Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By valina
#77651
Ieri mio marito ha voluto a tutti i costi portare mia figlia dal pediatra "della mutua" per una tosse secca che è comparsa negli ultimi giorni.
Non ho potuto oppormi, nonostante le spiegazioni; ero al lavoro.
Il responso è arrivato, immancabile : tracheite acuta da curare immediatamente con antibiotico.
Non sapendo come arginare il fiume di parole di mio marito che mi ha praticamente accusata della situazione con pretesa di somministrare antibiotico ho contattato il mio pediatra di fiducia, Dott. Proietti, che mi ha consigliato prima di tutto di somministrare molto vapore e tisana di tiglio più sciroppo omeopatico (e uno non omeopatico per emergenze acute). I suoi suggerimenti mi hanno dato coraggio di riprendermi, di dirmi che sono nel giusto, che la forza del mainstream stava cercando di schiacciarmi, che mio marito ne è totalmente succube, che non ha la forza di valutare oggettivamente la situazione. Arrivo a casa dal lavoro mi immaginavo mia figlia ko, consunta dalla tosse e abbacchiata dalla febbre. Invece entro e lei era vispa e allegra come sempre, senza febbre, con un pò di tosse.
Ho iniziato a scaldare pentole e pentole di acqua in cui ho messo una goccia di olio di tea tree (regalo di Stellina!).
La tosse si è placata. Nella notte ho scaldato pentole di acqua posizionate vicino al lettino, non ha tossito in tutta la notte e respirava bene. Ovviamente niente febbre.
Questa sarebbe una situazione da antibiotico?!?! Siamo alla follia. E ancora adesso non riesco a darmi una risposta se sia più incosciente il pediatra "della mutua" o mio marito a credergli. La potenza del mainstream. Il terrore seminato dalle case farmaceutiche o dal sistema o da chissà chi...
Un pò di vapore ragazzi...è bastato quello a calmare la tosse. Un pò di vapore...
La battaglia che stiamo combattendo è dura, quando ti sembra di essere a un passo dalla vittoria ti capitano scivoloni così e capisci che i passi avanti li possono fare solo i piccoli (che non sono ancora intossicati) e gli intelligenti (che hanno forza per disintossicarsi). Gli altri stanno indietro.
E la battaglia si può vincere....con un pò di vapore.
Buon lavoro a tutti voi, qua attorno c'è tanto da fare, con poco.
By Michela58
#77652
Brava valina,cosi' si fa.Questi medici subito a prescrivere antibiotici come se fossero caramelle.Per esperienza personale ho cresciuto il mio terzo figlio,non che non si ammalasse mai per carita',ma non ha mai preso nessun medicinale,a parte qualche sciroppo alle erbe.Ora ha 19annii euu fa come gli sembra giusto fare ma e' venuto su che e' un ragazzone di un metro e ottantadue,considerando che io e mio marito non siamo alti.Continua cosi' con la tua bambinaiCosa vuoi che sia poi un po' di tosse.Ciao
Avatar utente
By sandrod
#77656
Bisogna anche considerare che i medici sono terrorizzati da possibili problemi di richieste danni, per cui si allineano e per sicurezza prescrivono antibiotici così nessun giudice potrà dargli torto.
Questa è la realta, del resto anche Barile ti consegna il suo protocollo (antibiotici e cortisone) dicendo 'io glielo devo dare' anche se sa benissimo che non lo userai.
Spero che tuo marito abbia capito che non è il caso di prendere antibiotici come caramelle.
Mia figlia ha preso antibiotici a ottobre per una influenza che è rimasta comunque latente tutto l'inverno per tornare a Gennaio e l'antibiotico non è più servito a niente: alla fine l'ho curata con il magnesio ...
Avatar utente
By sandrod
#77659
aggiungo di non voler in alcun modo 'giustificare' l'operato dei medici che prescrivono antibiotici.
Cerco solo di capire la loro posizione e le loro difficoltà, ben sapendo che diventano loro stessi veicolo di mala informazione, loro che dovrebbero essere i primi a cercare di capire e studiare argomenti nuovi, che poi così nuovi non sono esistendo già da ben prima della cosiddetta 'medicina ufficiale'!
Avatar utente
By valina
#77677
Spero che tuo marito abbia capito che non è il caso di prendere antibiotici come caramelle.

...purtroppo no: sistemando in casa ho trovato una borsina della farmacia con un medicinale dentro....chiedo a mio marito "Ma questo l'avevi comprato?"(l'antibiotico) "Sì....vabbè dai così ce l'abbiamo per la prossima volta!" ... non ce la farà mai!!! :|
Avatar utente
By luciano
#77679
Il fatto è che i medici possono essere compresi e trattati secondo come agiscono.
C'è quello che è tale e quale è uscito dall'università, convinto che i farmaci curino, ecc. e gli dici guarda che... e lui ti guarda dall'alto in basso e ti chiede: "lei è medico?..."
E lì lo saluti e cancelli il suo indirizzo e se te lo hanno assegnato fai la richiesta di cambiare medico di base.

Poi c'è quello che lo sa, ma non vuole perdere il lavoro redditizio, cerca di fare il minimo, quanto basta per non essere radiato, non ha coraggio di fare qualcos'altro. Il coraggio non tutti ce l'hanno, va beh, lo tengo per i certificati per la piscina.

Poi c'è quello che sa, ma non glie ne frega nulla se i farmaci sono veleni, lui è legalmente a posto e protetto dall'albo, anzi più farmaci vende più operazioni chirurgiche fa più guadagna, e disposto a farlo a cottimo, a volte anche operazioni non necessarie, come nei casi che i cronisti ogni tanto fanno sapere, per fare tutti i soldi che può. C'è anche quel tipo di medico, quello è il vero bastardo della situazione.

Se non hai il coraggio di dargli addosso, allora semplicemente evitalo come la peste. :D

Infine c'è quello che sa e che agisce secondo coscienza e conoscenza, e ti indica la giusta cosa da fare, ed è quello che fa al caso nostro. Ti prescrive vitamine e minerali, le case farmaceutiche sono contente purché prescriva qualcosa. Oltre al farmaco che deve prescrivere per forza nello specifico caso, altrimenti gli danno la colpa se c'è un problema, ma in quel caso sai che il cesso di casa è di bocca buona!

Quest'ultimo tipo di medico è piuttosto raro, speriamo che aumentino! :D
Avatar utente
By Fiorenzo
#77770
Steam Rules! :lol:
Tua figlia l'avresti trovata abbioccata se avesse già preso l'antibiotico.
E poi è così palese come anche gli adulti stanno come degli stracci vecchi dopo averne assunto.
Avatar utente
By ricky66
#77773
oltre al tea tree, è molto utile aggiungere sale rosa al vapore e aerosol...
considera che probabilmente è anche piena di vermi.... un composto tipo noce nero + garofano e artemisia ("noce nero composto" ) sortisce ottimi effetti.
i bambini sentono le dissonanze energetiche in famiglia, le vivono a livello intestinale, e sovente si manifestano sintomaticamente nell' organo gemello, bronchi-polmoni.
se soppresso, riesploderà eventualmente dall' intestino... dissenteria, colite o stipsi.
e chi metabolizza le tossine generate sono i parassiti/vermi/elminti.
lasciali lavorare, ma ogni tanto mettili alla porta...;)

questa erboristeria di cuneo produce (e spedisce) un ottimo "noce nero composto" sverminatore.
http://www.erboristeriaofficinalis.com/dove-siamo
per me nei cambi di stagione è un must 8)
si parte da 1 goccia e si sale fino a 10-15 gocce 2xdì... a volte esce prurito e rossore nel corpo, segno di eliminazione...pausa al dosaggio, magari una purga/magnesio cloruro/lavabudella, si scende di qualche goccia , e si riprende... 15 giorni è un periodo adeguato.
Avatar utente
By valina
#77777
Grazie delle preziosissime dritte!!!
dissonanze energetiche in famiglia

...già...
Avevo utilizzato il mallo per la mia bimba lo scorso anno (post qui)
Non avevo pensato di riproporlo in questo cambio di stagione, lo farò! Se è scaduto quello che ho prendo quello che mi hai consigliato!
A presto!! :wink:

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret