Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

#76711
Sto scrivendo un articolo su questo, non piacerà molto a i grandi estimatori di The China Study, ho sempre evitato di ridimensionare la validità di questo studio perché pensavo che comunque promuovendo l'astensione dal consumo di prodotti animali era un passo avanti verso l'alimentazione corretta.

Recentemente ho ricevuto in omaggio dalla casa editrice il libro Le Ricette di The China Study, scritto dalla moglie di Campbel, l'autore.

A parte che quando vedo che i famigliari di un autore di un libro che viene alla ribalta si mettono anch'essi a scriverne, come se il fatto di essere imparentati automaticamente ci doni dei talenti e che non sia invece un voler cavalcare il business, comincio a storcere il naso.

Mentre leggevo questo libro di ricette, mi rendevo conto che se una persona basasse la sua alimentazione su quanto proposto, si ammalerebbe in breve tempo, sembra un elogio ai farinacei, un invito a riempirsi di muco.

Come giustamente dice Ehret in Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco:
Andai a Berlino per studiare il vegetarianismo, dato che c'erano più di una ventina di ristoranti vegetariani a quel tempo. La mia prima osservazione fu che i vegetariani non erano molto più sani di chi mangiava carne, molti sembravano malaticci e pallidi.

Il motivo per cui un carnivoro assiduo può vivere relativamente più a lungo di un vegetariano che "mangia amido" è di facile comprensione dopo aver studiato la Lezione 5. Il primo produce meno ostruzioni solide con più piccoli quantitativi di carne rispetto all'amido del gran mangiatore, ma le malattie di cui sarà affetto in seguito saranno più gravi perché accumula più veleni, pus ed acido urico.

Ed è esattamente così. Se una persona si ferma a seguire l'alimentazione che include farinacei proposta da The China Study, è destinato a mantenersi nel limbo della salute mediocre o peggio ancora ad ammalarsi.

E ancora da Kranken Menschen:
La ragione del fallimento di queste terapie è che, anche se la dieta esclude la carne ma include pane, farinata d’avena, latte, burro, uova, formaggio e torte, introduce quantità elevate di muco nel paziente, particolarmente con l’inclusione di farina ed amido.

Questi stessi fattori contribuiscono all’insorgere di malattie nei vegetariani, di cui le diete sono al contrario altamente elogiate.

Posso attestare questo per esperienza personale, perché per parecchi anni, anch’io sono stato goloso di cibi che producono muco. Non perché il concetto di escludere la carne dalla dieta non sia valido, ma principalmente perché la percentuale di successo delle usuali diete vegetariane nella guarigione è così scarso.
Più comunemente tuttavia si riscontra che rappresentanti del movimento vegetariano tentano di dimostrare che gli esseri umani hanno bisogno di vari tipi di cibi cotti, perché non riescono a riconoscere il fondamento della dieta a base di frutta come rimedio.

Presenterò qui alcune spiegazioni per impedire malcomprensioni fra gli astemi ed i vegetariani. La carne non è un alimento. Piuttosto, è uno stimolante che si putrefa nello stomaco. Tuttavia questa putrefazione non inizia nello stomaco, ma subito dopo che l’animale è stato macellato. Graham ha dimostrato questo riguardo agli esseri viventi e aggiungo che le tossine prodotte dal processo di putrefazione della carne agiscono da stimolanti e questa stimolazione viene interpretata come energia fornita da questo alimento.

Non credo che qualcuno possa dimostrare chimicamente o fisiologicamente che una proteina o molecola in putrefazione venga trasformata nello stomaco per poi rivivere nel tessuto muscolare di una persona come fonte di energia. Come avviene con l’alcool ed altri stimolanti, la carne inizialmente sembra dare persistenza ed energia ma poi l’intero organismo risulta intossicato ed infine inevitabilmente crolla.

Superata una determinata soglia, il muco nel corpo può entrare in uno stato di fermentazione, sviluppare delle metastasi patologiche dove i tessuti del corpo iniziano a imputridire e a deteriorarsi.
#76712
Nel 1914 prima di recarsi negli USA, Ehret aveva passato i suoi scritti al suo editore e fra questi in Insegnamenti sul Digiuno troviamo la definizione di vegano prima che venisse coniato il termine e il suo pensiero a riguardo:

Eticamente, il vegetariano si pone più in alto del carnivoro, perché evita lo spargimento di sangue animale.

Se però mangia troppo e si ciba di pietanze che intasano, invece di essere digeribili, e trae orgoglio dal fatto di avere bambini piú grassottelli e, personalmente, delle guance piú paffute, che si possono ottenere consumando quantità abbondanti di tritello, avena, pane, ecc., potrebbe allo stesso modo, per quanto concerne la salute, essere paragonato a un onnivoro.
#79217
luciano ha scritto:Recentemente ho ricevuto in omaggio dalla casa editrice il libro Le Ricette di The China Study, scritto dalla moglie di Campbel, l'autore.

.....

Mentre leggevo questo libro di ricette, mi rendevo conto che se una persona basasse la sua alimentazione su quanto proposto, si ammalerebbe in breve tempo, sembra un elogio ai farinacei, un invito a riempirsi di muco.[/i]


Ho comprato anch'io quel libro... soldi buttati... non ho mai fatto una ricetta :( :( :(

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret