Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

Avatar utente
By bodhi
#77394
ragazzi ciao innanzitutto ....

lo scrivo anche qui

allora la faccio breve è un anno che seguo in maniera più o meno stretta il crudismo,da 8 mesi igienista e negli ultimi 5 ehretista,
però il fatto è che sono alto 1,92 e peso 60 kg

questo perchè ho affrontato il crudismo,da vegano, con un digiuno di 6 giorni che mi ha fatto calare 10 kili tutti insieme e poi successive detox che me ne hanno fatti calare ancora.....

ora il quesito è come posso recuperarli almeno in parte senza reinserire quegli alimenti che comunque non desidero e mi creano solo problematiche come i cereali??

mangio molta frutta e verdure,niente olii e sale e condimenti, verdure cotte al vapore una volta a settimana o due, con prevalenza di patate dolci rosse americane!

faccio uso regolare di clisteri al limone e caffè

ho inserito anche molti estratti,ora farò una settimana ad estratti....

potrebbero essere determinanti quest'ultimi a farmi riprendere peso nutrendo direttamente le cellule e bypassando il processo gastrico come insegna norman walker nel suo libro?

oppure è solo questione di trovare la giusta combinazione alimentare??
Avatar utente
By mauropud
#77407
bodhi ha scritto:allora la faccio breve è un anno che seguo in maniera più o meno stretta il crudismo,da 8 mesi igienista e negli ultimi 5 ehretista,
però il fatto è che sono alto 1,92 e peso 60 kg


Secondo me devi dare tempo al tempo, credo che il tuo corpo si sta disintossicando ancora, quindi io lo lascerei fare senza cambiare nulla.

Magari aumenta l'esercizio fisico se puoi.

Nel mio caso dopo aver toccato i minimi in fase di disintossicazione sono stato stabile sui minimi per un paio d'anni per poi risalire e ora sono circa 6kg sopra i minimi.
Qui sto parlando di una fase durata ormai 8 anni, non mesi. :wink:
Avatar utente
By jocke
#79667
faccio una domanda per il discorso del sottopeso: esiste un integratore naturale di proteine quando non si ha tempo di mangiare come si dovrebbe e comunque quando si vuole apportare un quid in più proteico?
Avatar utente
By swami863
#79699
Mi unisco a Mauropud, non cambierei molto se per il resto ti senti bene.
Anche io nei primi 2 anni ho toccato minimi che mi vergogno a scrivere il numero, oggi sto vedendo il mio pesopiano piano risalire.

E' vero che mangio un pò di più, ho più fame, forse il corpo per ricostruirsi ne ha bisogno, ma solo frutta e verdura, poca quinoa.
Purtroppo la scelta era tra: tornare indietro, ai vecchi cibi o sacrificare l' estetica e fidarmi di Ehret....ascoltandomi, eh!?
Quando oltre al peso non mi sento bene, ancora oggi, RALLENTO.

E poi ho ricominciato a usare i pesi: ho comprato il libro di Mataevo, ma non sono così metodica, uso invece guantini coi pesi mentre nuoto.....così faccio ciò che mi piace e ottengo comunque risultati :P
Avatar utente
By luciano55
#79843
Il cocco non è male come distributore di proteine.

L.


jocke ha scritto:faccio una domanda per il discorso del sottopeso: esiste un integratore naturale di proteine quando non si ha tempo di mangiare come si dovrebbe e comunque quando si vuole apportare un quid in più proteico?
Avatar utente
By luciano
#79853
jocke ha scritto:faccio una domanda per il discorso del sottopeso: esiste un integratore naturale di proteine quando non si ha tempo di mangiare come si dovrebbe e comunque quando si vuole apportare un quid in più proteico?
Il sottopeso non è un problema di proteine. Bisogna cercare altri fattori come situazione dentale, eventuali conflitti spirituali ed emozionali, ecc. A questo proposito riporto quanto dice Ehret a riguardo:
Arnold Ehret nella Lezione VII ha scritto:[align=justify]Il fatto e la verità fondamentali per cui l'uomo adulto non ha bisogno di così tante proteine come invece dichiara la vecchia fisiologia, è rilevabile osservando la combinazione del latte materno che non ne contiene che dal 2,5 al 3 %, e che la Natura sviluppa con quel latte la struttura di un nuovo corpo. Ma l'errore va oltre al loro tentativo di rimpiazzare qualcosa che non si distrugge, non si consuma, non viene usato - come hai appreso nella lezione precedente riguardo all'errore medico del metabolismo. La vecchia fisiologia ha una concezione del cambiamento della materia fondamentalmente errata, perché questi "esperti", i fondatori di tale scienza, non conoscevano assolutamente la chimica e in particolare la chimica organica. La vita si fonda sul cambiamento della materia, intesa come trasformazione chimica fisiologica, ma mai sull'idea irragionevole che si debbano mangiare proteine per costruire proteine, o per sviluppare proteine per il tessuto muscolare.[/align]
Avatar utente
By swami863
#79880
Cercando una soluzione al mio sottopeso, ho notato che tutti coloro che hanno perso molti chili hanno una cosa in comune: l' aver accellerato molto la transizione, io per prima.

Personalmente non mi è servito a nulla mangiare frutta calorica, secca, in un motore già affaticato impegnavo ancor più un sistema linfatico già in difficoltà.
Neanche ricorrere, in una detox già in atto, a digiuni liquidi, che semmai riserverò a tempi successivi.
....anche perchè mi vedessi ancora più magra, aggiungerei altro stress, temo :P

Sicuramente sport non aerobici mi hanno aiutato e poi il tempo.

Procediamo ascoltandoci :wink:

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret