo letto non avevo capito allora...

Si, secondo il nostro punto di vista i devitali vanno rimossi, rimuovendo anche il periodonto e curettando l'osso. Poi la neuralterapia aiuta la guarigione dell'osso.
Abbiamo aperto un post di glossario con delle descrizioni facili facili, al quale è stata aggiunta anche la descrizione della neuralterapia.
Lo trovi qui:
Un video del Dott. Carpenter e il glossario per cominciare a capire
La procaina ha un costo irrisorio (70/80 centesimi a fiala) e l'operazione per irrorare l'alveolo dopo una estrazione durerà 3 secondi se va bene, quindi non è un problema di costi, semplicimente non sanno quali sono le caratteristiche della procaina e lo ritengono solo un anestetico locale (perchè questo hanno studiato).
Avatar utente
By Marybiker
#79332
Ma il suggerimento della procaina era per valutare se i miei mal di testa sono dovuti ai problemi del dente? Quanto dura l'effetto?
Grazie per il glossario, ora vado a leggerlo!!!! :D
:D :D
Avatar utente
By sandrod
#79334
Si, la procaina può anche agire su un campo di disturbo in modo temporaneo annullandone o diminuendone gli effetti. Ho detto 'può' perchè qui non c'è niente di garantito: il nostro organismo è talmente complesso con talmente tanti collegamenti che non si può sapere a priori come reagirà.

Una cosa è certa: se infiltri la procaina intorno ad un dente e ti passa il mal di testa per qualche ora (o per qualche giorno , chissà?), di sicuro il dente crea un campo di disturbo.

La neuralterapia è infatti utilizzata anche a scopi diagnostici proprio per questo. Niente a che vedere con le sue caratteristiche di anestetico locale.

Se vuoi approfondire puoi leggere qui:
Diario di MaryBiker
e qui:
La neuralterapia in sud america e i focus dentali
Avatar utente
By Marybiker
#79335
ah, bè, fortunatamente da quando mangio vegano, non ho più i mal di testa con la frequenza di prima, pertanto, un paio di giorni senza, non mi permetterebbe di constatare nulla.
Ecco, vedi, un'altra cosa che invece avevo capito diversamente da quanto suggeritomi nel thread dei miei denti, perchè avevo capito che aveva un effetto lungo tale da stabilire se certi disturbi fossero causati dai denti.
Allora della procaina non me ne faccio niente, devo proprio farmi togliere questi "avanzi" che probabilmente sono infettati...
Grazie ancora per le risposte alle mie domande!!!!
Avatar utente
By sandrod
#79338
non hai ancora capito completamente: :)
la procaina ti serve soprattutto DOPO per aiutare la guarigione in seguito a una corretta estrazione e/o una accurata pulizia delle cavitazioni.
Provarla prima può servire a capire se da lì nascono problemi, ma se c'è una infezione sotto un devitale o all'interno di cavitazioni (che sai di avere) puoi fare tutta la neuralterapia che vuoi, otterrai solo dei miglioramenti temporanei e successive ricadute.
Invece la neuralterapia fatta dopo l'estrazione/pulizia aiuta alla grande per ottenere una remissione completa dalle infezioni.
Conosco casi di miglioramenti dopo bonifica anche senza la neuralterapia, ma sono anche sicuro che la remissione sarebbe stata più veloce e meno faticosa con una adeguata neural.

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret